Manifesti del futurismo

25.00

L’opera riunisce un’estesa selezione di documenti del movimento, in genere “manifesti”, ordinati cronologicamente, sino a coprire l’intera stagione della sua fioritura e del suo sviluppo, dal 1910 al 1921. Questi testi, rappresentativi dell’attività di tutti i principali animatori del movimento Boccioni e Balla, Marinetti, Palazzeschi, Russolo e Severini, Sant’Elia e altri – intendono restituire l’ampiezza di temi e di orizzonti pratico-poetici affrontati dal Futurismo, dall’iniziale carattere letterario all’apertura alle arti plastiche, alla musica, all’etica, alle problematiche sociali e politiche. La veste tipografica dei testi, il più possibile aderente agli originali, le note analitiche di accompagnamento a ogni manifesto, l’estesa cronologia del movimento, il saggio critico, la sezione iconografica, rendono questa raccolta uno strumento per lo studio degli sviluppi e del respiro internazionale della discussa stagione futurista. Dalla loro lettura appare inoltre evidente l’influsso che il movimento ha avuto su buona parte dell’arte contemporanea: happening, provocazione e contestazione pubbliche, utilizzo di materiali di recupero, sperimentalismo tecnico.

Brossura, 13 x 22 cm. pag. 252 con illustrazioni b/n

Stampato nel 2015 da Abscondita

1 disponibili

Qty:
COD: SB10509 Categoria:

Descrizione

Viviana Birolli

L’opera riunisce un’estesa selezione di documenti del movimento, in genere “manifesti”, ordinati cronologicamente, sino a coprire l’intera stagione della sua fioritura e del suo sviluppo, dal 1910 al 1921. Questi testi, rappresentativi dell’attività di tutti i principali animatori del movimento Boccioni e Balla, Marinetti, Palazzeschi, Russolo e Severini, Sant’Elia e altri – intendono restituire l’ampiezza di temi e di orizzonti pratico-poetici affrontati dal Futurismo, dall’iniziale carattere letterario all’apertura alle arti plastiche, alla musica, all’etica, alle problematiche sociali e politiche. La veste tipografica dei testi, il più possibile aderente agli originali, le note analitiche di accompagnamento a ogni manifesto, l’estesa cronologia del movimento, il saggio critico, la sezione iconografica, rendono questa raccolta uno strumento per lo studio degli sviluppi e del respiro internazionale della discussa stagione futurista. Dalla loro lettura appare inoltre evidente l’influsso che il movimento ha avuto su buona parte dell’arte contemporanea: happening, provocazione e contestazione pubbliche, utilizzo di materiali di recupero, sperimentalismo tecnico.

Brossura, 13 x 22 cm. pag. 252 con illustrazioni b/n

Stampato nel 2015 da Abscondita

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Manifesti del futurismo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.