“…que en Rusia estan” – Historia del II batallon del 269 (Rusia 1941-1942)

Storia

Visualizzazione di 1-48 di 494 risultati

  • 0 out of 5

    “…que en Rusia estan” – Historia del II batallon del 269 (Rusia 1941-1942)

    14.00

    Nel giugno del 1942 le forze armate tedesche attaccarono l’Unione Sovietica su un fronte di milleseicento chilometri, dal mar Baltico al mar Nero: il piano di Hitler, chiamato Operazione Barbarossa, prevedeva tre affondi, uno verso Leningrado, uno verso Mosca e il tezo verso Kiev. A questa operazione partecipò una divisione di volontari spagnoli: la Division Azul. In questo libro in particolare si analizza la partecipazione del “Batallon Roman”, ovvero il II Battaglione del Reggimento di Fanteria 269, della citata divisione. Il volume è completamente illustrato con fotografie originali, piantine e belle tavole a colori.

    Brossura 17 x 24 cm. pag. 64 con molte illustrazioni b/n ed alcune tavole a colori

    Testo in lingua spagnola

    Stampato nel 2011 da Galland Books

    Quick view
  • 0 out of 5

    1. SS – Infanterie – Brigade – Guerra sul fronte dell’Est 1941 1943

    15.00

    Numero speciale II / 2012 1.SS-Infanterie-Brigade: guerra sul fronte dell’Est 1941-1943

    Sommario: Formazione della Brigata; Sul fronte dell’Est; Nel settore di Uschomir; Nuove operazioni; Operazione “Nurnberg”; Impiego nell’area di Velikje-Luki; Visita del General der Infanterie Kurt von der Chevallerie; Combattimenti difensivi in seno all’Heeresgruppe Mitte; SS-Kampfgruppe “Wiedemann”; Informazioni sul’unità; Bibliografia essenziale e riferimenti fotografici.

    Brossura punto metallico 21 x 29,5 pagg. 82

    Stampato nel 2012 da Associazione culturale Ritterkreuz.

    Quick view
  • 0 out of 5

    1914 – 1945 Giovani nella tempesta – Guerra filosofia e mistica politica

    20.00

    1914 – 1945 sono gli anni di un conflitto trentennale e distruttivo. In questo arco di tempo generazioni dfi giovani e giovanissimi si sono messe alla prova del sangue e del fuoco, non sempre per costrizione della leva obbligatoria, ma animati dalla convinzione che partecipare fosse doveroso per il proprio onore e per la propria visione del mondo incentrata sul Volk e sul Vaterland, cioè sull’appartenenza alla Comunità popolare, mistico-naturalistica, ed al Paese dei Padri. Molti di questi giovani non erano alieni da interessi letterari e filosofici, da idee e immagini poetiche che, facendone degli intellettuali precoci, li distinguevano dagli altri combattenti, ne facevano cioè soldati “politici”, portati a cercare la bella morte combattendo. Le pagine qui di seguito raccolte individuano immagini e tematiche e emblematizzano stati d’animo presenti in tre giovani tratti dalla lunghissima schiera di coetanei in divisa– Ernst Jünger, Ernst von Salomon e il meno noto Giuseppe Vassalli – e in generale tra coloro che erano stati inquadrati nelle Waffen SS.

    Brossura 15 x 21 cm. pagg. 215

    Stampato nel 2017 da Ritter

    Quick view
  • 0 out of 5

    23rd Waffen SS Volunteer Panzer Grenadier Division Nederland

    49.00

    Un nuovo libro dedicato ad una delle più valorose divisioni della Waffen SS, tuttavia poco trattata dalla storiografia ufficiale a livello mondiale. Questo infatti può definirsi in assoluto il primo lavoro dedicato esclusivamente a questa formazione. Impegnata esclusivamente sul fronte dell’Est, tranne la breve iniziale parentesi in Croazia, la formazione SS olandese partecipò a tutte le più difficili battaglie difensive sul fronte nord-orientale: fronte di Leningrado, testa di ponte di Narva, linea Tannenberg, Dorpat, Curlandia, Pomerania, fronte dell’Oder, fino alla disperata battaglia nella sacca di Halbe, dove gli ultimi resti della divisione riuscirono ad evitare il totale annientamento, sfuggendo ai sovietici e consegnandosi alle forze americane. In tutte queste battaglie i volontari olandesi dimostrarono tutto il loro valore di veri combattenti della Waffen SS, sempre in prima linea e sempre sotto la costante pressione del nemico. Un lavoro importante che colma una grave lacuna nel panorama dell’editoria dedicata alla Waffen SS, accompagnata inoltre da una serie di interessanti appendici riguardanti non solo la storia della divisione, dei suoi membri, i comandanti di reparto, il diario di guerra, ma anche l’uniformologia, i manifesti di propaganda, i mezzi utilizzati, ecc. Libro disponibile anche in lingua italiana. Alcune differenza per quanto riguarda le immagini.

    Cartonato, 23,5 x 31 cm. pag. 128 completamente illustrato con foto e mappe b/n

    Stampato nel 2016 da Schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    27.SS-Freiwilligen-Grenadier-Division ‘Langemarck’

    28.00

    Volume dedicato alla storia militare della Brigata e poi divisione SS “Langemarck”, la formazione volontaria fiamminga della Waffen SS: impegnata principalmente sul fronte dell’Est, prima in Ucraina, all’inizio del 1944, e poi con un gruppo da combattimento, partecipò in Estonia ai combattimenti sulla linea Tannenberg, nell’estate del 1944, al fianco delle altre formazioni volontarie europee della Waffen SS, alle dipendenze del III.SS-Pz.Korps, coprendosi di gloria e lamentando pesantissime perdite. Dopo essere stata trasformata in divisione, la “Langemarck” prese parte agli ultimi combattimenti sul fronte della Pomerania e sul fronte dell’Oder, continuando a battersi in condizioni estreme e mantenendo sempre le posizioni assegnate, contrattaccando quando fu possibile. L’impari lotta contro le soverchianti forze sovietiche fu combattuta con grande sacrificio dai volontari fiamminghi, che nell’ultimo periodo della guerra, si batterono spalla a spalla con i loro connazionali della “Wallonien”, con i quali condivisero anche gli ultimi drammatici momenti della resa. La maggior parte dei volontari fiamminghi riuscì a consegnarsi alle forze anglo-americane, sfuggendo così alla cattura da parte dei Sovietici. Nel dopoguerra, ritornati in Patria, i membri della divisione subirono processi e condanne, come tutti gli altri volontari stranieri della Waffen SS, colpevoli di aver scelto di combattere dalla parte “sbagliata”, per aver desiderato l’indipendenza delle Fiandre e l’evitare all’Europa l’invasione e le violenze dei bolscevichi.

    Brossura, 21 x 29 cm. pag. 132 illustrato con centinaia di foto, mappe e documenti originali

    Stampato nel 2014 da Ritterkreuze

    Quick view
  • 0 out of 5

    3.SS-Panzer-Division ‘Totenkopf’ Volume I: 1939-1943

    35.00

    Un nuovo volume dedicato alla storia militare della divisione Totenkopf, una delle formazioni più famose e conosciute della Waffen SS, che ha sempre identificato nell’immaginario collettivo l’essenza stessa dell’ordine nero. Accusata di crimini di guerra dalla storiografia ufficiale, formata inizialmente con personale proveniente dalle formazioni a guardia dei campi di concentramento, l’unità seppe comunque farsi valere sui campi di battaglia, distinguendosi in tutte le principali campagne in cui fu coinvolta, dal fronte francese al fronte dell’Est, diventando una vera e propria unità di élite. Data la sua lunga storia militare, alla fine si è deciso di dedicare alla divisione due volumi: in questo primo volume viene ripercorsa la storia della Totenkopf dal 1939 al 1943, dalla campagna di Polonia del 1939, passando per l’impiego sul fronte occidentale nel 1940, alla prima campagna sul fronte dell’est, culminata nei durissimi combattimenti sul fronte di Demjansk, alla controffensiva di Kharkov nel 1943, per arrivare fino all’operazione Zitadelle. Come per tutti gli altri volumi di questa collana, la storia dettagliata della divisione è accompagnata da numerose testimonianze, documenti, estratti dai bollettini ufficiali e dal diario di guerra della divisione e da centinaia di foto e mappe.

    Brossura, 21 x 29 cm. pag. 260 con centinaia di foto, mappe e documenti originali

    Stampato nel 2015 da Ritterkreuz

    Quick view
  • 0 out of 5

    39-45 Magazine – Operation Barbarossa. le Waffen SS au Combat

    14.00

    22 giugno 1941, l’esercito tedesco invade l’URSS, comincia la più grande battaglia della storia. Fra i gruppi corazzati più offensivi, le unità della Waffen-SS si lanciano attraverso foreste e steppe, dal Baltico alle pianure dell’Ucraina. In questo volume, completamente illustrato con fotografie originali d’epoca, troviamo le diverse unità della Waffen-SS impegnate ad Est nel 1941 fino al terribile inverno. La “Nord” sul fronte della Carelia, a nord-est della Finlandia, la “Totenkops” e la “Polizei” attraverso i Paesi Baltici e verso Leningrado, la “Reich”, la “Wiking” e la “Leibstandarte” in Ucraina. Charles Trang è da anni uno specialista delle Waffen-SS, i suoi lavori sono sempre di ottima qualità

    Brossura, 21 x 29,7 cm. pag. 80riccamente illustrato con foto b/n

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2013 da Heimdal

    Quick view
  • 0 out of 5

    39-45 Magazine – Sturmartillerie de la Waffen SS. La Das Reich

    14.00

    Monografie a cura dell’editore francese Heimdal (lo stesso che pubblica la rivista 39/45 magazine) che prendono in esame questioni inerenti la Seconda Guerra Mondiale. A volte sono “derivate” da articoli presenti sulla rivista, precedentemente menzionata. Le monografie sono costituite da circa 90 pagine, abbondantemente illustrate con immagini in b/n e a colori. Oltre che per gli storici, le monografie per certi versi, sono valide anche per i collezionisti. Questa in particolare, prende in esame l’artigieria d’assalto della Divisione “Das Reich” delle Waffen-SS.

    Brossura, 21 x 29,7 cm. pag. 76 riccamente illustrato con foto b/n

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2019 da Heimdal

    Quick view
  • 0 out of 5

    39-45 Magazine – Sturmartillerie de la Waffen SS. La Leibstandarte

    14.00

    Monografie a cura dell’editore francese Heimdal (lo stesso che pubblica la rivista 39/45 magazine) che prendono in esame questioni inerenti la Seconda Guerra Mondiale. A volte sono “derivate” da articoli presenti sulla rivista, precedentemente menzionata. Le monografie sono costituite da circa 90 pagine, abbondantemente illustrate con immagini in b/n e a colori. Oltre che per gli storici, le monografie per certi versi, sono valide anche per i collezionisti. Questa in particolare, prende in esame l’artigieria d’assalto della Divisione “Leibstandarte” delle Waffen-SS.

    Brossura, 21 x 29,7 cm. pag. 96 riccamente illustrato con foto b/n

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2018 da Heimdal

    Quick view
  • 0 out of 5

    4.SS Polizei Panzergrenadier Division

    36.00

    La divisione Polizei è una delle formazioni della Waffen SS meno conosciute e meno trattate dalla storiografia ufficiale, soprattutto per la sua origine di unità solo “affiliata” alla stessa Waffen SS, essendo stata formata principalmente con elementi della Polizia Tedesca e dell’Esercito. Inizialmente, fu infatti trattata come una formazione di secondo livello e di conseguenza fu equipaggiata ed armata approssimativamente. Anche per quanto riguarda il suo impiego in prima linea, fu sempre impegnata come forza di riserva, soprattutto durante la campagna sul fronte occidentale nel 1940. Ma come spesso accadde nella storia della Waffen SS, anche per la Polizei la prova del fuoco servirà a farla diventare una formazione di élite grazie soprattutto all’esemplare comportamento dei suoi reparti e dei suoi comandanti sul campo di battaglia e nel febbraio del 1942, finalmente fu trasformata in una vera e propria formazione SS, diventando ufficialmente la SS-Polizei-Division. La divisione, rimase in prima linea sul fronte dell’Est, sempre nell’area di Leningrado, fino al 1944. Nel frattempo, era stata avviata la sua riorganizzazione e la sua trasformazione in una unità di granatieri corazzati ed alcuni suoi reparti furono impegnati in Grecia, fin dal 1943, partecipando alla lotta contro le bande partigiane. Seguirono poi i combattimenti nel Banato, in Romania, in Ungheria e lungo il confine slovacco. La divisione al completo all’inizio del 1945, fu trasferita in Pomerania, per partecipare alla controffensiva per allontanare i Sovietici dal territorio del Reich e successivamente sulla testa di ponte di Danzica. Alla fine, i reparti della Polizei si ritrovarono a combattere nell’area a nord-ovest di Berlino, opponendosi con tutte le loro forze all’avanzata dei reparti dell’Armata Rossa, sacrificandosi fino all’ultimo, per poi ripiegare e arrendersi alle truppe alleate. Come già fatto per tutti gli altri volumi di questa stessa collana, dedicata alle divisioni della Waffen SS,

    Quick view
  • 0 out of 5

    7. SS-Gebirgs-Division “Prinz Eugen” im Bild

    49.00

    Libro interamente fotografico, dedicato a una delle divisioni più conosciute della Waffen SS: La 7. SS-Gebirgs-Division “Prinz Eugen”. Nata come formazione da montagna per essere impegnata esclusivamente sul fronte dei Balcani, come forza di sicurezza e nella lotta contro le forze partigiane, si batté sempre con valore e ferocia sul campo di battaglia, guidata da comandanti energici e coraggiosi, come Artur Phleps e Otto Kumm. Dopo le numerose operazioni antiguerriglia in Bosnia, Croazia, Montenegro e Serbia, sul finire della guerra fu impegnata contro i reparti regolari dell’esercito bulgaro e contro le forze dell’Armata Rossa, dovendo coprire la ritirata delle forze tedesche che ripiegavano dalla Grecia e dall’Albania, dimostrandosi sempre all’altezza della situazione. Fu una delle poche formazioni della Waffen SS ad essere impegnata in alcune azioni offensive nell’ultimo periodo della guerra, portate a termine con successo. Dopo il termine del conflitto, non pochi dei superstiti vennero accusati di crimini di guerra, tracsorrendo molti anni nelle prigioni jugoslave e sovietiche.

    Rilegato, 21,8 x 30,5 cm. pag. 236 completamente illustrato con foto b/n

    Testo in lingua tedesca

    Stampato nel 2019 da Edition Zeitgeschichte

    Quick view
  • 0 out of 5

    A European Anabasis – Western european volunteers in the german Army and SS 1940-45

    38.00

    L’autore in questo saggio prende in esame i 100.000 europei occidentali che hanno combattuto contro l’Unione sovietica come volontari nella Wehrmacht e nelle Waffen-SS. Due terzi dei volontari dell’Europa occidentale provenivano dalla Spagna e Paesi Bassi, ma Estes dimostra che c’erano anche molti volontari francesi, danesi, e unità di combattimento norvegesi. L’autore pone l’accento sulla distinzione tra i danesi e fiamminghi che hanno combattuto con valore nella Divisione SS Wiking e successivamente con la Nordland, la coraggiosa ma scarsamente equipaggiata armata spagnola, gli olandesi e francesi nella Nederland e nella Charlemagne, e i norvegesi che, dopo una prima ondata di entusiasmo, fermarono del tutto gli ingaggi. Estes nega l’idea di un esercito europeo multinazionale destinato a difendere la “civiltà occidentale” contro “il bolscevismo” (in verità molti altri autori, affermano esattamente il contrario). Egli sottolinea che in Europa Occidentale, soprattutto fra le classi lavoratrici urbane, i volontari erano spinti da un mix di motivi: avventura, ideologia, speranze di vantaggi personali o di guadagno materiale, desiderio di cibo migliore, o di sfuggire a una fedina penale.

    Cartonato, 16 x 24 cm. pag. 210 con circa 15 mappe e 50 foto b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2015 da Helion

    Quick view
  • 0 out of 5

    Albert Schwenn’s Memories of the Waffen-SS: An SS Cavalry Division Veteran Remembers

    34.00

    Albert Schwenn venne inserito nell’ottobre del 1942 in un battaglione di formazione di cavalleria SS e nel marzo del 1943, fu assegnato all’8a Diviasione SS di cavalleria “Florian Geyer”. Schwenn ci propone un resoconto vivo del brutali combattimenti sul fronte russo, e in particolare delle operazioni contro i partigiani dietro le linee del fronte. Nell’agosto del 1943, la sua divisione fu trasferita nelle vicinanze di Kharkov. Dopo essersi ripreso da una brutta ferita, fu impiegato come istruttore, e in seguito venne inquadrato nel reggimento di formazione della cavalleria SS basato in Boemia. Oltre a partecipare alle operazioni per sedare la rivolta di Varsavia nel 1944, Schwenn partecipa anche alle operazioni in difesa di Praga nel maggio 1945. Dopo il termine del conflitto, a causa della sua partecipazione alle operazioni contro i partigiani nel 1943, venne condannato alla pena di morte, commutata con undici anni di prigionia in un campo di internamento sovietico.

    Rilegato, 16 x 23,5 cm. pag. 128 con varie foto e cartine b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2017 da schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    An Illustrated History The 27th Waffen-SS Volunteer Grenadier Division Langemarck

    45.00

    Volume dedicato alla storia militare della Brigata e poi divisione SS “Langemarck”, la formazione volontaria fiamminga della Waffen SS: impegnata principalmente sul fronte dell’Est, prima in Ucraina, all’inizio del 1944, e poi con un gruppo da combattimento, partecipò in Estonia ai combattimenti sulla linea Tannenberg, nell’estate del 1944, al fianco delle altre formazioni volontarie europee della Waffen SS, alle dipendenze del III.SS-Pz.Korps, coprendosi di gloria e lamentando pesantissime perdite. Dopo essere stata trasformata in divisione, la “Langemarck” prese parte agli ultimi combattimenti sul fronte della Pomerania e sul fronte dell’Oder, continuando a battersi in condizioni estreme e mantenendo sempre le posizioni assegnate, contrattaccando quando fu possibile. L’impari lotta contro le soverchianti forze sovietiche fu combattuta con grande sacrificio dai volontari fiamminghi, che nell’ultimo periodo della guerra, si batterono spalla a spalla con i loro connazionali della “Wallonien”, con i quali condivisero anche gli ultimi drammatici momenti della resa. La maggior parte dei volontari fiamminghi riuscì a consegnarsi alle forze anglo-americane, sfuggendo così alla cattura da parte dei Sovietici. Nel dopoguerra, ritornati in Patria, i membri della divisione subirono processi e condanne, come tutti gli altri volontari stranieri della Waffen SS, colpevoli di aver scelto di combattere dalla parte “sbagliata”, per aver desiderato l’indipendenza delle Fiandre e l’evitare all’Europa l’invasione e le violenze dei bolscevichi. Il volume è disponibile anche in lingua italiana. L’edizione della Schiffer presenta una piccola variazione per quanto riguarda le immagini.

    Rilegato, 23,4 x 31 cm. pag. 128 con circa 500 foto b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2016 da Schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    An Illustrated History The 6th Waffen-SS Gebirgs (Mountain) Division Nord

    45.00

    La storia della divisione ‘Nord’, impegnata per circa quattro anni sul fronte della Lapponia finlandese, in una lunga guerra di posizione dura ed estenuante, in una lotta continua contro le agguerrite forze sovietiche. Su quel fronte non si svolsero grandi battaglie, ma le forze in campo furono ugualmente impegnate in una dura lotta, prima contro le difficili condizioni ambientali e poi contro il nemico. Dopo la brutta prova offerta sul fronte di Salla dai reparti della Nord, nell’estate del 1941, dove i soldati SS subirono una cocente sconfitta da parte di reparti sovietici ben trincerati sulle loro posizioni e meglio addestrati, la divisione fu rinforzata con nuovi elementi e soprattutto fu trasformata in una vera divisione da montagna, ricevendo equipaggiamento e armamento adeguato, potendo così contrastare efficacemente le offensive nemiche e mantenere le posizioni conquistate fino al 1944. Dopo la firma dell’armistizio tra Finlandia e Unione Sovietica, nell’estate del 1944, la divisione dovette abbandonare il territorio finlandese e riparare in Norvegia. Dopo essere stati trasferiti in Danimarca, i reparti SS presero parte all’operazione Nordwind, l’ultima offensiva tedesca sul fronte occidentale, battendosi valorosamente contro i reparti americani e guadagnandosi il rispetto dello stesso nemico. Seguirono i duri combattimenti difensivi sul fronte della Mosella, del Reno e sul territorio tedesco, fino alla resa nel maggio del 1945.

    Quick view
  • 0 out of 5

    An Illustrated History The 7th Waffen-SS Volunteer Gebirgs (Mountain) Division “Prinz Eugen”

    33.00

    La storia di una delle divisioni più conosciute della Waffen SS. Nata come formazione da montagna per essere impegnata esclusivamente sul fronte dei Balcani, come forza di sicurezza e nella lotta contro le forze partigiane, si batté sempre con valore e ferocia sul campo di battaglia, guidata da comandanti energici e coraggiosi, come Artur Phleps e Otto Kumm. Dopo le numerose operazioni antiguerriglia in Bosnia, Croazia, Montenegro e Serbia, sul finire della guerra fu impegnata contro i reparti regolari dell’esercito bulgaro e contro le forze dell’Armata Rossa, dovendo coprire la ritirata delle forze tedesche che ripiegavano dalla Grecia e dall’Albania, dimostrandosi sempre all’altezza della situazione. Fu una delle poche formazioni della Waffen SS ad essere impegnata in alcune azioni offensive nell’ultimo periodo della guerra, portate a termine con successo. Accusata di aver commesso numerosi crimini contro le popolazioni civili, i suoi membri conobbero una tragica fine, soprattutto quelli che finirono nelle mani dei partigiani comunisti. Solo pochi superstiti riuscirono infatti a raggiungere l’Austria e ad arrendersi agli alleati occidentali.

    Rilegato, 23,5 x 31 cm. pag. 160 riccamente illustrato con circa 350 immagini e una trentina di mappe b/n

    Testo in lingua inglese

    Disponibile anche in edizione italiana

    Stampato nel 2017 da Schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    An Illustrated History The 8th Waffen-SS Cavalry Division Florian Geyer

    45.00

    La storia di una delle divisioni più controverse della Waffen SS. Nata per diventare un reparto di élite in seno alla Waffen SS, conobbe invece una storia molto travagliata, che la videro impegnata fin dall’inizio della guerra principalmente nella lotta antipartigiana come forza di sicurezza nelle retrovie. Un impegno che i “cavalieri” SS svolsero con terribile efficacia, dimostrando tutta l’abilità dei reparti a cavallo nel tenere sotto controllo un territorio morfologicamente e militarmente difficile. Le operazioni di rastrellamento, in particolar modo nei balcani, misero a dura prova gli uomini della “Floryan Geyer”. Quando i reparti di cavalleria SS furono finalmente impegnati in prima linea, dimostrarono tutto il loro valore, battendosi sempre in modo eccellente e meritandosi numerose Croci di Cavaliere fino alla battaglia finale di Budapest. Disponibile anche in lingua italiana.

    Rilegato, 24 x 30 cm. pag. 160 riccamente illustrato con foto e cartine b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2017 da Schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    Andenken

    20.00

    Questo racconto non è la mera rievocazione reducistica di episodi bellici, ma è il diario intimo della rivisitazione di momenti di un giovane che, al momento di arruolarsi (giovanissimo legionario dell 29° Grenadier Divisione Waffen SS Italiane)), vide nel Nazionalsocialismo la continuazione dell’idealismo mistico fascista. E’ un diario spirituale, avvolto in una nobile tristezza per l’immeritata sconfitta vissuta con grande dolore e tormento, in cui la scarna descrizione degli avvenimenti è accompagnata da riflessioni, constatazioni e analisi filosofiche. Il testo è completato da parecchie fotografie, pientine, un glossario e da nazionalità, insegne, distintivi e gradi delle Waffen SS.

    Brossura 13,5 x 20,5 pag. 213 alcume illustrazioni

    Stampato nel 2012 da Novantico

    Quick view
  • 0 out of 5

    Appello ai giovani europei

    8.00

    Tanto più diventa insoportabile lo spettacolo offerto dal panorama politico contemporaneo, tanto più assumono dimensioni da giganti le figure di quei Capi e Condottieri che negli anni ’20 e ’30, rappresentarono l’ultimo tentativo di una possibile ricostruzione civile e spirituale nel cuore dell’Europa. Leon Degrelle è uno di questi uomini: questo appello che il testo ripropone, rappresenta una consegna, quella definitiva, del Condottiero del Fronte dell’Est e del Capo di Rex. Una sorta di testamento spirituale indirizzato a quella parte delle giovani generazioni europee non ancora sprofondate nel pantano esistenziale contemporaneo.

    Brossura, 13,5 x 21 cm. pag. 70

    Stampato nel 2006 da Il Cinabro

    Quick view
  • 0 out of 5

    Armor Battles of the Waffen-SS 1943-45

    25.00

    Le Waffen-SS sono state considerate l’élite delle forze armate tedesche nella Seconda Guerra Mondiale e sono state coinvolte in quasi tutti i combattimenti nei vari fronti. Dai combattimenti iniziali sul fronmte occidentale per la conquista di belgio, Olanda, Francia e Norveggia, alle sconfinate battaglie di carri a Kursk sul fronte russo nell’estate del 1943, ai tragici combattimenti in Normandia dopo il D-Day (dove lo strapotere aereo alleato, rese la vita molto difficile alle formazioni germaniche), fino all’ultima grande offensiva delle Ardenne. Questi uomini e i loro carri armati hanno fatto la storia, alcuni ufficiali carristi delle waffen-SS raggiunsero una notorietà riconosciuta anche dagli avversari, per quanto riguardava le tecniche e la capacità dimostrata in combattimento, fattori che permisero a molti carristi di annoverare tra le loro vittime decine e decine di mezzi corazzati e motorizzati alleati. Quella raccontata nei dettagli in questo volume, accompagnata da molte fotografie, alcune delle quali inedite, è la storia di uomini “particolari”, valorosi, al di sopra di ogni pregiudizio.

    Brossura, 15 x 23 cm. pag. 374 +16 pagine fuori testo con 37 foto b/n e 2 cartine

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2003 da Stackpole Books

    Quick view
  • 0 out of 5

    Attacco all’alba

    12.00

    Sommario: L’SS-Falschirmjager Bataillon 500; Impiego nei Balcani; L’Operazione Rosselsprung; Attacco all’alba; Nel nido delle vespe; Uniformi dei paracadutisti tedeschi; Distintivi e bibliografia essenziale; Tavole a colori.

    Brossura punto metallico 21 x 30 cm. pag. 66 interamente illustrate con foto b/n

    Stampato nel 2012 da Ritterkreuz

    Quick view
  • 0 out of 5

    Attacco all’alba – L’SS-Fallschirmjäger Bataillon 500 a Drvar maggio 1944

    19.00

    La storia della operazione Rösselsprung, lanciata nel maggio del 1944 dai tedeschi, per tentare di catturare o eliminare il capo partigiano comunista Tito, nella zona di Drvar nella Bosnia occidentale, impiegando forze che dovevano attaccare da terra, ma soprattutto reparti paracadutisti per tentare di colpire di sorpresa le difese nemiche. In particolare viene analizzata la storia dell’impiego del Battaglione paracadutisti SS, che per la prima volta fu impegnato in una vera e propria operazione, quasi al completo, lamentando gravi perdite ma comunque distinguendosi positivamente sul campo di battaglia contro le agguerrite bande partigiane comuniste. L’azione non ebbe successo e Tito riuscì comunque a mettersi in salvo, fu comunque inferto un duro colpo ai ribelli jugoslavi che lamentarono la perdita di almeno seimila uomini, oltre alla perdita di ingenti quantitativi di armi, materiali e munizioni. Un’operazione su larga scala che vide l’impegno di forze speciali e di altri reparti SS. La narrazione dell’operazione è arricchita da numerose testimonianze di fonte tedesca e jugoslava e da centinaia di foto.

    Brossura, 17,5 x 25,5 cm. pag. 80

    Stampato nel 2018 da Soldiershop

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bandenkampf Lotta alle bande – La 1.SS.Infanterie-Brigade sul fronte dell’Est 1941-1943

    23.00

    La storia della prima brigata SS, un reparto sicuramente poco conosciuto e soprattutto poco trattato dalla storiografia ufficiale, pur essendo una formazione che si guadagnò sul campo, almeno nella fase finale della sua storia militare, una buona reputazione, come dimostrato dalle numerose decorazioni concesse ai suoi membri, tra Croci di Cavaliere e Croci Tedesche in Oro. Impiegati inizialmente nelle retrovie del fronte dell’Est, i reparti della Brigata SS furono coinvolti principalmente contro le bande partigiane, nella cosiddetta “sporca guerra”, una lotta senza quartiere e senza esclusione di colpi, che chiamò in causa forze di sicurezza, milizie locali, gli “Einsatzgruppen”, ma anche vari reparti della Waffen SS, e che fu caratterizzata da una guerra crudele, portata avanti dall’una e dall’altra parte.

    Brossura, 17,5 x 25,5 cm. pag. 116 con numerose foto e cartine b/n

    Stampato nel 2018 da Soldiershop

    Quick view
  • 0 out of 5

    Belgians in the Waffen-SS

    45.00

    Negli anni tra il 1940 e il 1945 approssimativamente 12,500 Belgi servirono nelle Waffen-SS, un numero pari alla forza di una intera divisione di Fanteria. A causa di problemi politici e sociali e obiettivi differenti dei volontari questi uomini non furono riuniti in un’unica unità, ma suddivisi in differenti formazioni. Questo libro descrive le principali unità delle Waffen-SS in cui i Belgi vennero concentrati, dove vennero utilizzate e le battaglie a cui presero parte. Spiega anche le ragioni per cui quegli uomini servirono in tre differenti divisioni Waffen-SS. Il volume è completamente illustrato con fotografie originali e cartine a colori e in bianco e nero.

    Cartonato 16 x 23,5 cm. pag. 128 con diverse illustrazioni b/n e colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2012 da Schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    Berlin – La vie ou la mort

    25.00

    Prima traduzione in lingua francese di questo romanzo, pubblicato in Portogallo per la prima volta nel 1947, che racconta gli ultimi combattimenti a Berlino da parte dei rimanenti volontari della Divisione “Azul”, i volontari spagnoli che si erano arruolati nella 250a Divisione di fanteria, in seno alla Wehrmacht, per combattere il bolscevismo sul fronte orientale.

    Brossura, 14 x 21 cm. pag. 202

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2005 da Veronika Editions

    Quick view
  • 0 out of 5

    Berlin 1945

    24.00

    Con la guida del compianto Henri Mounine (miglior specialista della storia francese ed europea relativamente ai volontari Waffen SS sotto uniforme tedesca) nel scrivere la sceneggiatura, Marc de Witte, giovane designer belga di 24 anni, ci dà la prima vignetta raffigurante l’ultima disperata lotta dei superstiti della 33 Divisione “Charlemagne” che, assieme ad altri reparti “stranieri” e tedeschi, nell’aprile-maggio del 1945, difese sino all’ultimo, la capitale del Reich assediata dai sovietici. Un lavoro notevole, sia in termini di grafica che di testo.

    Rilegato, 21,5 x 30,5 cm. pag. 48 completamente illustrato a colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2006 da L’ Homme Libre

    Quick view
  • 0 out of 5

    Berlin 1945

    24.00

    Con la guida del compianto Henri Mounine (miglior specialista della storia francese ed europea relativamente ai volontari Waffen SS sotto uniforme tedesca) nel scrivere la sceneggiatura, Marc de Witte, giovane designer belga di 24 anni, ci dà la prima vignetta raffigurante l’ultima disperata lotta dei superstiti della 33 Divisione “Charlemagne” che, assieme ad altri reparti “stranieri” e tedeschi, nell’aprile-maggio del 1945, difese sino all’ultimo, la capitale del Reich assediata dai sovietici. Un lavoro notevole, sia in termini di grafica che di testo.

    Rilegato, 21,5 x 30,5 cm. pag. 48 completamente illustrato con disegni a colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2017 da Edition de l’Homme Libre

    Quick view
  • 0 out of 5

    Berlin a vida o muerte – Volontari spagnoli nel Terzo Reich

    19.00

    Comandato dal Generale Munoz Grande, il corpo di spedizione spagnolo formato da migliaia di volontari, la Divisione “Azul”, partì per il fronte orientale nell’agosto del 1941 inquadrato nella Wehrmacht tedesca, dopo aver prestato giuramento ad Adolf Hitler. Dopo il contributo offerto ala campagna di Russia che in due anni costò alla Divisione quasi 4.000 effettivi tra caduti e feriti, i volontari spagnori combatterono ancora in difesa della vecchia “Europa, prima in Normandia e poi a Berlino. Miguel Ezquerra, già capitano dell'”Azul”, racconta l’ultima epica battaglia sostenuta dai suoi uomini nella capitale del Reich assediata dai bolscevicchi. L’unità riuscì ad contare alcune centinaia di combattenti inquadrati in due compagnie delle waffen-SS e, prese il nome del suo comandante. Il testo è arricchito dal lungo saggio di Carlos Caballero “Il battaglione fantasma. Spagnoli nella Wehrmacht e nelle Waffen SS (1944-45)”.

    Brossura, 15 x 23 cm. pag. 240 + 16 pagine fuori testo con 29 foto b/n

    Stampato nel 2004 da Ritter Edizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    Berlin Derniers Temoignages

    28.00

    L’editore ha avuto la possibilità di recuperare il dattiloscritto inedito dell’ultimo comandante delle SS francesi che hanno combattuto a Berlino durante la battaglia finale contro le truppe dell’Armata Rossa. Henri Fenet ha riunito alcune delle testimonianze che compongono questo libro, il resto è tratto da libri, e inediti, provenienti dagli archivi per lo più francesi, e tedeschi. Riguardo le Waffen SS, l’unica grande unità, anche se sottodimensionata, che partecipò alla difesa della capitale del Reich, dopo una ritirata attraverso la Pomerania e il fiume Oder, era la Divisione “Nordland”. Il suo comandante, l’SS-Brigadeführer Ziegler, fu poi sostituito dall’SS-Brigadeführer Krukenberg, ex ispettore generale della Divisione “Charlemagne”, anchessa arrivata a Berlino, ormai con un’organico ridotto a 300 uomini.

    Rilegato, 14,5 x 21,8 cm. pag. 352 con circa 100 foto e illustrazioni

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2015 da L’ Homme Libre

    Quick view
  • 0 out of 5

    Blood and Honor – The History of the 12th Ss Panzer Division Hitler Youth 1943-1945

    65.00

    La 12. SS-Panzerdivision “Hitlerjugend” venne formata all’inizio del 1943 in seguito al disastro di Stalingrado e propagandata come simbolo dell’estremo sacrificio per il Fuhrer e la patria. Molti di quei giovani erano nati nel 1926 e avevano appena diciotto anni al loro battesimo di fuoco in Normandia nel giugno del 1944. L’Autore di questa bella opera traccia la loro storia basandosi principalmente su fonti di primaria importanza come materiali d’archivio, diari originali, storie ufficiali e interviste e testimonianze di veterani. Il volume è completato da fotografie originali in b/n, mappe e ordini di battaglia.

    Rilegato con sovracopertina 18,5 x 26 molte fotografie b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2012 da Schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    Blood, steel and myth

    75.00

    Basato principalmente sui rapporti di combattimento e di spionaggio dell’Esercito e della Waffen-SS dal settore del Kursk e sulle testimonianze dei veterani, il libro traccia la cronaca nel dettaglio dei progressi giornalieri dell’Operazione Zitadel. Con meticolosa attenzione al dettaglio l’autore illustra le circostanze poco favorevoli e le decisioni sbagliate del comando che portò alla disfatta la maggiore offensiva tedesca in Russia. L’opera, completamente illustrata con centinaia di fotografie, molte delle quali assolutamente inedite ed estremamente avvincenti, e numerose mappe, offre una forte visuale d’insieme dell’offensiva del Kursk sul fronte sud, al seguito del II. SS-Panzerkorps sulla strada per Prochorowka.

    Cartonato con sovracopertina 22 x 28,5 cm. pag. 486 con 312 foto b/n e 15 mappe

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2011 da RZM

    Quick view
  • 0 out of 5

    Brandenburgers – The Third Reich’s Special Forces

    24.00

    Quest’opera, che fa parte di una serie di monografie militari completamente illustrate dedicate, come dice il nome, agli uomini di punta, alle avanguardie, cioè alle unità di élite in grado di operare in totale indipendenza sui diversi fronti di battaglia, si occupa in particolare della Divisione Branderburgers. Ogni volume esamina di ciascuna unità: l’origine e la storia, l’organizzazione e gli ordini di battaglia, la storia dei combattimenti nei vari teatri di battaglia, le insegne e i marchi, i personaggi più importanti con le biografie dei comandanti e delle personalità. Ogni volume termina con una valutazione degli effettivi dell’unità – vista dai diversi punti di vista: da proprio, da quello del campo avversario e della storia – ed è completato da: una bibliografia critica, un elenco dei musei e delle collezioni pertinenti, un elenco dei siti web e dei gruppi di reenactor.

    Brossura, 18,5 x 25 cm. pag. 96 interamente illustrate con circa 81 foto b/n, 24 cartine b/n e alcune illustrazioni a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2003 da Ian Allan

    Quick view
  • 0 out of 5

    Breiz Atao – Lainé il nazionalismo Bretone e la collaborazione

    25.00

    Con un puntiglioso lavoro storiografico l’Autore ricostruisce in questo libro uno spaccato di lotta identitaria, la storia di una rivolta politica contro il mondo moderno. Quella di una delle tante “piccole patrie” che costituiscono ancora oggi la spina dorsale della barcollante identità europea: la Bretagna. Attorno alla figura straordinaria di Célestin Lainé, il capo del separatismo bretone che tra i primi in Europa alzò la bandiera delle piccole nazioni irredente, si animarono le coscienze militanti, si risvegliò il mito etnicista, risorse l’orgoglio celtico, si combatté, insomma, e a lungo si soffrì, per la libertà del popolo bretone contro i poteri giacobini del centralismo democratico e cosmopolita. Dopo il crollo francese del 1940, le SS di Himmler – la Ahnenerbe, un ricco ambiente di intellettuali, funzionari e studiosi tedeschi – favorirono l’irredentismo bretone e ne incoraggiarono la collaborazione con la Germania nazionalsocialista. Si creò un clima politico che fece della Bretagna dell’epoca un vero laboratorio di europeismo. Si incontrano così personaggi straordinari, seppure poco conosciuti dal grande pubblico, come Olivier Mordrelle, François Debauvais e Maurice Marchal, portatori di un’ideologia anti-vichysta di socialismo nazionale bretone. Accanto a questi le figure degli europeisti attivi nel Terzo Reich come Werner Daitz, Heinrich Hunke, Otto Olendorf o Alexander Dolezalek, propugnatori di un sensazionale progetto di comunità europea nazionale e popolare, culminato nell’Europa-Charta, steso dalle SS nel 1943.

    Brossura, 15 x 21 cm. pag. 241 con circa 87 tra foto b/n, immagini e riproduzioni di documenti

    Stampato nel 2013 da Ritter

    Quick view
  • 0 out of 5

    Brigade Frankreich – La Waffen SS francese

    30.00

    Proposta dalla NovAntico Editrice nella versione in lingua italiana sinora inedita, è qui contenuta la prima parte della trilogia dedicata da Jean Mabire ai volontari francesi che si trovarono a lottare a fianco della Germania. La loro storia è narrata partendo dalla doloro sa constatazione di trovarsi, dopo la cocente sconfitta del proprio Paese, a condividere le stesse ragioni del nemico di ieri, chiamati ad affrontare una lotta comune per la libertà del Continente, al di sopra delle esiziali distinzio ni che avevano visto i loro popoli contrappo sti in armi. Confluiti nella Waffen SS e cresciuti di numero, essi formarono la Divisione Charlemagne dove giovanissimi e uomini maturi furono impe gnati duramente, distinguendosi nella difesa dell’Europa sul Fronte Orientale. Destino volle che nel maggio del 1945, tra gli ultimi difensori di Berlino, estremo baluardo altamente simbolico per quei combattenti, si annoverassero i loro superstiti manipoli, a testimoniare un cameratismo ed una fedeltà ai princìpi che li avevano accompagnati e sorretti fino all’ultimo confronto

    Brossura, 15 x 22 cm. pag. 416

    Stampato nel 2019 da Novantico

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cacciatori di uomini – L’SS-Sonderkommando Dirlewanger. La più spietata unità antipartigiana di Hitler

    29.00

    I documentati capitoli del libro (corredato da ben 270 illustrazioni e cartine) si occupano della 36.Waffen Grenadier Division der SS ed approfondiscono inoltre la carriera militare del comandante Oskar Dirlewanger nel periodo della Prima Guerra Mondiale – dalla guerra di trincea sul fronte Occidentale nel 1914-1917 all’occupazione dell’Ucraina del 1918 – e durante la repressione delle rivolte comuniste e anarchiche in Germania nel 1918-1921, pubblicando inoltre stralci di interviste di veterani del Sonderkommando, essenziali per comprendere la capacità di comando di Dirlewanger sui suoi spietati “cacciatori di uomini”. Il Sonderkommando “Dirlewanger”, passato alla storia per le sue efferatezze e per la personalità del suo comandante, l’SS-Oberführer Dr. Oskar Dirlewanger, venne costituito nel 1940 come un Battaglione composto di bracconieri coscritti. I primi incarichi del Sonderkommando furono in Polonia fino al 1942, e successivamente Dirlewanger e i suoi furono impegnati per due anni in azioni antipartigiane nel difficile territorio della Russia centrale. Quindi il Sonderkommando partecipò alla sanguinosa repressione della rivolta di Varsavia nell’agosto-ottobre 1944, e infine venne chiamato in Slovacchia a sedare un’altra insurrezione. Portato a livello divisionale ai primi del 1945, con l’approssimarsi della fine della guerra ciò che restava dell’unità fu impegnato nella difesa di Berlino durante l’avanzata finale sovietica del marzo-aprile 1945, finendo annientata nella sacca di Halbe.

    Brossura, 15 x 23 cm. pag. 404 illustrato con foto b/n

    Stampato nel 2018 da Associazione Italia

    DISPONIBILE TRA QUALCHE GIORNO

    Quick view
  • 0 out of 5

    Camouflage Profile Guide – Waffen SS Colors

    23.00

    Attraverso 180 profili a colori, il libro esamina la colorazione e il camouflage dei mezzi corazzati, autobllindo, automobili, camion, ecc., in dotazione alle unità delle Waffen SS durante la seconda Guerra Mondiale. Un libro di sicuro interesse per i modellisti ed appassionati di mezzi corazzati e delle waffen-SS in particolare. I disegni sono di ottima qualità e ne vengono proposti 2 o 3 per pagina, coadiuvati da didascalie essenziali. Le divisioni vengono esaminate singolarmente, analizzando le diverse tipologie di mezzi in dotazione.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 80 completamente illustrato con circa 180 profili a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2013 da Ammo of Mig Jimenez

    Quick view
  • 0 out of 5

    Casemate illustrated – The 2nd SS Panzer Division Das Reich

    27.00

    Nuova collana della Casemate Publishing, dedicate agli uomini, alle battaglie e alle armi che, più di altre, hanno caratterizzato la Seconda Guerra Mondiale. Ogni monografia è composta da circa 128 pagine, riccamente illustrate con circa 160 foto d’epoca in b/n e tavole a colori. Questa monografia, in particolare, analizza la storia e il ruolo militare della 2a divisione Panzer delle SS “Das Reich”. Vengono evidenziate tutte le battaglie a cui partecipò la poderosa divisione corazzata, dalla Polonia alla Francia, dall’operazione “Barbarossa” alla battaglia di Kursk sul fronte orientale, dalla Normandia alle Ardenne e, all’Ungheria.

    Brossura, 18 x 25,3 cm. pag. 128 riccamente illustrato con foto b/n e profili a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2017 da Casemate

    Quick view
  • 0 out of 5

    Casemate illustrated – The Waffen SS in Normandy – June 1944 the Caen Sector

    27.00

    Nuova collana della Casemate Publishing, dedicate agli uomini, alle battaglie e alle armi che, più di altre, hanno caratterizzato la Seconda Guerra Mondiale. Ogni monografia è composta da circa 128 pagine, riccamente illustrate con circa 160 foto d’epoca in b/n e tavole a colori. Questa monografia, in particolare, analizza la storia e il ruolo militare delle Waffen-SS durante la battaglia di Normandia nel giugno 1944 nel settore di Caen.

    Brossura, 17,8 x 25,4 cm. pag. 128 illustrato con circa 150 tra foto b/n e profili colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Casemate

    Quick view
  • 0 out of 5

    Casemate Illustrated – The Waffen-SS in Normandy. July 1944 Operations Goodwood and Cobra

    27.00

    Nuova collana della Casemate Publishing, dedicate agli uomini, alle battaglie e alle armi che, più di altre, hanno caratterizzato la Seconda Guerra Mondiale. Ogni monografia è composta da circa 128 pagine, riccamente illustrate con circa 160 foto d’epoca in b/n e tavole a colori. Questa monografia, in particolare, analizza la storia e il ruolo militare delle Waffen-SS nel luglio 1944 durante le operazioni “Goodwood” e “Cobra”.

    Brossura, 18 x 25 cm. pag. 128riccamente illustrato con foto b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Casemate

    Quick view
  • 0 out of 5

    Casemate Illustrated – The Waffen-SS in Normandy. June 1944. The Caen Sector

    27.00

    Nuova collana della Casemate Publishing, dedicate agli uomini, alle battaglie e alle armi che, più di altre, hanno caratterizzato la Seconda Guerra Mondiale. Ogni monografia è composta da circa 128 pagine, riccamente illustrate con circa 160 foto d’epoca in b/n e tavole a colori. Questa monografia, in particolare, analizza l’operato delle waffen-SS durante la battaglia di Normandia nel giugno 1944, specificatamente nel settore di Caen.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 128 riccamente illustrato con foto b/n e profili di mezzi a colori

    testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Casemate

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cavalry Divisions of the Waffen SS

    42.00

    Questo volume, parte di una collana dedicata soprattutto alle varie unità delle Waffen-SS, racconta in modo sintetico ma esaustivo la storia e i combattimenti delle tre divisioni di cavalleria delle Waffen-SS nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Si tratta della 8° SS-Cavalry Division “Florian Geyer”, derivata dalla SS-Cavalry Brigade guidata da Herman Fegelein; della 22ª SS-Freiwilligen Cavalry Division “Maria Teresia”, formata da volontari di etnia tedesca provenienti dall’Ungheria; e della 37ª SS-Freiwilligen Cavalry Division “Lutzow”, formata da volontari tedeschi e ungheresi. La formazione e la storia dei combattimenti di ciascuna unità vengono presentati in un dettagliato testo accompagnato da molte cartine, diverse rarissime fotografie e la riproduzione di moltissimi documenti.

    Cartonato, 16 x 23,5 cm. pag. 168 illustrato con oltre 150 foto e cartine b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2010 da Schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    Ccombattants Du Front – Legion des Volontaires Norvegiens de la Waffen SS 1941-1943

    23.00

    Traduzione in lingua francese di un libro pubblicato in Norvegia nel 1943 con il titolo di “Legionsminner-Trekk Av Den Norske Legions Historie”, realizzato dall’SS-PK E. Christiansen, per le edizioni Wikind di Oslo. La presente edizione francese è arrichita da circa 200 fotografie che molstrano alcuni delle migliaia di norveggesi che aderirono, nell’ambito delle Waffen-SS, a quella crociata anti-bolscevicca europea contro l’Unione Sovietica. Peraltro, molti di loro non attesero l’entrata in guerra della Germania per iniziare le ostilità contro il comunismo, partecipando infatti alle ostilità durante la guerra russo-finlandese. Ottimo anche l’impianto iconografico.

    Brossura, 14 x 21 cm. pag. 212 illustrato con foto b/n

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2015 da ‘Homme Libre

    Quick view
  • 0 out of 5

    Chronique de la SS-Pz-AA10 – Formation – Buczacz – Normandie – Arnhem – Pomeranie – Halbe

    55.00

    Quest’opera eccezionale, frutto di una collaborazione con una ventina di veterani, entra veramente nel dettaglio della storia di una piccola unità, il gruppo di ricognizione della divisione delle waffen-SS “Frundsberg”, dalla formazione in Francia a tutte le battaglie nel settore di Tarnopol e della Normandia, con lo stato dettagliato degli effettivi. Inoltre il volume presenta la biografia di tutti gli ufficiali che combatterono tra le fila di questa unità con una particolare attenzione per i decorati di Ritterkreuz. Il volume, completato da una lista dei caduti e dei decorati, è accompagnato da numerosissime fotografie, molte delle quali propongono immagini dei veicoli da ricognizione Spahwagen assolutamente inedite, e da molte riproduzioni di documenti originali.

    Rilegato, 20,5 x 29,5 cm. pag. 304 riccamente illustrato con circa 363 foto b/n, 35 foto a colori e 20 mappe

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2007 da Heimdal

    Quick view
  • 0 out of 5

    Combat History of the 17. SS-Panzer-Grenadier-Division Gotz Von Berlichingen Vol. 1

    95.00

    Primo di una serie di tre volumi che descriveranno, in dettaglio, la storia della 17. SS Panzer-Grenadier-Division “Gotz von Berlichingen”, dalla sua costituzione alle fasi di combattimento fino al termiine del conflitto. La divisione venne costituita, su ordine diretto di Hitler, nell’ottobre del 1943 in Francia, dove si addestrò per entrare in combattimento all’inizio del giugno 1944. Questa grande unità delle Waffen-SS fu impiegata in combattimento esclusivamente sul fronte occidentale. Combattè contro le unità alleate in Normandia, a Carentan, nel Coutances Pocket, nell’Operazione “Luttich” e a Falaise, per poi ritirarsi verso fiumi Senna e Mosa. Venne riorganizzata in Lorena e nella Saar per ulteriori impegni contro le forze americane e alleate. Questa storia molto dettagliata, si propone su tre livelli: l’autore fornisce un resoconto continuo della situazione generale sul Fronte nord-occidentale, rapporti giornalieri e orali sulle azioni delle unità della divisione, riportando molti resoconti personali dei suoi soldati. Le numerose mappe e appendici forniscono un quadro dettagliato relativo all’impiego della divisione, delle sue sottounità e delle decisioni prese dal comando superiore.

    Rilegato, 16 x 23,5 cm. pag. 588 illustrato con circa 80 foto, 34 mappe e 27 appendici

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2017 da Fedorowicz

    Quick view
  • 0 out of 5

    Commando nel Caucaso – L’unità speciale Bergmann volontari caucasici nell’esercito tedesco 1941-45

    28.00

    Il presente lavoro di Caballero Jurado, è improntato non solo sulla sintesi cronologica degli eventi, ma è anche supportato da una molteplicità di informazioni storiche, geografiche e religiose che, arrichiscono e impreziosiscono la natura del testo. Lo studio, consacrato al fenomeno dei volontari europei della Seconda guerra Mondiale, riempie il vuoto cognitivo sull’unità speciale “Bergmann” e i Battaglioni formati da Armeni, Georgiani, Azzeri e altre etnie locali che combattareno nella campagna del Caucaso inquadrati nell’Esercito tedesco. L’arruolamento su base volontaria, spesso ingiustamente stigmatizzato come fanatismo, fu soprattutto per molti islamici arruolatisi, il corollario della resistenza al colonialismo, la lotta senza quartiere contro il comunismo ateo. Una storia narrata dalle origini dell’unità fino al tragico 1945, che ne segna l’epilogo cruento. I sogni di libertà dei rispettivi popoli dalla dominazione sovietica videro il definitivo tramonto con la capitolazione dell’esercito tedesco, e da quel momento incominciò la mattanza da parte dei vincitori.

    Brossura, 21 x 29,5 cm. pag. 136 con 17 foto b/n e 13 cartine

    Stampato nel 2009 da Novantico

    Quick view
  • 0 out of 5

    Comrades to the End – The 4th SS Panzer-Grenadier Regiment “Der Führer” 1938-1945. The History of a German-Austrian Fighting Unit

    50.00

    Scritto dal titolare della Croce di Cavaliere con Spade e ultimo comandante del reggimento, otto Weidinger, con la collaborazione di quattro alti comandanti pluridecorati, questo libro racconta la storia completa del reggimento “Der Fuhrer” delle waffen-SS, dalla sua formazione, principalmente attingendo a reclute austriache, passando per le Campagne occidentali fino alla tragica campagna di Russia in cui il reggimento venne quasi totalmente annientato. Questo studio dettagliato, per la prima volta disponibile in lingua inglese, ed è accompagnato da più di venti mappe originali oltre alle numerose fotografie.

    Cartonato con sovracopertina 15,5 x 23,5 cm. pag. 464 + 32 pagine fuori testo con 49 foto b/n e circa 30 mappe

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 1998 da Schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cosacchi contro partigiani – Friuli occidentale 1944-1945

    16.00

    Furono decine di migliaia i cosacchi che giunsero nel Friuli occidentale e in Carnia tra il luglio del 1944 e l’aprile del 1945. Colà “posizionati” dalle autorità tedesche in cambio di un’azione di repressione antipartigiana (anche perchè le loro terre natie erano state occupate dalla controffensiva sovietica), vi installarono presidi misti, sul modello dei loro villaggi, le cosiddette stanitse, portando in Italia, usi e tradizioni dalle lontane terre russe. Fino alla fine della guerra quando, ritiratisi in Austria e arresisi ai britannici, in esecuzione alle decisioni prese da Roosevelt, Churchill e Stalin a Yalta, furono consegnati ai sovietici e deportati nei campi di concentramento in Siberia. Un saggio storico che, attraverso documenti inediti e fotografie d’epoca, indaga sui fatti e sulle vicende che sono alla base del collaborazionismo russo, sorto a Est nel periodo 1941-1942, che raggiunse la consistenza di un vero esercito utilizzato dai tedeschi in varie zone d’operazione dell’Europa occupata.

    Brossura, 14 x 21 cm. pag. 158 + 16 pagine fuori testo con foto b/n

    Stampato nel 2016 da Mursia

    Quick view
  • 0 out of 5

    Croci di betulla – Volontari fiamminghi nelle Waffen SS

    22.00

    Migliaia di volontari fiamminghi combatterono a fianco delle forze armate tedesche nel corso della Seconda Guerra mondiale; considerando la popolazione totale e il numero di volontari arruolati, in nessun’altra parte dell’Europa occidentale si ebbe una percentuale così alta di volontari come nelle Fiandre. Questa è la storia che ripercorre questo libro. Compito, questo, facilitato dall’impegno degli stessi ex-combattenti, che, a suo tempo, si erano radunati intorno ad una società di mutuo soccorso, la “Sint – Maatersfonds”, creando una magnifica rivista che viene ancora pubblicata (“Berkenkruis”) e oggi dispongono di una loro casa editrice. Il nome della loro rivista” Berkenkruis” evoca le austere croci di legno di betulla sotto le quali giacciono sepolti i numerosi fiamminghi caduti per le Fiandre e per l’Europa sul fronte orientale.

    Brossura, 19 x 21 pag. 148 con circa 24 illustrazioni b/n, 8 cartine e 23 illustrazioni a colori a colori

    Stampato nel 2013 da Novantico

    Quick view
X