1984

Novità

Visualizzazione di 1-48 di 223 risultati

  • 0 out of 5

    1984

    25.00

    George Orwell  –  Xavier Coste

    Stefano Zecchi scrive, nella prefazione dell’edizione italiana dell’adattamento grafico di Xavier Coste, che «”1984″ è un’atroce denuncia non solo del totalitarismo, della comunicazione globale e del Grande Fratello che ci osserva instancabile da chissà dove, ma, in particolare, della stupidità e della miseria dell’uomo. Di un uomo incapace di credere in se stesso, di avere coraggio, di pensare in grande, di un uomo in grado di difendere soltanto la propria miserabile (spiritualmente) mediocrità, pauroso di perdere la sanità del corpo, vile e traditore. Questo è “1984”: una spaventosa e inappellabile accusa dell’essere umano».

    Quick view
  • 0 out of 5

    1a edizione Blue Book of AR-15s & Variations

    39.00

    S.P. Fjestad

    Questa prima edizione di Blue Book of AR-15 e sue varianti, nclude quasi 300 produttori/marchi di varianti AR-15 attuali e fuori produzione. Tutti i valori sono stati completamente aggiornati e riflettono l’attività più recente nel mercato in continua evoluzione dei nostri giorni. Descrizioni dettagliate dei modelli sono fornite su tutte le varianti. La terminologia e le illustrazioni importanti di AR-15 sono riportate a colori. Quando possibile, viene utilizzata la nomenclatura/terminologia originaria degli AR-15, inclusi marchi famosi come Cerakote, Ergo, Hogue, Geissele, KeyMod, M-LOK, Melonite, Novak, SOPMOD, VLTOR, ecc. Queste informazioni sono anche disponibili come abbonamento online e includono migliaia di immagini digitali e aggiornamenti mensili.

    Quick view
  • 0 out of 5

    2021 Standard Catalog of Firearms – The Collector’s Price and Reference Guide

    55.00

    Jim Supica

    Questo annuario rappresenta, da un quarto di secolo, in tutto il mondo, la guida illustrata di riferimento per quanto riguarda le armi da fuoco e le loro valutazioni. Prezioso strumento per tutti i collezionisti di armi, corte e lunghe, ogni nuova edizione viene aggiornata con le novità in campio armiero, con le più recenti valutazioni. Le schede vengono realizzate da esperti, editori e case d’aste. L’annuario presente sia le armi più recenti che quelle di vecchia costruzione. Nel complesso il volume comprende circa 7.500 illustrazioni, correlate da ampie descrizioni, i valori aggiornati delle armi (considerando sei gradi di condizione), una sezione a colori di 16 pagine, e una guida ai produttori commerciali di armi da fuoco.

     

    Quick view
  • 0 out of 5

    A colloquio col barone. Un’intervista inedita a Julius Evola (1973)

    10.00

    A cura di Rigenerazione Evola

    Non capita tutti i giorni di trovarsi davanti a un Evola poco ‘accademico’ e forse più ‘militante’, intento ad ascoltare pazientemente e supportare benevolmente chi, in ragione di quella pura sete di conoscenza e sana volontà di formazione interiore che solo i più giovani hanno, bussa alla porta del maestro e trova il coraggio di domandare. È questa la sensazione che abbiamo provato quando, qualche anno fa, il Gruppo di Heliodromos ebbe a darci in consegna la cassetta contenente il dialogo, probabilmente registrato sul finire del 1973, che qui riproponiamo in una trascrizione a cura di RigenerAzione Evola.

    Quick view
  • 0 out of 5

    A History of the Small Arms made by the Sterling Armament Company. Excellence in Adversity

    55.00

    James Edmiston – Peter Laidler

    Una storia approfondita delle armi leggere prodotte dalla Sterling Company di Dagenham, Essex, Inghilterra, dal 1940 fino a quando la Sterling fu acquistata dalla British Aerospace nel 1989 e chiusa. La Lanchester e la Patchett Machine Carbines furono entrambe sviluppate presso la Sterling Engineering Co Ltd durante la Seconda Guerra Mondiale. Con la comparsa dei primi prototipi Patchett, i militari iniziarono a testarli in prove sempre più rigorose. Ciò portò a un’adozione limitata nel Regno Unito del MkII Patchett come L2A1 nel 1953 e della “prima Sterling”, il MkII, come L2A2 nel 1955. Poi venne il “Crown Jewel” di Sterling, il superbo Mk4, adottato su larga scala nel Regno Unito “Gun, Sub-Machine, L2A3” nel settembre 1955. Prodotto brevemente ma intensamente da ROF Fazakerley (1955-1959) e da Sterling, in 30 anni ne furono realizzati quasi 4000.000 di esemplari. Lo Sterling era in grado di essere veramente silenziato con munizioni a sfera standard da 9 mm (invece di essere semplicemente “soppresso”). L’eccellente Sterling-Patchett Mk5 silenziato, adottato come UK L34A1 nel 1967, è l’unica arma di questo topo rimasta in dotazione alle forze britanniche. In questo volume vengono descritti tutti i prototipi, i marchi militari, i modelli di produzione commerciale e su licenza della Sterling, inclusi il canadese C1 SMG e l’indiano 1A Carbine. Contiene note sui metodi e le procedure di produzione utilizzate presso Sterling, ROF Fazakerley, Canadian Arsenals Limited e Indian Small Arms Factory, Kanpur (Cawnpore), oltre a note dettagliate sull’intercambiabilità tra modelli, intervalli di numeri di serie, quantità prodotte e acquisti da parte di clienti esteri.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aircraft of the Spanish Civil War 1936-1939

    55.00

    Carlos Fresno Crespo – Artemio Mortera Perezo

    La guerra civile spagnola è stata uno dei conflitti più importanti del XX secolo a causa del numero di operazioni aeree e di aerei di diversa origine che vi hanno preso parte. È storicamente accettato che sia stata la prova generale per la Seconda Guerra Mondiale e che abbia spinto alcuni futuri avversari a provare le loro nuove armi e tattiche e abbia permesso al loro personale militare di acquisire esperienza di combattimento. Il libro presenta molte fotografie rare e profili di alta qualità degli aerei che combattono sia nel campo repubblicano che in quello nazionalista. Le immagini sono integrate da informazioni complete su questi aerei, i loro piloti e del loro utilizzo durante il conflitto. Il libro include anche una sezione dettagliata sull’unità e sugli emblemi personali della Legion Condor.Indicato sia per gli storici che per i modellisti.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Alessandro al bivio. I Macedoni tra Europa, Asia e Cartagine

    19.00

    Lorenzo Braccesi

    E se Alessandro fosse arrivato a Cartagine? Se i Macedoni avessero oltrepassato il canale d’Otranto e, con Annibale, un secolo dopo, si fossero diretti verso Roma? La storia non si fa con i “se”, eppure è concretamente esistita la possibilità che Alessandro avanzasse contro Cartagine prima di dirigersi a Oriente. Lo dimostra in questo libro Lorenzo Braccesi, tra i massimi storici dell’antichità. L’autore indaga l’espansione macedone con una nuova chiave di lettura: quella di un circolare progetto di conquista, che viene qui inteso come il sogno di Filippo di allargarsi allo spazio mediterraneo. Tale padre, tale figlio dunque. Le gesta dei Macedoni – indomabile popolo di stirpe greca, originario di un piccolo territorio periferico dell’area balcanica – vengono intese come un’unica grandiosa impresa durata due secoli. Dalla Macedonia comincia dunque la conquista del mondo, che avrebbe dovuto cingere sotto un unico dominio i Balcani e, attraverso il controllo dei canali adriatici ed ellespontici, l’Asia, l’Europa e Cartagine. Il grande sogno nasce con Filippo, sarebbe diventato il bivio di Alessandro e dei suoi successori.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Alessandro Magno e pensiero strategico moderno

    25.00

    Sotirios Fotios Drokalos

    Un saggio critico di teoria strategica, uno studio storico comparato e tre monografie di Storia militare insieme. Lo spunto, l’osservazione di una divergenza tra la concezione militare di Alessandro Magno e un principio cardine della teoria strategica moderna, teorizzato prevalentemente da Carl von Clausewitz e Antoine Henri de Jomini. Quello della concentrazione dello sforzo bellico esclusivamente sull’annientamento delle forze armate nemiche come certezza di vittoria. L’autore compara quindi l’operato di Alessandro Magno e alcuni casi di Storia moderna che rappresentarono un’evidente applicazione di tale principio: la campagna di Napoleone Bonaparte in Russia, nel 1812, e l’invasione dell’Unione Sovietica da parte di Hitler nel 1941. Queste ultime terminarono in un tragico fallimento, a differenza di quanto accaduto invece alla spedizione di Alessandro Magno. Il saggio vuole dimostrare dunque come lo studio e l’analisi delle strategie e delle tattiche adottate da Alessandro Magno, ma anche delle basi politico-culturali delle sue imprese e dei suoi atteggiamenti verso i popoli conquistati, possano rappresentare un valido aiuto nell’integrazione del pensiero strategico moderno.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Alleati al confine orientale 1945-47. Storia e memorie (Vol. 3)

    28.00

    Raimondo Domenig

    La fine della guerra mondiale trova nella piccola realtà di confine della valle del fiume Fella una traccia ideale per la grande storia, la quale ovviamente non può illustrare in dettaglio il vissuto di uomini che hanno vinto, perduto o che in ogni caso hanno sofferto il lungo periodo storico degli anni 1940 per imboccare con fresche energie un futuro incerto e assai diverso da quello che probabilmente s’erano immaginati. La piccola storia della presenza alleata negli anni 1945-1947, con qualche necessaria estensione agli anni successivi, è affrontata seguendo lo schema delle presenze militari straniere, nel caso specifico delle truppe alleate britanniche, tra cui la Brigata ebraica, ed americane. Non può trascurare inoltre i soggetti cobelligeranti quali i partigiani italiani, le truppe ed i partigiani jugoslavi…

    Quick view
  • 0 out of 5

    Ammo Encyclopedia – 6th edition

    49.00

    Michael Bussard

    La nuovissima Enciclopedia delle munizioni nella sua 6a edizione, Prende in esame tutte le cartucce a percussione anulare e centrale ed è stato ampliato a 1.008 pagine suddivise in 103 capitoli. Questa nuova edizione contiene centinaia di elenchi di cartucce per pistole, fucili e fucili a pompa, sia munizionamento attualmente in commercio vhe vecchie munizioni, a partire dalla metà dell’ottocento, comprese informazioni dettagliate, specifiche e misurazioni su cartucce a percussione anulare, centrale e cartucce a pallini. La caratteristica più importante dell’Enciclopedia delle munizioni in questa nuova edizione è la sezione a colori espansa di 16 pagine, insieme alle cartucce più “gettonate” attualmente. Inoltre, molte sezioni sono state aggiornate con informazioni aggiuntive, grafici e nuove immagini. Senza dubbio, questa enciclopedia delle munizioni è il libro più completo mai pubblicato sull’ampia varietà di munizionamento attuale e del passato.

    Brossura, 21 x 28 cm. pag. 1006  illustrato con disegni e tabelle

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2020 da Blue Book

    Quick view
  • 0 out of 5

    Antivirus. Idee contro l’epidemia di disinformazione

    12.00

    AA.VV.

    Psicosi, isterismi collettivi, fiducia cieca nelle versioni ufficiali, prona e acritica fiducia negli ‘esperti’: l’emergenza per la pandemia da Covid-19 ha dimostrato – ancora una volta, se mai ce ne fosse stato bisogno – che il virus più pericoloso è quello che infetta la mente e i sentimenti dell’uomo, rendendolo pedina passiva e succube della sua esistenza, incapace di guardare con lucidità ad eventi sempre più rapidi e complessi, fuori dalla narrazione mainstream. Con questa raccolta di brevi interviste da parte di esperti, giornalisti e studiosi dei più diversi ambiti, vengono fornite idee, direttive e indicazioni per contrastare la macchina della manipolazione delle menti che, con l’entrata in scena del Coronavirus, ha incrementato la sua attività

    Quick view
  • 0 out of 5

    Antonino Malavasi. Biografia illustrata di un pilota da caccia su tre fronti di guerra

    12.00

    Pierpaolo Maglio

    L’avventurosa vita di Antonino Malavasi, sottufficiale pilota da caccia della Regia Aeronautica che, in guerra, prestò servizio presso il 160° Gruppo C.T. Il libro ripercorre l’attività di Malavasi, dall’addestramento al trasferimento in Albania per la guerra contro la Grecia. I racconti dei combattimenti contro i greci e gli inglesi, quindi l’attacco e l’invasione della Jugoslavia. L’Africa del Nord, la guerra nel deserto, i lunghi voli di scorta ai vitali convogli navali che portavano dall’Italia i fondamentali rifornimenti necessari alla guerra; voli lunghi, a volte noiosi. Durante una di quelle missioni Antonino riuscì a salvare una nave italiana dai siluri lanciati dagli inglesi. Quindi il rientro in Italia, le prove di lancio e appontaggio fatte per il progetto “Operazione Roma”, la vana speranza italiana di costruire le portaerei Aquila e Sparviero. Finita la guerra Antonino Malavasi continuò la carriera nell’Aeronautica Militare fino alla pensione, negli anni sessanta.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Arditi in posa. Guerra 1915-18

    25.00

    Carlo Morandi

    La più importante collezione di fotografie originali sui reparti d’assalto italiani della Prima Guerra Mondiale. Gli arditi delle Fiamme Nere, dei Bersaglieri e degli Alpini ritratti in circa 300 scatti d’epoca. Carlo Morandi apre il suo archivio segreto e pubblica questa eccezionale rassegna di militari in uniforme. L’opera in un raffinato cofanetto “Vintage”. Interamente illustrato in b/n.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Arditi in posa. Guerra 1915-18. Cofanetto “Lusso” da collezione

    45.00

    Carlo Morandi

    La più importante collezione di fotografie originali sui Reparti d’Assalto italiani della Prima Guerra Mondiale. Gli arditi delle Fiamme Nere, dei Bersaglieri e degli Alpini ritratti in circa 300 scatti d’epoca. Carlo Morandi apre il suo archivio segreto e pubblica questa eccezionale rassegna di militari in uniforme. L’opera in un raffinato cofanetto “Lusso” da collezione. Interamente illustrato in b/n.

    DISPONIBILE DAL 1 GENNAIO

    Quick view
  • 0 out of 5

    Asian War Series.Target Saigon 1973-75 Volume 2. Fall of South Vietnam : The Beginning of the End, January 1974-March 1975

    26.00

    Alberto Grandolini

    Collana della casa editrice Inglese Helion, dedicata ai moderni conflitti che hanno avuto come teatro l’estremo oriente a partire dal secondo dopoguerra fino ai giorni nostri. Le monografie sono caratterizzate da circa una sessantina di pagine contenenti una ricca iconografia costituita da, 130/140 fotografie in b/n e 16 pagine fuori testo che contengono tavole, cartine e immagini varie a colori. La presente monografia (seconda di duer) si occupa in dettaglio  della caduta del Sud-Vietnam tra il gennaio 1974 e il marzo 1975.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Attacco alla famiglia

    15.00

    Alessandro Meluzzi

    Cos’è la famiglia se non la base di ogni comunità? In essa si viene allevati, cresciuti ed educati sulla base di solide radici valoriali e la famiglia è, in questo senso, una garanzia per il futuro della società e del mondo. Eppure oggi la famiglia, e quel che rappresenta, è sotto attacco. L’ideologia del capitale, del globalismo e del politicamente corretto vorrebbe per annientarla, distruggerla per poi ridurre la società stessa a un grande mercato dove l’individuo non è più membro della comunità ma un codice a barre. Allora ecco l’utero in affitto, la compravendita di bambini, la negazione stessa della maternità e della paternità nel nome di un progressismo malato. Lo sa bene Alessandro Meluzzi e ce lo mostra toccando argomenti taciuti o minimizzati, come il caso Bibbiano, punta dell’iceberg di un sistema mondiale di pedofilia fatto di sfruttamento, torture e violenze, e questioni da sempre spinose, tanto più nell’attuale società liquida, come aborto e religione. Un libro senza veli né filtri che lancia, al contempo, un grido di allarme in difesa di quella che è la più naturale manifestazione umana: una madre e un padre che proteggono e crescono un figlio.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. Italian Air Force Camouflage in World War II

    49.00

    Nino Arena

    Questo libro di Nino Arena sul camouflage della Regia Aeronautica durante la Seconda Guerra Mondiale, venne stampato dalla Mucchi nel 1983, essenzialmente per il mercato estero. Presenta, infatti il testo in lingua inglese e solo le didascalie delle immagini hanno il testo bilingue inglese/italiano. Il volume è interamente illustrato con immagini d’epoca b/n e alcune tabelle riepilogative finali con gli stemmi dei gagliardetti dei corsi, gli stemmi ci commando, i colori dei Gruppi e delle squadriglie, ecc.

    Brossura, 20,5 x 27 cm. pag. 108 riccamente illustrato con foto b/n

    Stampato nel 1983 da Stem Mucchi

    Condizioni del libro: usato. Lievi difetti sulla copertina e sulla quarta di copertina

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bataille Pour La Pointe Du Hoc

    36.00

    Hubert Groult

    Il libro raccoglie i due speciali della serie Normandy 1944: il numero 19 e il 20. Questo libro offre finalmente un resoconto preciso, dettagliato e dinamico, della spettacolare battaglia condotta dai Rangers e dalle forze della Wehrmacht sul Pointe du Hoc. La cattura di Pointe du Hoc il 6 giugno 1944 fu uno degli eventi più spettacolari del D-Day. Duecentoventicinque soldati americani, sono incaricati della “più dura delle missioni”, nelle parole del generale Bradley: scalare rupi alte più di trenta metri, prendere d’assalto una posizione tedesca altamente difesa e distruggere sei cannoni che avrebbero potuto scatenare un fuoco devastante sulle spiagge dello Utah e di Omaha Beach. Il volume ripercorre l’origine del corpo dei Ranger a cavallo degli stati Uniti nel lontano 1700, la costituzione dell’unità come oggi la conosciamo nel 1942, il duro addetraento e i primi combattimenti a Dieppe, in Nord Africa, in Sicilia e in Italia. Poi arriva lo sbarco del 6 giugno 1944. Più di duecentosettanta fotografie, molte delle quali inedite e in alta definizione, oltre a mappe intuitive, permettono al lettore di orientarti nei campi di battaglia.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bautzen 1945. L’ultima vittoria del terzo Reich

    19.00

    Eduardo Gil Martinez

    L’ultima chiara vittoria tedesca nella seconda guerra mondiale, avvenuta negli ultimi giorni dell’aprile 1945 durante la difesa, la perdita e il successivo recupero della città sassone di Bautzen. In quell’occasione, quando ormai tutto era andato perso, i resti di unità tedesche un tempo potenti, come le divisioni Hermann Göring, Brandeburg o Grossdeutschland, inflissero una sconfitta totale alle orgogliose unità sovietiche-polacche, assai più corpose ed armate, che sostenevano l’avanzata rossa verso la capitale del Reich. Questo testo narra le vicende accadute in quella città, capitale dell’alta Lusazia poco a sud dalla capitale della Germania. L’alta efficienza del soldato tedesco, fece la differenza con uno stato reale di un esercito ormai in disfacimento e senza più carburante.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bloody Vienna. The Soviet Offensive Operations in Western Hungary and Austria, March-May 1945

    39.00

    Kamen Nevenkin

    L’operazione per la conquista della città di Vienna iniziò il 16 marzo 1945 quando le Armate d’assalto del 2° e 3° Fronte ucraino riuscirono a penetrare nella difesa tedesca (e ungherese) tra Esztergom e il Lago Balaton. Terminò meno di un mese dopo, il 13 aprile 1945, quando tutti i suoi obiettivi furono raggiunti e Vienna fu conquistata. La sconfitta di Vienna inflisse un colpo mortale all’economia germanica: il Terzo Reich perse le sue importanti regioni economiche in Ungheria e nell’Austria orientale che erano ancora in gran parte non toccate dalla guerra. Infine, la vittoria di Vienna permise a Stalin di consolidare la sua presenza nell’Europa centrale e orientale e di legittimare il suo dominio assoluto sulla regione. Gli alleati occidentali e i piccoli paesi democratici dell’Europa occidentale furono costretti a rendersi conto che l’Armata Rossa non sarebbe tornata indietro e non sarebbe tornata in patria, ma avrebbe eretto una cortina di ferro dietro la quale si sarebbero installati i regimi comunisti. Così, l’impero sovietico si espanse a ovest e l’Europa fu divisa per i successivi 45 anni. Scritto da un importante ricercatore bulgaro, il libro fornisce un’analisi dettagliata di questa battaglia. È stato consultato un numero considerevole di documenti di guerra tedeschi e sovietici, e questo ha permesso all’autore di raccontare la storia dalla prospettiva di entrambe le parti. Il volume contiene anche molte fotografie mai pubblicate prima.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bombe sulla Linea Gustav. Le operazioni della Twelfth Air Force sull’Italia. Gennaio-aprile 1944

    15.00

    Agostino Alberti – Luca Merli

    Questo nuovo volume presenta le attività aeree svolte sull’Italia dall’aviazione tattica americana nel corso dei primi quattro mesi del 1944 ed integra il lavoro dedicato alla Desert Air Force. Le operazioni della Twelfth Air Force sono presentate così come vennero trascritte nella documentazione ufficiale alleata: una fredda cronologia che racconta di un vero diluvio di bombe che martellò senza pietà l’Italia centromeridionale, a supporto delle operazioni della Quinta Armata sulla Linea Gustav.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bunker. La difesa di Siracusa. Guida turistica

    20.00

    Lorenzo Bovi – Alberto Moscuzza

    Questa guida turistica ai bunker e alle fortificazioni realizzate nella seconda guerra mondiale a Siracusa ha l’intento di fornire all’appassionato ricercatore elementi utili a raggiungere i posti segnalati (per esempio, le coordinate satellitari decimali), con indicazioni storiche e consigli sui percorsi da seguire. Se la spiaggia di Fontane Bianche, in cui avvenne lo sbarco principale dei mezzi inglesi, o la Masseria di San Michele presso cui fu firmato l’Armistizio, sono luoghi facili da raggiungere, per altri siti è invece necessario un piccolo aiuto, che gli autori intendono fornire proprio con questa guida.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cartridges of the AR-15: A Complete Reference Guide to AR-15 and Ar-10 Ammo

    33.00

    Patrick Sweeney

    Il noto scrittore di armi ed esperto di AR-15 Patrick Sweeney delinea il campo in continua evoluzione delle cartucce dedicate agli AR-15, in questo approfondita disamina. Che il potenziale utilizzatore sia interessato agli AR-15 per la difesa domestica, il tiro a lunga distanza o la caccia, c’è sicuramente una cartuccia che soddisfa qualunque tipo di esigenza. Sweeney analizza tutte le tipologie disponibili di proiettili, nei diversi calibri:, dal 5.56 NATO/.223 Rem., Ai rimfire come .22LR, fino al .300 AAC Blackout, 7.62 × 40 Wilson, 6.5 Grendel, .264 LBC, .30 Remington AR, .300 Win. Mag., .338 Federal, .450 Bushmaster e molti, molti altri. Cartucce per atmi di precisione, per la caccia alla piccola selvaggina, munizioni di grosso calibro, ecc.

    Brossura, 21 x 27,8 cm. pag. 270 riccamente illustrato con foto b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2020 da Krause

    Quick view
  • 0 out of 5

    Catturati in Africa internati in India. I prigionieri italiani: le fughe dal Tibet ad Ancona. La Free Force Italia Redenta e la Repubblica Fascista dell’Himalaya

    18.00

    Lucio Martino

    Nelle parole del giornalista la storia dei prigionieri italiani catturati dagli inglesi in Africa, nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Diecimila di loro, tutti ufficiali, vennero internati nel campo di Yol, ai piedi dell’Himalaya. Come vivevano? Come passavano i lunghi giorni di prigionia? Chi ebbe successo, a guerra finita, nella vita civile? Chi non ce l’ha fatta e perché? Come venne affrontato l’Armistizio quando anche nel Tibet nacque la Repubblica Fascista? Il libro è una galleria di eventi e di personaggi, dai compagni di fuga come i due ufficiali di Marina anconetani, Elios Toschi e Camillo Milesi Ferretti, vera ossessione degli inglesi, che sulle loro teste misero una taglia di 20.000 rupie, alle guide indù, o alle avventurose scalate himalayane di chi divenuto collaborazionista ebbe il permesso, di uscire dal campo, giurando sul proprio onore di rientrare o infine agli “irriducibili” che furono tutti raggruppati nel recinto 25, uno dei quattro di Yol.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Charging Knights on the Eastern Front. The Combat History of schwere Panzer-Abteilung 505

    125.00

    Dale Ritter

    Dopo molti anni di ricerca, l’autore ci presenta un’eccellente storia dell’unità che ha tutti gli elementi necessari per duventare un grande libro: testo dettagliato, ottimi resoconti personali, fotografie eccellenti (molte inedite o rare, e parecchie a pagina intera ), mappe a colori, profili a colori, organigrammi, un elenco del personale e biografie. Questa unità ha combattuto esclusivamente sul fronte orientale, a partire dall’operazione Zitadelle nel luglio 1943. Ha poi combattuto a Rosslawl, e poi nell’area di Smolensk-Witebsk-Orscha dal settembre 1943 all’aprile 1944. Venne trasferita a sud nell’area di Kowel per 2 mesi. Alla fine di giugno la troviamo nuovamente operativa a nord nella zona di Borisow, dove prese parte alle grandi battaglie di retroguardia attraverso Minsk e Grodno. Alla fine di luglio 1944 fu mandata a Ohrdruf per la ricostituzione dei reparti e per l’addestramento sul Königstiger. All’inizio di settembre il Panzer-Abteilung 505 fu spedito a Nasielsk, in Polonia, dove combatté fino al novembre 1944. Fu quindi inviato a Wirballen e combatté nella Prussia orientale fino alla fine della guerra, ritirandosi a Pilau alla fine di aprile 1945. Alcuni membri riuscirono a sfuggire ai sovietici, molti finirono in prigionia e altri persero la vita negli ultimi giorni. Questo libro riporta un elenco parziale di 814 membri e 51 biografie.

    Rilegato, 23 x 31 cm. pag. 382 riccamente illustrato con circa 528 foto b/n, 21 mappe a colori, 8 pagine di profili a colori, 9 organigrammi

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2019 da Fedorowicz

    Quick view
  • 0 out of 5

    Civiltà del lavoro

    15.00

    AA. VV.

    La Carta del lavoro, per la sua natura e i suoi contenuti, rappresenta un documento essenziale per comprendere l’architettura del regime fascista. Carta dei principi fondamentali della Nazione italiana, contribuì all’introduzione di istituti innovativi, pur rimanendo controverso il suo inquadramento dal punto di vista giuridico. Espressione di una visione rivoluzionaria del lavoro e dell’economia, diede vita a una nuova organizzazione dello Stato. Il dibattito che animò fu vivissimo e infuocato e coinvolse intellettuali del calibro di Rocco, Bottai, Spirito, Gentile e Panunzio. Il volume analizza la sua storia e le sue origini, delineando il suo rapporto con altre carte dei diritti fondamentali, la sua collocazione nel panorama politico, culturale e giuridico del Novecento e l’attualità del suo messaggio

    Quick view
  • 0 out of 5

    Close air support in Korea. Il supporto aereo ravvicinato dell’Aviazione del Corpo dei Marines nel conflitto coreano

    14.00

    Agostino Alberti – Luca Merli – Matteo Annoni

    Una battaglia caduta nell’oblio, la più grave ed umiliante disfatta militare americana della storia moderna nel corso di una guerra lontana e dimenticata. Questo studio ricostruisce la battaglia del Chosin Reservoir, combattuta nel novembre-dicembre del 1950, nel corso della quale solo il supporto aereo ravvicinato (C.A.S. Close Air Support) salvò un intero Corpo d’Armata americano dall’annientamento. Prendendo le mosse da questa fase del conflitto, viene analizzato lo sviluppo dell’appoggio aereo tattico ravvicinato nel corso della Guerra di Corea, con un occhio di riguardo per l’aviazione del Corpo dei Marines.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Colt 1911 e 1911A1. Funzionamento e utilizzi di una delle armi storiche delle forze armate americane

    19.00

    Roberto Allara

    La storia della «1911», poi della «A1», una completa descrizione delle sue caratteristiche, la cronologia della produzione correlata ai numeri di matricola, l’elencazione dei cloni, consigli utilissimi ai collezionisti e una guida alla «accuratizzazione» per tutti coloro che ancora la usano in poligono, rendono questo volume indispensabile agli appassionati di armi in genere e ai fans della gloriosa Colt 1911. In appendice la riproduzione del manuale tecnico originale americano. Volume ormai fuori commercio

     

    Quick view
  • 0 out of 5

    Colt’s Python. King of the Seven Serpents

    85.00

    Gurney Brown

    Colt’s Python, King of the Seven Serpents è il seguito del libro di grande successo di Gurney Brown Seven Serpents, the History of Colt’s Snake Guns. Con 304 pagine ricche di informazioni su ogni aspetto di Pythonology, include quanto segue: più di 275 immagini digitali a colori ad alta risoluzione che raffigurano quasi tutte le varianti, lunghezze della canna, finiture, mirini, impugnature e funzioni aggiuntive. Ogni arma viene mostrata con la sua lettera Colt Archives, che mostra quando e dove è stata spedita quella particolare pistola, oltre alla sua configurazione originale. Le informazioni sul numero di serie Python più complete mai pubblicate! Informazioni aggiuntive dai cataloghi di fabbrica Colt, listini prezzi, volantini pubblicitari e opuscoli.

    Rilegato, 31 x 23,5 cm. pag. 304 riccamente illustrato con oltre 275 foto a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Blue Book

    Quick view
  • 0 out of 5

    Combat History of the 17. SS-Panzer-Grenadier-Division Gotz Von Berlichingen Vol. 2

    95.00

    Hans Stober

    Hans Stober

    Primo di una serie di tre volumi che descriveranno, in dettaglio, la storia della 17. SS Panzer-Grenadier-Division “Gotz von Berlichingen”, dalla sua costituzione alle fasi di combattimento fino al termiine del conflitto. In particolare, questo volume, tratta il periodo compreso tra il settembre 1944 e il febbraio 1945. La divisione venne costituita, su ordine diretto di Hitler, nell’ottobre del 1943 in Francia, dove si addestrò per entrare in combattimento all’inizio del giugno 1944. Questa grande unità delle Waffen-SS fu impiegata in combattimento esclusivamente sul fronte occidentale. Combattè contro le unità alleate in Normandia, a Carentan, nel Coutances Pocket, nell’Operazione “Luttich” e a Falaise, per poi ritirarsi verso fiumi Senna e Mosa. Venne riorganizzata in Lorena e nella Saar per ulteriori impegni contro le forze americane e alleate. Questa storia molto dettagliata, si propone su tre livelli: l’autore fornisce un resoconto continuo della situazione generale sul Fronte nord-occidentale, rapporti giornalieri e orali sulle azioni delle unità della divisione, riportando molti resoconti personali dei suoi soldati. Le numerose mappe e appendici forniscono un quadro dettagliato relativo all’impiego della divisione, delle sue sottounità e delle decisioni prese dal comando superiore.

    Rilegato, 15,5 x 23,5 cm. pag. 460 con circa 63 foto b/n e 23 mappe

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2019 da Fedorowicz

    Quick view
  • 0 out of 5

    Combat History of the 17. SS-Panzer-Grenadier-Division Gotz Von Berlichingen Vol. 3

    95.00

    Helmut Gunther

    Primo di una serie di tre volumi che descriveranno, in dettaglio, la storia della 17. SS Panzer-Grenadier-Division “Gotz von Berlichingen”, dalla sua costituzione alle fasi di combattimento fino al termiine del conflitto. In particolare questo terzo volume analizza il periodo temporale che va dal marzo alla fine del conflitto a maggio 1945. La divisione venne costituita, su ordine diretto di Hitler, nell’ottobre del 1943 in Francia, dove si addestrò per entrare in combattimento all’inizio del giugno 1944. Questa grande unità delle Waffen-SS fu impiegata in combattimento esclusivamente sul fronte occidentale. Combattè contro le unità alleate in Normandia, a Carentan, nel Coutances Pocket, nell’Operazione “Luttich” e a Falaise, per poi ritirarsi verso fiumi Senna e Mosa. Venne riorganizzata in Lorena e nella Saar per ulteriori impegni contro le forze americane e alleate. Questa storia molto dettagliata, si propone su tre livelli: l’autore fornisce un resoconto continuo della situazione generale sul Fronte nord-occidentale, rapporti giornalieri e orali sulle azioni delle unità della divisione, riportando molti resoconti personali dei suoi soldati. Le numerose mappe e appendici forniscono un quadro dettagliato relativo all’impiego della divisione, delle sue sottounità e delle decisioni prese dal comando superiore.

    Rilegato, 15,5 x 23,5 cm. pag. 480 con circa 160 foto b/n, 20 documenti e 14 illustrazioni b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2020 da Fedorowicz

    Quick view
  • 0 out of 5

    Come fuochi nella notte

    18.00

    Cesare Ferri

    Il tempo tende a dissolvere o ad annacquare rapporti umani che parevano essere solidi e a minare speranze che davano un senso all’esistenza. Non sempre però ci riesce: a volte i vincoli e i sogni sono più forti del tempo stesso e restano immutabili. Lo testimonia questo romanzo la cui trama si snoda lungo un alternarsi di ricordi, allucinazioni e fatti di vita quotidiana che non risparmiano al lettore colpi di scena. I protagonisti sono tra loro legati, oltre che da un profondo affetto, anche dall’identico ideale politico che li ha visti, giovani, combattere sulla stessa barricata.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Concedi la pace. La guerra nel pensiero ebraico dalla Torah al sionismo

    10.00

    Furio Biagini

    Il tema della guerra, come ricorda il rabbino Riccardo di Segni, “è presente nella Bibbia ebraica dall’inizio alla fine, dalla storia di Caino alle guerre che devono porre fine al regno di Babilonia, raccontate nel libro di Daniele, a tutte le visioni sulle guerre che ci saranno nel corso della storia. […] Nella storia ebraica la guerra è una costante, ma la caratteristica delle varie guerre cambia notevolmente secondo le varie epoche.” Per questo, quando si esamina la posizione della tradizione ebraica riguardo alla violenza, alla guerra e di conseguenza alla pace, è necessario riferirsi principalmente alla Torah, il Pentateuco, interpretata dal Talmud e commentata dai rabbini nel corso dei secoli. La ricerca di Furio Biagini parte dunque dai testi della tradizione, la Bibbia ebraica, il Talmud e le interpretazioni rabbiniche medievali, il pensiero di Maimonide per pervenire alla elaborazione moderna, con particolare riferimento agli scritti dei maggiori rappresentanti del sionismo.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Così il popolo italiano è diventato fascista

    30.00

    Paolo Chiarenza – Ernesto Zucconi

    Vent’anni di fascismo al potere. Due decenni del nostro Novecento ormai distanti nel tempo. Eppure se ne discute ancora e sempre animatamente, con scarsissima propensione a storicizzare il fenomeno. Ci provò a suo tempo Renzo De Felice mandando alle stampe una grandiosa opera, rimasta purtroppo incompleta per la morte prematura dello studioso; il quale, nonostante la provenienza dalla sinistra marxista, iniziò a ricevere pesanti critiche, quindi subì intralci nel tenere le lezioni universitarie divenendo infine bersaglio di un attentato. Gli autori della presente ricerca si sono interrogati su come si potesse spiegare un consenso così imponente da comprendere ogni classe sociale e il plauso della Chiesa di Roma; un’adesione indubbiamente non simulata, bensì largamente manifestata com’è registrato non soltanto nei documentari dell’epoca, ma in migliaia di immagini e servizi giornalistici di fotografi e cronisti d’altri Paesi.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dai cieli alle profondità marine. Storie di vita di un incursore

    14.90

    Antonio Millemaci

    I racconti che compongono il libro nascono dall’esperienza diretta dell’autore: una vita segnata da un passato avventuroso, dalle prime avventure nel “Battaglione Sabotatori” alle immersioni nei fondali marini di tutto il mondo, situazioni del tutto particolari che hanno fornito il pretesto e la materia della scrittura. La costante passione per la fotografia è ciò che ha permesso all’autore di realizzare importanti servizi per le maggiori testate italiane e non solo: dalle immersioni a Cuba, nella Repubblica Dominicana, o ancora nel mare dei Caraibi o in quello dell’Egitto. Le storie di Antonio offrono al lettore uno spaccato di un mondo inesplorato e lo spirito di un uomo nato per vivere l’avventura.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Den Norske Legion

    23.00

    Massimiliano Afiero

    La storia completa dei volontari norvegesi che tra il 1941 ed il 1943, inquadrati nella Legione volontarii Norvegese (Den Norske Legion), furono impegnati sul Fronte dell’Est, nell’area di Leningrado, fianco a fianco con i loro camerati tedeschi e gli altri volontari europei, uniti nella lotta contro il Bolscevismo. Il lavoro è corredato da numerose foto, provenienti dagli archivi di tutto il mondo, da pubblicazioni dell’epoca e da collezioni private.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Destrieri d’acciaio. Avventure di piloti e motociclette negli anni Trenta

    20.00

    Curzio Vivarelli

    Autore di testi sull’arte astratta, l’architettura, la storia dell’aerodinamica motociclistica e automobilistica, con questo volume Vivarelli ritorna al suo primo impiego: quello do giornalista auto-motociclistico attento non solo a motori, telai e ruote, ma pure alle note di costume di una decade sulla quale un fato inesplicabile distendeva le sue ali rapaci.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Deutsche Uniformen 1919-1945 Vol. 2. The Uniform of the German Soldier (March 1935 – May 1945)

    39.00

    Ricardo Recio Cadorna

    Quest’opera in due volumi è uno studio sulle uniformi del soldato tedesco durante il periodo tra le due guerre e la seconda guerra mondiale. Nel 1935 continuò il processo di rinnovamento delle divise e degli equipaggiamenti iniziato cinque anni prima, sfociato in una serie di evoluzioni che gradualmente formarono le divise con le quali i soldati tedeschi combatterono nella Seconda Guerra Mondiale. Questo secondo volume descrive tutte queste uniformi e le evoluzioni e i cambiamenti messi in atto sino al termine del conflitto nel 1945. Il libro contiene grafici, illustrazioni e centinaia di fotografie di ottima qualità, la maggior parte delle quali inedite. Sono inoltre presenti molte immagini a colori delle stesse uniformi.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Deutsche Uniformen 1919-1945. The Uniform of the German Soldier (January 1919 – March 1935)

    39.00

    Ricardo Recio Cardona

    Quest’opera in due volumi è uno studio sulle uniformi del soldato tedesco durante il periodo tra le due guerre e la Seconda Guerra Mondiale. In questo primo volume vengono analizzate in dettaglio le uniformi, le insegne, gli stemmi e gli emblemi che furono usati dal gennaio 1919 fino alla costituzione della Wehrmacht nel marzo 1935. Il libro contiene grafici, illustrazioni e centinaia di fotografie di ottima qualità, la maggior parte delle quali inedite.Inoltre sono presenti molte immagini a colori dei pezzi presi in esame: uniformi, elmetti, buffetteria, ecc. Indicato per i collezionisti, gli estimatori del libro fotografico e anche per i modellisti.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Diari 1923 – 1925

    30.00

    J.P.Goebbels

    “17 ottobre 1923. Ieri Else mi ha regalato questo quaderno, e pertanto voglio che esso inizi con il suo nome. Oggi che cosa potrei peraltro cominciare senza di lei?” (17 ottobre 1923; prima giornata dei Diari di Joseph Goebbels)“Mi sto interessando a Hitler e al Movimento nazionalsocialista, e senz’altro dovrò farlo per un bel pezzo”. (13 marzo 1924) “Ieri abbiamo fondato una sezione locale nazionalsocialista. Sostanzialmente abbiamo parlato dell’antisemitismo. La cultura ebraica è da tempo giunta al proprio limite”. (5 aprile 1924) (…) “Nazionale e socialista! Quale delle due tendenze deve andare al primo posto, e quale è relegata invece al secondo posto? Qui da noi, all’Ovest, la questione nemmeno si pone. Prima di tutto la redenzione socialista, poi la liberazione nazionale arriverà come un vento di tempesta”. (11 settembre 1925) “In auto, andiamo a incontrare Hitler. Sta mangiando. Ma si alza immediatamente da tavola, dirigendosi verso di noi. Mi stringe la mano. Come un vecchio amico. E quei grandi occhi azzurri! Due stelle! È contento di vedermi. Io sono al settimo cielo. (…) qui parla ancora per un’altra mezz’ora. Con arguzia, ironia, umorismo, sarcasmo, con serietà, con ardore e con passione. Quest’uomo ha tutto per essere re. È un tribuno nato. Il futuro dittatore”. (6 novembre 1925).

    Quick view
  • 0 out of 5

    Diari 1926

    20.00

    J.P. Goebbels

    La pubblicazione dei volumi del diario di Joseph Goebbels per la serie “Monografici della Thule Italia”, rientra nel compito di rendere nuovamente disponibili documenti da tempo introvabili. Nel caso attuale, per i diari di Goebbels si tratta e si tratta del volume relativo all’anno 1926. Ci sembra inoltre opportuno ricordare che tale diario è al contempo autentico e d’epoca, oltre a non essere mai stato revisionato da Goebbels (a differenza del giornale tenuto dal conte Galeazzo Ciano). Non ci sono quindi né segni di aggiunte né di soppressioni. Goebbels i suoi diari li aveva fatti microfilmare, trascrivere e custodire in luoghi a prova di bomba (come la camera blindata nei sotterranei della Reichsbank). “Sono troppo preziosi perché si possa rischiare che cadano vittima di qualche bombardamento” – scriveva Goebbels – “e offrono un quadro della mia intera vita e dei nostri tempi”.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dizionario del politicamente corretto e della neolingua

    20.00

    Roberto Pecchioli

    In questo godibile manuale di sopravvivenza, Roberto Pecchioli ci guida con sagace maestria alla scoperta della nuova “Neolingua Italica”: in un avventuroso viaggio dantesco all’interno di quel misterioso idioma post-umano, che il Pensiero Unico ha imposto ad un popolo sapientemente terrorizzato da pandemie, crisi economiche e disastri climatici.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dizionario enciclopedico dei mezzi militari

    18.00

    Mario Pieri – Daniele Guglielmi

    Questo Dizionario enciclopedico si propone come un vademecum da consultare ogniqualvolta si desideri conoscere, capire o approfondire un termine tecnico del settore militare terrestre: mezzi, armi, equipaggiamenti, tecnologie. È rivolto agli appassionati di storia e di tecnica militari, ai modellisti, ai cultori del wargame e del reenactment. E anche a chi non è soddisfatto delle informazioni reperite in Internet, talvolta inesatte, incomplete o mal tradotte. Il libro, frutto di anni di ricerche dei due autori, è costituito da 200 pagine e circa 300 termini spiegati, accompagnati da oltre 400 immagini in bianco e nero: fotografie, tavole di manuali d’epoca, schemi e disegni esplicativi appositamente realizzati. Completano l’opera varie appendici: la descrizione organica di una forza armata, un elenco delle munizioni e dei missili controcarri più importanti

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dizionario mussoliniano

    11.50

    AA. VV.

    Nel Dizionario Mussoliniano sono contenute 1500 affermazioni di Benito Mussolini. Motti e discorsi che pronunciò negli oltre vent’anni in cui guidò l’Italia e gli italiani, segnando con la propria personalità, e in particolare con il proprio vigore verbale la storia del XX secolo.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Documenti per il Fronte della Tradizione N. 23. Impeto della vera cultura

    4.00

    I Dioscuri

    Questa serie di “Documenti per il Fronte della Tradizione”, agili fascicoletti a cura del centro culturale Raido, propone, o ripropone, scritti che vogliono essere un contributo a fare chiarezza su argomenti diversi, talvolta scottanti. Questi libretti si rivolgono a chiunque voglia, in questo periodo storico, in cui la “civiltà” corre verso l’autodistruzione, cercare una nuova, anzi antica, visione del mondo nel quale ogni uomo si colloca al proprio posto secondo una vera idea tradizionale.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Documenti per il Fronte della Tradizione. Percorsi al femminile. La donna dalle origini ai giorni nostri

    4.00

    Mario Polia –  Sonia Michelacci – Ausiliari SAF

    Percorsi al femminile”, un ciclo di quattro conferenze sulla donna dalle origini ai nostri giorni, un excursus storico, dove è stata disegnata una linea immaginaria, o meglio è stato tracciato un percorso per la donna che vuole muovere i primi passi verso una conoscenza ed una coscienza di sé. Una strada di ricerca e di riscoperta che, come nel caso dell’uomo, presenta molte insidie e difficoltà ma non per questo è meno avvincente ed affascinante.     All’interno di questo fascicolo, che rappresenta la controparte editoriale di quanto sopra, abbiamo raccolto, gli interventi degli ospiti che hanno partecipato, mantenendo lo stesso sviluppo logico delle conferenze. Come dire: verba volant, scripta manent!

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dorothea Radler tedesca. Cronaca delle atrocità polacche a Bromberg

    18.00

    Manuela Marchese

    Prima di essere liberata dal nostro Esercito, Bromberg, dove vivo, è stata teatro di un vero e proprio massacro ad opera dei polacchi sia civili che in divisa, diventando nostro malgrado simbolo, in quella che è stata definita Domenica di sangue, della furia polacca e delle atrocità commesse ai danni di circa 58.000 civili, tra cui bambini, donne ed anziani.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Drieu La Rochelle. Il mito dell’Europa

    15.00

    Adriano Romualdi – Mario Prisco – Guido Giannettini

    Quali sono – si chiedeva Adriano Romualdi – le affermazioni fondamentali di Drieu, quelle destinate a diventare patrimonio spirituale di quanti vogliano ancora lottare contro la decadenza dell’Occidente? In primo luogo, l’idea europea. Scrittore di grande temperamento e simbolo della Collaborazione, Pierre Drieu La Rochelle è stato uno dei migliori letterati del Novecento francese. Questo libro – divenuto un classico – vuole offrire una radiografia della sua opera, della sua tensione e della sua figura: dalle origini normanne al suo contributo nella Grande Guerra; dalla brillante vita parigina alla fiorente attività letteraria, passando per l’adesione al Fascismo, la religiosità pagana e il suicidio finale. Un contributo potente e attualissimo, il cui monito è fissato aldilà dello spazio e del tempo.

    Quick view
X