Armures du Japon

Giappone Tradizionale

Visualizzazione di 1-48 di 97 risultati

  • 0 out of 5

    Armures du Japon

    65.00

    La collezione Stibbert è rappresentativa dello stile delle collezioni della sua epoca, costituite con un criterio estetico piuttosto che storico, ma è comunque eccezionale per grandezza e qualità. Questo volume presenta, splendidamente fotografati, cento pezzi selezionati in questa collezione, armature giapponesi di diverse scuole quali Kawari-Kabuto, Haruta, Unkai, Saika, Iwai, Myochin. Nella descrizione l’autore si concentra sugli aspetti tecnici, culturali e storici, cercando di non esagerare con le descrizioni in linguaggio criptico degli adepti. Il testo è accompagnato da un succinto glossario per i termini specifici indispensabili e una bella bibliografia.

    Rilegato 20,50 x 30,50 cm. pag. 144 con 100 foto a colori

    Testo bilingua francese/inglese

    Stampato nel 2006 da ToriiLinks Editions

    Quick view
  • 0 out of 5

    Armures du Japon

    89.00

    La collezione de la Fondation Kozu de Kyoto

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bushido

    16.00

    Opera aurea ed essenziale scritta nel 1899, “Bushido” resta tuttora la fonte principale per comprendere l’universo eroico che fu il Giappone dei Samurai. Bushido è la morale eroica degli antichi guerrieri, trasmessa da generazione a generazione ed arrivata intatta fino a noi. Il testo di Nitobe è integrato da un ampio saggio introduttivo.

    Brossura, pag. 268 con 15 foto b/n e tavolo ideogrammi

    Stampato nel 1991 da Ar

    Quick view
  • 0 out of 5

    Bushido per principianti – Bushido Shoshinshu

    12.50

    Bushido per principianti è uno specchio piuttosto fedele di numerose caratteristiche della moderna civiltà giapponese, e rappresenta una tradizione fondamentale di prestigio e potere. In questo testo responsabilità e relazioni familiari, doveri pubblici, educazione, finanza, etica e molteplici altri aspetti della vita vengono affrontati dal punto di vista dello spirito marziale della cavalleria giapponese. Anche le forme di incompetenza e corruzione politica e professionale che il Giappone oggi si ritrova ad affrontare sono descritte con precisione sconcertante in questo libro vecchio di tre secoli, tanto profonde sono le radici dei modelli feudali e militari del Giappone antico. Questo manuale rappresenta quindi una risorsa essenziale per tutti coloro che vogliono avere una comprensione realistica del Giappone e dei giapponesi di oggi.

    Brossura, 13,5 x 21,5 cm. pag. 109 illustrato

    Stampato nel 2013 da Edizioni Mediterranee

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cannoni e ciliegi in fiore – Il Giappone moderno

    22.00

    Pubblicato per la prima volta nel 1941, Cannoni e ciliegi in fiore è un reportage di viaggio dalla duplice anima: alla descrizione estremamente dettagliata del Giappone un osservatore minuzioso, Mario Appelius, accompagna un’analisi lucida e puntuale del cara ere, della religione e degli aspetti sociali di un paese che era ancora assai poco conosciuto da un Occidente che pure ne era già incuriosito e attratto. Aspetti che, tra l’altro, solo più tardi verranno confermati da altri viaggiatori e reporter, privando però la il loro ritratto della liricità e dell’enfasi che rendono questo testo unico nel suo genere. Per la prima volta dal Dopoguerra viene riproposto proprio nel momento in cui il legame ideale tra Italia e Giappone può essere considerato più forte che mai.

    Brossura, 14,5 x 21 cm. pag. 400 illustrato con circa 17 fot b/n

    Stampato nel 2017 da Idrovolante Edizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    Casques, masques et armures des Seigneurs de l’ancienne Japon

    75.00

    Jean Christophe Charbonnier

    Rilegato 20,50 x 29,50 cm. pag. 208 con 20 foto b/n e 97 a colori
    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2003 da ToriiLinks Editions

    Quick view
  • 0 out of 5

    Confessioni di una maschera

    7.50

    Un’opera dolce, crudele, struggente.Chi ama Mishima non può che amare questo libro dove l’autore ripercorrela sua infanzia e la sua adolescenza, fino ai primi anni di una etàadulta segnata dall’impossibilità di realizzarsi in una rassicurantenormalità.Da una parte un’omosessualità costantemente negata, dall’altraun’intera nazione, quella giapponese, segnata da improvvisi e tragicicambiamenti, relegano il protagonista in un territorio sempre incerto,dove fragili alibi lasciano il passo a dolorose prese di consapevolezzain un crescendo intenso e doloroso.Romanzo forte ed equilibrato. Uno stile inconfondibile.

    Brossura pag. 224

    Stampato nel 2002 da Feltrinelli

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dei del Giappone tradizionale – Strutture ideologiche indoeuropee nei miti dello Shinto

    22.00

    In questa originale opera il concetto di ideologia tripartita, postulata da Georges Dumézil, viene applicato ai miti dell’Asia Orientale, basandosi principalmente sulle ricerche svolte dal professor Yoshida Atsuhik, che iniziò i suoi studi in Francia proprio sotto la guida di Dumézil. Avvalendosi del metodo comparativo, viene portato alla luce l’inequivocabile carattere trifunzionale delle tradizioni mitiche dello shinto giapponese primitivo e di altri popoli altaici. Si disveleranno così corrispondenze sorprendentemente numerose e puntuali, testimonianza di profonde influenze del mondo indoeuropeo sull’Asia orientale risalenti a ben prima dell’introduzione del buddhismo, che gettano una nuova luce sui rapporti intercorrenti in epoche remote tra i vari popoli dell’Eurasia.

    Brossura 17 x 24 cm. pag. 294

    Stampato nel 2012 da Il Cerchio

    Quick view
  • 0 out of 5

    Doromizu – Acqua torbida

    20.00

    Venticinquenne squattrinato con la passione per il cinema, Alex Merisi vive a Tokyo da due anni con un visto di studio. Lavoretti saltuari come fotografo a cameraman gli permettono di sbarcare il lunario, ma non colmano certo il vuoto che ha spinto un ragazzo italiano cresciuto in Inghilterra e rimasto presto orfano di madre a cercare nella terra del Sol Levante l’opportunità di costruirsi un futuro. Poi, all’improvviso, Alex riesce a mettere le mani su una grossa somma di denaro, che potrebbe cambiargli la vita. L’inaspettata ricchezza coincide con la sua prima occasione di fare l’aiuto regista in produzioni cinematografiche giapponesi, naturalmente partendo dal gradino più basso, quello dei film a luci rosse. Comincia così il viaggio iniziatico di Alex nel ventre di una Tokyo d’inizio millennio tenebrosa e tentacolare, che in breve tempo lo inghiottirà, trascinandolo nel gorgo dell'”acqua torbida”, della pornografia. Un universo popolato da personaggi tanto demoniaci quanto, a tratti, infantili e giocosi: tatuatori che sono anche maestri di vita, esponenti della yakuza. E da donne immortalate spesso in situazioni estreme, figure femminili che incarnano, con le loro stridenti contraddizioni, le diverse anime di una civiltà dove il contrasto fra luce e ombra risulta talvolta accecante: ed ecco emergere quindi la malinconica arrendevolezza di Aya, il doloroso coraggio di Megumi, la granitica saggezza di Tomomi.

    Brossura, 15 x 21 cm. pag. 364

    Stampato nel 2016 da Mondadori

    Quick view
  • 0 out of 5

    Draghi e peonie

    14.45

    Questo primo bollettino del Museo Stibbert, che, noto soprattutto per le armi, conserva anche un patrimonio di oggetti d’arte dalle tipologie più diversi, rappresenta il catalogo che accompagnerà l’omonima mostra che presenta una selezione di oggetti della collezione giapponese del Museo. Questa collezione è ricca di tante testimonianze della cultura giapponese e l’attuale mostra comprende armi – i draghi, l’aspetto feroce – e oggetti in lacca, bronzetti, tessuti, kimono e ceramiche – peonie, l’aspetto sublime. I due aspetti si trovano in tutte le tipologie degli oggetti esposti: la bellezza di una decorazione viene curata sugli elmi da guerra come su tazze delicate.

    Brossura 21 x 28 cm. pag. 88 interamente illustrate con foto a colori

    Testo in lingua italiana e inglese

    Stampato nel 1999 da Polistampa

    Quick view
  • 0 out of 5

    Ero un kamikaze- I cavalieri del vento divino

    16.00

    Ryuji Nagatsuka è stato uno dei pochi piloti kamikaze scampati alla morte. Per uno scherzo del destino. Il maltempo che ritarda la missione decisiva, poi il ferimento grave durante un combattimento aereo, e infine la resa dell’Imperatore ascoltata alla radio durante la convalescenza fanno si che la morte lo accarezzi soltanto, senza mai portarlo via con sé. In questo libro lascia il lungo racconto della sua vita da kamikaze. Tra il ’42 e il ’45, nonostante i combattimenti in corso, i successi e gli insuccessi alterni, i giapponesi cominciano a realizzare l’idea fino ad allora impensabile: l’impossibilità della vittoria finale, il vuoto profondo e buio della perdita, della sconfitta nonostante tutto. Una consapevolezza a vari livelli, dalle alte gerarchie all’Imperatore, e via via fino all’ultimo comandante, capitano, tenente, sergente, soldato, marinaio, meccanico, aviatore, istruttore. La strategia kamikaze si innesta precisamente qui: nell’intuizione di non poter trionfare e nella scelta disperata di ritardare il crollo dell’impero.

    Brossura, 14 x 21 cm. pag 262 + 8 pagine fuori testo con 17 foto b/n

    Stampato nel 2013 da PGreco

    Quick view
  • 0 out of 5

    Fascismo Giappone Zen – Scritti sull’Oriente 1927-1975

    15.00

    “L’antitesi Oriente – Occidente non ha più alcun senso, ma senso ha invece e soltanto la nuova antitesi fra coloro che in ogni terra tornano a riconoscere il diritto di una superiore visione spirituale come principio di civiltà e coloro che tutt’ora appartengono al mondo crepuscolare, decomposto, barbarico, disanimato dell’età oscura”. Julis Evola, Oriente e Occidente, 1933.

    Brossura, 13 x 21 cm. pag. 165

    Stampato nel 2016 da Pagine

    Quick view
  • 0 out of 5

    Fighting techniques of the oriental world AD 1200-1860 – Equipment Combat Skills and Tactics

    39.00

    Il libro mostra le tecniche di combattimento degli eserciti dell’Estremo Oriente a partire dall’età dell’espansione dei Mongoli fino alla Guerra dell’Oppio anglo-cinese a metà del diciannovesimo secolo. Esplora le tattiche e le strategie necessarie per vincere le battaglie con le tecnologie disponibili nei secoli descritti, e mostra come lo sviluppo degli armamenti abbia modificato costantemente le tattiche utilizzate e le sori dei conflitti. Illustrato con fotografie, disegni e mappe a colori inerenti le battaglie e gli equipaggiamenti, create appositamente per il presente lavoro, il volume studia le strategie con cui i più grandi condottieri – come Genghis Khan o l’ammiraglio Yi Sun – condussero le loro vittoriose campagne militari e spiega perchè invece altre operazioni ebbero meno successo.

    Rilegato con sovracopertina, 20 x 25 cm. pag. 256 con circa 41 foto e illustrazioni a colori, 20 mappe a colori delle battaglie più importanti e 126 illustrazioni b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2008 da Amber Books

    Quick view
  • 0 out of 5

    Forging Japanese Knives for Beginners

    30.00

    Il volume spiega e illustra, come imparare a realizzare due tipi di coltelli giapponesi: un tanto (pugnale) e un hocho (lama del cuoco), secondo le tecniche tradizionali. Con chiare immagini e istruzioni perecise, questo volume delinea il procedimento di realizzazione a partire dalla ricerca del minerale diferro, la costruzione e l’utilizzo di un forno Bloomery, la forgiatura delle lame, il montaggio delle stesse con i manici, e infine l’arte dell’affilare le lame con pietre acqua. Il processo è estremamente dettagliato, con le immagini che illustrano la struttura della lama e gli schemi che mostrano la costruzione di ciascun coltello. Inoltre vengono mostrati i metodi per la determinazione del tenore di carbonio, e suggerimenti per la manutenzione delle lame

    Quaderno a spirale 15 x 23 cm. pagg. 120 totalmente illustrato a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2013 da Schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    Hagakure

    7.00

    Manuale per i guerrieri (Bushi), composto di 1300 brevi aneddoti e riflessioni di diverso carattere, è considerato un classico del Bushido.È famosa la frase con la quale si apre e che riassume la filosofia dell’autore: «Ho capito che la Via del Samurai è la morte.»In questo libro sono stati tradotti gli aneddoti più significativi e che meglio possono rimandare ad alcuni aspetti del Giappone moderno, a prova non solo dell’influenza che l’Hagakure possa aver suscitato sul pensiero nipponico, ma come i suoi principi siano stati accettati e riconosciuti come propri dello spirito giapponese.

    Brossura 12 x 16,5 cm. pag. 80

    Stampato nel 2005 da Solfanelli

    Quick view
  • 0 out of 5

    Hagakure – Il codice segreto dei samurai

    20.00

    “Il codice segreto dei Samurai”, o Hagakure, è il più importante tra i testi dedicati alla pratica e all’etica della via del guerriero in Giappone. Gli insegnamenti e le memorie di Yamamoto Tsunetomo, monaco ma ancor prima Samurai, guidano da più di trecento anni chi volesse intraprendere questo lungo e difficile cammino. L’Hagakure, metafora del vivere secondo rettitudine, incita e aiuta a superare l’attaccamento al proprio ego, che è il limite umano più difficile da vincere, e ci accompagna verso la ricerca della gioia della vita, non disgiunta, però, da una meditazione costante sulla morte. Testo di grande profondità e di fascino inconsueto, ha trasformato il comportamento di molte generazioni di uomini: vivere senza farlo sapere, essere prima ancora di apparire, condurre un’esistenza normale e allo stesso tempo raggiungere le vette della sapienza seguendo e servendo la via è una prospettiva che ciascuno può adottare e adattare nell’azione di tutti i giorni. La traduzione, la prima in una lingua occidentale, è stata condotta direttamente dall’originale giapponese.

    Brossura, 13 x 20 cm. pag. 192

    Stampato nel 2013 da Luni Editrice

    Quick view
  • 0 out of 5

    I cavalieri del Dai Nippon

    20.00

    I cavalieri del Dai Nippon sono i piloti suicidi Kamikaze, le torpedini umane kaiten, gli sbandati zanryusha che si rifiutarono di credere alla sconfitta bellica e continuarono a combattere nella giungla, i giovani colonnelli che tentarono di impedire all’imperatore l’annuncio della resa, i mistici dell’harakiri e perfino i condannati del processo di Tokyo. La loro storia, vissuta secondo le norme dell’antico codice Bushido e illuminata dagli ideali in cui credevano, giusti o sbagliati che fossero, oggi sembra più una tragedia, invece è una poesia. Quella terra di dèi che fu il Giappone e quei semidèi che furono i samurai, rivivono in questo libro in un episodio, un’impresa, un commiato, un brano di diario, una lettera, un epigramma consegnato al commilitone prima dell’ultimo volo o al boia prima della penultima dipartita: perché le anime dei guerrieri leali e coraggiosi tornano sempre a Yasukuni, il santuario degli eroi.

    Brossura 15 x 21 cm. pag. 210

    Stampato nel 2018 da Idrovolante edizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    I segreti dell’arte giapponese della guerra

    13.50

    La scienza della strategia è indispensabile a tutti quelli che cercano di avere un vantaggio in qualunque forma di conflitto. Chiunque sia il vostro avversario, questo trattato contiene le chiavi per la vittoria certa! Questo libro è la traduzione italiana degli scritti fondamentali di Yamamoto Kansuke che forniscono le basi della sua “Scuola della vittoria certa”, la cui filosofia precedette “Il libro dei cinque anelli” di Miyamoto Musashi. La scienza della guerra di Yamamoto, e in particolare lo studio delle risposte strategiche alle situazioni variabili, contiene elementi essenziali relativi all’addestramento e alle strategie utili ai guerrieri di ogni tipo.

    Brossura, 13,5 x 21,5 cm. pag. 151

    Stampato nel 2015 da Edizioni Mediterranee

    Quick view
  • 0 out of 5

    Il crisantemo e la spada

    20.00

    Il crisantemo e la spada ci offre un quadro affascinante della cultura e dei presupposti ideali che guidano la vita dei Giapponesi, colti e descritti al momento del loro manifestarsi da una delle personalità più rilevanti tra gli antropologi moderni, Ruth Benedict. Ma vi è anche un altro aspetto dell’opera che va evidenziato e che ne accresce ulteriormente l’interesse. La Benedict fu incaricata di condurre le sue ricerche “per cercare di capire i modi di pensare e le reazioni emotive del popolo giapponese dal Servizio Informazioni Militari del governo degli Stati Uniti, perché, com’ella scrive, solo attraverso la conoscenza delle abitudini del nostro avversario potevamo essere in grado di affrontarlo con successo”. Il libro apparve all’indomani di Hiroshima e divenne il manuale-breviario delle forze americane di occupazione in Giappone. Un libro quindi sui “modelli di cultura giapponese”, ma in realtà esso stesso illuminante e sempre attuale modello di cultura e spia di una società, quella nord-americana, disposta a non lasciare nulla di intentato pur di giungere al dominio totale, con l’atomica o col napalm o con indagini antropologiche, dei paesi che essa va a “proteggere”.

    Brossura pag. 378

    Stampato nel 2009 da Laterza

    Quick view
  • 0 out of 5

    Il Giappone di Yukio Mishima

    8.00

    Il 25 novembre del 2010 è stato il quarantesimo anniversario dalla morte di Hiraoka Kimitake, più noto come Yukio Mishima. All’apice della propria carriera, il grande scrittore e drammaturgo giapponese, più volte vicino al Nobel, trapassò la sua esistenza attraverso il tradizionale seppuku. Questa pubblicazione vuole essere un’introduzione allo studio sulla vita, le opere e il contesto storico-culturale dell’artista giapponese.

    Brossura, 14,5 x 21 cm. pag. 83

    Stampato nel 2011 da Caravella

    Quick view
  • 0 out of 5

    Il libro dei cinque anelli

    14.50

    Il Libro dei cinque anelli scritto da Miyamoto Musashi è considerato un classico dei trattati sulla strategia militare, spesso assimilato a l’arte della guerra di Sun Tzu. Il libro è conosciuto anche come “Il libro degli elementi” o “Il libro dei cinque elementi”, dato che ognuno dei cinque capitoli del libro ha il nome di uno degli elementi che secondo l’autore costituivano il mondo. I cinque anelli sono: Terra, Acqua, Fuoco, Vento, Vuoto. Ogni elemento rappresenta un differente aspetto della strategia e si presume che il guerriero che sia in grado di padroneggiare perfettamente i cinque elementi sia un guerriero invincibile. Quando è stato presentata la prima traduzione in inglese il libro ha riscosso subito un notevole successo tra i manager che interpretavano gli insegnamenti del maestro nell’ottica della competizione economica. È pertanto considerato un manuale per il manager moderno e un prezioso consigliere da consultare in ogni circostanza.

    Brossura 17 x 20,5 cm. pag. 144 con molte illustrazioni b/n

    Stampato nel 2010 da Edizioni Mediterranee

    Quick view
  • 0 out of 5

    Imperial Japanese Good Luck Flags and One-Thousand Stitch Belts

    125.00

    Studio definitivo che cerca di fornire una risposta ai numerosi quesiti posti da collezionisti (neofita ed esperti) relativi ai yosegaki hinomaru e senninbari (bandiere porta fortuna e cinture giapponesi della seconda guerra mondiale) attraverso un agile testo e oltre 600 foto a colori e numerose rare foto d’epoca in bianco e nero.

    Rilegato con sovracopertina, 30 x 23 cm. pag. 286 completamente illustrato con circa 415 foto a colori e 114 foto b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2008 da Schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    Japanese Military and Civilian Award Documents 1868-1945

    69.00

    La storia del Giappone in età imperiale, dal 1868-1945, è ricca e complessa. Il paese passò, da essere una nazione asiatica feudale, a diventare una potenza mondiale in meno di cinquant’anni. I rapporti del Giappone con gli Stati Uniti, furono altrettanto complicati, passando da partner commerciale riluttanti, ad avversari irriducibili in guerra. I documenti di questo periodo sono un pezzo di quella storia densa di avvenimenti. Questo libro è un’introduzione alla raccolta dei “documenti premio” (documenti di riconoscimento) giapponesi. Oltre sessantacinque documenti sono riportati nelle magnifiche fotografie a colori che mettono in risalto la loro bellezza e i numerosi dettagli. I documenti riportati dal presente volume, vanno dai premi assegnati agli agricoltori per la coltivazione delle colture, fino a quello assegnato dallo stesso Imperatore al primo Ministro per meriti particolari. Il libro presenta anche gli strumenti per aiutare il collezionista a tradurre e identificare i documenti, così come per memorizzare e visualizzare gli stessi.

    Rilegato, 30,5 x 23,5 cm. pag. 208 con circa 178 immagini a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2016 da Schiffer

    Quick view
  • 0 out of 5

    Japanese Military Sake Cups 1894-1945

    79.00

    Il lavoro di Dan king è il primo realizzato in inglese su questo affascinante e sempre più popolare ambito del collezionismo militare. Lo scopo principale di questo libro è quello di fornire al lettore informazioni accurate per aiutare nella traduzione, determinare l’origine, il valore e la storia delle tazze da Sake militari giapponesi. Le tazze da Sake erano appositamente commissionate dalle truppe navali, piloti, carristi, equipaggi vari,, fanti, cavalieri, ingegneri della ferrovia, ecc. con una innumerevole variazioni di colori e disegni. Ogni tazza è un mini capsula del tempo con il nome del proprietario e del reggimento a cui apparteneva il possessore. Tutte queste informazioni consentono al collezionista di approfondire la storia del soldato a cui apparteneva l’oggetto che in svariate occasioni ha utilizzato per brindare ad una vittoria o per un brindisi d’addio. Veramento un lavoro di primissimo piano per comprendere meglio un importante settore del collezionismo di militaria giapponese.

    Rilegato, 23 x 29 cm. pag. 144 illustrato con foto a colori di grande formato

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2003 da Schiffer Publishing

    Quick view
  • 0 out of 5

    Japanese Swords – Cultural Icons of a Nation. The History Metallurgy and Iconography of the Samurai Sword

    45.00

    Accompagnato da un bel DVD – che mette in risalto con grande documentazione la fabbricazione tradizionale giapponese delle spade, offre scene di allenamenti di una squadra jaido e una introduzione alla spada giapponese a Kyoto – il volume mostra nei minimi dettagli le spade giapponesi, le tecniche di fabbricazione tradizionale, esamina i tagli delle lame e le incisioni nel corso dei secoli fino ad arrivare a quelle attuali. Il libro, completamente illustrato, rappresenta sicuramente una importante opera di riferimento per gli appassionati di arti marziali, di armi bianche o anche solo di oggetti di straordinaria bellezza.

    Cartonato con sovracopertina 23,5 x 31 cm. pag. 176 interamente illustrate a colori + dvd allegato

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2010 da Tuttle Publishing

    Quick view
  • 0 out of 5

    Kendo. Introduzione alla pratica

    39.50

    Il kendō, una forma di scherma tradizionale giapponese, viene presentato in questo libro in tutta la sua affascinante ricchezza e complessità.
    Accanto ad una descrizione dettagliata degli aspetti tecnici fondamentali, il lettore troverà tutta una serie di approfondimenti culturali in grado di introdurlo alla filosofia e alla storia di questa splendida disciplina, espressione viva della cultura giapponese tradizionale.

    Brossura 21 x 26 cm. pag. 174 interamente illustrate con foto a colori

    Stampato nel 2010 da Ponchiroli

    Quick view
  • 0 out of 5

    L’adorazione degli Antenati – Con uno scritto del Prof. Walther Wust edito dalla Ahnenerbe-Stiftung Verlag

    18.00

    “L’adorazione degli antenati e la legge giapponese” (dedicato ad una usanza molto praticata in Giappone e con una grande influenza sulle leggi e i costumi del popolo) fu pubblicato la prima volta nel 1901, in un opuscolo di 75 pagine, e ricevette grande attenzione da parte degli studiosi occidentali, cosicchè si ebbero una seconda e terza edizione, notevolmente ampliate. Questa traduzione italiana del 1941 è accompagnata da un discorso tenuto il 30 aprile 1942 a Monaco, in occasione della festa di fondazione della Società tedesco-nipponica, dall’SS-standartenfuhrer professore dr. Walther Wust, rettore dell’Università di Monaco.

    Brossura, 15 x 21 cm. pag. 115

    Stampato nel 2014 da Thule Italia

    Quick view
  • 0 out of 5

    L’anima del samurai – Tre opere classiche sullo zen e il Bushido

    16.50

    “L’anima del samurai” presenta nuove traduzioni di tre opere giapponesi del XVII secolo che dimostrano la notevole influenza avuta dallo Zen sul Bushido, il leggendario codice dei samurai. Si tratta di “Il libro delle tradizioni familiari sulle arti marziali” di Yagyu Munenori (1571-1646), maestro di spada dello Shogun e capo della sua polizia segreta, “L’impenetrabile finezza della saggezza inamovibile e Tai-A Ki: annotazioni sulla spada senza pari”, entrambe scritte da Takuan Soho (1573-1645), insegnante Zen e maestro di spada. Thomas Cleary, eminente interprete della cultura giapponese, arricchisce i testi con spiegazioni chiare ed esaustive che strappano il velo dell’oscurità che spesso avvolge gli insegnamenti dello Zen.

    Brossura, 13,4 x 21,5 cm. pag. 146

    Stampato nel 2012 da Edizioni Mediterranee

    Quick view
  • 0 out of 5

    L’arte giapponese della guerra

    5.00

    L’arte militare e la tradizione dei samurai hanno dominato in Giappone dai secoli più remoti, influenzando la cultura e lo stile di vita. Questo testo elabora i principi dell’arte della guerra inquadrandoli storicamente e culturalmente, dall’etica marziale alle tecniche guerriere, dalla disciplina Zen alla condotta dei samurai.

    Brossura, 11 x 18 cm. pag. 162

    Stampato nel 1993 da Mondadori

    Quick view
  • 0 out of 5

    L’epopea dei Samurai nell’arte della spada

    14.00

    Durante la lettura di queste pagine, l’epopea dei samurai rivive attraverso i ricordi di eroiche gesta di
    guerra e i rimandi alle arti che in essa fiorirono per raggiungere culmini di rara e nobile espressione.
    L’arte della Spada ha, fra le arti, un significato preminente, ed è qui considerata dall’Autore con uno stile davvero esemplare per chiarità di evocazioni, di immagini, di concetti. Storie vere di antichi uomini d’arme appaiono come lampi nel raccontare della dura disciplina interiore di armieri (a volte samurai essi stessi), che forgiano lame indistruttibili e si dedicano quindi alla scultura decorativa del metallo plasmando le else che, unite alle lame, daranno le Spade. L’epopea dei samurai nell’arte della spada ci restituisce la stessa, rarefatta, impressione dei fatti di tempi appena passati (quelli della seconda guerra mondiale), lasciandoci presentire, anche con la precisione e semplicità delle sue descrizioni tecniche, la sapienza della generazione artistica e la magnificenza della percezione estetica – congiunte con lo splendore cruento dell’arte della guerra.

    Brossura 14,5 x 21,5 cm. pag. 106 con 17 tavole b/n

    Stampato nel 2008 da Edizioni di Ar

    Quick view
  • 0 out of 5

    L’etica del Bushido

    15.00

    Oltre a risaltare per profondità e chiarezza, questo testo è unbellissimo omaggio al Samurai e a quella che fu la sua Via: una Via eduna visione del mondo dal carattere ad un tempo guerriera ed ascetica,senz’altro accostabile a quella della Cavalleria medievale europea.

    Brossura 17 x 24 cm. pag. 150 con alcune illustrazioni b/n

    Stampato nel 2008 da Il Cerchio

    Quick view
  • 0 out of 5

    L’imperatore – Radici evoluzione e attualità della funzione imperiale nel Giappone

    38.00

    L’Imperatore del Giappone rappresenta le vestigia di un passato bimillenario in una società ipertecnologizzata: è un sacerdote shintoista e al tempo stesso simbolo dello Stato nipponico, pur non essendone formalmente il Capo. Attraverso una ricostruzione storica, religiosa e giuridica, il libro ripercorre la storia del Giappone dal 1868 ad oggi, passando attraverso tutto il Novecento e la Guerra mondiale e l’analizza mediante l’evoluzione dell’istituzione imperiale: da sovrano assoluto a simbolo dell’unità del popolo. Stato, laicità, shintoismo si intrecciano tra loro in unicum al mondo.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 400

    Stampato nel 2018 da Il Cerchio

    Quick view
  • 0 out of 5

    La morte volontaria in Giappone

    24.00

    Ben lontano dal costituire, come per i Cristiani, un peccato e una colpa, per i Giapponesi il suicidio ha sempre rappresentato una scelta etica. Di volta in volta si presenta come apice della carriera di un guerriero, come distacco buddhista dalle cose terrene, come pilastro del sistema feudale, esaltazione del sacrificio o anche punto finale della disperazione. Dalle origini fino ai tempi di Mishima, Pinguet offre uno spaccato della cultura e della religione in Giappone, accompagnando il lettore in una severa e serena meditazione sulle sorti e i destini dell’uomo.

    Brossura, 14 x 21 cm. pag. 471

    Stampato nel 2013 da Luni Editrice

    Quick view
  • 0 out of 5

    La nobiltà della sconfitta

    22.00

    Nella “Nobiltà della sconfitta” Ivan Morris, uno dei più autorevoli studiosi inglesi di culture asiatiche, racconta la tragica vita di nove personaggi storici giapponesi, i quali affrontarono imprese disperate e finirono per essere annientati, nonostante grandi risorse di coraggio e di determinazione, da forze ad essi nettamente superiori. Diversamente dagli eroi vittoriosi del mondo occidentale, questi uomini solitari si schierarono, per un inevitabile destino personale, dalla parte degli sconfitti, e terminarono la loro vita in esilio, da fuggiaschi braccati, o nell’apoteosi del suicidio rituale. Questa stirpe di eroi si conclude con un gruppo di uomini più conosciti nel mondo occidentale, e tuttavia mai analizzati e compresi, nelle loro ragioni profonde: i kamikaze ddella Seconda Guerra Mondiale.

    Brossura, 14 x 22 cm. pag. 356

    Stampato nel 2010 da Guanda

    Quick view
  • 0 out of 5

    La religione dei samurai – Filosofia e disciplina zen in Cina e Giappone

    22.50

    Nel 1913, una dozzina di anni prima del celeberrimo tentativo di D.T. Suzuki di proporre il Buddhismo all’Occidente con la sua opera fondamentale Saggi sul Buddhismo Zen (1927-1934), un altro importante studioso giapponese provò a fornire una lettura “nazionale” di questa religione, e dello Zen in particolar modo, che fosse tuttavia comprensibile e, nel contempo suggestiva, anche per il lettore straniero. Ecco che il saggio “La religione dei samurai” di Kaiten Nukariya, che qui si presenta in prima traduzione italiana e che venne molto apprezzato da Julius Evola, si attesta come un prezioso documento dal triplice valore: politico, religioso e storico. Partendo da un dettagliato resoconto sulla nascita e sulla diffusione di questa religione, l’Autore mostra come lo Zen possa essere una forma vitale per cimentarsi con l’esistenza, sia da unpunto di vista strettamente spirituale, sia pratico. In appendice, è inclusa la traduzione dello stesso Nukariya del Gennin-ron (L’origine dell’Uomo) del cinese Tsung Mih (774-841), che egli utilizza quale sostegno per le proprie tesi sul Buddhismo Mahayana e la sua corrente Zen.

    Brossura, 15,5 x 21 cm. pag. 249

    Stampato nel 2016 da Mediterranee

    Quick view
  • 0 out of 5

    La saggezza dei samurai – Cinque testi classici sul Bushido

    14.00

    Il volume presenta le nuove traduzioni, curate da uno dei massimi esperti sull’argomento, di cinque opere giapponesi, redatte nel XVII e agli inizi del XVIII secolo, che trattano della scuola di Bushido creata da Yamaga Soko (1622-1685), una scuola che poneva l’accento sull’importanza della pratica dei valori della Via del guerriero nella vita quotidiana. Yamaga fu un pensatore critico che respinse l’ortodossia accademica ufficiale e ne pagò il prezzo con la censura e l’esilio. Le sue opere vennero salvate dai suoi eredi e dai suoi discepoli, per riemergere in seguito come opere paradigmatiche sugli ideali del Bushido. Il libro contiene: 1. La Via del guerriero, un’antologia classica sui principi e la pratica del Bushido; 2. La regola del guerriero, una panoramica del pensiero di Yamaga sullo stile di vita del samurai; 3. I fondamenti delle questioni militari, un resoconto della scienza militare di Yamaga; 4. L’educazione dei guerrieri, il manuale della cultura e dell’etica del guerriero; 5. Introduzione all’educazione marziale, un saggio sulla filosofia e l’idea politica della regola del guerriero.

    Brossura, 13,5 x 21,5 cm. pag. 240

    Stampato nel 2012 da edizioni Mediterranee

    Quick view
  • 0 out of 5

    La saggezza immutabile – La via della spada secondo lo Zen

    15.00

    Maestro e amico di Yagyu Munenori, uno dei più grandi spadaccini giapponesi dell’era Tokugawa, Takuan Soho ci ha lasciato questo esemplare unico di interpretazione dell’arte della spada secondo le dottrine Zen. La spada non è qui considerata com uno strumento per eliminare un avversario, ma per sconfiggere prima di tutto noi stessi, il nostro ego, la nostra presunzione, la nostra rabbia. Il libro è di fatto per pochi eletti, cioè per quelli che si dedicano per sport, ma soprattutto per passione all’arte della spada giapponese

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 102

    Stampato nel 2005 da Il cerchio

    Quick view
  • 0 out of 5

    La spada

    19.00

    Non è facile formulare una lettura di un martirio invocato, in cui un’etica eroica da antico samurai convive con un estetismo esagerato. Questo volume ci prova mettendo a confronto testi di origine e natura differente. Dello stesso Mishima qui sono proposti: La spada, autentico testamento spirituale in forma narrativa e Proclama, manifesto ufficiale che lo scrittore volle lasciare a giustificazione della sua immolazione finale. Sul gesto il volume propone poi uno scritto di Henry Miller, uno dei primi che abbia tentato una comprensione profonda e scevra da pregiudizi; una cronaca analitica degli ultimi istanti, scritta da Marguerite Yourcenar; infine una testimonianza dell’amico Donald Keene.

    Brossura 13 x 22 cm. pag. 122 + 25 di foto b/n

    Stampato nel 2009 da SE

    Quick view
  • 0 out of 5

    La spada del destino

    18.00

    I samurai sono parte del nostro immaginario. A forgiarne l’immagine hanno contribuito soprattutto una manciata di film, a partire dal classico di Kurosawa I sette samurai (1954). I film storici sono stati il paradigma dominante del cinema giapponese dagli anni Venti fino alla fine degli anni Sessanta del Novecento. In seguito il loro ascendente è calato, fino quasi a eclissarsi, per tornare alla ribalta solo sul finire degli anni Novanta. Questi film sono stati e rimangono una fucina di innovazioni tecniche e narrative, oltre che un’inesauribile fonte di storie e personaggi memorabili. Per comprendere le sfumature del complesso sistema simbolico di rappresentazione della classe dei guerrieri del Giappone feudale è necessario avventurarsi oltre i pochi film noti in Occidente. Il libro non guarda solo ad autori conosciuti come Kurosawa Akira e Mizoguchi Kenji, ma anche alle opere di registi innovativi come Ito Daisuke, Yamanaka Sadao, Kobayashi Masaki, Gosha Hideo e tanti altri. L’analisi fa emergere come l’ambientazione storica sia spesso una metafora dei problemi e delle istanze del periodo in cui sono stati girati i film.

    Brossura, 14 x 21 cm. pag. 576 con 16 illustrazioni fuori testo

    Stampato nel 2018 da Luni Editrice

    Quick view
  • 0 out of 5

    La spada giapponese

    12.00

    La spada, uno dei tre emblemi del divino che Ninigi scendendo dal Cielo porta con sé sulla terra, in quanto simbolo regale e della casta dei samurai, nel Giappone tradizionale viene sentita e considerata come l’anima del guerriero (bushi). Completato da un significativo apparato iconografico, questo testo è un breve viaggio tra le spade giapponesi, la liturgia della nobile arte, nonchè tra le figure degli artieri spadai e le loro opere.

    Brossura 14,50 x 21,50 pag. 40 + 96 di foto b/n e colori

    Stampato nel 1998 da Ar

    Quick view
  • 0 out of 5

    La tradizione estetica giapponese – Sulla natura della bellezza

    21.00

    L’indagine del volume si incentra sull’esame di alcune idee estetiche del Giappone tradizionale che non sono state oggetto di analisi teoretiche sistematiche, ma hanno trovato espressione in concrete pratiche di vita e attività artistiche concepite come vere e proprie “vie” di perfezionamento spirituale. Il saggio si compone di due parti. Nella prima si pongono le premesse per indagare le idee-patrimonio dell’arte e della cultura estetica nipponica; la messa a fuoco di alcuni principi cardine che affondano le loro radici nella sensibilità “classica” giapponese contribuisce a illuminare taluni tratti della visione del mondo estremo-orientale. Nella seconda parte si analizzano alcune significative idee estetiche, la cui peculiarità è di non essere mai state organizzate in un sistema organico, forse perché troppo ovvie o troppo “vissute”. Proprio nello spirito di tale dimensione esistenziale la struttura del libro segue un percorso non lineare, dettato essenzialmente da libere associazioni, ispirandosi al genere classico “zuihitsu” – letteralmente “seguire il pennello”, ovvero pensieri in libertà, non necessariamente legati da nesso logico. Lungo questo percorso si sviluppano poi ulteriori diramazioni innescate da quei punti di congiunzione con il pensiero filosofico ed estetico occidentale che si offrono all’intuizione nella prospettiva di un’ermeneutica comparata.

    Brossura, 15 x 21 cm. pag. 189

    Stampato nel 2016 da Carocci

    Quick view
  • 0 out of 5

    La vendetta dei 47 ronin – Edo 1703

    9.00

    Il 30 gennaio del 1703, in una notte fredda e nevosa, un gruppo di 47 uomini portò a compimento la più imponente incursione nella storia del Giappone. Obiettivo dei membri del commando – noti con il nome di “Ronin”, cioè samurai rimasti senza padrone – era vendicare la morte del loro signore, Asano Naganori, assaltando la residenza di colui che ne era ritenuto il responsabile, Kira Yoshihisa, e ucciderlo. La conseguenza del gesto dei Ronin fu la loro condanna a morte. Ma l’episodio, per le complesse implicazioni legate alle antiche tradizioni dell’onore samurai, assunse ben presto la forma della leggenda, di cui si impadronirono sia il teatro sia le arti figurative, dando luogo a una vera e propria venerazione popolare nei confronti dei guerrieri, che sopravvive nel Giappone moderno nei luoghi e nei monumenti che li commemorano. Il libro, oltre a costituire un’attenta indagine filologica dell’articolata vicenda, esamina gli aspetti più propriamente tecnici dell’assalto: le fasi di pianificazione e di esecuzione, la tattica degli incursori, con la descrizione – anche sulla scorta di preziosi contributi iconografici dell’epoca – degli equipaggiamenti impiegati nell’operazione.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 127 con circa 60 illustrazioni a colori

    Stampato nel 2013 da Goriziana

    Quick view
  • 0 out of 5

    La vendetta di Ako – La pratica della “vendetta di sangue” in Giappone dalle origini ai 47 ronin

    15.00

    Il 14° giorno del 3° mese del 14° anno dell’era Genroku (21 aprile 1701) il daimyō di Akō, Asano Takuminokami Naganori, tentò di ucci- dere il maestro di cerimonie del bakufu Kira Kzukenosuke Yoshinaka. Asano riuscì a ferire solo superficialmente Kira alla spalla e alla fronte prima di essere immobilizzato, venne immediatamente preso in custo-dia e condannato alla morte per suicidio rituale seppuku… Ventidue mesi dopo, 47 servitori di Asano attaccarono la residenza di Kira ad Edo, lo decapitarono, e marciarono attraverso la città fino al tempio Sengakuji dove offrirono il loro trofeo sulla tomba del loro signore. Per più di quaranta giorni il bakufu discusse sul fato dei servitori di Asano prima di emettere la sentenza di morte per seppuku per i 46 rōnin che si erano consegnati… L’ordine fu eseguito lo stesso giorno, il 4° giorno del 2° mese del 16° anno dell’era Genroku (20 marzo 1703), e i 46 rōnin seppelliti in tombe adiacenti a quella del loro signore che an-cora oggi vengono visitate

    Brossura, 14 x 21 cm. pag. 130 con alcune illustrazioni a colori

    Stampato nel 2019 da Effepi

    Quick view
  • 0 out of 5

    La via del Sol Levante – Un viaggio giapponese

    15.00

    Un diplomatico italiano appassionato dell’Oriente riesce a realizzare il suo sogno di trasferirsi nel paese del Sol Levante, e intraprende un lungo viaggio in motocicletta. Tra una tappa e l’altra di questo percorso solitario nei luoghi meno conosciuti delle isole giapponesi, la narrazione del viaggiatore si intreccia con la storia dei rapporti tra Italia e Giappone, due nazioni giovani che si affacciano avventurosamente sul Novecento, antagoniste alla visione decadente di un mondo allora dominato dai grandi imperi coloniali, fino alla tragica conclusione del secondo conflitto mondiale. Così incontriamo samurai e signori della guerra, buddha di bronzo, principesse imperiali, missionari e mercanti di perle, un legionario giapponese a Fiume, e poi artisti, aviatori, fino alla guerra eroica quanto sconosciuta di un pugno di marinai italiani in Giappone. Il viaggio sulla Via del Sol Levante è una lotta senza quartiere contro l’ipocrisia del dimenticare, avversario invisibile e spregiudicato, ma anche contro se stessi. È un cammino che porterà infine a scoprire il significato nascosto di uno splendido giardino zen, e della sua metafora di sacrificio e liberazione, finalmente svelata.

    Brossura, 11 x 17,5 cm. pag. 228

    Stampato nel 2017 da Idrovolante Edizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    La Via del tiro con l’arco. I testi segreti della scuola di Kyudo Heki

    18.00

    Dal lontano Medioevo giapponese è giunto fino a noi il sapere di un’antica scuola di tiro con l’arco, la Heki To Ryu. Attraverso una catena ininterrotta di maestri, i suoi testi segreti e la tradizione orale che li rende intellegibili sono stati tramandati. Questo volume per la prima volta rende pubblici questi testi e il loro contenuto tecnico, etico e spirituale. La pubblicazione di questi documenti rappresenta un’occasione unica per avere una testimonianza originaria della cultura autentica non solo del kyudo, il tiro con l’arco, ma dell’intero mondo del bushido, vale a dire della via del guerriero secondo la tradizione giapponese.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 124

    Stampato nel 2009 da Il Cerchio

    Quick view
  • 0 out of 5

    La voce degli spiriti eroici

    13.00

    La voce degli spiriti eroici, pubblicato nel giugno del 1966 come opera conclusiva di una trilogia (comprendente inoltre il racconto Patriottismo e il dramma Crisantemi del decimo giorno), è il resoconto di un drammatico rito a cui Mishima partecipò e in cui vennero evocati gli spiriti irati dei protagonisti di due degli eventi della recente storia giapponese che più profondamente impressionarono e influenzarono la vita e le opere di Mishima: la fallita rivolta dei giovani ufficiali che il 26 febbraio 1936 tentarono un colpo di stato per restaurare il potere assoluto dell’imperatore e l’epopea dei piloti kamikaze nella Seconda guerra mondiale. “L’assoluta purezza, l’ardimento, il sacrificio di questi giovani,” scrisse Mishima “tutto corrispondeva al modello leggendario dell’eroe, e il loro fallimento e la loro morte li trasformavano in autentici eroi”. “La voce degli spiriti eroici” è un racconto sconvolgente, che contribuisce in modo decisivo a illuminare il senso del tragico gesto con cui Mishima si tolse arditamente la vita il 25 novembre 1970.

    Brossura pag. 128

    Stampato nel 2006 da SE

    Quick view
  • 0 out of 5

    Lame giapponesi

    18.00

    La collezione di armi e armature giapponesi del Museo Stibbert è notevole per quantità e qualità. La collezione conta 280 lame, e 34 di queste sono state oggetto di uno studio approfondito riportato nel presente lavoro. Perchè in particolare vengono analizzate le lame? Le katane nel loro insieme sono notevoli, esteticamente importanti, come pure i loro componenti, la Tsuba, il fodero, l’impugnatura ecc. Sono pezzi da collezionei. Ma per un samurai, l’anima della katana era la lama. Era la lama che veniva trasmessa da padre al figlio, anzi il figlio poteva anche cambiare la montatura, in segno di rispetto e reverenza verso il padre e verso l’oggetto da lui ereditato: la lama però era unica.

    Brossura, 21 x 28 cm. pag. 112 con 50 illustrazioni b/n e 36 tavole a colori

    Stampato nel 2007 da Polistampa

    Quick view
  • 0 out of 5

    Le armature dei samurai

    34.00

    Il samurai, con le sue mitiche spade, le sue complesse armature, i suoi elmi appariscenti incarna nel nostro immaginario collettivo l’essenza stessa del Giappone, della sua storia, della sua cultura, delle sue tradizioni più autentiche. Ma la figura del guerriero intemerato, fedele al suo codice d’onore, capace di eroismi estremi è definita ai nostri occhi, fino a identificarvisi, dalla sua armatura: questa è l’immagine che ci è stata trasmessa dalle xilografie ukiyo-e, dai manga, dalla cinematografia. Questo libro ci porta per mano proprio all’interno delle armature, ce ne mostra la sorprendente varietà, le innumerevoli tipologie, la complessità della struttura e degli elementi costitutivi. Con l’ausilio di splendide immagini dei più pregevoli esemplari, ci accompagna a scoprire tutti i dettagli, anche quelli minimi e apparentemente insignificanti, per farci apprezzare, oltre all’ingegnosità funzionale, anche le sfaccettature decorative e sottilmente artistiche, frutto dell’impareggiabile abilità dei maestri artigiani che per generazioni hanno dedicato l’intera loro vita alla realizzazione di queste sorprendenti opere d’arte.

    Brossura, 21 x 28,5 cm. pag. 156 riccamente illustrato con foto b/n

    Stampato nel 2020 da Luni Editrice

    Quick view
X