Aerodromes of Fighter Command then and now

Gran Bretagna

Visualizzazione di 16 risultati

  • 0 out of 5

    Aerodromes of Fighter Command then and now

    65.00

    Il Fighter Command della RAF fu costituito nel luglio 1936 per strutturare l’elemento aereo, ovverosia la caccia, per la difesa della Gran Bretagna. Gli aeroporti di cui il comando sopraindicato aveva a disposizione, erano divisi in diversi gruppi: il n. 9 a Occidente dell’isola, il n. 10, che copriva il sud-ovest, il n. 11 nel sud-est del pese, il n. 12 sul lato orientale e il n. 13 e il n. 14 che proteggevano l’estremo nord. Il volume analizza l’attività di oltre 90 aeroporti che furono le basi dei cacciatori della Royal Air Force durante la Seconda Guerra Mondiale. Molti di questi campi dopo aver svolto il loro servizio operativo, sono tornati ad essere campi agricoli, altri hanno ceduto all’invasione delle abitazioni o delle industrie, mentre un certo numero ha continuato ad essere utilizzato per compiti operativi. Lavoro veramente superbo di After the Battle.

    Rilegato, 21 x 30 cm. pag. 360 con circa 400 fotografie e 70 mappe delle basi aeree.

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2014 da After of the Battle

    Quick view
  • 0 out of 5

    Airborne Insignia Vol. 2 – Britain and her Allies in Exile

    95.00

    Quarto volume della Military Mode Publications dedicato ai paracadutisti inglesi. Mentre i primi due volumi prendevano in esame essenzialmente l’aspetto uniformologico, questo quarto volume mette in primo piano le insegne, i pacht, le mostrine che costituisconom il complemento necessario di ogni divisa. Viene analizzato questo segmento, dalla fondazione del corpo, fino praticamente ai nostri giorni. Una vasta gamma di prodotti, spesso estremamente rari, sono stati sapientemente ripresi in uno studio, fotografati, e sono corredati da informazioni riferite ad ogni pezzo esaminato. Inoltre il volume riporta un gran numero di ottime fotografie d’epoca di alta qualità. In dettaglio, il presente volume prende in esame i reparti paracadutisti costituiti in Inghilterra, durante la II G.M., dopo l’abbandono del continente europeo, utilizzando contigenti di soldati alleati che avevano seguito l’esercito inglese nella ritirata, o, con elementi dei paesi del Commonwealth come ad esempio il Canada e l’Australia. I paesi che fornirono contingenti alla specialità dei paracadutisti furono: Francia, Polonia, Norveggia, Belgio, Olanda e l’India. Gli Inglesi addestrarono anche un contingente dell’esercito del Regno del Sud, dopo l’armistizio italiano dell’8 settembre 1943. Infine il volume analizza lo Special Air Service (sempre dal punto di vista collezionistico) a partire dalla sua costituzione fino ai giorni nostri. Un libro indispensabile per i collezionisti.

    Rilegato, 21,5 x 30,5 cm. pag. 246 completamente illustratto con foto a colori e b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2017 da Military Mode Publishing

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. British Secret Projects – Britain’s Space Shuttle

    99.00

    Mentre l’America e la Russia intensificavano i loro sforzi nei primi anni ’60 per progettare bombardieri sempre più veloci e mandavano uomini e attrezzature nello spazio, la Gran Bretagna si mise a lavorare tranquillamente mettendo a punto i propri velivoli ipersonici e i veicoli spaziali con equipaggio. Questo volume, interamente illustrato con immagini a colori, disegni progettuali e in scala, presenta gli studi che tra il 1963 e il 1966 furono portati avanti dalla English Electric/BAC, guidando, segretamente, la progettazione dei veicoli spaziali con equipaggio umano. Viene mostrata una vasta gamma di possibili velivoli: intercettori ipersonici, bombardieri, aerei da ricognizione, lanciatori di satelliti, lanciatori di veicoli spaziali, aerei spia orbitali e satelliti killer. Il risultato finale di tutti questi studi, è stato il “Multi-Unit Space Transport And Recovery Device” (MUSTARD), che ha preceduto il programma Space Shuttle degli Stati Uniti di ben sei anni. Il lavoro è basato sulla consultazione dei disegni relativi ai progetti originali, fotografie, archivi e interviste ai membri sopravvissuti del team di progettazione.

    Rilegato, 22 x 29 cm. pag. 264 con numerosi disegni tecnici e illustrazioni a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2016 da Crecy

    Condizioni del libro: nuovo

    Quick view
  • 0 out of 5

    British Airborne Headdress

    75.00

    L’opera si propone di essere il lavoro più completo finora pubblicato dedicato ai copricapi (elmetti, baschi ecc.) dell’Esercito britannico, a partire dalla Seconda Guerra Mondiale fino ai giorni nostri. Composto da 260 pagine di fotografia ad alta risoluzione e da un testo dettagliato, mostra le varie tipologie di copricapo, a partire dal classico berretto amaranto, fino alle varie tipologie di elmetti d’acciaio e di materiali compositi (usati negli ultimi due decenni), e ancora, le diverse mimetizzazioni, copricapo per aliante, berretti di tipo artico e tropicale e molto altro. Articoli spesso molto rari, precedentemente inediti e di proprietà di musei e collezioni private, sono stati abbondantemente fotografati in massima risoluzione e presentati insieme a fotografie originali per mettere in maggiore evidenza l’utilizzo particolare. Si tratta di un’opera di riferimento per i collezionisti di equipaggiamento militare britannico e per gli appassionati in genere.

    Cartonato, 21,5 x 30,5 cm. pag. 260 completamente illustrato con foto a colori a tutta pagina

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2013 da Military Mode

    Quick view
  • 0 out of 5

    British Airborne Insignia

    95.00

    Terzo volume della Military Mode Publications dedicato ai paracadutisti inglesi. Mentre i due volumi precedenti prendevano in esame essenzialmente l’aspetto uniformologico, questo volume mette in primo piano le insegne, i pacht, le mostrine che costituisconom il complemento necessario di ogni divisa. Viene analizzato questo segmento, dalla fondazione del corpo, fino praticamente ai nostri giorni. Una vasta gamma di prodotti, spesso estremamente rari, sono stati sapientemente ripresi in uno studio fotografato e sono corredati da informazioni riferite ad ogni pezzo esaminato. Inoltre il volume riporta un gran numero di ottime fotografie d’epoca di alta qualità. Un libro indispensabile per i collezionisti.

    Rilegato, 21,5 x 30,5 cm. pag. 314 completamente illustrato con foto a colori e b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2015 da MMP Books

    Quick view
  • 0 out of 5

    British Military Flintlock Rifles 1740-1840

    56.00

    Questa importante opera, dedicata ai fucili britannici militari a pietra focaia in uso dal 1740 al 1840, attraverso 320 eccezionali fotografie, molte di importanti dettagli, comincia con quelli usati nel corso della Guerra dei Sette Anni e termina con l’Età Napoleonica, che segna la fine di questo tipo di arma. Fra le armi prese in considerazione ricordiamo il Ferguson Breechloader, il Pattern 1776, il Backer e quello usato dai mercenari tedeschi durante la Rivoluzione americana, senza dimenticare baionette e munizioni. Il volume è particolarmente interessante per collezionisti, storici e appassionati di armi antiche.

    Cartonato, 22 x 28,5 cm. pag. 264 con circa 320 foto b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2002 da Mowbray Publishers

    Quick view
  • 0 out of 5

    British Secret Projects – Fighters 1935-1950

    40.00

    Questo libro descrive il design e lo sviluppo degli aerei da caccia britannici, a partire dal 1935 fino all’utilizzo in servizio dei primi jet tra la fine della Seconda Guerra Mondiale e il 1950. I progetti e i programmi che compaiono nelle pagine di questo volume, iniziano verso la metà degli anni ’30, nella consapevolezza che la guerra sarebbe, infine, arrivata. Alcuni di questi velivoli, videro la lice solo a conflitto concluso. Durante questo periodo l’arte della progettazione degli aerei da combattimento, raggiunse importanti traguardi, innovando profondanete le tecniche costruttive, le modalità di combattimento, gli equipaggiamenti e le armi di bordo. Nel presente studio, sono inclusi tutti i velivoli studiati per soddisfare i requisiti e le esigenze operative sia della Royal Air Force che del Fleet Air Arm. L’apparato iconografico comprende foto d’epoca in b/n, foto a colori, e disegni tecnici.

    Rilegato, 21,5 x 28,7 cm. pag. 224 illustrato con foto a colori e b/n e disegni b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Crecy Publishing

    Quick view
  • 0 out of 5

    British Secret Projects – Jet Bombers Since 1949

    40.00

    Mentre molti velivoli che hanno volato con le forze aeree britanniche sono noti al grande pubblico: Canberra, Vulcan, Victor, TSR2, Harrier e Tornado, di molti altri progetti di bombardieri, progettati da diverse compagnie britanniche che, non videro mai la luce, si sa molto poco. A vole, le “fortune” di un velivolo dipendevano dalle contingenze storiche e politiche. L’approvazione di uno studio progettuale o, della realizzazione effettiva, poteva dipendere, dallo stato delle relazioni internazionali e dalle politiche militari vigenti in un preciso momento. Come con i progetti segreti britannici relativi ai caccia a partire dal 1950, l’autore ha svolto ricerche approfondite con particolare enfasi sul lavoro di progettazione e sviluppo che ha avuto luogo all’interno di varie gare governative. Il libro analizza una grande varietà di progetti poco noti che aiutano a illustrare come lo sviluppo dei bombardieri britannici sia cambiato in un contesto di sconvolgimenti politici, riduzione della spesa per la difesa e progresso tecnologico tra cui il volo supersonico, le armi nucleari e altri fattori. L’analisi del volume è molto ampia e mostra come l’industria aeronautica britannica fosse prolifica di idee innovative e progetti concettuali che vennero messi in sordina con la fine della guerra fredda.

    Rilegato, 21 x 28,5 cm. pag. 352 quasi completamente illustrato con foto b/n e colori e disegni tecnici

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2018 da Crecy

    Quick view
  • 0 out of 5

    British Secret Projects -Jet Fighters Since 1950

    40.00

    Questa seconda edizione completamente rinnovata e ridisegnata, aggiunge nuove informazioni su questo intrigante argomento. Particolare enfasi è posta sui concorsi di progettazione e le decisioni assunte dal Ministero dell’Aeronautica britannico per rifiutare molti progetti promettenti. Le tipologie di aerei presi in considerazione, comprendono la serie Hawker P.1103 / P.1116 / P.1121, gli straordinari jet e gli intercettatori a propulsione mista, l’altrettanto impressionante Fairey ‘Delta III’ e le origini di Hawk e Eurofighter. Il libro propone diverse appendici che elencano tutti i progetti e le specifiche richieste agli aerei da combattimento realizzati nel periodo preso in esame. L’apparato fotogragfico è molto ben strutturato, oltre a fotografie e disegni, sono presenti copie di modelli a tre viste, per un totale di oltre 400 illustrazioini.

    Rilegato, 22 x 28,5 cm. pag. 346 riccamenet illustrato con foto a colori e b/n e disegni tecnici

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2017 da Crecy Publishing

    Quick view
  • 0 out of 5

    British Secret Projects. Bombers 1935 to 1950

    39.00

    Tony Buttler

    WooCommerceProdottiModifica il prodotto

    Store Activity

    Aggiornamento database WooCommerce completato

    Aggiornamento del database di WooCommerce completato. Grazie per aver aggiornato all’ultima versione!

    Modifica il prodotto

    Aggiungi Nuovo


    Conteggio parole: 197   Ultima modifica di Alessandro Manca il giorno 7 Ottobre 2020 alle ore 18:52
    Stato: Pubblicato Modifica stato
    Visibilità: Pubblico Modifica visibilità
    Pubblicato il: 7 Ott 2020 alle 18:52 Modifica data e ora
    Visibilità Catalogo: Nel negozio e nei risultati di ricerca Modifica
    Leggibilità: Da migliorare
    SEO: Non disponibile
    Quick view
  • 0 out of 5

    Denison – British Airborne Specialist Clothing from WW2 to the present day

    75.00

    Frutto della collaborazione con diversi specialisti e collezionisti e organizzazioni, il lavoro, dedicato soprattutto alla casacca Denison specificatamente disegnata per i paracadutisti della British Air force dopo l’inizio della Seconda Guerra Mondiale, in precedenza se ne utilizzava una su modello tedesco. L’opera prosegue mostrando le diverse tipologie di equipaggiamento dei paracadutisti succedutesi negli anni, giacche e pantaloni, accessori sperimentali, fino allo sviluppo dei modelli del dopoguerra, compresi DPM e MTP. Articoli spesso molto rari, precedentemente inediti e di proprietà di musei e collezioni private, sono stati abbondantemente fotografati in massima risoluzione e presentati insieme a fotografie originali per mettere in maggiore evidenza l’utilizzo particolare. L’accuratezza e la dovizia di particolari, ne fanno un’opera di riferimento per gli appassionati di equipaggiamento militare britannico e di paracadutisti in particolari.

    Cartonato, 21,5 x 30 cm. pag. 201 completamente illustrato con foto a colori e b/n a tutta pagina

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2013 da Military Mode

    Quick view
  • 0 out of 5

    Invasion Airfields Then and Now

    49.00

    Questo volume, con il consueto stile “Then and Now”, racconta la storia di ogni aeroporto diventato operativo, sul continente europeo in seguito allo sbarco di Normandia. Per costruire, o, ripristinare i circa 90 aeroporti considerati nello studio del volume, gli ingegneri dello US Aviation, e gli Ingegneri Reali britannici, o, i RAF Airfield Construction Wings, utilizzarono tecniche e metodologie ben rodate e sperimentate, riuscendo in tempi estremamente ridotti a fornire agli squadroni caccia e bombardieri della R.A.F. e dell’U.S.A.F, piste ben preparate per accogliere le centinaia e migliaia di velivoli che parteciparono all’offensiva finale contro la Germania. I campi di volo coperti dal presente studio, sono elencati in ordine della data in cui sono stati dichiarati operativi, ossia la data in cui è atterrato il primo velivolo. Durante i primi 90 giorni successivi alla D-Day, vennero approntati per l’utilizzo immediato ben 74 aeroporti.

    Rilegato, 21 x 30 cm. pag. 224 con circa 400 foto e 70 mappe

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2017 da After the Battle

    Quick view
  • 0 out of 5

    Nero di Londra. Da Caporetto alla marcia su Roma: come l’intelligence militare britannica creò il fascista Mussolini

    18.00

    Giovanni Fasanella  – Mario José Cereghino

    The Project”: è il nome che i servizi militari britannici danno al loro piano  per il controllo totale dell’Italia a partire dall’autunno 1917, subito dopo la catastrofe di Caporetto. L’artefice di quel progetto eversivo è il tenente colonnello Sir Samuel Hoare, il capo del Directorate of Military Intelligence. La sua missione è  impedire che l’Italia esca dalla guerra contro gli imperi centrali e, al contempo, porre le premesse di un sistema occulto basato su gruppi di potere trasversali fedeli alla Corona dei Windsor.  Sir Hoare crea l’archetipo di un movimento politico e paramilitare che sfocia ben presto nei Fasci italiani di combattimento guidati da Benito Mussolini. Finanziato dal Secret Service sin dall’inizio del 1918 con il nome in codice di “The Count”, il futuro duce conquista il potere nell’ottobre 1922 e instaura un regime autoritario di massa. Grazie alle carte dell’archivio personale di Sir Samuel Hoare, gli autori ricostruiscono una storia che, a cent’anni dalla Marcia su Roma, evidenzia per la prima volta le connessioni segrete tra Mussolini e i servizi d’intelligence di sua maestà, e le gravi responsabilità dell’establishment conservatore del Regno Unito. Una nuova versione sull’avvento del fascismo italiano…

    Quick view
  • 0 out of 5

    Stations of Coastal Command Then and Now

    59.00

    Il Comando Costiero venne creato nel 1936, affiancandosi al Fighter Comand e al Bomber Comand nella riorganizzazione della RAF nei suoi preparativi per l’imminente guerra, è costituì una colonna portante della Gran Bretagna nella battaglia contro la flotta sottomarina tedesca. Nei primi anni di guerra, centinaia di mercantili e altri navi alleate, vennero affondate nell’Atlantico, nel Mediterraneo e nel canale della Manica, dagli insidiosi U-Boat tedeschi, e rintracciare questi mezzi insidiosi divenne una lotta costante negli immensi spazi oceanici, come nel golfo di Biscaglia e nel Mare del Nord. Per contrastare la minaccia sottomarina tedesca, il Comando costiero costituì un anello di basi che si estendeva dalla Scozia all’Irlanda del Nord, dall’Islanda, al Galles del sud, da Gibilterra alle Azzorre. Tutto le 53 stazioni allestite a suo tempo, sono prese in esame d questo libro. Vengono analizzati, ovviamente, i mezzi aerei adoperati: Sunderland, Cataliana, Beaufighters e molti altri. Oltre che per la lotta antisommergibile, il Comando Costiero, forni alle forze armate britanniche e americane, preziose informazioni metereologiche e si adoperò anche nel contrasto alle navi mercantili tedesche che operavano lungo le coste europee, del Mare del Nord in particolare. Ottimamente illustrato, come tutti i volumi della After the Battle.

    Rilegato, 21 x 30 cm. pag. 280 con circa 500 foto e mappe

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2016 da After the Battle

    Quick view
  • 0 out of 5

    The Lee-Enfield – A Century of Lee-Metford and Lee-Enfield Rifles and Carbines

    110.00

    Questo lavoro compara tutti gli aspetti dello sviluppo e della produzione del Lee-Enfield in Inghilterra, America, India, Australia, Sudafrica e Estremo Oriente. Mostra fucili, carabine, baionette, pezzi di ricambio e altra componentistica, attrezzature, accessori e munizioni, raggruppati in specifici gruppi e capitoli. la carrellata inizia analizzando le prime prove dei fucili Remington Lee nel 1880 fino ad arrivare al 7,62 mm NATO L42A1 in uso nei moderni conflitti del secondo dopoguerra. Il volume, accompagnato da più di 1200 illustrazioni, da capitoli dedicati all’identificazione dei marchi e delle produzioni, è sicuramente la più importante opera di riferimento per collezionisti di armi da fuoco, nello specifico britanniche, appassionati e tiratori. Libro di difficile reperibilità.

    Cartonato con sovracopertina, 22 x 30 cm. pag. 608 interamente illustrato con circa 1200 tra foto b/n e illustrazioni

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2007 da Ian Skennerton

    Quick view
  • 0 out of 5

    The War in the Channel Islands – Then and Now

    49.00

    Oltre ad essere l’unico territorio britannico occupato dai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale, è forse meno noto che le Isole del Canale furono fortificate in un modo del tutto sproporzionato rispetto al resto del Vallo Atlantico: un patrimonio che viene esplorato in singoli capitoli, considerando le isole singolarmente. Una sintesi di come molte di queste strutture siano state sucessivamente utilizzate in ambito turistico, la scoperta dei musei “militari” estremamente ricchi di relique e cimeli che glia appassionati hanno avuto la lungimiranza di conservare e preservare, i ciniteri di guerra e altre strutture “derivate”, costituiscono un importante patrimonio nazionale inglese, annualmente visitato da decine di migliaia di turisti e di appassionati di argomenti militari. Il volume, realizzato con il classico stile “Then and Now”, vuole anche essere un omaggio ai soldati di ambedue le parti che sono caduti per servire i rispettivi paesi.

    Rilegato, 21,5 x 30 cm. pag, 256 con più di 650 illustrazioni e decine di mappe

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel After the Battle

    Quick view
X