Mussolini ritrovato – Storia di una collezione proibita

24.50

Il volume affianca una mostra di grande valenza storica, tenuto al Museo d’Arte delle Generazioni Italiane del ‘900, a Pieve di Cento, voluta dall’imprenditore e collezionista Giulio Bargellini. Il volume, come recita il sottotitolo, mostra per la prima volta al pubblico opere d’arte e cimeli storici che appartenevano un tempo a collezionisti privati. Busti, sculture, rilievi, dipinti e disegni, opere incise di artisti italiani, che costituiscono una vera e propria galleria iconografica mussoliniana. Ma anche raccolte di lettere, documenti, monete, fotografie storiche sul periodo fascista e la figura di Benito Mussolini. Tra i nomi, quello di Mario Sironi, ma anche di Gabriele D’Annunzio (presente in mostra con una ricca e rarissima documentazione del periodo fiumano). Le opere esposte provengono da acquisizioni di collezioni private. Una raccolta che, per i materiali conservati e per l’importanza e per la specificità della documentazione, costituisce uno dei fondi unitari di maggiore interesse per gli studiosi. Attraverso queste immagini, il personaggio Mussolini emerge in tutta la sua complessità di uomo politico e di statista.

Brossura, 21 x 28 cm. pag. 176 interamente illustrate con foto b/n e colori

Stampato nel 2009 da Minerva Edizioni

1 disponibili

Qty:
COD: SB00361 Categoria:

Descrizione

Arrigo Petacco

Il volume affianca una mostra di grande valenza storica, tenuto al Museo d’Arte delle Generazioni Italiane del ‘900, a Pieve di Cento, voluta dall’imprenditore e collezionista Giulio Bargellini. Il volume, come recita il sottotitolo, mostra per la prima volta al pubblico opere d’arte e cimeli storici che appartenevano un tempo a collezionisti privati. Busti, sculture, rilievi, dipinti e disegni, opere incise di artisti italiani, che costituiscono una vera e propria galleria iconografica mussoliniana. Ma anche raccolte di lettere, documenti, monete, fotografie storiche sul periodo fascista e la figura di Benito Mussolini. Tra i nomi, quello di Mario Sironi, ma anche di Gabriele D’Annunzio (presente in mostra con una ricca e rarissima documentazione del periodo fiumano). Le opere esposte provengono da acquisizioni di collezioni private. Una raccolta che, per i materiali conservati e per l’importanza e per la specificità della documentazione, costituisce uno dei fondi unitari di maggiore interesse per gli studiosi. Attraverso queste immagini, il personaggio Mussolini emerge in tutta la sua complessità di uomo politico e di statista.

Brossura, 21 x 28 cm. pag. 176 interamente illustrate con foto b/n e colori

Stampato nel 2009 da Minerva Edizioni

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mussolini ritrovato – Storia di una collezione proibita”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.