Prussian Musketeer Regiments of the War of Austrian Succession and the Seven Years War

XVIII secolo

Visualizzazione di 1-48 di 236 risultati

  • 0 out of 5

    Prussian Musketeer Regiments of the War of Austrian Succession and the Seven Years War

    59.00

    Questo nuovo studio sui reggimenti di moschettieri di Federico II durante la guerra dei sette anni, è stato realizzato utlizzando tutte le fonti a disposizione e gli studi più recenti, e prende in esame i comandanti, la storia delle campagne, l’organizzazione, le uniformi, le bandiere e le attrezzature. Il punto di forza del presente studio risiede nel numero sontuoso di illustrazioni. Sono presenti infatti diverse centinaia di illustrazioni a colori, con tavole disegnate da: Dessauer, Precisa, Stammliste, Etat Militaire, e Menzel, e schemi in b/n realizzati da Hans Bleckwenn, Eduard Bolz, Hans Brauer e Richard Knötel. i capitoli propongono uniformi e attrezzature e mostrano tutti i dettagli nei particolari. In aggiunta sono presenti mappe, tabelle e ordini di battaglia. Questo lavoro rappresenta il volume di riferimento per quanto riguarda lo studio della specialitàdei moschettieri prussiana a partire dalla guerra di successione austriaca fino alla guerra dei sette anni. Consigliato agli storici e ai modellisti.

    Rilegato, 16 x 24 cm. pag. 272 con illustrazioni a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2015 da Ken Trotman Books

    Quick view
  • 0 out of 5

    1706 Le aquile e i gigli – Una storia mai scritta

    38.00

    Le Aquile e i Gigli permette di camminare con isoldati, evocare i loro pensieri, ascoltare i rumori della marcia, dei bivacchi e della battaglia. Consente di entrare direttamente a contatto con i grandi personaggi che combatterono in Piemonte nel 1706, il Principe Eugenio, Vittorio Amedeo II, il duca di Orléans, il La Feuillade, dialogare direttamente con loro e comprendere sin nel profondo il perché delle loro scelte e come gli eventi si svolsero, non da una posizione privilegiata e distaccata ma direttamente sul campo. Le nove grandi carte allegate al testo sono in assoluto le migliori che siano state edite sull’assedio e la loro consultazione può permettere di avere una visuale chiara e precisa delle operazioni svoltesi sotto le mura di Torino.

    Rilegato 17 x 24 cm. pag. 384 ampiamente illustrate con tavole e foto a colori. Allegata una cartelletta contenente 9 riproduzioni 45 x 32 cm. di stampe d’epoca

    Stampato nel 2007 da Omega Edizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    1741: L’assedio di Cartagena de Indias – La storia del più grande disastro navale britannico

    25.00

    Rimasto poco conosciuto fino ai nostri giorni, l’assedio di Cartagena de Indias rappresentò il punto apicale di scontro tra Spagna e Gran Bretagna durante la cosiddetta Guerra dell’Orecchio di Jenkins (1739-42) e si risolse nel peggior disastro navale della storia britannica. Questo episodio venne però presto dimenticato in entrambi i paesi. In Gran Bretagna la sconfitta subì un processo di rimozione. Archiviato come un episodio sfortunato, causato da un morbo tropicale, il fallimento della spedizione a Cartagena de Indias venne sminuito e nascosto agli occhi dell’opinione pubblica interna. Forse troppo impegnata in quel momento a combattere per celebrare le sue vittorie, e forse non avendo capito pienamente la portata storica dell’evento, anche la Spagna si dimenticò presto dell’impresa di Cartagena de Indias. O, forse, preferì lasciarsela alle spalle, quando, a partire dalla fine della guerra di successione austriaca, subentrò una nuova fase distensiva nelle relazioni con la Gran Bretagna. La storiografia moderna tende oggi a rivalutarne l’importanza, non solo perché rappresentò la più grande operazione anfibia della storia fino allo sbarco in Normandia, ma perché permise agli spagnoli di mantenere i suoi domini nelle Americhe per altri settanta anni.

    Brossura, 17,5 x 25,5 cm. pag. 80 con numerose illustrazioni a colori e b/n

    Stampato nel 2017 da Soldiershop

    Quick view
  • 0 out of 5

    1799 La grande insorgenza

    11.00

    Nel 1799 si scatena in Italia lo scontro fra Rivoluzione e Controrivoluzione. Il Regno delle Due Sicilie si colloca come il principale campo di battaglia non solo sotto il profilo politico-militare, ma anche sotto quello ideologico.

    Brossura, pag. 304

    Edizioni Controcorrente

    Stampato nel 1999

    Quick view
  • 0 out of 5

    17th-Century Men’s Dress Patterns: 1600 – 1630

    49.00

    Questo libro presenta le istruzioni complete, passo dopo passo, per la realizzazione di abiti e accessori maschili dei primi 30 anni del diciasettesimo secolo. Vengono analizzati 12 capi, provenienti dalle collezioni del Victoria and Albert Museum. I modelli sono stati attentamente studiati, con la riproduzione di modelli in scala, e sono accompagnati da fotografie a raggi X che riprendono i pezzi nella loro interezza e nei particolari, riuscendo a catalogare la tipologia dei tessuti analizzati. I metodi e le tecniche di sartoria storica e di cucito sono mostrati in dettaglio, infatti gli autori hanno alcune delle migliori competenze storiche sartoriali di tutto il mondo. Hanno al loro attivo numerose collaborazioni, come con il Globe Theatre di Londra, creando costumi per il cinema, teatro e la televisione. Questo libro è una risorsa unica, sia per gli studenti di moda che, per i reenactor del 1600.

    Rilegato, 31 x 27,5 cm. pag. 176 illustrato

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2016 da Thames and Hudson

    Quick view
  • 0 out of 5

    A Warrior Dynasty – The Rise and Fall of Sweden as a Military Superpower 1611-1721

    33.00

    Ci sono almeno due ragioni principali per cui la pubblicazione di questo studio è appropriata in questo momento. In primo luogo, affronta un periodo e un luogo nella storia, molto trascurato nella letteratura militare inglese. L’ultimo libro specificatamente di storia militare che ebbe a che fare con la Guerra dei Trent’anni è stato scritto nel 1969. Ancora oggi, i tedeschi considerano la guerra dei trent’anni come il più grande disastro che abbia mai colpito la loro nazione, considerendo anche i due conflitti mondiali e la “peste nera”. La scarsità di scritti militari è in netto contrasto con i milioni di pagine che si occupano invece degli aspetti politici, sociali ed economici. Il libro abbraccia il periodo che va dalla fine del XVI agli inizi del XVIII secolo. Il volume si concentra sulla Guerra dei Trent’anni e le successive campagne svedesi in Russia, mentre la lotta per la supremazia del Baltico è trattata im maniera sommaria. Questo periodo costituisce uno spartiacque storico in cui si è verificata la rivoluzione militare che ha dato alla luce la guerra moderna come la conosciamo. In secondo luogo, il libro esamina il “fatto imbarazzante” di come un paese agricolo, povero, con una popolazione di soli 1,3 milioni di abitanti è stato in grado di diventare una superpotenza militare nel XVII secolo e mantenere tale supremazia per ben 100 anni. Sulla strada per il predominio militare, la Svezia riuscì a sconfiggere la maggior parte delle potenze militari di quel periodo – la Russia, la Polonia, il Sacro Romano Impero, la Baviera, e la Spagna – ciascuno con risorse umane ed economiche immensamente superiori a quelle della Svezia..

    Rilegato, 15 x 23 cm. pag. 312 inserto di 16 pagine con illustrazioni a colori e alcune mappe b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2014 da Casemate

    Quick view
  • 0 out of 5

    Africa bianca – Dalle origini all’indipendenza 1852 – 1910

    13.00

    Raggiunto il Capo di Buona Speranza nel febbraio 1487, tre navi portoghesi gettarono l’ancora nella Baia della Tavola, dove oggi sorge Città del Capo. L’avvenimento segnò una svolta nella storia mondiale; aggirata la soverchiante potenza dell’Islam nell’Africa Settentrionale e nel Medio Oriente, l’Europa era in grado di realizzare una sua antica aspirazione, quella di stabilire una via commerciale diretta verso i mercati asiatici. Quasi contemporaneamente, nel 1492, Cristoforo Colombo rivelava l’esistenza a occidente di un nuovo mondo verso. Le varie fasi attraverso cui passò la conquista europea dei mercati asiatici portarono nel 1652 alla nascita, in quel punto estremo del continente africano, di un piccolo insediamento europeo, in origine prevalentemente olandese, con funzioni di scalo intermedio per le navi in transito per l’India. Le rivalità religiose e i conflitti tra le potenze in Europa, il passaggio della supremazia dall’Olanda alla Gran Bretagna, affermatasi come potenza egemone nell’Africa Meridionale e il consistente afflusso di immigranti in seguito alla scoperta dei diamanti e dell’oro, ebbero come effetto la nascita del popolo afrikaner, risultato dalla fusione di coloni olandesi, tedeschi, francesi e anglosassoni, il quale, per la sua originalità culturale e il tenace attaccamento alle proprie tradizioni e all’indipendenza, può essere considerato l’unica popolazione bianca del continente africano.

    Brossura, 14,5 x 20 cm. pag. 352

    Stampato nel 2015 da Greco & Greco

    Quick view
  • 0 out of 5

    Andreas Hofer eroe della fede

    16.00

    Andreas Hofer (1767-1810) fu l’anima della grande insorgenza antifrancese tirolese del 1809-1810; capo militare arguto e innovativo, fervente cattolico, fu fatto fucilare da Napoleone e rimane ancora oggi il simbolo dell’identità e dell’autonomia delle genti del Tirolo.

    Brossura, pag. 166
    Stampato nel 1998 da Il Cerchio

    Quick view
  • 0 out of 5

    Armi e nazione

    34.50

    Il volume intende approfondire un momento fondamentale per la storia dell’Italia risorgimentale, quello della costruzione di un esercito nazionale “italico” basato sulla coscrizione obbligatoria, introdotta per volontà di Napoleone Bonaparte e di Francesco Melzi d’Eril nel 1802. L’attenzione è centrata oltre che sulla costruzione dell’esercito e sui fenomeni connessi (strutturazione delle armi e dei corpi, coscrizione obbligatoria, renitenza, diserzione), sui protagonisti e sul significato che la pluriennale esperienza vissuta dalle milizie italico-napoleoniche ha avuto nel processo di formazione della coscienza nazionale e del sentimento patriottico risorgimentale. Infatti con la creazione di questo esercito (nel quale militarono, a partire dal 1797, più di 200.000 uomini, dei quali oltre la metà morti in battaglia o di malattia) si entrò in una nuova fase della moderna storia italiana, decisiva per il suo futuro corso storico.

    Brossura 15,5 x 23 cm. pag. 484

    Stampato nel 2009 da Franco Angeli

    Quick view
  • 0 out of 5

    Armies of Early Colonial North America 1607-1713 – History, Organization and Uniform

    30.00

    Gabriele Esposito presenta una panoramica dettagliata della storia militare del Nord America coloniale nel suo primo periodo, dal primo insediamento coloniale di Jamestown fino alla fine della prima guerra continentale combattuta nelle Americhe. Segue lo sviluppo dell’organizzazione e delle divise non solo per le colonie britanniche del Nord America ma anche per quelle francesi del Canada. Ogni unità coloniale formata dagli europei nel Nuovo Mondo, così come le truppe regolari inviate in America dalla Gran Bretagna e dalla Francia, è analizzata nei dettagli: dalle prime milizie delle Tredici Colonie alle forze di spedizione formate durante la Guerra di Successione Spagnola. Grandi eventi militari, come King Philip s War o Bacon s Rebellion, vengono analizzati e l’evoluzione delle tattiche impiegate in questo teatro viene discussa, mostrando come la guerra sia stata influenzata dal terreno e dalle condizioni peculiari del Nord America. Decine di illustrazioni, tra cui tavole a colori, mostrano le prime divise militari mai indossate in Nord America, oltre a interessanti dettagli sulle armi e le attrezzature utilizzate.

    Rilegato, 17 x 24 cm. pag. 180 con numerose mappe e illustrazioni b/n e decine di tavole uniformologiche a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Pen & Sword

    Quick view
  • 0 out of 5

    Armies of the Seven Years War – Commanders Equipment Uniforms and Strategies of the First World War

    29.00

    Autorevole lavoro per studiosi e appassionati delle vivende militari del XVIII secolo e in particolare dell’uniformologia che, proprio nel secolo preso in esame, assunse un’importanza e una standardizzazione sempre maggiore. Con il contributo dei migliori disegnatori di tutto il mondo, il volume in ogetto può essere considerata l’opera definitiva sulla guerra dei 7 anni che vide coinvolte le maggiori potenze europee, sia pel la sopravvivenza che per la supremazia continentale e marittima: Austria, Baviera, Gran Bretagna, Brunswick, Danimarca, Hannover, Hessen-Darmstadt, Assia-Kassel, Olanda, Francia, Palatinato, Portogallo, Prussia, Russia, Spagna, Svezia, Württemberg, ed i contingenti minori del Sacro Romano Impero. Vengono anche analizzati i fatti militari nel Nord-America, riportando lo scontro tra Francesi e Inglesi, coadiuvati da diverse tribù indiane che segnarono il destino di quel continente. Vengono esaminate in dettaglio le tattiche militari dei paesi coinvolti, i comandanti dei vari schieramenti, e ancora: uniformi, armi, attrezzature, artiglieria, i combattimenti terrestri e navali. La rappresentazione della complessità delle uniformi, i colori e gli standardi, è aprofondita e senza precedenti, molti dettagli sono assolutamente inediti. Sono esaminate ovviamente in dettaglio le tattiche militari dell’epoca sia della fanteria che della cavalleria, come viene messo in risalto l’abilità guerriera e tattica di Federico il Grande che guidò magistralmente i suoi eserciti contro il resto d’Europa. Ottimo l’apparato iconografico con disegni in b/n, tavole a colori ed esaustive cartine che riportano lo schieramento delle forze in campo.

    Brossura, 17 x 25 cm. pag. 336 con circa 218 illustrazioni b/n e 48 pagine fuori testo con illustrazioni a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2012 da Spellmount

    Quick view
  • 0 out of 5

    Austrian Seven Years War Cavalry and Artillery

    55.00

    Questa bella opera affronta la storia dei sette anni della Guerra di Successione austriaca da un punto di vista estremamente particolare, parte cioé dalle uniformi, bandiere e finimenti dei cavalli e dai colonnelli in capo dei vari reggimenti di cavalleria austriaci, ovvero Corazzieri, Cavalleggeri, Dragoni, Ussari. Il lavoro trae ispirazione dai disegni che provengono dalle principali fonti di uniformi austriache, compresi lavori contemporanei di Albertini, Brauer, Donath, Knotel, Neucetz e Teuber-Wekersdorf e il lavoro “Die Osterreichische Armee 1700-1867 pubblicato da Ottenfeld& Teuber.

    Rilegato con sovracopertina 17 x 25,5 pag. 216 – 340 illustrazioni a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2012 da Ken Trotman

    Quick view
  • 0 out of 5

    Austrian Seven years war infantry and engineers

    49.00

    Questa bella opera affronta la storia dei sette anni della Guerra di Successione austriaca da un punto di vista estremamente particolare, parte cioé dalle uniformi e non solo quelle della fanteria austriaca ma anche dei reggimenti di fanteria tedeschi e ungheresi, più i Freikorps e i corpi del Genio. Il lavoro trae ispirazione dai disegni che provengono dalle principali fonti di uniformi austriache, compresi lavori contemporanei di Albertini, Bautzen e Raspe, Brauer, Donath e il lavoro “Die Osterreichische Armee 1700-1867 pubblicato da Ottenfeld& Teuber.

    Cartonato con sovracopertina 17 x 25,5 cm. pag. 208 interamente illustrate con disegni b/n e tavole a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2011 da Ken trotman Publishing

    Quick view
  • 0 out of 5

    Banditi e briganti

    18.00

    Storia di lunga durata. Storie di uomini, e di donne, molto diversi tra loro. Storie di banditi, come venivano chiamati tra il Ciquecento e il Settecento quelli che erano colpiti dal bando, cioè un decreto di espulsione dalla comunità di cui facevano parte, briganti come nell’Ottocento i francesi definivano tutti quelli che s’opponevano alla loro dominazione. Bandito e brigante non sono prodotti solo del Mezzogiorno che in tempi diversi li troviamo in Calabria, Basilicata, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise, Lazio, Veneto, monte, Toscana, Emilia-Romagna. Una lunga scia di sangue fatta di atrocità, corpi squartati, teste mozzate esposte ovunque. Crudeltà da tutte le parti. Repressione cieca, crudele, selvaggia pensa di risolvere problemi, che sono sociali e politici, facendo ricorso alle armi, al carcere, alle fucilazioni indiscriminate. Dalla Repubblica di Venezia allo Stato Pontificio, dal Regno di Napoli al neonato Regno d’Italia tutti i regnanti si comportano allo stesso modo. L’altra faccia della repressione è la scelta degli Stati di venire a patti, scendere a compromessi, di fare accordi con i malviventi. briganti c’è un’enorme letteratura. Mancava un libro che contasse il filo che lega e che separa banditi e briganti, che mostrasse le diverse componenti – politica, religiosa, sociale, culturale -, che demistificasse falsi miti come quello che i mafiosi sarebbero i figli naturali o gli eredi legittimi dei briganti.

    Brossura 17 x 21 cm. pag. 192 con molte illustrazioni a colori

    Stampato nel 2011 da Rubbettino

    Quick view
  • 0 out of 5

    Baroni e vassalli – Storie moderne

    42.00

    Regime di terre e di vassalli, il feudalesimo è stato riproposto dalla più recente storiografia come uno degli elementi di lunga durata che, seppure attraverso un continuo e complesso processo di riconfigurazione, hanno accompagnato la storia dell’Europa dal medioevo all’età moderna. Una minore attenzione era stata finora accordata allo sviluppo che, tra il XVI e il XVIII secolo, ha interessato la proprietà signorile posseduta da monasteri e abbazie, da vescovi e religiosi degli Ordini e, più in generale, da tutte quelle istituzioni che, in un modo o in un altro, dipendevano dalla Chiesa. Il libro ha inteso ricostruire tale storia lunga e complessa attraverso i lavori di numerosi studiosi che, con prospettive differenti, seguendo percorsi metodologici e documentali autonomi e spesso profondamente innovativi, hanno contribuito a tracciare un panorama composito, all’interno del quale lo spazio economico e finanziario dei patrimoni signorili si intreccia con le implicazioni politiche e amministrative connesse alle prerogative giurisdizionali del governo dei feudi.

    Brussura, 15 x 23 cm. pag. 384

    Stampato nel 2012 da Franco Angeli

    Quick view
  • 0 out of 5

    Battaglie alpine del Piemonte sabaudo

    30.00

    Tre secoli di battaglie immerse nell’oblio, sulle impervie giogaie delle Alpi occidentali, che opposero la Stato Sabaudo alla Francia. Eventi che coinvolsero popolazioni e terre “di qua e di là dai monti”, di Savoia, Piemonte, Valle d’Aosta, e Liguria. Eserciti di migliaia di uomini, antenati degli alpini, costretti ad affrontarsi sui colli, nelle valli e sulle vette. Una proposta per riscoprire e percorrere itinerari dimenticati e sconosciuti sulle “tracce della storia”. Illustrato con circa 30 foto a colori e una decina di cartine in b/n.

    Rilegato 17 x 24 cm. pag. 290 con cartine b/n + 16 foto a colori

    Stampato nel 1999 da Chiaramonte

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bayonets and Scimitars – Arms Armies and Mercenaries 1700-1789

    35.00

    Il diciottesimo secolo fu un periodo molto significativo in Europa, in tutte le aree: economica, politica e culturale, che culminò con le due grandi Rivoluzioni: quella francese e quella americana. La conseguenza fu quella di spianare la strada definitiva per il dominio dell’Europa su gran parte del mondo nel corso del XIX secolo. Le guerre e le manovre politiche di Federico il Grande e Caterina la Grande trasformato la Prussia e la Russia in giocatori importanti nella politica europea. La Francia, la nazione più ricca in Occidente perse molte guerre fino ad arrivare alla bancarotta, appoggiò i “ribelli” americani contro la madrepatria inglese cercando un’inutile vendetta. La Gran Bretagna divenne il modello di efficienza economica e finanziaria in Nord America nei Caraibi e in India. Questo volume traccia l’evoluzione dell’arte della guerra in questo periodo turbolento: la politica, l’armamento, l’organizzazione degli eserciti e la progressiva trasformazione dei soldati mercenari, fulcro fino a quel momento di molti eserciti europei, in professionisti, ben addestrati ed equipaggiati. Frutto di una accurata ricerca, il libro ci introduce nel mondo della guerra e delle nuove strategie.

    Cartonato con sovracopertina, 16 x 24 cm. pag. 280 + 16 pagine fuori testo con 20 illustrazioni b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2013 da Frontline

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bayonets for hire. Mercenaries at war 1550-1789

    40.00

    Questo libro apre uno squarcio sulla sordida storia dei mercenari al principio dell’Era moderna. Dagli eserciti professionali greci di Alessandro, attraverso la Guerra dei Cent’anni, fino a oggi i mercenari sono sempre stati presenti e il loro ruolo si è costantemente evoluto. Di questa avvincente storia il libro affronta i turbolenti anni dal 1550 al 1798: dalle Guerre di Religione alla vigilia della Rivoluzione francese. Un periodo questo di notevoli cambiamenti in Europa con la drammatica transizione dal mondo medioevale a quello moderno, in tutte le aree, economica, politica e culturale. In questo movimento i mercenari giocarono un ruolo importante, poiché la teoria e la tecnologia militari ebbero un rapido sviluppo e incremento attraverso l’organizzazione e l’equipaggiamento di questi eserciti professionali. Frutto di una accurata ricerca, il libro ci introduce nel pericoloso mondo della guerra per lavoro.

    Cartonato con sovracopertina 16 x 24 cm. pag. 304 con 33 illustrazioni b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2007 da Greenhill Books

    Quick view
  • 0 out of 5

    Borbonici e antiborbonici – Dal Regno di Napoli e di Sicilia all’Italia unita

    28.00

    Inoltrati nel XXI secolo, la vicenda della dinastia dei Borbone di Napoli e di Sicilia e dei loro numerosi e accaniti oppositori lancia ancora segnali interessanti. Sono lampi di luce e scorci di tenebra che giungono fino al presente. Il testo ricostruisce la storia dei regni meridionali tra il 1734 e il 1860, con un capitolo introduttivo sui primi decenni del ‘700. Il volume si chiude con un capitolo sulle regioni meridionali nel regno d’Italia e con uno sguardo sull’antifascismo liberale del primo ‘900. Lo completa un ampio dizionario dei principali personaggi.

    Brossura, 15 x 21 cm. pag. 320

    Stampato nel 2018 da Mimesis

    Quick view
  • 0 out of 5

    British Army uniforms from 1751 to 1783

    59.00

    Il volume identifica le uniformi di ciascun reggimento di cavalleria e fanteria dal 1751 al 1783, compreso l’abbigliamento utilizzato durante la Guerra dei Sette Anni e la Guerra di Indipendenza americana. L’indagine è suddivisa in quattro parti. La prima offre uno sguardo sulle caratteristiche delle uniformi di cavalleria divise per ciascun reggimento, comprese coperte e finimenti dei cavalli. La seconda parte offre una ricchissima serie di tavole che illustrano le uniformi di Household Cavalry, Heavy Cavalry e Light Cavalry. La terza e quarta parte presentano le uniformi della fanteria comprese quelle dei reggimenti della Guardia a piedi, e quelli della Fanteria di Linea, Fucilieri e Highland.

    Testo in lingua inglese

    Rilegato con sovracopertina 21,5 x 30,5 pagg. 377 illustrato a colori

    Stampato nel 2012 da Pen & Sword

    Quick view
  • 0 out of 5

    British army uniforms in 1742 – In the art of John Pine

    29.00

    L’opera che questo libro presenta fu commissionata, nella metà del XVIII secolo, da William Augustus Duca di Cumberland, il trionfatore di Culloden, per poterla offrire come regalo particolare a suo fratello il re George II. Sono riportate 93 delle 94 tavole dell’originale (92 soldati in uniforme ed un frontespizio). Troviamo qui gli abbigliamenti della Household Cavalry e degli Horse Cavalry Regiments, inclusi i Carabineers ed i Dragoons. Si mostrano pure gli Infantry Corps: 1st Foot Guards (Grenadier Guards), Coldstream Guards e il 3rd Regiment of Foot Guards (Scot Guards). Considerati sono anche il King’s Regiment, il Queen’s Regiment, il Royal Regiment of Fusiliers ed altri corpi più particolari (Marines, Invalids, Gentlemen Pensioners, Yeomen of the Guard). Alle superbe figure dell’artista del ‘700 John Pine, sono aggiunte in appendice 10 tavole di R. Knotel ed altri incisori.

    Brossura, 20,5 x 25,5 cm. pag. 124 completamente illustrato con tavole a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2016 da Soldiershop

    Quick view
  • 0 out of 5

    Canaglie di tutto il mondo

    17.00

    Tumulti, insurrezioni, cortei, barricate… Parole sempre più ricorrenti nelle cronache politiche (dai moti studenteschi europei alla resistenza operaia, passando per le insurrezioni nel mondo arabo e gli “indignati” spagnoli) che indicano tanto lo sconvolgimento dell’ordine esistente quanto l’emergere di pratiche che ben poco hanno a che fare con la tradizione rivoluzionaria del Novecento. Come se le categorie di Stato e Rivoluzione non riuscissero più a spiegare i processi in corso. Come se fossero inadatte a capire un’epoca in cui la politica assume la forma del tumulto, dell’imprevedibilità degli incontri e degli esiti, dell’esodo dai partiti e dalle organizzazioni. Perché la forma politica del tumulto significa disconoscimento della controparte del potere come Uno (da decapitare e sostituire); significa tenere fermi al proprio interno conflitto e pluralità; significa rifiutare la rappresentanza ma anche darsi nuove istituzioni flessibili, costituenti. Dalla “muta” di Pentesilea ai Ciompi machiavelliani, passando per i “diplomati senza futuro”, questo libro è un testo di filosofia politica sulla forma-tumulto e l’inesorabile declino della sovranità.

    Brossura 12,5 x 19 cm. pag. 188 con 11 illustraioni b/n

    Stampato nel 2011 da Elèuthera

    Quick view
  • 0 out of 5

    Caricat!

    50.00

    Questa nuova edizione, completamente rivista e aggiornata, dell’opera che vide la luce nel 1973, per celebrare i trecento anni di storia della Cavalleria italiana, e che destò un forte interesse per la dovizia di informazioni riportate e la narrazione ricca di aneddoti curiosi, è sicuramente un punto di riferimento importante per gli appassionati di Storia Militare.. La Cavalleria è stata interessata negli ultimi anni da importanti novità ordinative, addestrative e operative, come per esempio il processo di revisione che l’ha portata a comprendere nei suoi ranghi la specialità carrista come in tutti gli altri eserciti occidentali. Interessante la differenziazione della prima parte in cui lo stile e le uniformi degli uomini a cavallo sono stati brillantemente messi in valore dalle tavole a colori e la seconda in cui il compito di rendere gli attuali cromatismi – l’uniforme quotidiana è la tuta mimetica da combattimento – è stato lasciato alla fotografia.

    Cartonato con sovracopertina 21,5 x 30,5 cm. pag. 510 interamente illustrate b/n e colori

    Stampato nel 2011 dalla Rivista di Cavalleria

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cavalieri del sepolcro – Storia e significati della milizia nell’ordine equestre del santo sepolcro di Gerusalemme

    29.50

    I Cavalieri del Santo Sepolcro costituiscono uno dei due Ordini cavallereschi insieme a quello di Malta, attualmente riconosciuti dalla Santa Sede Nella prima parte la storia dell’Ordine; nella seconda, la più originale, vengono dettagliatamente esaminati i significati dei cinque attributi di Ordine, di Equestre, del santo, del Sepolcro e l’appellativo Gerosolimitano, che spettano di diritto a tale insigne Ordine. Molte illustrazioni a colori nel testo.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 304 con varie illustrazione b/n e colori

    Stampato nel 2017 da Settimo Sigillo

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cavalry of the American Revolution

    29.00

    Dal’aspramente contestata terra di nessuno tra le linee americane e britanniche di New York e del New Jersey alle pinete cocenti del Sud, la cavalleria di entrambi gli eserciti combatté valorosamente durante la rivoluzione americana. Questo volume esplora diversi aspetti del ruolo della cavalleria nella guerra di indipendenza, ruolo che è stato spesso trascurato dalla storiografia. Gli argomenti trattati includono lo sviluppo della cavalleria del Continental Army, le influenze europee in materia di formazione e tattica, i resoconti di alcuni importanti operazioni di cavalleria, e storie di unità a cavallo come i “Dragoni Leggeri Continentali”, i Rangers americani della Carolina del Sud, e i “Dragoni Neri”, composti interamente da ex schiavi. Il I saggo esamina anche il ruolo dei comandanti più importanti, tra cui il Generale di brigata Francesco “Swamp Fox” Marion, il Tenente Colonnello William Washington, e il Colonnello Anthony Walton dell’esercito americano, e i leader della cavalleria britannica: Banastre “Ban sanguinante” Tarleton e John Graves Simcoe, così come i prigionieri di guerra americani che hanno cambiato bandiera servendo nella “British Legion.”

    Brossura, 15 x 23 cm. pag. 304 con alcune illustrazioni b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2015 da Westholme Publishing

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cefalonia e Itaca al tempo della Serenissima – Documentazione e cartografia in biblioteche venete

    32.00

    Cefalonia e Itaca sono due delle sette isole maggiori dell’arcipelago delle isole Ionie, il cosiddetto “Eptaneso”, a occidente della penisola greca a sud del Mare Adriatico, posizione strategica per la sicurezza delle vie di navigazione e l’accesso al Golfo di Venezia. La storia e la rappresentazione delle due isole sotto il dominio Veneziano vengono trattati attraverso resoconti storici e memorialistici pubblicati nella loro forma originaria, che rappresentano un documento interessante sulla realtà di quelle isole nei secoli passati, sugli usi e costumi dei loro abitanti, sulle vicende che vi ebbero luogo, sui rapporti delle loro popolazioni con i rappresentanti della Serenissima. Si offre un ricco regesto dei documenti riguardanti le due isole nelle maggiori biblioteche del Veneto. L’apparato iconografico e cartografico a colori, da manoscritti, libri e carte antiche, completa il volume.

    Rilegato, 22 x 28 cm. pag. 175 con numerose mappe e illustrazioni a colori e b/n

    Stampato nel 2015 da Biblion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – A New Way of Fighting: Professionalism in the English Civil War: Proceedings of the 2016 Helion and Company ‘Century of the Soldier’ Conference

    33.00

    Questa collana di volumi dell’editore Helion & Company “Century of the Soldier” prende in considerazione, sotto l’aspetto militare, il periodo storico che va dal 1618 al 1721, denominato dagli studiosi militari “l’epoca d’oro” della guerra, a cavallo tra la picca e l’archibugio. Questo periodo di tempo è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo denominati della “rivoluzione militare”, lo sviluppo di eserciti permanenti, l’introduzione generalizzata di armi a polvere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La collana esaminerà il periodo storico con l’intenzione di analizzare, molto dettagliatamente, battaglie, campagne, logistica e tattiche e ancora, eserciti , uniformi e attrezzature. Ogni volume è corredato da disegni b/n, mappe e tavole uniformologiche a colori. Questo volume si occupa, in particolare, delle nuove metodologie della guerra e in dettaglio dell’elemento proffessionale e di carriera durante la guerra civile inglese.

    Rilegato, 15,6 x 23,4 cm. pag. 122 con circa 10 illustrazioni e mappe

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2017 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – Crucible of the Jacobite ’15 – The Battle of Sheriffmuir 1715

    36.00

    Questa collana di volumi dell’editore Helion & Company “Century of the Soldier” prende in considerazione, sotto l’aspetto militare, il periodo stori-co che va dal 1618 al 1721, denominato dagli studiosi militari “l’epoca d’oro” della guerra, a cavallo tra la picca e l’archibugio. Questo periodo di tempo è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo denominati della “rivoluzione militare”, lo sviluppo di eserciti permanenti, l’introduzione generalizzata di armi a pol-vere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La collana esaminerà il periodo storico con l’intenzione di analizzare, molto dettagliatamente, battaglie, campagne, logistica e tattiche e ancora, eserciti , uniformi e attrezzature. Ogni volume è corredato da disegni b/n, mappe e tavole uniformologiche a colori. Questo volume, in particolare, è incentrato sulla battaglia di Sheriffmuir del 1715, durante la guerra jacobita.

    Rilegato, 16 x 23,5 cm. pag. 288 con numerose illustrazioni e mappe b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – Famous By My Sword. The Army of Montrose and the Military Revolution

    25.00

    Questa collana di volumi dell’editore Helion & Company “Century of the Soldier” prende in considerazione, sotto l’aspetto militare, il periodo stori-co che va dal 1618 al 1721, denominato dagli studiosi militari “l’epoca d’oro” della guerra, a cavallo tra la picca e l’archibugio. Questo periodo di tempo è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo denominati della “rivoluzione militare”, lo sviluppo di eserciti permanenti, l’introduzione generalizzata di armi a pol-vere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La collana esaminerà il periodo storico con l’intenzione di analizzare, molto dettagliatamente, battaglie, campagne, logistica e tattiche e ancora, eserciti , uniformi e attrezzature. Ogni volume è corredato da disegni b/n, mappe e tavole uniformologiche a colori. In particolare questo volume tratta dell’Armata di Montrose e della rivoluzione militare.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 80 con numerose illustrazioni e mappe b/n e alcune tavole uniformologiche a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2013 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – Home and Away – The British Experience of War 1618-1721: Proceedings of the 2017 Helion and Company ‘Century of the Soldier’ Conference

    39.00

    Questa collana di volumi dell’editore Helion & Company “Century of the Soldier” prende in considerazione, sotto l’aspetto militare, il periodo stori-co che va dal 1618 al 1721, denominato dagli studiosi militari “l’epoca d’oro” della guerra, a cavallo tra la picca e l’archibugio. Questo periodo di tempo è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo denominati della “rivoluzione militare”, lo sviluppo di eserciti permanenti, l’introduzione generalizzata di armi a pol-vere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La collana esaminerà il periodo storico con l’intenzione di analizzare, molto dettagliatamente, battaglie, campagne, logistica e tattiche e ancora, eserciti , uniformi e attrezzature. Ogni volume è corredato da disegni b/n, mappe e tavole uniformologiche a colori.

    Rilegato, 15,5 x 23,5 cm. pag. 216 illustrato con circa 23 foto b/n, 36 illustrazioni b/n, 10 tabelle e 4 mappe b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – Peter The Great Humbled – The Russo-Ottoman War Of 1711

    29.00

    Questa collana di volumi dell’editore Helion & Company “Century of the Soldier” prende in considerazione, sotto l’aspetto militare, il periodo stori-co che va dal 1618 al 1721, denominato dagli studiosi militari “l’epoca d’oro” della guerra, a cavallo tra la picca e l’archibugio. Questo periodo di tempo è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo denominati della “rivoluzione militare”, lo sviluppo di eserciti permanenti, l’introduzione generalizzata di armi a pol-vere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La collana esaminerà il periodo storico con l’intenzione di analizzare, molto dettagliatamente, battaglie, campagne, logistica e tattiche e ancora, eserciti , uniformi e attrezzature. Ogni volume è corredato da disegni b/n, mappe e tavole uniformologiche a colori. Questo volume, in particolare, della guerra russo-ottomana del 1711.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 104 illustrato con con tavole uniformologiche a colori, foto di reenactors a colori e dettagliate mappe delle principali battaglie b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – Peter the Great’s Revenge: The Russian Siege of Narva in 1704

    36.00

    La serie “Century of the Soldier” copre il periodo della storia militare che va dal 1618 al 1721, quella che può essere definita “l’epoca d’oro” della guerra, che sancisce il passaggio, graduale, dalla picca all’archibugio. Questo lasso temporale è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo della “rivoluzione militare”, contraddistinto dallo sviluppo di eserciti permanenti, dall’introduzione generalizzata di armi a polvere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La serie esaminerà il periodo in un grado di dettaglio maggiore di quello che è stato finora tentato, e ha un ventaglio molto ampio, con l’intenzione di analizzare tutti gli aspetti del periodo considerato: battaglie, campagne, logistica e tattiche, comandanti, eserciti, uniformi e attrezzature. Questo volume, in particolare, prende in esame l’assedio russo di Narva nel 1704.

    Brossura, 18 x 24,8 cm. pag. 270 illustrato con circa 151 illustrazioni b/n, 15 illustrazioni a colori, 2 mappe e 10 foto b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – The Armies and Wars of the Sun King 1643-1715: Vol 1. The Guard of Louis XIV

    39.00

    Questa collana di volumi dell’editore Helion & Company “Century of the Soldier” prende in considerazione, sotto l’aspetto militare, il periodo storico che va dal 1618 al 1721, denominato dagli studiosi militari “l’epoca d’oro” della guerra, a cavallo tra la picca e l’archibugio. Questo periodo di tempo è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo denominati della “rivoluzione militare”, lo sviluppo di eserciti permanenti, l’introduzione generalizzata di armi a polvere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La collana esaminerà il periodo storico con l’intenzione di analizzare, molto dettagliatamente, battaglie, campagne, logistica e tattiche e ancora, eserciti , uniformi e attrezzature. Ogni volume è corredato da disegni b/n, mappe e tavole uniformologiche a colori. Questo volume (primo di due), in particolare, prende in considerazione le armate e le guerre del re Sole tra il 1643 e il 1715.

    Brossura, 18 x 25 cm. pag. 246 con circa 169 illustrazioni b/n e 32 pagine di tavole a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2019 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – The Army Of James II, 1685-1688 – The Birth Of The British Army

    36.00

    Questa collana di volumi dell’editore Helion & Company “Century of the Soldier” prende in considerazione, sotto l’aspetto militare, il periodo stori-co che va dal 1618 al 1721, denominato dagli studiosi militari “l’epoca d’oro” della guerra, a cavallo tra la picca e l’archibugio. Questo periodo di tempo è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo denominati della “rivoluzione militare”, lo sviluppo di eserciti permanenti, l’introduzione generalizzata di armi a pol-vere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La collana esaminerà il periodo storico con l’intenzione di analizzare, molto dettagliatamente, battaglie, campagne, logistica e tattiche e ancora, eserciti , uniformi e attrezzature. Ogni volume è corredato da disegni b/n, mappe e tavole uniformologiche a colori. Questo volume, in particolare, dell’Armata di Giacomo II tra il 1685 e il 1688.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 208 con foto e illustrazioni b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2017 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – The Battle of Glenshiel: The Jacobite Rising in 1719

    36.00

    La serie “Century of the Soldier” copre il periodo della storia militare che va dal 1618 al 1721, quella che può essere definita “l’epoca d’oro” della guerra, che sancisce il passaggio, graduale, dalla picca all’archibugio. Questo lasso temporale è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo della “rivoluzione militare”, contraddistinto dallo sviluppo di eserciti permanenti, dall’introduzione generalizzata di armi a polvere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La serie esaminerà il periodo in un grado di dettaglio maggiore di quello che è stato finora tentato, e ha un ventaglio molto ampio, con l’intenzione di analizzare tutti gli aspetti del periodo considerato: battaglie, campagne, logistica e tattiche, comandanti, eserciti, uniformi e attrezzature. Questo volume, in particolare, prende in esame la battaglia di Glenshield durante il periodo Giacobita.

    Brossura, 15,6 x 23,5 cm, pag. 230 illustrato con circa 26 foto e 30 illustrazioni b/n, 4 mappe e 5 tavole a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – The Last Spanish Armada: Britain and the War of the Quadruple Alliance 1718-1720

    36.00

    Jonathan D. Oates

    Questa collana di volumi dell’editore Helion & Company “Century of the Soldier” prende in considerazione, sotto l’aspetto militare, il periodo storico che va dal 1618 al 1721, denominato dagli studiosi militari “l’epoca d’oro” della guerra, a cavallo tra la picca e l’archibugio. Questo periodo di tempo è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo denominati della “rivoluzione militare”, lo sviluppo di eserciti permanenti, l’introduzione generalizzata di armi a polvere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La collana esaminerà il periodo storico con l’intenzione di analizzare, molto dettagliatamente, battaglie, campagne, logistica e tattiche e ancora, eserciti , uniformi e attrezzature. Ogni volume è corredato da disegni b/n, mappe e tavole uniformologiche a colori. Questo volume, in particolare, è dedicato all’ultima “armada spagnola” e alla quadruplice aleanza tra il 1718 e il 1720.

    Brossura, 18 x 25 cm. pag. 184 con 20 illustrazioni b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2019 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – The Russian Army in the Great Northern War 1700-21 – Organization, Material, Training and Combat Experience, Uniforms

    39.00

    Questa collana di volumi dell’editore Helion & Company “Century of the Soldier” prende in considerazione, sotto l’aspetto militare, il periodo stori-co che va dal 1618 al 1721, denominato dagli studiosi militari “l’epoca d’oro” della guerra, a cavallo tra la picca e l’archibugio. Questo periodo di tempo è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo denominati della “rivoluzione militare”, lo sviluppo di eserciti permanenti, l’introduzione generalizzata di armi a pol-vere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La collana esaminerà il periodo storico con l’intenzione di analizzare, molto dettagliatamente, battaglie, campagne, logistica e tattiche e ancora, eserciti , uniformi e attrezzature. Ogni volume è corredato da disegni b/n, mappe e tavole uniformologiche a colori. Questo volume, in particolare, pone l’accento sull’esercito russo durante la guerra del grande Nord tra il 1700 e il 1721.

    Brossura, 17,8 x 24,8 cm. pag. 270 con numerose illustrazioni e mappe b/n e 8 tavole uniformologiche a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Century of the Soldier – The Swedish Army of the Great Northern War 1700-1721 – Organisation, Equipment, Campaigns and Uniforms

    29.00

    Questa collana di volumi dell’editore Helion & Company “Century of the Soldier” prende in considerazione, sotto l’aspetto militare, il periodo stori-co che va dal 1618 al 1721, denominato dagli studiosi militari “l’epoca d’oro” della guerra, a cavallo tra la picca e l’archibugio. Questo periodo di tempo è stato visto da molti storici come un periodo non solo di grandi cambiamenti sociali, ma di sviluppi fondamentali all’interno delle questioni militari. Questo è il periodo denominati della “rivoluzione militare”, lo sviluppo di eserciti permanenti, l’introduzione generalizzata di armi a pol-vere nera e una maggiore professionalità nella cultura del personale militare. La collana esaminerà il periodo storico con l’intenzione di analizzare, molto dettagliatamente, battaglie, campagne, logistica e tattiche e ancora, eserciti , uniformi e attrezzature. Ogni volume è corredato da disegni b/n, mappe e tavole uniformologiche a colori. In particolare questo volume prende in esame l’esercito svedese durante la guerra del Grande Nord, tra il 1700 e il 1721.

    Brossura, 14 x 17 cm. pag. 102 con numerose illustrazioni e mappe b/n e 4 tavole uniformologiche a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cities at War in Early Modern Europe

    95.00

    Le esigenze di fortificazione e la guerra d’assesio tra il 1550 e il 1700 hanno profondamente influenzato le scelte urbanistiche delle città europee. Il perimetro fortificato, con i suoi bastioni regolari, ha ridefinito l’identità della città moderna. La pianificazione militare portò come conseguenza a nuove forme di spazi urbani formati da griglie, grandi piazze centrali e boulevard alberati. L’autrice esamina questa “nuova urbanistica” come visualizzata da incisori, pittori e cartografi, attraverso piani precisi e potenti viste panoramiche. I settori geografici di confronto vanno dalla Gran Bretagna all’impero Ottomano, da Malta alla Scandinavia, offrendo uno studio accurato dell’urbanistica militare moderna, caratterizzate da uniformità, chiarezza geometrica e monumentalità disadorna.

    Rilegato, 21,5 x 28 cm. pag. 370 con circa 223 illustrazioni b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2010 da Cambridge University Press

    Quick view
  • 0 out of 5

    Città fatali – Battaglie assedi e conflitti urbani dall’antichità ai giorni nostri

    12.00

    Questo lavoro parla di guerre e di città, dall’antichità ai giorni nostri. Le descrive nella loro natura all’interno di una cornice storica, prendendo in esame strategie e tattiche, armi e mezzi, indicando non solo il numero di caduti, feriti e dispersi, ma cercando di mostrare al lettore il momento cruciale dello scontro e il “volto” dei principali protagonisti. Le guerre prese in esame non sono soltanto quelle più sanguinose o importanti della storia militare, ma anche quelle che non sempre hanno cambiato le sorti dell’umanità, ma che sicuramente hanno rappresentato un sacrificio umano indelebile.

    Brossura, 14,5 x 20,5 cm. pag. 134

    Stampato nel 2014 da Chillemi

    Quick view
  • 0 out of 5

    Corpi armati e ordine pubblico in Italia (XVI-XIX secolo)

    20.00

    Questo volume, che raccoglie i contributi presentati in un convegno/seminario internazionale, non concentra l’attenzione sulle attività di difesa dell’ordine pubblico attribuite a reparti di linea dell’esercito – compiti di polizia sono stati frequentemente attribuiti a reparti militari – intende invece indagare il mondo dei numerosi corpi armati che nelle diverse epoche si sono fatti carico di compiti di polizia. Questi corpi armati, spesso apparentementi senza tratti che li possano accumunare, vengono analizzati nelle loro caratteristiche, origini e funzioni, al fine di trovare elementi che aiutino a metterli in relazione. Quindi l’analisi è stata portata sulle truppe leggere dell’Esercito, sulle milizie civiche e territoriali, sulla gendarmeria, sugli armati di ferme e finanza, sui crocesignati, sugli esecutori di giustizia tanto dei tribunali civili quanto delle corti vescovili e baronali e, infine, su truppe irregolari assoldate da soggetti privati, mettendo in evidenza il carattere di strumenti di potere che questi corpi spesso assumevano.

    Brossura 17 x 24 cm. pag. 326

    Stampato nel 2003 da Rubbettino

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cùil Lodair – Il sangue del Clan. La battaglia di Culloden Moor e la fine della Scozia

    25.00

    La battaglia combattuta a Culloden Moor il 16 aprile 1746 tra le truppe giacobite scozzesi del principe Carlo Edoardo Stuart, il Giovane Pretendente, e quelle britanniche di William Augustus di Hannover, duca di Cumberland, figlio di re Giorgio II di Gran Bretagna fu l’ultima battaglia combattuta sul suolo britannico, e dopo di allora nulla sarebbe più stato come prima: la Gran Bretagna libera dalla minaccia delle rivolte giacobite iniziate nel 1689 avrebbe iniziato il percorso indisturbato verso il più grande impero coloniale della storia e la rivoluzione industriale, mentre la Scozia avrebbe sofferto la distruzione violenta del millenario sistema sociale basato sui clan e del tradizionale modo di vita gaelico, la repressione e lo spopolamento, senza riprendersi mai più completamente.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 84 con numerose illustrazioni a colori

    Stampato nel 2016 da Soldiershop

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dai fanti da mar alla forza di proiezione dal mare – La Fanteria di Marina e le truppe anfibie italiane dal 1500 ai giorni nostri

    65.00

    Quest’opera raccoglie per la prima volta le vicende di tutti i Corpi italiani che dal ‘500 ai giorni nostri hanno operato sia in mare che a terra, denominati “Fanteria di Marina” o “Reparti Anfibi”: i Fanti da Mar di Venezia, il Corpo della Real Fanteria di Marina dell’esercito borbonico, il Reggimento Real Navi dell’esercito sardo, i Cacciatori del Sile che difesero Venezia (1848-1849), la Brigata Genio Lagunari, le Compagnie da sbarco della Marina, il Reggimento San Marco. Il volume parla anche della X Mas e della Divisione San Marco della RSI per giungere alla nascita e alle varie trasformazioni dei moderni corpi anfibi nazionali.

    Due volumi rilegati in cofanetto, 17,5 x 24,5 cm. complessive pag. 605 con circa 244 illustrazioni

    Stampato nel 2008 da Chiaramonte

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dal Forte di Exiles alle Alpi – Storia e Architettura delle Fortificazioni di Montagna

    20.00

    La pubblicazione di “Dal forte di Exilles alle Alpi. Storia e architettura delle fortificazioni di montagna”, giunge a due anni e mezo dall’omonimo convegno. Si è lasciato ampio arbbitrio sulla trattazione degli argomenti presentati in sede di convegno e riportati in tal modo nel libro, e ne è risultato un quadro ancora più articolato ed approfondito attraverso l’ampia rielaborazione delle tematiche proposte. Consigliato a chi interessa l’aspetto tecnico delle fortificazioni di montagna del XVIII secolo.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 243 con circa 125 illustrazioni e foto b/n

    Stampato nel 2000 da Omega Edizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dalle Pasque veronesi alla Pace di Campoformido Vol. 1

    18.00

    I tragici eventi del 1797 colpirono con forza l’opinione pubblica del popolo veronese, che ne fu principale protagonista. «Queste mie memorie sono il frutto di ben trent’anni di ostinata osservazione, di diligenti note tenute in iscritto degl’infiniti avvenimenti che con tanta velocità si successero in questi stranissimi tempi, di paziente ricerca de’ documenti più genuini ed accreditati, di costante lettura di tutti i libri buoni e cattivi, che in tale argomento andarono succedendosi secondo le fasi dell’umana e disumana moderna pazzia. Esse contengono verità, ma a che serve?» Così scrive sconsolato l’Autore a proposito di questo importante testo rimasto finora completamente inedito, in cui il marchese narrò la vicenda dell’insurrezione contro-rivoluzionaria scaligera, per così dire, dall’interno, essendo a conoscenza, essendone stato spesso testimone oculare, dei momenti salienti di quel drammatico snodo della storia europea. Maffei, superando l’angusta visione del cronista cittadino e guidato infallibilmente dalla coscienza della posta in gioco, sa inquadrare i fatti del ’97 nel più ampio contesto dello “scontro di civiltà” in atto in Europa tra due modi diametralmente opposti di concepire la società , lo stato e la religione.

    Brossura, pag. 202

    Stampato nel 2005 da Il Cerchio

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dalle Pasque veronesi alla Pace di Campoformido Vol. 2

    22.00

    I tragici eventi del 1797 colpirono con forza l’opinione pubblica del popolo veronese, che ne fu principale protagonista. «Queste mie memorie sono il frutto di ben trent’anni di ostinata osservazione, di diligenti note tenute in iscritto degl’infiniti avvenimenti che con tanta velocità si successero in questi stranissimi tempi, di paziente ricerca de’ documenti più genuini ed accreditati, di costante lettura di tutti i libri buoni e cattivi, che in tale argomento andarono succedendosi secondo le fasi dell’umana e disumana moderna pazzia. Esse contengono verità, ma a che serve?» Così scrive sconsolato l’Autore a proposito di questo importante testo rimasto finora completamente inedito, in cui il marchese narrò la vicenda dell’insurrezione contro-rivoluzionaria scaligera, per così dire, dall’interno, essendo a conoscenza, essendone stato spesso testimone oculare, dei momenti salienti di quel drammatico snodo della storia europea. Maffei, superando l’angusta visione del cronista cittadino e guidato infallibilmente dalla coscienza della posta in gioco, sa inquadrare i fatti del ’97 nel più ampio contesto dello “scontro di civiltà” in atto in Europa tra due modi diametralmente opposti di concepire la società , lo stato e la religione.

    Brossura pag. 288

    Stampato nel 2006 da Il Cerchio

    Quick view
  • 0 out of 5

    Destructive and Formidable – British Infantry Firepower 1642-1765

    36.00

    Nei secoli XVII e XVIII, le vittorie dell’esercito britannico sulle forze francesi nelle battaglie come Blenheim nel 1704, Minden e Quebec nel 1759, e a Culloden nel 1746, erano in gran parte dovute alla grande e e micidiale potenza di fuoco della sua fanteria. Per la prima volta, David Blackmore ha messo mano ai manuali originali e ad altre fonti contemporanee per verificare in maniera inconfutabile questa teoria. In tal modo, l’Autore ha scoperto una serie di tattiche specificamente britanniche, che furono mantenute in essere per un lungo periodo, dando alla fanteria britannica quella supremazia che gli permise di vincere molte delle battaglie nel periodo storico analizzato. Queste ricerche hanno anche permesso di correggere molti dei malintesi che si erano creati riguardo la potenza di fuoco della fanteria britannica nell’era del moschetto e dello schieramento lineare.

    Rilegato, 16 x 24 cm. pag. 224 con numerosi schemi b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2014 da Frontline Books

    Quick view
  • 0 out of 5

    Don Troiani’s Soldiers in America 1754-1865

    65.00

    Questo volume, illustrato da quello che viene considerato uno dei più importanti artisti storici americani, presenta i soldati delle guerre coloniali, la Rivoluzione Americana, la Guerra del 1812, la Guerra del Messico e la Guerra Civile. Il libro, completamente illustrato a colori, affianca ai bellissimi disegni di Don Troiani, che evocano momenti di battaglia e ritraggono singoli combattenti, con una evidente attenzione per i dettagli e la ricerca, moltissime fotografie di “pezzi” storici: cappelli, bluse, pantaloni, armi e oggetti facenti parte di collezioni pubbliche e di quella privata di Don Troiani stesso.

    Rilegato con sovracopertina, 22,5 x 30 cm. pag. 242 con circa 183 foto b/n e 73 tavole a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 1998 da Stackpole Books

    Quick view
X