L’Istria e la minoranza italiana nella crisi jugoslava (1974-1994)

12.00

Dopo la II G.M. e il massiccio esodo che sconvolse totalmente l’equilibrio etnico della penisola istriana, la componente italiana si ritrova a costituire una piccola percentuale della popolazione della regione e una delle tante minoranze all’interno della federazione Jugoslavia. E’ da quel momento che iniziano i problemi degli italiani in Istria: l’emarginazione dalla vita sociale e politica, il senso di sradicamento a tal punto che dopo i cupi anni ’70 e ’80, quando si temeva per la soppravivenza della comunità italiana, la crisi jugollava prima e la guerra poi hanno rischiato di aggarvare ulteriormente una situazione già difficile.

Brossura, 14 x 20 cm. pag. 168

Stampato nel 2006 da Prospettiva

1 disponibili

Qty:
COD: SB01964 Categoria:

Descrizione

Sabina Anderini

Dopo la II G.M. e il massiccio esodo che sconvolse totalmente l’equilibrio etnico della penisola istriana, la componente italiana si ritrova a costituire una piccola percentuale della popolazione della regione e una delle tante minoranze all’interno della federazione Jugoslavia. E’ da quel momento che iniziano i problemi degli italiani in Istria: l’emarginazione dalla vita sociale e politica, il senso di sradicamento a tal punto che dopo i cupi anni ’70 e ’80, quando si temeva per la soppravivenza della comunità italiana, la crisi jugollava prima e la guerra poi hanno rischiato di aggarvare ulteriormente una situazione già difficile.  

Brossura, 14 x 20 cm. pag. 168

Stampato nel 2006 da Prospettiva 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’Istria e la minoranza italiana nella crisi jugoslava (1974-1994)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.