«Io amo l’Italia». Memorie di un giornalista inglese e fascista

Novità

Visualizzazione di 1-48 di 193 risultati

  • 0 out of 5

    «Io amo l’Italia». Memorie di un giornalista inglese e fascista

    28.00

    James Strachey Barnes

    In questo volume, oltre all’autobiografia di James Strachey Barnes fino al 1939, sono raccolte alcune importanti interviste che l’Autore ebbe con Benito Mussolini, utili ad arricchire il quadro dei rapporti storici tra Italia e Inghilterra tra le due guerre mondiali. Introduzione di Luca Gallesi.

    Quick view
  • 0 out of 5

    100 personaggi della Destra 1946 – 2021. Da Almirante a Giorgia Meloni

    22.00

    Federico Gennaccari – Salvatore Grillo

    Come spiega lo stesso Gennaccari, che oltre a essere autore è anche editore del libro con la sua Fergen, «il libro nasce per colmare alcune lacune sulla storia della destra italiana e soprattutto sul ruolo di importanti esponenti che a distanza di anni sono stati completamente dimenticati. Storie che non si trovano sulle enciclopedie, né tantomeno su Wikipedia. Tanto che i cento personaggi del titolo è una stima al ribasso, dato che il progetto «si è allargato fino ad interessare altri 200 protagonisti della storia del Msi, di Alleanza nazionale e anche di Fratelli d’Italia».

    Brossura, 15 x 21 cm. pag. 678

    Stampato nel 2022 da Fergen

    Quick view
  • 0 out of 5

    5ª A.T.A.F. Allied tactical force. Storia e immagini

    30.00

    eonardo Malatesta

    Nel 1999 termina la storia di uno dei più importanti comandi della NATO in Italia, attivo fin dal 1956. L’obiettivo che si pone questo libro è quello di tracciare la storia e i compiti della grande unità aerea della NATO attraverso un apparato fotografico inedito. Tra le oltre 3500 fotografie a disposizione, ne sono state pubblicate alcune sulla nascita della 56ª TAF che poi si trasformò nel 1956 in 5ª ATAF, sulle visite ai vari reparti dipendenti della difesa aerea, sul comando di guerra di West Star e Back Yard, sulle esercitazioni che ogni anno la NATO organizzava nello scacchiere italiano, sulle cerimonie, le visite ufficiali e gli ultimi anni di vita con il coinvolgimento della forza militare della NATO nella gestione delle operazioni militari nelle guerre dei Balcani e la sua chiusura nel dicembre del 1999. Non vengono fornite solo immagini ma anche un saggio storico introduttivo sulla storia e i compiti della 5ª ATAF utilizzando la poca documentazione esistente ad oggi. Si può inoltre trovare l’elenco dei comandanti della grande unità, un glossario tecnico dei termini utilizzati ed una bibliografia ragionata sulla guerra fredda.

    Quick view
  • 0 out of 5

    a Clausewitz a Putin: la guerra nel XXI secolo: Riflessioni sui conflitti nel mondo contemporaneo

    19.90

    Matteo Bressan  – Giorgio Cuzzelli

    Dalle Torri Gemelle alle insurrezioni in Irak e in Afganistan, dalle proxy wars nel Levante e nel Golfo Persico al ruolo della Wagner in Nord Africa e nel Sahel, dalle sfide nello spazio cibernetico alla nuova corsa per la conquista dello spazio e, infine, dal programma navale della Repubblica Popolare Cinese ai T-72 russi schierati alla frontiera dell’Ucraina. Il filo conduttore che unisce questo mosaico, pur nella diversità delle forme e delle rappresentazioni, è sempre lo stesso: imporre con la forza la propria volontà all’avversario. Mai come in questo momento il mondo è apparso così insicuro. È quindi necessario conoscere, per comprendere e per difendersi. Questo libro, attraverso il contributo di alcuni tra i più qualificati studiosi italiani della materia, ha l’ambizione di spiegare l’evoluzione della guerra moderna dalla teoria alla pratica, dalle idee di Clausewitz e di Sun Tzu ai cingoli di Putin e alle navi di Xi Jinping.

    Quick view
  • 0 out of 5

    A cose fatte. Memorie di un «socialista nazionale»

    22.00

    Henri de Man

    Portata a termine nel 1941, “A cose fatte” è l’autobiografia di De Man, il marxista eretico che approdò – con il planismo – a un socialismo idealistico e nazionale. Arricchito da documenti in appendice (tra cui il carteggio Mussolini-De Man e il testo del Piano del Lavoro), il libro è un intreccio appassionante di vicende personali ed eventi della «grande storia» che, muovendo dalla prospettiva del narratore-testimone, ripercorre gli snodi fondamentali di un’epoca destinale: le lotte operaie e la rivoluzione bolscevica, la Grande Guerra e la crisi economica, fino all’ascesa del fascismo e all’esplosione del nuovo immane conflitto che consegnò il mondo all’egemonia americana e sovietica

    Quick view
  • 0 out of 5

    A piedi sul vallo alpino in Piemonte

    13.00

    Diego Vaschetto

    Camminare sui sentieri della storia, in luoghi dallo straordinario valore paesaggistico, ambientale e culturale, tutti caratterizzati dalla presenza, al termine o durante l’escursione, di spettacolari fortificazioni costruite nella prima parte del Novecento. Un volume che consentirà a tutti gli appassionati di montagna un’esplorazione delle opere del vallo Alpino occidentale, dalle Alpi Liguri al Piccolo San Bernardo. Una guida alle escursioni completa e originale: cartine, altimetrie, livelli di difficoltà, tempi di percorrenza, un imperdibile apparato iconografico. E, per ogni itinerario, approfondimenti specifici, che offrono al lettore l’opportunità di approfondire le proprie conoscenze culturali, scientifiche, storiche e architettoniche sulle fortificazioni di montagna.

    Quick view
  • 0 out of 5

    A Traitor’s Guard Forergarden. Quisling’s Bodyguard, the German Occupation of Norway and Norwegian Collaboration in the Second World War

    115.00

    Hugh Page Taylor

    Vidkun Quisling, è  da annoverare, senza dubbio, tra il più fidato collaboratore del nazionalsocialismo, dopo l’occupazione tedesca della Norveggia. All’inizio del 1942, quando salì al potere nella Norvegia occupata dalle forze tedesche, una piccola unità paramilitare fu incaricata della sua protezione personale. Divenne nota come Førergarden o Leader’s Guard. In questo volume, Hugh Page Taylor racconta, per la prima volta, la stori di questa unità in un avvincente ritratto dei suoi personaggi e funzioni, il tutto con una meticolosa attenzione ai dettagli. Partendo da una storia di Quisling e del suo ruolo nell’invasione tedesca della Norvegia, il libro attraverso numerosi capitoli, analizza tutte le caratteristiche di questo Corpo, dai suoi inizi complicati e controversi alle sue uniformi e insegne. Questo libro vuole essere uno studio meticoloso e di vasta portata non solo di Førergarden, ma anche delle complessità dell’occupazione tedesca insieme alla collaborazione e alla resistenza della Norvegia. Frutto di oltre 50 anni di ricerca, il libro di Taylor raccoglie una straordinaria quantità di informazioni, tra cui fotografie e documenti inediti, ed è destinato a diventare un autorevole testo sull’argomento. Gli studiosi della Seconda Guerra Mondiale e della storia dell’Asse in particolare apprezzeranno la nuova prospettiva che questo libro offre all’argomento.

    Rilegato, 22 x 29 cm. pag. 536 riccamente illustrato con circa 1000 foto b/n e illustrazioni, di cui 250 a colori.

    Testo in lingua inglese

    Edizione firmata e numerata

    Stampato nel 2021 In Propio

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aeronautica Nazionale Repubblicana. Fine di un «mito»?

    14.00

    Agostino Alberti

    A distanza di più di 70 anni dai fatti, vogliamo analizzare quale fu il reale impatto dell’entrata in scena dei reparti dell’A.N.R.? Tentare una valutazione squisitamente militare del loro operato costituisce il modo più giusto e corretto per poter stabilire quale fu il reale peso specifico della loro scesa in campo. Tanto più che, analizzando freddamente i dati e i risultati delle azioni, ormai accessibili a tutti grazie all’apertura degli archivi storici relativi alla Seconda Guerra Mondiale, emerge un quadro completamente differente rispetto a quello tramandato dalla memorialistica, dalle testimonianze dei reduci e riportato per decenni dalla storiografia.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Al Lupo, Al Lupo! Ahum! 4° Stormo Caccia ‘Amedeo D’Aosta’ Grosseto

    30.00

    Giorgio Ciarini

    Al lupo, Al lupo, Ahum! è la naturale prosecuzione del precedente libro dell’Autore: “Welcome to the 36th Fighter Wing”. Il volume racconta la storia del Reparto e dei suoi Gruppi di Volo (IX Gruppo e 20° Gruppo Volo OCU). Gli argomenti di approfondimento sono rivolti alla Difesa Aerea, al Personeel Recovery, all’utilizzo di sistemi come gli NVG e del pod Reccelite, ma soprattutto alla conversione operativa dei piloti assegnati alla linea Eurofighter. Senza tralasciare gli aspetti manutentivi. Un capitolo è dedicato alla transizione dello Stormo dall’F 104 Starfighter all’Eurofighter 2000 redatto dal Gen. SA (Aus) Alberto Rosso.

    Il libro è bilingue italiano/inglese e contiene 140 immagini a colori e 18 in bianco e nero.

    Rilegato, 30 x 22 cm. pag. 152 quasi completamente illustrato con circa 140foto a colori e 18 b/n

    Stampato nel 2022 da Edizioni Astragalo

    Quick view
  • 0 out of 5

    Al servizio della patria

    18.00

    Bruno Loi

    Uno sguardo retrospettivo ai successi e alle “sconfitte” della vita di un servitore dello Stato in uniforme, che ha profuso, durante i 44 anni di servizio nell’esercito, ogni sua risorsa morale, intellettuale e fisica. Ha amato la responsabilità e la libertà di decidere, stimolandole sempre anche nei subordinati. Non nasconde l’amarezza per l’atteggiamento spesso distratto che la società ha nei confronti dei suoi soldati, ricordandosi di loro solo quando si verificano situazioni di pericolo o di necessità. Ai giovani che si affacciano alla vita, l’autore offre una appassionata informazione sulla “condizione militare”, con un chiaro invito ad approfondirne la valenza etica

    Quick view
  • 0 out of 5

    Almanacco navale del XXI secolo. Dalla Guerra Fredda alla crisi Ucraina

    42.00

    Giuliano Da Fre’

    Questo Almanacco fotografa la rivoluzione degli assetti marittimi mondiali dopo la Seconda Guerra Mondiale; un saggio storico dal taglio divulgativo capace di fornire sintetici e completi dati tecnici. L’autore descrive le evoluzioni tecnologiche e operative, analizzando Marina per Marina in ordine alfabetico, dall’Albania allo Yemen. Grande spazio è dedicato alla Marina italiana e alle principali marine mondiali quali Stati Uniti e Cina, seguite da Gran Bretagna, Francia, Giappone, Russia, India, Australia, Sud Corea, Germania, Brasile, Spagna, Turchia. Vi sono indicazioni sull’attuale struttura, sui programmi futuri, sull’esperienza operativa di questi decenni. Un volume che tratta anche delle marine che non esistono più, come quelle delle defunte Germania Est e Iugoslavia, ma anche di quella etiope, rimasta senza sbocco sul mare, e dei più recenti sviluppi riguardanti il conflitto ucraino attualmente in corso.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Als Sanitatsoffizier im Rußlandfeldzug Mit der 3. Panzer-Division bis vor Moskaus Tore

    135.00

    Axel Urbanke – Dr. Hermann Turk

    Cosa provarono e come reagirono e ancora, come operarono veramente i soldati della Wehrmacht, in seguito all’attacco all’Unione Sovietica…. L’Operazione “Barbarossa”. Cosa pensarono i sldati germanici durante i primi sei mesi della campagna all’Est? Pochi libri  di storia sono stati capaci di proporre, una risposta onesta, priva di marcature ideologiche e di parte. Questi poderosi volumi, realizzati utilizzando i diari originali del dott. Hermann Turk, aggregato alla 3a Panzer-Division, integrati da documenti tecnici di supporto, 40 mappe a colori e centinaia di illustrazioni, moltissime delle quali, straordinarie, a colori, rappresenta una mole di documentazione unica, e fornisce una visione integrale e genuina, per niente influenzata dalla pubblicistica del dopoguerra. Nei diari del medico tedesco vengono fuori i pensieri dei combattenti che calcavano le piste polverose della Russia, i feroci combattimenti casa per casa per snidare i centri di resistenza sovietici, le loro impressioni, i loro pensieri sulla Patria lontana. Un lavoro superlativo, che ci porta a seguire l’avanzata della Wehrmacht nei presii di Brest-Litovsk, i feroci combattimenti per attraversare la Beresina e il Dniepr, la battaglia per Kiev e l’assalto verso Mosca. La richezza dell’apparato fotografico è impressionante, in particolar modo per quanto riguarda le straordinarie immagini a colori.

    2 Volumi rilegati, 28,5 x 24 cm. pag. 312 + 304   riccamente illustrato con circa 444 fotografie di cui, 224 a colori

    Testo in lingua inglese/tedesco

    Stampato nel 2021 da Luftahrtverlag Start

    Quick view
  • 0 out of 5

    America bianca. La destra reazionaria dal Ku Klux Klan a Trump

    15.00

    Giovanni Borgognone

    L’uragano della presidenza Trump ha manifestato al mondo la fragilità della democrazia statunitense. Il razzismo e il nazionalismo bianco, che in passato rimanevano sottotraccia nel discorso pubblico, ora vengono esibiti e alimentano la polarizzazione politica. Il volume indaga in quest’ottica le trasformazioni della destra reazionaria americana, dal Ku Klux Klan alle milizie, fino all’odierna Alt-Right, focalizzandosi sui temi che hanno connotato il suo per – corso, quali il timore di una perdita del primato bianco nel paese e l’ostilità nei confronti del femminismo. E mostra come – grazie al decisivo apporto dei media digitali – negli ultimi decenni sia cambiato soprattutto lo stile comunicativo dell’ideologia etnonazionalista.

    Quick view
  • 0 out of 5

    American Armor in Vietnam

    59.00

    MP Robinson

     La guerra del Vietnam (1945-1975) è stato uno dei conflitti più importanti del XX secolo, non solo per i paesi coinvolti, ma anche a livello internazionale. È stata una battaglia tra due ideologie molto diverse e due strategie militari completamente opposte. Attraverso oltre 240 foto ufficiali e private, vengono analizzati il materiale, le esperienze e i sacrifici di una generazione di membri degli equipaggi dei veicoli corazzati americani utilizzati in quel conflitto. Sono incluse sezioni che descrivono alcuni dei veicoli corazzati, ampiamente utilizzati, ma meno conosciuti. È inclusa anche una sezione di profili a colori con oltre 170 tavole di veicoli di alcune delle più importanti unità di cavalleria corazzata dell’USMC e dell’esercito americano, estremamente utili per i modellisti.

    Rilegato, 21,5 x 30,5 cm. pag. 244 riccamente illustrato con foto b/n e colori e profili di mezzi a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2022 da Ak Interactive

    Quick view
  • 0 out of 5

    An deutsche Staatsburger und Angehorige der Wehrmacht verliehene Orden und Ehrenzeichen auslandischer Staaten vor und wahrend des II. Weltkrieges Band 1: Slowakische Republik 1939-1945

    39.00

    Ulf Seehagen

    Il volume fa parte di una collana che analizza gli ordini e le decorazioni di paesi stranieri assegnati a cittadini tedeschi e membri della Wehrmacht prima e durante la Seconda Guerra Mondiale. Il presente volume si riferisce alle decorazioni emesse dalla Repubblica Slovacca. L’uso di OEZ straniere da parte dei tedeschi, durante il periodo del III Reich, ncessitava dell’approvazione del governo del Reich. Di solito venivano indossati solo in occasioni speciali, come eventi, insieme a rappresentanti dello stato prestatore, ecc. Il design di influenza tedesca si combina con il simbolismo tradizionale slovacco. Il volume presenta tutti i gradi e le varianti, inclusi nastri per medaglie e fermagli da campo, nonché astucci, certificati, colletti, grandi fermagli per medaglie, ecc. I testi spiegano esattamente le rispettive particolarità e lo sfondo del pezzi mostrati. Indicatissimo per i collezionisti di faleristica militare.

    Rilegato, 21,5 x 30 cm. pag. 116 riccamente illustrato con 300 foto e illustrazioni a colori (la stragrande maggioranza) e b/n

    Testo in lingua tedesca

    Stampato nel 2018 da VDM Verlag

    Quick view
  • 0 out of 5

    An deutsche Staatsburger und Angehorige der Wehrmacht verliehene Orden und Ehrenzeichen auslandischer Staaten vor und wahrend des II. Weltkrieges Band 2: Unabhangige Staat Kroatien 1941-1945

    45.00

    Ulf  Seehagen

    Il volume fa parte di una collana che analizza gli ordini e le decorazioni di paesi stranieri assegnati a cittadini tedeschi e membri della Wehrmacht prima e durante la Seconda Guerra Mondiale. Il presente volume si riferisce alle decorazioni emesse dallo tato autonomo croato. L’uso di OEZ straniere da parte dei tedeschi, durante il periodo del III Reich, ncessitava dell’approvazione del governo del Reich. Di solito venivano indossati solo in occasioni speciali, come eventi, insieme a rappresentanti dello stato prestatore, ecc. Il design di influenza tedesca si combina con il simbolismo tradizionale slovacco. Il volume presenta tutti i gradi e le varianti, inclusi nastri per medaglie e fermagli da campo, nonché astucci, certificati, colletti, grandi fermagli per medaglie, ecc. I testi spiegano esattamente le rispettive particolarità e lo sfondo del pezzi mostrati. Indicatissimo per i collezionisti di faleristica militare.

    Rilegato, 21,5 x 30 cm. pag. 170 riccamente illustrato con circa 300 illustrazioni a colori (la maggior parte) e b/n

    Testo in lingua tedesca

    Stampato nel 2019 da VDM Verlag

    Quick view
  • 0 out of 5

    Anarca

    13.00

    Giacomo Maria Prati

    Un grido di libertà, un libro esplosivo, un canto ardente Un nuovo assioma: Anarchia = Autarchia. Una selva abitata da molti spiriti: Ezra Pound e Stirner, Junger e Marx, Sandokan e Battiato, Woody Allen e il Situazionismo, l’Apocalisse di Cristo ed Eraclito, Carmelo Bene e Dioniso.E ricordiamo che tutti siamo anarchi o vorremmo esserlo o abbiamo almeno una volta nella vita voluto esserlo. Introduzione del Duca anarchico Piercarlo Bormida.

    Brossura 15 x 21 cm., pagg. 156

    Stampato nel 2022 da AGA

    Quick view
  • 0 out of 5

    Arditi, alpini, bersaglieri e Brigata Sassari nella Battaglia dei Tre monti sull’Altopiano di Asiago il 28-31 gennaio 1918

    26.50

    Paolo Gaspari

    La Battaglia dei Tre Monti ha questa caratteristica: con essa la brigata Sassari entrò nel mito perché fu la prima battaglia offensiva vinta dopo Caporetto e quella in cui gli arditi fecero il loro ingresso nella storia. Questo volume narra ciò che fecero gli 8.000 sardi, i 3.500 arditi, i 2.000 alpini e i 5.000 bersaglieri. Fu infatti una battaglia combattuta sull’Altipiano di Asiago da tutte le truppe d’assalto che la 1a armata aveva a disposizione: per tre giorni, in pieno inverno, oltre i 1.200 metri di quota, nella neve, per impedire che il nemico prendesse alla spalle l’esercito schierato sul Piave e sul Grappa.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Ariel armato. Vita di Gabriele D’Annunzio

    38.00

    Angelo Sodini

    Una monumentale biografia del “Vate”, che sin dal suo apparire (1931) è diventata un classico imprescindibile. “L’Ariel Armato” di Sodini, rappresenta uno straordinario documento storico e culturale relativo ad un periodo cruciale, tutt’ora aperto a discussioni e roventi polemiche. Un periodo che conviene conoscere dettagliatamente per evitare di travisarne il senso e le conseguenze riverberate sulla storia e sui costumi del nostro paese.

    Brossura, 14 x 21 cm. pag. 570

    Stampato nel 2022 da OAKS

    Quick view
  • 0 out of 5

    Arinez 1367. Armas, equipo y tacticas de combate en la victoria de los caballeros castellanos y aragoneses sobre los arqueros ingleses.

    19.00

    Manuel Jesús Ruiz Moreno

    Questa serie di monografie storiche, a cura dell’editore spagnolo Almena, si occupa di guerre e battaglie a cui hanno partecipato da protagonisti o meno, soldati, unità ed eserciti spagnoli sia sul suolo Iberico che all’estero, nel periodo storico compreso tra le Guerre Puniche fino al secondo dopoguerra. Il resoconto storico degli avvenimenti è accompagnato da un notevole numero di immagini essenzialmente in b/n tratte da immagini famose, oltre ad alcune tavole uniformologiche a colori e a qualche rilevazione satellitare dei terreni che a suo tempo furono dei campi di battaglia. La presente monografia è dedicata alla battaglia di Arinez nel 1367.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Armes et Armures tome 1. Tome 1 : VI – XII siecles

    45.00

    Nicolas P. Baptiste

    Questo lavoro, in due volumi, presenta armi e armature dal Medioevo al Rinascimento. Il primo volume affronta il primo periodo, dal VI al XII secolo; il secondo volume analizzerà i periodi dal XIII al XVI secolo. L’autore e le edizioni Heimdal hanno unito le forze per affrontare un tema classico, ma raramente interessato negli ultimi anni dalle pubblicazioni in lingua francese. Questi due volumi sono il risultato di una riflessione condivisa, rinnovando alcune teorie sulla cultura materiale, e traendo il meglio dalla ricerca archeologica e storica degli ultimi anni. Il libro beneficia anche di foto di alta qualità, scattate durante studi o collaborazioni con istituzioni che le custodiscono, illustrando oggetti raramente pubblicati. Con l’aiuto delle competenze di colleghi illustri, l’autore ha raccolto i contributi delle più recenti attività di ricerca, il libro è quindi anche la riflessione di una comunità di storici e ricercatori su armi e armature. Riccamente illustrate con iconografia, ma anche con schizzi e disegni, le pagine del libro beneficiano di magnifiche foto in ambito di ricostruzione storica. Ci sono anche testimonianze delle attività degli artigiani più coinvolti nello studio sperimentale dei metodi di produzione di armi e armature antiche, e delle arti dei fabbri del medioevo, che a volte restano ancora enigmatiche ai nostri occhi.

    Rilegato, 21,5 x 30,5 cm. pag. 206 riccamente illustrato con immagini b/n e a colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2022 da heimdal

    Quick view
  • 0 out of 5

    Armi portatili e munizioni militari italiane 1870-1998

    30.00

    Ruggero Pettinelli

    Per la prima volta, il variegato panorama delle armi e delle munizioni militari italiane a bossolo metallico è raccolto in un insieme organico e bilingue (italiano-inglese). Dal piccolo 6 mm Flobert al poderoso 20 mm Breda, tutti i calibri impiegati dalle nostre forze armate dalla presa di Porta Pia ai giorni nostri sono descritte dal punto di vista storico e merceologico, con un attento esame dei materiali, delle confezioni, delle varianti e dei produttori. Una messe di dati importanti per il perito balistico e per i curatori delle raccolte museali, insostituibile per l’appassionato di tecnica armiera e per il collezzionista.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Atena, custode del limite. Discriminare o scomparire

    15.00

    Thibault Mercier

    Atena, nella tradizione europea, è la custode del limite: nel proteggere la città, ci rammenta il senso del confine. Essendo la dea della sapienza, ci invita anche a meditare sulla finitezza dell’uomo, rimarcando ciò che lo identifica e lo differenzia: perché esistere, a dispetto di quanto affermino i paladini del livellamento globale, è distinguere il Sé dall’Altro, evidenziare un dentro e un fuori, includere ed escludere. Senza sosta, nel mainstream, sentiamo parlare di “sessismo”, “razzismo”, “omofobia” e “transfobia”: queste accuse minacciano chi si limita ad osservare l’ovvietà della differenza. Per i censori del pensiero unico – infatti – è necessario riconfigurare la realtà: sopprimere i sessi, negare le razze, superare le alterità e imporre la mescolanza globale funzionale alla dissoluzione delle comunità, dei popoli e delle tradizioni. Possiamo davvero illuderci di ignorare o cancellare ciò che ci distingue?

    Quick view
  • 0 out of 5

    Audacia! Scritti e discorsi di Benito Mussolini per i giovani degli istituti militari

    15.00

    “Il nostro mito è la grandezza della Nazione! Questa è anzitutto spirito, non soltanto territorio: perché una Nazione è grande quando traduce nella realtà la forza delle proprie virtù. Roma emerge in condizioni avverse, forgiandosi nella guerra: chiunque – infatti – è capace di navigare in mare di bonaccia, quando i venti gonfiano le vele e non si scorgono onde all’orizzonte; bello, grande ed eroico – invece – è navigare quando impazza la tempesta. Vorrei che questa fosse la parola d’ordine della nostra Rivoluzione: «Vivere pericolosamente». Il Fascismo vuole l’uomo attivo e impegnato nell’azione con tutte le sue energie: lo vuole virilmente consapevole delle difficoltà che ci sono, e pronto ad affrontarle.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Batailles Aeriennes. La Luftwaffe en Italie 1943-1945

    18.00

    Jean Louis Roba

    Durante la Seconda Guerra Mondiale, la Luftwaffe operante in Italia, paese alleato del Reich, dipendeva in teoria dalla Regia Aeronautica italiana. In realtà, a causa delle carenze dell’aviazione militare italiana, gli strateghi tedeschi guidarono autonomamente i reparti della Luftwaffe. Dal 1940 al 1942 l’Italia costituì soprattutto una base operativa per l’aviazione tedesca impegnata nei raid su Malta o l’Africa. Dopo la perdita della Tunisia nel maggio 1943, la Sicilia e la terraferma italiana si trovarono in prima linea, diventando veri e propri territori di guerra. Dopo le dure battaglie in Sicilia, la Luftwaffe si ritirò nella penisola, combattendo passo dopo passo. L’8 settembre 1943 l’Italia cambiò schieramento e l’aviazione tedesca ebbe molto da fare per disarmare le unità dell’ex alleato e recuperare gli equipaggiamenti della Regia Aeronautica. Nonostante una netta inferiorità numerica nei confronti delle forze alleate, gli aviatori tedeschi resistettero e compirono missioni impegnative a Salerno, Anzio, le battaglie di Cassino… anche se il loro numero in uomini e aerei era in continua diminuzione. Di tanto in tanto alcuni reparti ‘offensivi’ (LG 1, JG 2, KG 76,…) potevano essere dislocati (temporaneamente) verso il fronte italiano. Roma cadde il 5 giugno 1944 nelle mani degli Alleati. Questo vero successo fu tuttavia eclissato dall’annuncio, il giorno dopo, dello sbarco alleato in Francia. Da quel momento, il teatro d’operazione francese avrebbe “prosciugato” tutta l’attenzione e quasi tutto il potenziale della Luftwaffe presente nel sud e nell’ovest dell’Europa. Rimasero così nell’Italia settentrionale solo poche unità tedesche di ricognizione o di supporto a terra operanti a favore delle sole truppe di terra. Combattendo uno contro dieci, poi uno contro cento, i resti della Luftwaffe furono costretti a ripiegare definitivamente sulla difensiva. Il tentativo di dotare le unità aeree della RSI di equipaggiamenti tedeschi per sopperire alla mancanza di unità tedesche ebbe un’impatto estremamente limitato, e, nel maggio 1945, la Luftwaffe non era altro che un rivolo… nella penisola italiana.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 96 con foto b/n e profili di mezzi a colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2022 da Avions Bateaux

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bocca di Serchio Vol. II. Album fotografico della base della X MAS

    30.00

    Gianni Bianchi

    Notevole raccolta di foto inedite dedicata agli incursori della X MAS, alla base navale di Bocca di Serchio e ad alcune delle più celebri azioni da essi compiute durante la Seconda Guerra Mondiale.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Borghese mi ha detto. L’ultima testimonianza del principe nero

    13.00

    Giampaolo Pansa

    Il 4 dicembre 1970 Giampaolo Pansa, allora giovane giornalista della “Stampa”, si presenta a Junio Valerio Borghese e gli chiede un’intervista. Da questo incontro di poche ore nasce un documento storico: l’intervista sarà pubblicata sulla “Stampa” il 9 dicembre 1970, pochi giorni dopo il tentato colpo di Stato passato alla storia come “golpe Borghese”, e sarà l’ultima concessa dal vecchio comandante. Borghese è un personaggio controverso: medaglia d’oro al valor militare nel 1941 per le sue imprese da sommergibilista, nel 1943 aderisce alla Repubblica Sociale assumendo il comando della X MAS; dopo la guerra aderisce al Movimento Sociale Italiano, da cui prende le distanze per fondare nel 1969 il Fronte Nazionale. Quando concede l’intervista, può essere considerato un’icona della destra extraparlamentare italiana, di cui ben rappresenta l’ideologia e la visione politica.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bugie Coloniali II. Il colonialismo italiano tra cancel culture, censure e falsi miti

    17.00

    Alberto Alpozzi

    Scopo di questo libro è indagare gli aspetti taciuti e dimostrare come molti testi siano stati fabbricati su leggende, fantasie e fake-news. Il lavoro svolto si basa sulla ricerca e rielaborazione di documenti mai presi in considerazione e soprattutto sulla verifica di quelli impiegati per note pubblicazioni.  Sarà sconcertante, soprattutto in epoca della cosiddetta cancel culture, scoprire come non sia stato il fascismo ad inventare le guerre, il razzismo e la distruzione. Non esistono testi definitivi, soprattutto quando è stato ampiamente dimostrato come molti di questi abbiano sistematicamente e ripetutamente falsificato e omesso prove e testimonianze con l’unico obiettivo di alterare la storia. «Chi ha meriti riconosce anche i meriti altrui.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bunker. La difesa di Pantelleria. Guida turistica

    20.00

    Lorenzo Bovi – Salvo Barone

    Guida alle difese italiane dell’isola di Pantelleria nel 1943, raccontate dai protagonisti, i militari italiani che vi stazionavano. Il dramma dei bombardamenti a tappeto e l’occupazione angloamericana. Analisi delle varie postazioni difensive, bunker, fortini, batterie di cannoni, postazioni antiaeree e depositi sotterranei, compreso il grande hangar dell’aeroporto, con disegni originali e coordinate satellitari. Utile guida per una visita alle postazioni. Tantissime fotografie e documenti inediti coi racconti dei protagonisti.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bushcraft primo soccorso. Guida da campo per curare emergenze nella natura selvaggia

    17.00

    Dave Canterbury  – Jason A. Hunt

    In questo titolo della serie di libri Bushcraft, gli esperti di sopravvivenza Dave Canterbury e Jason A. Hunt vi insegnano come essere voi gli artefici del primo soccorso. Gli autori vi spiegano come essere preparati per varie emergenze, illustrando le principali abilità necessarie per la sopravvivenza; cosa portare al seguito per le emergenze mediche e come gestire le prime cure per salvare una vita; come sopravvivere con pochi materiali, mostrandovi come ricavare bende e stecche nella natura e come usare le piante per estrarre delle medicazioni. Dai tagli alle scottature, dalle fratture alle lesioni, Bushcraft Primo Soccorso è la guida che vi serve per essere pronti ad affrontare tutte le vostre avventure all’aperto.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Camouflage Profile Guide.1941-1945 US Military Vehicles Camouflage and Markings

    34.00

    AA.VV.

    Questo nuovo titolo riccamente illustrato della serie Profile Guide ci porta in un viaggio attraverso i veicoli militari statunitensi durante la Seconda Guerra Mondiale. Si possono individuare le diverse tipologie di camuffamento, rappresentati in 160 profili a colori, con l’aiuto dididascalie informative che forniscono una presentazione più dettagliata dei colori e dei marchi utilizzati dalle diverse unità. Il libro contiene anche molte fotografie storiche e informazioni tecniche su colori e simboli. Questa è una pubblicazione imperdibile per gli appassionati di veicoli americani e una fonte inesauribile di ispirazione e conoscenza per chiunque si interessi di modellismo e più in generale di storia militare.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 90 illustrato con varie foto a colori e b/n e profili di mezzi a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2022 da AK Interactive

    Quick view
  • 0 out of 5

    Carlo Sabatini: Diario di Guerra 1915 -1919

    20.00

    Roberto Roseano – Carlo Sabatini

    Carlo Sabatini era stato appena assegnato alla brigata Livorno nella fatidica data del 24 maggio 1915. Sottotenente dell’11° reggimento della brigata Casale ottenne la Medaglia d’Argento durante la presa di Gorizia (agosto 1916). Promosso tenente, militò con la brigata Brescia sul Carso comandando una sezione mitragliatrici Fiat. Fu tra i primi volontari nella Scuola degli Arditi di Sdricca e tra gli ultimi ad attraversare il ponte di Vidor (10 novembre 1917), dopo aver combattuto per difendere le truppe italiane in ritirata dall’Isonzo al Piave. Assegnato al III reparto d’assalto, comandò la 3ª compagnia fino al 29 novembre 1918. Dopo essersi messo in luce con due colpi di mano a Valmorbia, si guadagnò la Medaglia d’Oro al Valor Militare per l’impresa del Monte Corno di Vallarsa (13 maggio 1918). In occasione del centenario dell’impresa di Monte Corno, i discendenti hanno reso pubblico il Diario di Guerra scritto da Carlo Sabatini. Il testo è arricchito da documenti e foto, molte delle quali inedite

    Quick view
  • 0 out of 5

    Carri Armati Partigiani

    19.90

    Paolo Crippa – Luigi Manes

    Per le forze partigiane italiane l’utilizzo di mezzi blindati fu veramente sporadico, ad eccezione degli ultimi frangenti di guerra. Soprattutto nei giorni dell’insurrezione, infatti, i partigiani italiani riuscirono ad impadronirsi di carri armati di produzione italiana, sia catturandoli ad unità italiane e tedesche, sia prelevandoli direttamente dalle fabbriche, spesso grazie alla complicità con la Resistenza degli operai che lavoravano in questi opifici. Nei concitati momenti dell’insurrezione, convenzionalmente fissata al 25 aprile 1945, molti furono i casi di veicoli depredati e riutilizzati dal movimento partigiano o da militari di Salò, che addirittura cambiarono mano più volte nel volgere di brevissimo tempo.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Coccarde Tricolori Speciale 1.Tornado ADV

    28.00

    Numero monografico speciale della serie “Coccarde tricolori”- l’annuario illustrato dedicato a tutte le forze aeree italiane, e comprende: schede informative e tecniche, tutti gli aerei ed elicotteri, organizzazione, dati, bilanci, le novità e i fatti dell’anno, fotografie, articoli e interviste d’attualità; un panorama assolutamente aggiornato ed esauriente – dedicato al Tornado ADV. Nel volume: Sviluppo e introduzione in servizio; Il Tornado F-3 in Italia; Il supporto tecnico logistico; In volo; La parola ai piloti; Fotoalbum. Il volume è tutto illustrato ma il Fotoalbum in particolare è decisamente affascinante.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Combat Colours 1. The Messerschmitt BF109E on the Western Front – 1940

    22.00

    Peter Scott

    Serie di monografie realizzate dall’editore della rivista Scale Aircraft Mo-delling, dedicate alle colorazioni degli aerei più famosi della Seconda Guerra Mondiale. Ogni monografia è caratterizzata da circa 75 pagine, di cui una sessantina a colori che riproducono le colorazioni, i mimetismi e gli emblemi dell’aereo preso in esame. Ogni siluette è accompagnata da una descrizione tecnica. Le pagine restanti, mostrano immagini d’epoca in b/n dell’aereo in oggetto. Questa monografia, in particolare, si occupa del Messerschmitt Bf-109 in operazione sul fronte occidentale nel 1940.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 56 riccamente illustrato con profili a colori e foto b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2022 da Guideline

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cos’è il fascismo. Verità e menzogna sul fascismo

    15.00

    Ernesto Bignami – Alberto Biggini

    In Cos’è il Fascismo, saggio premiato nel decennale della Rivoluzione Fascista, Ernesto Bignami ripercorre, con lo stile che ben contraddistingue i suoi ormai noti “bigini”, le origini e le caratteristiche salienti del Fascismo. Verità e Menzogna sul Fascismo di Carlo Alberto Biggini è un appello affinché gli uomini di cultura italiani e stranieri rivedano il giudizio sulla realtà del Fascismo. Un appello sereno, considerando la data in cui venne pubblicato dalla Federazione Fascista Repubblicana di Padova: gennaio 1945

    Quick view
  • 0 out of 5

    Da Bergamo al Mediterraneo. Fortezze alla moderna della Repubblica di Venezia

    24.90

    Monica Resmini

    Bergamo è stata nel Cinquecento una delle fortezze del sistema difensivo della Serenissima e oggi è una delle sei città del sito Unesco “Opere di difesa veneziane del XVI e XVII secolo: Stato da Terra – Stato da Mar occidentale”. Parte da qui il viaggio del lettore che, attraverso le riflessioni di storici delle istituzioni, dell’economia e dell’architettura, inserisce il tema delle ‘fortezze alla moderna’ entro il più ampio contesto delle trasformazioni dell’Europa del Rinascimento. Gli otto saggi, corredati da un ampio e suggestivo apparato iconografico, tracciano – a partire dai turbolenti anni delle guerre d’Italia – la parabola dei ragionamenti, delle decisioni, delle strategie che hanno portato la Serenissima a ripensare la propria “macchina” difensiva, tanto delle città di Terraferma quanto dei possedimenti ultramarini, nel tentativo di adeguarla alla maggiore efficacia delle moderne armi da fuoco.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Deutsche Afrikakorps (1941-1943). History, Organization and Uniforms of the German Ground Forces in North Africa

    46.00

    Ricardo Recio Cardona

    Dell’editore Abteilung 502 ci arriva questo nuovo dedicato alla storia, l’organizzazione, i mezzi e le uniformi delle forze terrestri tedesche operative in Africa settentrionale dal 1941 al 1943: l’Afrikakorps. La ricca iconografia comprende numerose foto dell’epoca in bianco e nero e profili a colori. Il teatro delle operazioni nordafricano ha comportato nuove sfide per entrambe le parti in lotta, principalmente a causa del clima e dell’ambiente accidentato. Le unità non potevano agire lontano dalle loro basi di rifornimento. Fin dall’inizio venne combattut, in particolar modo dai britannici e dai tedeschi, una “guerra di movimento”, con continue offensive e contrattacchi. Uno dei fattori di rischio, fu spesso la mancanza di carburante e di rifornimenti in generale, che costrinse all’abbandono di numerosi mezzi. Una buona parte del volume è illustrato a colori con le divise e l’equipaggiamento dei soldati tedeschi, particololare molto utile per i collezionisti.

    Rilegato, 21,5 x 30 cm. pag. 204 riccamente illustrato con centinaia di foto a colori e b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2022 da Abteilung 502

    Quick view
  • 0 out of 5

    Diventare un barbaro. La civiltà è sopravvalutata

    15.00

    Jack Donovan

    Diventare un barbaro” è il secondo titolo della celebre trilogia vergata da Jack Donovan: si tratta del seguito de “La via degli uomini”, bestseller mondiale e cult “politicamente scorretto”. Ci si aspetta che gli uomini occidentali siano dei mansueti e civilizzati “cittadini del mondo”: individui sradicati e consumatori globali, privi di ancoraggi e di doveri, di connessioni tribali e di codici d’onore, di pratiche virili e di senso di appartenenza. Apatici, disorientati e rassegnati, questi automi hanno sostituito le pratiche comunitarie con le identità di consumo, diventando vulnerabili e manipolabili. Questo libro  attacca il vuoto emasculato della società moderna: un orizzonte decadente e un “impero del nulla”, fondato sulle chimere dell’universalismo, sulle debolezze del “pensiero unico” e sulla virtualizzazione dei rapporti e delle scelte.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Don Troiani’s Gettysburg. 36 Masterful Paintings and Riveting History of the Civil War’s Epic Battle

    29.00

    Don Troiani – Tom Huntington

    La riproduzione a colori di 36 dipinti di Don Troiani è dedicata all’epica battaglia della Guerra Civile Americana. Ogni dipinto viene corredato da una descrizione della scena e dei protagonisti a cura di Tom Huntington. Questo e l’ultimo libro del premiato artista e storico della Guerra civile Don Troiani che, con l’esperto della Guerra civile Tom Huntington, presenta questi stupendi dipinti, coadiuvati da una breve storia introduttiva del conflitto. Ogni quadro magnificamente dettagliato e storicamente accurato è accompagnato da una descrizione della scena e delle figure storiche che prendono parte all’azione.

    Brossura, 21,5 x 27,5 cm. pag. 132 con numerose tavole a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2019 da Stackpole Books

    Quick view
  • 0 out of 5

    Economia in pentola. Alimentazione Nazionalsocialista

    15.00

    Manuela Marchese

    Nel 1933 agli agricoltori tedeschi venne garatito un reddito pari a quello delle altre categorie produttive e i contadini iniziarono a produrre non quello che rendeva economicamente di più, ma ciò che serviva all’alimentazione del popolo. In compenso ricevevano sussidi e l’incasso totale del venduto.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Eden in fiamme (Romanzo)

    17.50

    Gabriele Marconi

    “Eden in fiamme” vede protagonisti tre amici romani che si arruolano nella Repubblica sociale italiana dopo l’8 settembre. Un’esperienza che li porta dalla Scuola allievi ufficiali della Guardia Nazionale Repubblicana al Reggimento Folgore, fino all’epilogo sul confine orientale, in Venezia Giulia, dove devono fronteggiare il IX Korpus titino per salvare due ragazze italiane, e concludersi nella Venezia liberata dagli Alleati. La storia è del 1979, con il narratore che racconta le vicende di quegli anni a due giovani ragazzi, immersi a loro volta nella tempesta degli Anni di Piombo. Gabriele Marconi affronta la “scelta d’amore” di quei ragazzi che, cresciuti nel mito della Patria e del coraggio, videro nell’Armistizio con gli angloamericani un tradimento inconcepibile della parola data e precipitarono loro malgrado negli orrori fratricidi della Guerra Civile, finendo per «scannarsi con altri italiani» ma sognando fino all’ultimo di andare in prima linea; le stesse scelte che, loro malgrado, si troveranno ad affrontare i ragazzi degli anni Settanta.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Einer von millionen

    18.00

    Nel 1941 il giovane Ferdinando Gandini (classe 1925) si arruola come volontario nelle Camicie Nere, nei leggendari “Battaglioni M”, per dare il suo contributo alla Patria in guerra. La sua prima esperienza sul campo di battaglia è sul territtorio albanese dove viene ferito e di seguito rimpatriato nell’estate del 1943. Dopo l’8 settembre, vissuto da lui come un tradimento, entra volontario nelle Divisione SS “Leibstandarte” Adolf Hitler, il corpo d’elite dell’esercito tedesco. Per i suoi camerati e per la sua giovane età diviene “Ferdinand”, la mascotte del reparto. Combatte sul fronte orientale nell’impietoso gelo dell’inverno russo, poi in Normandia per “tamponare” l’avanzata anglo-americana. In seguito partecipa all’offensiva delle Ardenne e, infine alla disperata difesa dei confini orientali del Reich tedesco, fino alla sconfitta definitiva e alla resa della Divisione in Austria dopo una lotta estenuante. Gli ideali, i sogni, le speranze di un giovane italianao che ha trascorso un’esistenza straordinaria e unica.

    Brossura 14 x 21 cm. pag. 462 con varie cartine e foto b/n

    Stampato nel 2022 da Mursia

    Quick view
  • 0 out of 5

    El Grupo de exploracion De La Division Azul. La caballeria Española En La II Guerra Mundial

    28.00

    Jose Antonio Saez Lopez

    L’idea di dotare la Divisione “Azul” di un Gruppo di Esplorazione non fu una decisione casuale casuale. Sorse negli incontri tenuti il ​​7 e 10 luglio 1941 a Berlino tra i membri delle commissioni militari tedesca e spagnola. Il motivo rispondeva al fatto che le truppe spagnole sarebbero state assegnate alla prima linea e, quindi, avrebbero dovuto avere un proprio Gruppo di Esplorazione, come il resto delle omonime divisioni tedesche.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 396

    Testo in lingua spagnola

    Stampato nel 2022 da Almena

    Quick view
  • 0 out of 5

    Elementi di Cultura Fascista

    20.00

    Giuliano Balbino

    “Non staremo dunque a ripetere che il Fascismo ha ricongiunto nella nostra coscienza gli opposti termini della verità dialettica e che dirige ad un fecondo lavoro ed a giusta meta il corso della vita; gli opposti termini di individuo e Stato, di diritto e dovere, di libertà e d’autorità, di passato e d’avvenire; non staremo a ripetere che il Fascismo ci ha dato il sentimento del nostro valore nell’ascendente valore dello Stato italiano, ci ha dato il sentimento della continuità della nostra storia, della grandezza che splende nel passato, e degl’ideali che illuminano una nuova missione dell’Italia. Ed invece dedicheremo quest’ultimo capitoletto ad una pura e semplice enumerazione di fatti”. Dall’introdizione di Giuliano Balbino.

    Brossura, 14 x 21 cm. pag. 170

    Stamèpato nel 2022 da Effepi

    Quick view
  • 0 out of 5

    Emergenza antifascismo. Dagli anarchici ai centri sociali: mappa delle violenze rosse in Italia

    15.00

    Francesca Totolo

    Esiste veramente in Italia un’emergenza fascismo? A sentire i media dominanti, sembrerebbe di sì. Soprattutto quando si avvicinano le elezioni. Eppure, la realtà è molto diversa. Dati, sentenze e analisi d’intelligence alla mano, Francesca Totolo dimostra che, se in Italia c’è un’emergenza, è proprio quella dell’antifascismo militante: una galassia disseminata su tutto il territorio nazionale che pratica sistematicamente la violenza politica e, in alcuni casi, addirittura il terrorismo. E lo fa, peraltro, sotto l’ala protettiva di giunte, amministrazioni e partiti della sinistra istituzionale.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Ernst Junger. Il volto della tecnica

    15.00

    Michele Iozzino

    Il compito dell’uomo nell’era della mobilitazione totale e del nichilismo è quello di conquistarsi uno spazio di libertà contro il dilagare del nulla e dominare spiritualmente il mondo delle macchine. In sostanza, dare un volto alla tecnica. Una sfida a cui non si è sottratto Ernst Jünger, anima ardita del XX secolo, il quale attraverso la sua vita e la sua esperienza di guerra, così come nella sua vastissima produzione letteraria, ha tentato di dare una risposta a questa domanda abissale

    Quick view
X