Zollgrenzschutz. Border Guards on the Frontier of the Reich Hauptzollamt Villach 1941-1945

39.00

Tommaso Chiussi

Dopo aver occupato i Balcani all’inizio della Seconda Guerra Mondiale, le potenze dell’Asse lottarono continuamente per il controllo della regione. La presenza partigiana era significativa e, sebbene i vari gruppi guerriglieri frammentati spendessero molte energie combattendosi tra loro, rappresentavano comunque una minaccia per il controllo tedesco/italiano. I tedeschi e gli italiani erano pesantemente impegnati con gli alleati su più fronti, quindi il controllo le forze erano solo scarsamente distribuite. Pertanto, gran parte della responsabilità di combattere un contingente di resistenza spietato e in alcuni casi altamente militarizzato ricadeva su unità di polizia non militari. Un esempio di tale unità era quella della protezione dei confini doganali dell’ufficio doganale principale di Villaco. Villach si trova al confine tra Austria (allora parte della Grande Germania), Italia e Slovenia. È la porta d’accesso alle Alpi Giulie e costituiva il confine tra il Grande Impero Tedesco e i Balcani durante la Seconda Guerra Mondiale. L’autore italiano Tommaso Chiussi ha compilato la storia dell’unità attraverso meticolose ricerche originali negli archivi tedeschi, austriaci, italiani e sloveni. L’opera è accompagnata da più di 90 fotografie, la maggior parte delle quali inedite.

Rilegato, 19 x 26 cm. pag. 158 illustrato con circa 100 illustrazioni b/n

Testo in lingua inglese

Stampato nel 2023  da Schiffer

Disponibile su ordinazione

Qty:

Descrizione

Tommaso Chiussi

Dopo aver occupato i Balcani all’inizio della Seconda Guerra Mondiale, le potenze dell’Asse lottarono continuamente per il controllo della regione. La presenza partigiana era significativa e, sebbene i vari gruppi guerriglieri frammentati spendessero molte energie combattendosi tra loro, rappresentavano comunque una minaccia per il controllo tedesco/italiano. I tedeschi e gli italiani erano pesantemente impegnati con gli alleati su più fronti, quindi il controllo le forze erano solo scarsamente distribuite. Pertanto, gran parte della responsabilità di combattere un contingente di resistenza spietato e in alcuni casi altamente militarizzato ricadeva su unità di polizia non militari. Un esempio di tale unità era quella della protezione dei confini doganali dell’ufficio doganale principale di Villaco. Villach si trova al confine tra Austria (allora parte della Grande Germania), Italia e Slovenia. È la porta d’accesso alle Alpi Giulie e costituiva il confine tra il Grande Impero Tedesco e i Balcani durante la Seconda Guerra Mondiale. L’autore italiano Tommaso Chiussi ha compilato la storia dell’unità attraverso meticolose ricerche originali negli archivi tedeschi, austriaci, italiani e sloveni. L’opera è accompagnata da più di 90 fotografie, la maggior parte delle quali inedite.

Rilegato, 19 x 26 cm. pag. 158 illustrato con circa 100 illustrazioni b/n

Testo in lingua inglese

Stampato nel 2023  da Schiffer

Ti potrebbe interessare…