“Dolfo” Galland

luftwaffe

Visualizzazione di 1-48 di 78 risultati

  • 0 out of 5

    “Dolfo” Galland

    30.00

    Scritto in uno stile veloce e appassionante, questo libro è l’autobiografia di Adolf Galland da quando divenne pilota fino al suo definitivo soggiorno in Argentina, il “paese che è passato direttamente dal cavallo all’aereo”, paese di sogno per chi abbia sempre e solo voluto pilotare, malgrado gli incidenti, malgrado la guerra e la prigionia. Il volume è completato da diverse fotografie originali, tavole a colori con i profili degli aerei presi in considerazione, cartine, grafici e belle schede sui migliori aerei da caccia della Seconda Guerra Mondiale.

    Brossura 16,5 x 23,5 cm. pag. 578 con diverse foto b/n e 30 profili a colori

    Stampato nel 2010 da Sarasota

    Quick view
  • 0 out of 5

    301 – Gerhard Barkhorn l’Asso con trecentouno vittorie

    22.00

    Gerhard barkhorn (Konigsberg, 20 marzo 1919 – Tegernsee, 6 gennaio 1983) è stato il secondo maggiore asso dell’aviazione della storia dopo Erich Hartmann, nonché l’unico, assieme allo stesso Hartmann, ad aver abbattuto più di trecento aerei nemici. Ottenne la Croce di cavaliere con Fronde di Quercia e Spade per le sue imprese nel 1944. Questo pilota abbatté un totale di 301 aerei nemici in 1.104 missioni di guerra effettuate durante la Seconda Guerra Mondiale, prestando servizio nella Luftwaffe e, dopo la fine del conflitto, nell’Aeronautica Militare tedesca. Barkhorn fu anche il secondo miglior asso tedesco del fronte orientale dove ottenne tutte le sue vittorie volando su aerei Messerschmitt Bf-109 e Focke-Wulf Fw-190. Alla fine del conflitto pilotò anche alcuni messerschmitt Me-262 nell’unità formata da Adolf Galland, lo Jagdverbande 44. Estremamente documentato, accompagnato da decine fotografie originali, da tavole a colori con i profili degli aerei, da riproduzioni di insegne, insegne di fusoliera, decorazioni, il volume traccia la storia militare del famosissimo pilota da caccia, sul quale esiste una letteratura scarsissima.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 103 con diverse foto b/n e colori

    Stampato nel 2013 da Sarasota

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aerodromes of Fighter Command then and now

    65.00

    Il Fighter Command della RAF fu costituito nel luglio 1936 per strutturare l’elemento aereo, ovverosia la caccia, per la difesa della Gran Bretagna. Gli aeroporti di cui il comando sopraindicato aveva a disposizione, erano divisi in diversi gruppi: il n. 9 a Occidente dell’isola, il n. 10, che copriva il sud-ovest, il n. 11 nel sud-est del pese, il n. 12 sul lato orientale e il n. 13 e il n. 14 che proteggevano l’estremo nord. Il volume analizza l’attività di oltre 90 aeroporti che furono le basi dei cacciatori della Royal Air Force durante la Seconda Guerra Mondiale. Molti di questi campi dopo aver svolto il loro servizio operativo, sono tornati ad essere campi agricoli, altri hanno ceduto all’invasione delle abitazioni o delle industrie, mentre un certo numero ha continuato ad essere utilizzato per compiti operativi. Lavoro veramente superbo di After the Battle.

    Rilegato, 21 x 30 cm. pag. 360 con circa 400 fotografie e 70 mappe delle basi aeree.

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2014 da After of the Battle

    Quick view
  • 0 out of 5

    Air War on the Eastern Front

    29.00

    Mike Guardia

    La forza aerea dell’Unione Sovietica contro la Luftwaffe nei cieli dell’Europa orientale. Giugno 1941: dopo aver conquistato la maggior parte dell’Europa occidentale, Adolf Hitler rivolse la sua attenzione ai vsti territori dell’Unione Sovietica. Ignorando il patto di non aggressione con Joseph Stalin, Hitler lanciò l’Operazione Barbarossa, un’invasione su vasta scala che puntava alla conquista di Mosca. Nei cieli della Russia, gli aviatori della Luftwaffe, temprati dalle battaglie sul fronte occidentale, surclassarono nettamente l’aviazione sovietica durante le fasi iniziali dell’Operazione Barbarossa. A peggiorare le cose, Stalin aveva giustiziato molti dei suoi migliori piloti durante le perenni “purghe” degli anni ’30. Così, gran parte della forza aerea sovietica venne distrutta a terra prima di incontrare la Luftwaffe nei cieli. Nel 1944, tuttavia, gli aviatori sovietici avevano ripreso l’iniziativa e strappato con fervore la superiorità aerea alle potenze dell’Asse ormai in difficoltà. Nonostante ciò, la Luftwaffe seppe tener testa alla controparte sovietica sino al termine del conflitto.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Ardennes 1944 – De Nuages et de Feu – Guerre Aerienne sur les Ardennes

    36.00

    Il 16 dicembre 1944, le linee americane sostenevano il più potente attacco d’artiglieria e di forze corazzate che le forze del Terzo Reich, ormai in perenne fase difensiva, avessero lanciato sul fronte occidentale in seguito allo sbarco di Normandia, sei mesi prima. La più potente forza corazzata mai apparsa a Occidente, passò all’attacco con l’obbiettivo sperato di raggiungere il porto di Anversa, cuore logistico degli Alleati, favorita da una forte presenza di nubi che ostacolarono fortemente l’azione dell’aviazione alleata. In seguito, l’aviazione alleata fece sentire il suo peso decisivo. Nel complesso, le forze aere allate e tedesche, diedero un apporto importante alle operazioni belliche, impiegando caccia, caccia a reazione, bombardieri e aerei da trasporto. Molto ben illustrato con foto d’epoca e alcuni disegni a colori.

    Rilegato, 21,5 x 30,3 cm. pag. 160 riccamente illustrato con foto b/n e profili a colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2018 da Heimdal

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione – Adolf Galland

    35.00

    Adolf Galland fu il più famoso pilota da caccia tedesco della Seconda Guerra Mondiale e fino alla sua morte, nel febbraio 1996, fu anche l’ultimo superstite tra i principali Comandanti Superiori dell’Aeronautica tedesca. Un asso con più di 100 vittorie riportate in combattimento sul fronte occidentale e l’ultimo dei decorati con la massima insegna al valore, la Croce di Cavaliere con Fronde di quercia, spade e diamanti concessa soltanto a ventisette tra i milioni di uomini che servirono nelle Forze Armate tedesche. La sua carriera spaziò in un periodo d’oro per l’aeronautica: dai biplani ad abitacolo aperto passando per i caccia Messerschmitt BF-109 durante la Battaglia d’Inghilterra fino a pilotare i primi caccia a reazione della storia, i Messerschmitt 262.

    Brossura 17 x 24 cm. pag. 172 + 32 di foto b/n

    Stampato nel 1998 da Albertelli

    Condizioni del libro: nuovo in perfette condizioni con sovracopertina

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione – Luftwaffe in Sardegna

    49.00

    La Luftwaffe fu presente in Sardegna con i sui reparti dal 1941 al 1943, se non si contano due solitari velivoli che presero terra il 19 luglio 1940. In base a inedite ricerche di archivio, comprendenti parte della documentazione prodotta dall’Intelligence di parte avversa, questo libro svela un tema poco noto fra gli studi relativi all’attività operativa in Italia dei reparti della Luftwaffe. Dopo un esame della fase iniziale del 1941 e 1942, il testo analizza e approfondisce le vicende che coinvolsero i reparti nel 1943: attività offensiva e ricognizione strategica, difesa aerea e combattimenti con l’aviazione nemica, impiego dei reparti da trasporto; e offre inoltre uno sguardo agli aspetti più territoriali come l’allestimento del sistema radar costiero e dei collegamenti radio e la ricerca di nuove aree da destinare a campi di volo più sicuri. Il volume, completato da oltre duecento immagini, è arricchito dalle memorie di alcuni veterani, da documenti di fonte tedesca e americana, da mappe, grafici e tabelle.

    Brossura 24 x 22 cm. pag. 190 con molte foto e cartine b/n

    Stampato nel 2010 da Alisea

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione – Messerschmitt Me 210/Me 410 Hornisse Hornet

    165.00

    I Messerschmitt Me 210/Me 410 sono il progressivo sviluppo del Bf 110 – caccia bimotore pesante. Per la mancanza di sufficienti e adeguate prove di volo il Me 210 conobbe una non invidiabile reputazione per le sue caratteristiche di volo e il suo carrello di atterraggio debole, tanto da mandare in crisi la compagnia. Dopo successive migliorie sul telaio, i profili alari, il carrello, ecc. il Me 210 diventò Me 410, questo volò in cieli ostili e su molti fronti di combattimento. Questo testo presenta innanzitutto questo lento sviluppo dell’aeromobile, i personaggi coinvolti in questa avventura, le recriminazioni, l’importanza dei piloti, la completa Werknummer (lista di produzione) di ogni macchina costruita, i sistemi con cui era armata, il tutto illustrato da fotografie, disegni e profili.

    Rilegato con sovracoperta 22 x 30 cm. pag. 176 interamente illustrate con spaccati, disegni, foto b/n e colori + 10 profili a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2007 da Midland

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione – Projekt Natter. Last of the Wonder Weapons

    145.00

    Questo libro, frutto di dieci anni di ricerche sui documenti di fabbricazione e resoconti delle prove, è sicuramente la più importante opera di riferimento e di consultazione sul Natter, l’ultima prodigiosa arma tedesca della Seconda Guerra Mondiale, l’intercettore a reazione a decollo verticale. Il volume è completamente illustrato con centinaia di fotografie a terra e durante le prove, dei particolari degli interni e dei motori, delle torri di lancio, degli armamenti e in fase di costruzione, e con decine di disegni tecnici, diagrammi e schede tecniche compresi i propellenti.

    Rilegato, pag. 144 con moltissime foto e disegni b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2006 da Classic

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. Album Historique. Stukas.Les Avions Allemands d’Attaque au Sol (1933-1935)

    55.00

    Herbert Leonard

    Il volume di  Herbert Leonard, stampato dalle edizioni Heimdal nel 1997, rappresenta ancora oggi, uno dei volumi più completi, realizzati sul simbolo della Luftwaffe nei primi anni di guerra, il connubio imprenscindibile, con i corazzati Panzer III e VI, della blitzkrieg tedesca. Come al solito, nei volumi della Heimdal, l’apparato iconografico “la fa da padrona”. Oltre 400 immagini in b/n dello Stuka, sono accompagnate da un testo preciso, da decine di disegni al tratto, da 6 pagine di foto a colori e da 10 pagine di tavole a colori e distintivi.

    Rilegato, 21 x 30 cm. pag. 196 riccamnete illustrato con oltre 400 foto b/n e alcuni profili e foto a colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 1997 da Heimdal

    Condizioni del libro: usato in ottime condizioni. Piccolissimo colpo sull’angolo in basso a destra

     

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. Defenders of the Reich. Jagdgeschwader 1 Vol. 1

    59.00

    Questo primo volume di una serie di monografie dedicate alle principali unità di difesa della Luftwaffe, prende in esame la storia della formazione del Jagdgeschwader 1 e i suoi successivi scontri con la RAF sopra il Mare del Nord nel corso degli anni 1941-1942. Completamente illustrata l’opera presenta più di 280 fotografie dei piloti e dei loro aerei, a terra e in volo, molte delle quali assolutamente inedite, ed è inoltre completata dai profili a colori di ogni velivolo e dell’emblema dello stesso, disegnati da un artista famoso. La serie è indirizzata a studiosi e appassionati di storia dell’aviazione militare per la completezza e l’accuratezza delle ricerche storiche e iconografiche.

    Brossura 22,5 x 30 cm. pag. 96 interamente illustrate con foto b/n + 29 profili a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2001 da Classic

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. Defenders of the Reich. Jagdgeschwader 1 Vol. 2

    59.00

    Questo secondo volume di una serie di monografie dedicate alle principali unità di difesa della Luftwaffe, prende in esame la storia della formazione del Jagdgeschwader 1 e i suoi successivi scontri con la RAF sopra il Mare del Nord nel corso degli anni 1941-1942. Completamente illustrata l’opera presenta più di 280 fotografie dei piloti e dei loro aerei, a terra e in volo, molte delle quali assolutamente inedite, ed è inoltre completata dai profili a colori di ogni velivolo e dell’emblema dello stesso, disegnati da un artista famoso. La serie è indirizzata a studiosi e appassionati di storia dell’aviazione militare per la completezza e l’accuratezza delle ricerche storiche e iconografiche.

    Brossura 22,5 x 30 cm. pag. 96 interamente illustrate con foto b/n + 31 profili a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2002 da Classic

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. Defenders of the Reich. Jagdgeschwader 1 Vol. 3

    59.00

    Questo terzo volume di una serie di monografie dedicate alle principali unità di difesa della Luftwaffe, prende in esame la storia della formazione del Jagdgeschwader 1 e i suoi successivi scontri con la RAF sopra il Mare del Nord nel corso degli anni 1941-1942. Completamente illustrata l’opera presenta più di 280 fotografie dei piloti e dei loro aerei, a terra e in volo, molte delle quali assolutamente inedite, ed è inoltre completata dai profili a colori di ogni velivolo e dell’emblema dello stesso, disegnati da un artista famoso. La serie è indirizzata a studiosi e appassionati di storia dell’aviazione militare per la completezza e l’accuratezza delle ricerche storiche e iconografiche.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. Dimensione Cielo vol. 24 e 24 seconda parte. Caccia Germania

    39.00

    William Green

    Due volumi delle edizioni Ateneo e Bizzarri, dedicati ai caccia tedeschi della Seconda Guerra Mondiale. In totale sono circa 155 pagine circa. I volumi presentano un testo esaustivo e sono molto ben illustrati con immagini d’epoca in b/n, alcuni disegni e trittici, sempre b/n e 5/6 pagine di tavole a colori, alcune apribili.

    2 volumi in brossura, 17 x 24 cm. pag. 72 + 86  illustrati con foto b/n e profili a colori

    Stampato nel 1975 da Edizioni Bizzarri

    Condizioni del libri:  usati in ottime condizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. Il ricco Bottino. Aerei italiani nella Luftwaffe. The Rich Booty. Italian aircraft in Luftwaffe service

    30.00

    Hans Werner Neulen

    In questa monografia, l’autore tedesco Hans Werner Neulen, ha evidenziato la storia completa  degli aerei un tempo appartenenti alla Regia Aeronautica italiana, in servizio con la Luftwaffe, dopo l’8 settembre 1943. Il lavoro è riccamente illustrato con foto inedite, profili a colori e conta tre importanti appendici.

    Brossura, 21 x 29,5 cm. pag. 80riccamente illustrato con foto b/n e profili di mezzi a colori

    Stampato nel 2000 da Giorgio Apostolo Editore

    Condizioni del libro: usato in perfette condizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. Luftwaffe 1946. Tech Manual Vol. 1- fumetto

    45.00

    Ted Nomura – Justo Miranda – Paula Mercada

    Volume a fumetti di ben 280 pagine della serie Luftwaffe 1946 con testi e disegni di Ted Nomura, Justo Miranda e Paula Mercado, specialisti dei progetti segreti della Luftwaffe. Si immagina che il secondo conflitto mondiale continui ancora nel 1946 con i nuovi  velivoli, messi in linea dalla Luftwaffe. Il presente fumetto può essere paragonato ai vlumi pubblicati tra gli ani novanta e duemilia, sui progetti segreti della Luftwaffe. Indicato per gli appassionati di storia alternativa, aviazione tedesca, fumetti e modellisti. Raro.

    Brossura, 17 x 26,5 cm. pag. 284 con numerosi disegni b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2023 da Antartic Press

    Condizioni del libro: usato in perfette condizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. Luftwaffe Eagle. From the Me109 to the Me262

    115.00

    L’asso della Lufwaffe Walter Schuck, che aveva volato con il Me109 e il Me262 nella squadra di caccia sui mari del Nord, Croce di Cavaliere, soprannominato “Aquila della Tundra”, racconta in questo volume la propria storia, semplicemente, comunicando le proprie impressioni di vita, le ragioni di appartenenza alla Luftwaffe, riproponendo la vita quotidiana di un soldato in quel periodo, comprese le difficoltà della guerra nei mari artici. Il volume, ricco di dettagli e fatti diversi, è accompagnato da molte fotografie facenti parte della collezione privata dell’autore e dai profili a colori degli aeroplani.

    Cartonato con sovracopertina 21,5 x 30,5 cm. pag. 239 interamente illustrato con foto b/n e colori + 5 profili a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2009 da Hikoki Publications

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. The Focke-Wulf Fw 190 Dora vol. 2

    99.00

    Questo secondo volume, appartenente al più importante e completo lavoro sulla versione Dora del Focke-Wulf 190, in particolare presenta i modelli D-9, D-11, D-13. Il testo, accompagnato da centinaia fotografie, molte delle quali rarissime e inedite, come quelle del Fw 190 D-11 o del Galland JV 44 Me 262, profili a colori, tabelle e accurati disegni dei dettagli, riporta tutto l’immaginabile dalle prime sconfitte e vittorie alle impressioni dei piloti, dalle storie dei combattimenti, passando per diari e reports. Un ampio spazio è dedicato inoltre a marchi, colori e mimetizzazioni.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione. The Focke-Wulf Fw 190 Dora Vol. I – FW 190 D-9

    185.00

    Questo volume rappresenta il più importante e completo lavoro sulla versione Dora del Focke-Wulf 190, a partire da una concisa storia dello sviluppo del prototipo. Il lavoro riporta anche i resoconti di 8 combattimenti raccontati da altrettanti piloti provenienti dai seguenti gruppi caccia: JG 54, JG 2, JG 3, JG 26, JG 51, JG 301. Il testo, accompagnato da 427 fotografie, molte delle quali inedite, comprese quelle della mascotte “Struppi” riporta i distintivi e il sistema di “marcature” tattiche e dei colori utilizzati dallo JG 301, e ancora: 72 profili a colori, 35 tabelle e accurati disegni tecnici. Insomma un autentico libro di riferimento inerente uno dei più potenti caccia della Seconda Guerra Mondiale, che ne analizza tutti gli aspetti e l’intera storia operativa: dalle vittorie alle sconfitte, dalle impressioni dei piloti, alle storie dei combattimenti fino alle accuratissime descrizioni delle varie mimetizzazioni, passando per diari e reports giornalieri.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Axis Wings. The Luftwaffe and co-belligerent air forces’ compendium. Vol. 1

    59.00

    AA.VV.

    Chandos Publications, in associazione con Robert Forsyth della Chevron Publishing, presenta sul mercato internazionale, il primo di una serie di volumi che, avrà per tema, la Luftwaffe e le aviazioni alleate co-belligeranti. Ogni volume prenderà in considerazione aerei, attività operativa, piloti, ecc. il tutto accompagnato da numerose illustrazioni in b/n, alcune a colori e numerose tavole a colori, che ne fanno un lavoro adatto anche per i modellisti. Vengono presentate moltissime informazioni inedite sulla Luftwaffe e su quelle cobelligeranti, informazioni che magari sarebbero troppo brevi per essere trattate in un libro specifico. Axis Wings’ mira a far conoscere queste storie, accompagnandole con disegni appositamente commissionati e fotografie provenienti da collezioni private. Ogni uscita, potrà contare su circa 200 pagine. Inizialmente si prevedono due uscite l’anno. In questa fase, il progetto è soprattutto un esperimento. La seconda uscita dovrebbe vedere la luce nell’autunno 2024.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 186 illustrato con foto b/n e illustrazioni a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2024 da Chandos Publications

    Quick view
  • 0 out of 5

    Batailles Aeriennes. La Luftwaffe en Italie 1943-1945

    18.00

    Jean Louis Roba

    Durante la Seconda Guerra Mondiale, la Luftwaffe operante in Italia, paese alleato del Reich, dipendeva in teoria dalla Regia Aeronautica italiana. In realtà, a causa delle carenze dell’aviazione militare italiana, gli strateghi tedeschi guidarono autonomamente i reparti della Luftwaffe. Dal 1940 al 1942 l’Italia costituì soprattutto una base operativa per l’aviazione tedesca impegnata nei raid su Malta o l’Africa. Dopo la perdita della Tunisia nel maggio 1943, la Sicilia e la terraferma italiana si trovarono in prima linea, diventando veri e propri territori di guerra. Dopo le dure battaglie in Sicilia, la Luftwaffe si ritirò nella penisola, combattendo passo dopo passo. L’8 settembre 1943 l’Italia cambiò schieramento e l’aviazione tedesca ebbe molto da fare per disarmare le unità dell’ex alleato e recuperare gli equipaggiamenti della Regia Aeronautica. Nonostante una netta inferiorità numerica nei confronti delle forze alleate, gli aviatori tedeschi resistettero e compirono missioni impegnative a Salerno, Anzio, le battaglie di Cassino… anche se il loro numero in uomini e aerei era in continua diminuzione. Di tanto in tanto alcuni reparti ‘offensivi’ (LG 1, JG 2, KG 76,…) potevano essere dislocati (temporaneamente) verso il fronte italiano. Roma cadde il 5 giugno 1944 nelle mani degli Alleati. Questo vero successo fu tuttavia eclissato dall’annuncio, il giorno dopo, dello sbarco alleato in Francia. Da quel momento, il teatro d’operazione francese avrebbe “prosciugato” tutta l’attenzione e quasi tutto il potenziale della Luftwaffe presente nel sud e nell’ovest dell’Europa. Rimasero così nell’Italia settentrionale solo poche unità tedesche di ricognizione o di supporto a terra operanti a favore delle sole truppe di terra. Combattendo uno contro dieci, poi uno contro cento, i resti della Luftwaffe furono costretti a ripiegare definitivamente sulla difensiva. Il tentativo di dotare le unità aeree della RSI di equipaggiamenti tedeschi per sopperire alla mancanza di unità tedesche ebbe un’impatto estremamente limitato, e, nel maggio 1945, la Luftwaffe non era altro che un rivolo… nella penisola italiana.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 96 con foto b/n e profili di mezzi a colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2022 da Avions Bateaux

    Quick view
  • 0 out of 5

    Da Rudorffer a Schall e Rademacher gli Experten del JG 7

    32.00

    Vengono ripercorse le coraggiose vite di guerra aerea dei piloti dello Jagdgeschwader 7, costituito nel 1944, celeberrimo Stormo della Luftwaffe che contribuì a rendere leggendario il Me 262, con probabilmente 500 vittorie nelle operazioni effettuate. La narrazione delle vicende dei combattimenti (corroborate dalle testimonianze) e delle vite di assi dell’aviazione come Franz Schall, Hermann Buchner, Georg-Peter Eder, Erich Rudorffer, Karl Schnorrer, Erich Buttner, Helmut Lennartz, Rudolf Rademacher, Walter Schuck, Alfred Ambs, Fritz Muller, Einrich Ehrler, Wolfgang Spate, e molti altri ancora, sono appassionanti e drammatiche allo stesso tempo.

    Brossura, 24 x 22 cm. pag. 162 con numerose foto b/n e 18 profili a colori

    Stampato nel 2017 da sarasota

    Quick view
  • 0 out of 5

    Das Vergessene As – Der Jagdflieger Gerhard Barkhorn

    69.00

    Nonostante il fatto che Gerhard Barkhorn abbia totalizzato ben 301 vittorie durante il servizio con il Jagdgeschwader 52 sul fronte orientale, facendo di lui il secondo pilota di caccia di maggior successo della Seconda Guerra Mondiale dopo Erich Hartmann, oggi il suo nome è quasi sconosciuto ai più. Questo libro descrive le esperienze di guerra di Barkhorn con il JG 2 sul Canale della manica, i JG 52, JG 6 e, infine con il JV 44. Estratti originali dei rapporti di combattimento, permettono al lettore di vivere la drammaticità degli eventi di ciò che accadde allora. Il volume esamina anche la carriera di Barkhorn nel dopoguerra nelle nuove forze armate tedesche. In questo libro sono pubblicate per la prima volta numerose diapositive a colori scattate da Barkhorn durante il suo servizio con il JG 52, così come molte foto in bianco e nero. Sono presenti anche bellissimi disegni a colori dei velivoli pilotati da Barkhorn. Un volume per onorare uno dei più grandi piloti della Luftwaffe.

    Rilegato, 28,5 x 24 cm. pag. 208 con circa 35 foto a colori, 11 foto b/n, 15 profili e 11 mappe a colori

    Testo in lingua tedesca

    Stampato nel 2014 da Luftfahrtverlag-Start

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dati tecnici sullo sviluppo della A4 V-2

    15.00

    Questo rapporto è stato compilato dalla documentazione su Peenemünde portata negli USA e archiviata nell’Arsenale di Redstone. Prima della restituzione ufficiale di questi documenti alle autorità della Germania Ovest nell’estate del 1958, l’autore visionò il materiale riassumendo i dati più importanti. Il presente rapporto contiene le note significative di questa selezione concernente i “Dati tecnici dello sviluppo della A-4 (V-2)”.Il materiale è suddiviso in tre sezioni: dai seminali e primitivi razzi A1, alla A-4 (V-2) con sviluppo dei componenti, fino alla A-4 migliorata (A-4b)In appendice sono presentati gli organigramma e la storia operativa delle unità artiglieria missili della Heer.

    Brossura, 13,5 x 20,5 pag. 94 interamente illustrato

    Stampato nel 2012 da Associazione Italia

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dive-bomber and groun-attack units of the Luftwaffe 1933-1945 Vol. 1

    49.00

    Henry L. de Zeng IV, Douglas G. Stankey

    Cartonato con sovracopertina 23 x 30,5 cm. pag. 208 interamente illustrate con foto b/n e colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2009 da Classic

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dive-Bomber and Ground-Attack Units of the Luftwaffe 1933-1945 – A Reference Source Vol 2. Units Formation and Redesignation Commanders Key Operations Codes Emblems

    60.00

    Questo secondo volume dedicato all’organizzazione delle unità destinate agli attacchi su obiettivi terrestri, presenta tutti i vari gruppi compresi i reparti utilizzati in operazioni notturene. Il volume, anche attraverso un’abbondante iconografia, riporta i dettagli sulla costituzione dei reparti e sulla loro riorganizzazione nel corso della guerra, con posizionamenti, basi e variazioni, una analisi dettagliata dei teatri delle operazioni, battaglie principali e tipi di velivoli, biografie dei principali comandanti, lista degli ufficiali, emblemi e distintintivi. Il volume è strutturato in modo da esaminare reparto per reparto, le operzioni a cui ognuno di essi ha preso parte, il tutto contestualizzato al settore geografico delle operazioni stesse e alle macchine impiegate.

    Cartonato con sovracopertina, 23,5 x 31 pag. 192 illustrato con circa 195 foto b/n e 9 a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2013 da Classic

    Quick view
  • 0 out of 5

    Division Hermann Goring – Tropas de la Guardia de la Luftwaffe

    14.00

    Questa pubblicazione, facente parte di una serie di monografie illustrate dedicate alla Seconda Guerra mondiale con una attenzione particolare ai mezzi e agli armamenti, si occupa della Divisione Hermann Goring. Ogni volume alterna fotografie originali in bianco e nero a fotografie attuali a colori dei mezzi e delle insegne, a tavole a colori con profili e disegni. I volumi sono sicuramente interessanti per modellisti e collezionisti.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 64 illustrato con foto b/n e 12 pag. di tavole a colori

    Testo in lingua spagnola

    Stampato nel 2010 da Galland Books

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dornier Do 335 Pfeil/Arrow

    69.00

    Spesso descritto come brutale ma innovativo nella progettazione, questo “massiccio” progetto aeronautico della Dornier, un caccia ognitempo, estremamente versatile, rappresentava il design degli aeromobili tedeschi sul finire della guerra. Un aereo straordinario che avrebbe potuto essere un avversario mortale in combattimento per gli aerei alleati, ma la fine del conflitto impedì alla Luftwaffe di immetterlo in servizio. Nonostante il suo potenziale non realizzato, il “335” ha mantenuto un fascino particolare per gli appassionati di aviazione, gli storici e i modellisti. Per un aereo che praticamente non entrò mai in servizio, annovera anche molte pubblicazioni e nell’ambito modellistico, ha sempre ricevuto molta attenzione. Gli autori hanno ora hanno completamente rivisto, aggiornato e ampliato notevolmente il loro lavoro apparso oltre un decennio fa (di circa 80 pagine), che comprende in particolare oltre 150 fotografie, diagrammi e nuove illustrazioni che mostrano lo sviluppo, la progettazione e la costruzione del “335”. Consigliato sia agli appassionati di aviazione tedesca del secondo conflitto mondiale, sia ai modellisti (sono presenti anche disegni in 3D, disegni in scala del velivolo e delle diverse componenti). In assoluto, il libro di riferimento per quanto riguarda questo aeroplano.

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2017 da Crecy

    Quick view
  • 0 out of 5

    Drilling der Luftwaffe. Fucile militare Sauer & Sohn modello 30 della Luftwaffe

    28.00

    Incenzo Poma – Enzo Moriconi

    Certamente una arma tedesca con la filosofia opologica degli anni 30 del 900, risulta per progettazione, meccanica e realizzazione una vera pietra miliare sulle armi di sopravvivenza, prodotte decine di anni dopo da altre nazioni. L’aspetto particolare è di chi volle l’adozione del fucile Drilling Sauer & Sohn modello 30 (tratta dalla produzione civile da caccia), niente di meno che il Reichsmarschall del terzo Reich Hermann Göring, comandante supremo della Luftwaffe (l’aviazione militare tedesca) egli appunto – ex decorato pilota della grande guerra – aveva intuito che su alcuni aerei della Luftwaf fe destinati in particolare in zone selvagge e con bassa presenza umana come la Libia in nord Africa, ed in altri territori dell’est Europa come la Russia etc, occorresse in caso di abbattimento e/o atterraggio di fortuna, una arma che potesse essere indispen sabile all’abbattimento di un animale feroce, nemici e selvaggina varie. Gli autori hanno avuto una fortuna “non comune”, quella di possedere nel tempo alcuni esemplari del predetto fucile Drilling, ma soprattutto perché provenivano da alcuni aeroporti italo – tedeschi siciliani, e di alcuni di essi sapevano chi fossero stati i destinatari dei fucili, omaggi dei comandanti tedeschi. Si tenga presente che il Drilling Sauer & Sohn fu prodotto in solo 2.456 esemplari sugli originali 4.000 contrattuali fucili a causa degli esiti negativi della guerra in Nord Africa la cui produzione cesso nel 1942.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Fallschirmjagergewehr 42

    69.00

    Dieter Handrich

    Il fucile da paracadutista FG 42, di cui furono realizzate tre varianti, è da annocerare tra le armi da fanteria più straordinarie della Seconda Guerra Mondiale. Il suo progettista, Louis Stange della ditta Rheinmetall-Borsig, era riuscito a sviluppare un fucile per la potente cartuccia di fanteria (per inteso la cartuccia che armava i Kar98) che poteva anche sparare raffiche mirate, mantenendo un un peso ridotto. Nessun altro fucile semiautomatico poteva garantire le medesime prestazioni. La storia dello sviluppo dell’FG 42 non è meno straordinaria. Non fu concepito sotto la supervisione dell’Heereswaffenamt, che era l’unico responsabile dello sviluppo delle armi di fanteria, ma ne fu responsabile il dipartimento per le armi del Ministero dell’aviazione del Reich. Questo fatto fu reso possibile solo grazie alla posizione speciale della Luftwaffe nella struttura della Wehrmacht, che doveva al suo comandante in capo, il ministro dell’aviazione del Reich e delfino di Hitler, Hermann Göring. Tuttavia, il libro non si limita alla presentazione della storia di sviluppo dei tre modelli dell’FG 42 e alla descrizione dei loro dettagli tecnici, inclusa la riproduzione delle istruzioni per l’uso. Mostra anche gli svantaggi dell’FG 42 rispetto ad un’altra arma leggendaria, il fucile d’assalto Sturmgewehr 44, e si occupa della formazione delle truppe paracadutisti e delle loro missioni nel periodo che vide lo sviluppo dell’FG 42.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Fighters of the Iron Cross. Men and Machines of the Jagdwaffe

    125.00

    Jerry Crandall

    Jerry Crandall

    Finalmente pubblicato questo attesissimo volume di Jerry Crandall con la biografia di 14 piloti tedeschi della Luftwaffe. L’importante apparato iconografico comprende oltre 480 foto dell’epoca in gran parte inedite in quanto provenienti dalle collezioni private dei piloti stessi e ben 72 profili a colori degli aerei. Molti anni fa, in un lungo tour tra Stati uniti, Canada e Germania, sono state “recuperate” le firme dei piloti protagonisti in questo volume. L’edizione deluxe in edizione limitata di 350 copie (purtroppo non più disponibile) è stata firmata da Oskar Bösch, Karl H. Pütt, Horst Petzschler, Gerhard Thyben, Hans-Ekkehard Bob, Gerhard Hanf, Elias Kuhlein, Willhelm Moritz, Herbert Schlüter, Willi Unger, Siegfried Müller , Gerhard Kroll e Rolf Hermichen. Nel libro sono presentate 14 biografie di piloti e storie di combattimento della Seconda Guerra Mondiale, in cui i sopracitati piloti, ricordano i combattimenti durante il conflitto, tutte basate su interviste personali condotte da Jerry e Judy negli ultimi 45 anni. Le foto presentate, molte delle quali mai pubblicate prima, provengono principalmente dalle collezioni private dei piloti, insieme a poche altre fonti.

    Rilegato, 21 x 30 cm. pag. 360 illustrato con circa 481 foto b/n e 72 profili a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2017 da Eagle Edition

    Quick view
  • 0 out of 5

    Giallo 14

    26.00

    Estremamente documentato, accompagnato da centinaia di fotografie originali, da tavole a colori con i profili degli aerei, da riproduzioni di locandine e riviste, insegne, insegne di fusoliera, decorazioni, il volume traccia la storia militare del famosissimo pilota da caccia che portava sul suo aereo il 14 giallo e aveva vinto 158 battaglie aeree sempre imbattuto: Joachim Marseille. Ammirato anche dagli italiani che gli assegnarono la più alta onorificenza, la Medaglia d’Oro, morì sulle linee del fronte e gli stessi italiani gli eressero un piccolo monumento,sul quale oggi ne è nato un altro che porta la scritta. “Qui morì il Capitano Hans Joachim Marseille: mai sconfitto”.

    Brossura 17 x 24 cm. pag. 179 con diverse foto b/n

    Stampato nel 2011 da Sarasota

    Quick view
  • 0 out of 5

    Gli assi della Luftwaffe raccontano

    20.00

    Joachim Marseille viene considerato il più grande di tutti i piloti da caccia della Luftwaffe, alcune sue imprese sono talmente incredibili che per anni molti rifiutarono di accettarne la documentazione. Herich Hartmann è considerato il più grande “experte” della Seconda Guerra Mondiale, quello che ha riportato il massimo numero di vittorie tra i piloti da caccia, soprattutto sul fronte orientale, forse più facile ma non scevro di pericoli. Adolf Galland fu il più famoso dei cacciatori tedeschi, uno dei maggiori vincitori nell’elenco dei piloti da caccia della Luftwaffe che combatterono contro gli inglesi e gli american. Corredato da numerose fotografie originali questo volume ci offre una bella panoramica delle imprese di questi tre assi sui vari fronti: occidentale, orientale e in Africa.

    Brossura 17 x 24 cm. pag. 164 con alcune foto b/n

    Stampato nel 2011 da Sarasota

    Quick view
  • 0 out of 5

    Goering

    24.00

    Roger Manvell – Heinrich Fraenkel

    Sir Norman Birkett, il giudice inglese che diresse il processo di Norimberga contro Hermann Göring, annotava nel suo diario durante un’udienza in cui la pubblica accusa stava perdendo il controllo dei nervi: «Göring adesso domina questo processo… Fra poco riuscirà a trasformarlo in una piattaforma per spiegare e illustrare i suoi meriti e le sue glorie alle prossime generazioni tedesche». In verità, la pubblica accusa – invece di trovarsi di fronte a un “pallone gonfiato” portato sugli allori dalla propaganda nazista, l’ultimo Napoleone del regime, “un donchisciotte di gomma” – dovette impiegare tutte le proprie capacità ed energie per non essere travolta da un carattere di ferro, armato di un’abilità diabolica. Proprio durante il processo, che chiude questa biografia del “paladino di Hitler”, la strana e forte personalità di Göring viene rivelata con efficacia in un perfetto ritratto psicologico. Il libro, grazie anche ai racconti di persone che ebbero modo di conoscerlo, ripercorre la vita di Göring dall’infanzia fino alla morte.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Goring’s Grenadiers:The Luftwaffe Field Divisions 1942-1945

    65.00

    La storia completa delle divisioni da campo della Luftwaffe. Queste erano unità formate da personale in eccesso dell’aviazione e fecero cresceree il prestigio Hermann Goering. Queste unità pur essendo dei reparti di terra, erano inquadrate nella Luftwaffe come d’altronde le divisioni Flak. combatterono su tutti i fronti subendo forti perdite. Per la prima volta un lavoro organico (ogni divisione è trattata singolarmente) racconta la loro storia completa anche attraverso 100 mappe di battaglie, 26 tavole uniformologiche (purtroppo in b/n), 80 foto rare, e sei tavole uniformologiche a colori di Darko Pavlovic.

    Rilegato, 21 x 26 cm. pag. 380 illustrato con 230 cartine, foto, e tabelle b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2002 da Europa Books

    Quick view
  • 0 out of 5

    Graf Zeppelin’s Eagles: An Operational History of the Messerschmitt Bf 109 T

    99.00

    Francis L. Marshall

    Dall’autore del best seller: “Sea eagles”, esaurito ed introvabile da anni, ecco il suo nuovo lavoro relativo allo sviluppo e alla storia operativa del Messerschmitt Bf 109 T. La ricca iconografia a corredo del ben documentato testo comprende foto dell ‘epoca, la riproduzione di documenti vari, 20 profili a colori di Janusz Swiatlon oltre a disegni al tratto di Arild Tangerud. La storia del Bf 109 T costituisce una piccola ma importante parte del più famoso design Messerschmitt. Settanta esemplari furono costruiti nel 1941, inizialmente come componente imbarcata della pianificata portaerei “Graf Zeppelin”. Quando la portaerei fu cancellata, i Bf 109 T furono consegnati alla Luftwaffe che li mise in servizio in Norvegia. Tuttavia, i piani rinnovati per completare la Graf Zeppelin portarono al ritiro degli esemplari in questione. La cancellazione definitiva del Graf Zeppelin vide l’assegnazione di questi velivoli allo Jagdstaffel Helgoland. Alla fine dell’anno l’unità venne dislocata, nuovamente, sul suolo norveggese. A metà del 1944 il Bf 109 T fu finalmente ritirato dal servizio di prima linea e gli esemplari restanti, trasferiti alle unità di addestramento. Questo libro descrive in dettaglio la storia e l’utilizzo del Bf 109 T e include resoconti non solo dei piloti della Luftwaffe che li hanno pilotati, ma anche dei loro avversari della RAF e dell’USAAF. Sono inclusi i dettagli di tutte le perdite note.

    Rilegato, 21,5 x 30 cm. pag. 362 riccamente illustrato con centinaia di foto b/n, 20 profili a colori e disegni in scala.

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2021 da Chandos Publications

    Quick view
  • 0 out of 5

    Graublau! Le giubbe in lana della Luftwaffe / Les vareuses en drap de la Luftwaffe

    29.00

    Leonardo Andrei

    Le giubbe della Luftwaffe in tessuto grigioblu (Graublau), dal taglio che trasuda nel contempo tradizione e modernità, venivano indossate sia durante la libera uscita che in battaglia. Si tratta di uniformi rare e apprezzatissime dai collezionisti, a cui piacciono gli oggetti intrisi nel sudore e nel sangue di combattenti, dei piloti, degli artiglieri o dei paracadutisti che le hanno portate in azione. L’obiettivo di questo libro è presentare alcune delle più belle uniformi Graublau – di dotazione o di confezione privata che siano – indossate sia dalla truppa che dagli ufficiali della Luftwaffe.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 98 riccamente illustrato con foto a colori

    Testo in lingua italiano/francese

    Stampato nel 2023 da Memorabilia

    Quick view
  • 0 out of 5

    Grifoni sulla Russia. La campagna di Russia dall’abitacolo di un bombardiere Heinkel He 111, 1941-1945

    29.00

    Georg Zirk

    Georg Zirk era un tedesco etnico che viveva in Polonia all’inizio della seconda guerra mondiale. Le persecuzioni polacche che nel 1939 portarono alla morte di quattro familiari lo spinsero ad entrare nella Luftwaffe, dove divenne navigatore-puntatore. Dal 1943 in azione sui bombardieri Heinkel He 111 con i Kampfgeschwader 55 “Greif” e Kampfgeschwader 4 “General Wever”, Zirk volò in 81 missioni di combattimento, di cui 65 notturne, sul fronte Orientale. Vide azione dal Mar Nero alle porte di Berlino, prendendo parte in tredici grandi battaglie: dalle missioni di supporto alla Wehrmacht a Kursk e Velikie Luki, ai massicci bombardamenti contro le linee ferroviarie sovietiche durante l’operazione “Bomberstrom Ost” della Luftwaffe, al riuscito raid del 21-22 giugno 1944 contro l’aeroporto ucraino di Poltava e i bombardieri B-17 dell’USAAF lì schierati nel corso dell’operazione “Frantic”. Zirk fu catturato dai russi dopo la resa della Germania nel maggio del 1945, ma riuscì a fuggire e a tornare a quella che era stata la sua casa in Polonia. Qui, il governo comunista polacco lo mandò in un campo di prigionia dove restò fino all’estate del 1947, quando riuscì a fuggire.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Grifoni sulla Russia. La campagna di Russia dall’abitacolo di un bombardiere Heinkel He 111. 1941-1945

    18.00

    Georg Zirk

    Georg Zirk era un tedesco etnico che viveva in Polonia all’inizio della seconda guerra mondiale. Le persecuzioni polacche che nel 1939 portarono alla morte di quattro familiari lo spinsero ad entrare nella Luftwaffe, dove divenne navigatore-puntatore. Dal 1943 in azione sui bombardieri Heinkel He 111 con i Kampfgeschwader 55 “Greif” e Kampfgeschwader 4 “General Wever”, Zirk volò in 81 missioni di combattimento, di cui 65 notturne, sul fronte Orientale. Vide azione dal Mar Nero alle porte di Berlino, prendendo parte in tredici grandi battaglie: dalle missioni di supporto alla Wehrmacht a Kursk e Velikie Luki, ai massicci bombardamenti contro le linee ferroviarie sovietiche durante l’operazione “Bomberstrom Ost” della Luftwaffe, al riuscito raid del 21-22 giugno 1944 contro l’aeroporto ucraino di Poltava e i bombardieri B-17 dell’USAAF lì schierati nel corso dell’operazione “Frantic”. Zirk fu catturato dai russi dopo la resa della Germania nel maggio del 1945, ma riuscì a fuggire e a tornare a quella che era stata la sua casa in Polonia. Qui, il governo comunista polacco lo mandò in un campo di prigionia dove restò fino all’estate del 1947, quando riuscì a fuggire.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Guide To German Night Fighters In World War II: The Night Defenders Of The Reich

    39.00

    Eduardo Gil Martínez

    Nel corso degli anni sono stati pubblicati molti libri sulla Luftwaffe durante la Seconda Guerra Mondiale, ma il campo dei caccia notturni è stato analizzato molto limitatamente. In quest volume, dedicato specificatamente ai velivoni per l’impiego notturno, vengono mostrati tutti gli aerei o, le versioni specializzate di questi, utilizzati dalla Luftwaffe nella difesa aerea notturna della Germania. Inoltre, viene fatta una panoramica generale sulla storia dei caccia notturni tedeschi, delle unità, degli assi, delle tattiche, dei tipi di radar, del camuffamento, dell’armamento, ecc. Viene anche evidenziato l’utilizzo di caccia notturni tedeschi in altri paesi come l’Italia, la Romania o l’Ungheria, e persino  un cenno sui caccia notturni giapponesi. Diverse tabelle comparative, aiutano il lettore, nela lettura di questo volume.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 140 illustrato con circa 220 foto in b/n e disegni tecnici

    Testp in lingua inglese

    Stampato nel 2022 da Kagero

    Quick view
  • 0 out of 5

    Gunther Rall il terzo asso

    25.00

    Gunther Rall, Croce di I Classe, Croce di II Classe, Croce Tedesca in oro, Croce di Cavaliere, Croce di Cavaliere con Fronde Quercia, Croce di Cavaliere con Fronde e Spade, Distintivo in Oro per ferite, Gran Croce al merito, Placca dell’Ordine della Repubblica Federale Tedesca. Terzo asso della Luftwaffe per numero di vittorie, venne impegnato immediatamenteall’inizio del conflitto nell’attacco della Germania contro la Francia il 10 maggio 1940. Il 18 maggio conseguì la sua prima vittoria; nel corso della guerra queste furono 275. Accompagnato da 36 pagine di fotografie in b/n e 16 a colori di foto, profili e insegne, il libro traccia la storia di questo “cacciatore dei cieli” dalla scuola di volo agli anni del conflitto, dalla prgionia al dopoguerra.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 141 illustrato con circa 77 foto b/n, 15 foto a colori 23 profili a colori, 21 profili b/n e numerose insegne

    Stampato nel 2013 da Sarasota

    Quick view
  • 0 out of 5

    Hanna Reitsch. Testpilot della Luftwaffe

    25.00

    Hanna Reitsch

    Questa autobiografia scritta dalla famosa collaudatrice analizza tutta la sua carriera aeronautica: dai primi voli sugli alianti, fino al collaudo del primo elicottero al mondo. In seguito la Reisch divenne Test Pilot della Luftwaffe dedicandosi specialmente al ME-163 e ad una versione pilotata della V1. Significativa è la vicenda, riportata nel testo, quando ebbe a pilotare lo stesso tipo di aereo sul quale si erano schiantati due suoi colleghi, senza venire a conoscenza delle cause del disastro. Nelle ultime pagine viene riportato il famoso volo al bunker di Hitle,r ormai circondato dagli assedianti sovietici.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Heinkel He 162

    185.00

    Creato nei momenti più drammatici della guerra, equipaggiato con un turbojet BMW, il He 162, chiamato dai piloti “Spatz” – passero – ha rappresentato una autentica innovazione areonautica e una conquista ingegneristica, ottenuta in soli sei mesi di progettazione. Questo volume offre la storia completa del progetto Volksjager dall’inizio, nel settembre 1944, passando per il definitivo dispiegamento operativo con lo Jagdgeschwader I. Questo accurato e esteso lavoro di ricerca, supportato da molte rare fotografie, è accompagnato da moltissimi disegni al tratto e dalla riproduzione di documenti tecnici, nonchè da dettagliati e accurati disegni a colori.

    Cartonato con sovracopertina 22,5 x 30,5 cm. pag. 208 interamente illustrate con foto b/n e colori +21 profili a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2008 da Classic

    Quick view
  • 0 out of 5

    Heinkel He 219. An Illustrated History of the Third Reich’s Dedicated Home-Defence Nightfighter

    79.00

    Francis Ferguson

    L’He 219 resta per molti aspetti un velivolo unico. È stato il primo aereo al mondo costruito in serie ad essere dotato di serie di un sedile eiettabile e non solo di un sedile, ma di due. Era anche unico in quanto era stato progettato e costruito come caccia notturno dedicato per compiti di difesa domestica. Ciò avvenne in un momento in cui la mentalità militare prevalente era quasi esclusivamente focalizzata sul ruolo offensivo degli aerei. proprio a causa di questa mentalità, l’He 219 venne afflitto da incertezze e problematiche che hanno influenzato la produzione e lo sviluppo. L’He 219 era anche unico per il suo carrello triciclo, soluzione quanto mai originale. A volte paragonato a una mantide religiosa, l’aspetto stesso dell’He 219 con i suoi dipoli montati sul naso dava solo un piccolo accenno alla sua spaventosa reputazione nella guerra aerea notturna sull’Europa continentale. Nel maggio 1940 il comando bombardieri della RAF prese la decisione di passare al bombardamento notturno strategico sulla Germania. L’introduzione in servizio dei quadrimotori pesanti da bombardamento, Stirling, Halifax e Lancaster, nelle file del Bomber Command comportò un aumento della frequenza e dell’intensità dei bombardamenti stessi. L’Heinkel He 219 con la sua impressionante potenza di fuoco fu rapidamente messo in servizio in prima linea per contrastare l’offensiva aerea Alleata ma, come tante armi dell’epoca arrivò troppo tardi e in numero insufficiente per mutare. il corso del conflitto. Il presente volume è estremamente accurato e presenta anche un significativo apparato iconografico. Consigliato.

     

    Quick view
  • 0 out of 5

    I velivoli segreti dell’Asse – Dalla realtà al mito

    18.00

    Marco Zagni

    Nelle ultime fasi della Seconda Guerra Mondiale Hitler ha dato ordine a esperti tecnici e scienziati di produrre strumenti bellici avanzatissimi i cui prototipi, acquisiti in seguito dai vincitori, potrebbero aver dato origine all’ufologia. Marco Zagni descrive in questo saggio gli aerei sperimentali e segreti (in particolare tedeschi) progettati e costruiti dalle Forze dell’Asse in quel periodo. Ha svolto un’interessante indagine per confermare, entrando in territori ai confini della realtà e del mito degli UFO, alcune ricerche condotte a quell’epoca da diversi studiosi in campi scientifici alternativi o poco noti, i cui sviluppi hanno avuto conseguenze impressionanti da costringere le Forze Alleate a porre il silenzio sulle prestazioni di determinati motori e prototipi, in particolare sugli aerei «tutta ala» e sui controversi «velivoli a disco».
    Questa ricerca e i suoi risultati sono supportati da una serie di documenti, in parte inediti o mai tradotti in italiano, e da un ricco inserto fotografico.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Il primo e l’ultimo (Vol. 1)

    20.00

    Adolf Galland

    Il 26 aprile 1945, Adolf Galland, ai comandi del suo Messerschmitt, viene abbattuto in combattimento da un Mustang P-51 americano, ma riesce a sopravvivere. Arrestato dai vincitori, rimane in carcere fino al 1947, e l’anno successivo si trasferisce in Argentina, dov’è stato chiamato a collaborare, come molti suoi ex-colleghi, alla crescita dell’industria bellica nazionale. Qui comincia a scrivere le sue memorie, che diverranno presto un best-seller mondiale della letteratura di guerra.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Il primo e l’ultimo (Vol. 2)

    20.00

    Adolf Galland

    Il 26 aprile 1945, Adolf Galland, ai comandi del suo Messerschmitt, viene abbattuto in combattimento da un Mustang P-51 americano, ma riesce a sopravvivere. Arrestato dai vincitori, rimane in carcere fino al 1947, e l’anno successivo si trasferisce in Argentina, dov’è stato chiamato a collaborare, come molti suoi ex-colleghi, alla crescita dell’industria bellica nazionale. Qui comincia a scrivere le sue memorie, che diverranno presto un best-seller mondiale della letteratura di guerra.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Karaya Uno – La storia di Erich Hartmann Asso degli assi con 352 vittorie

    26.00

    .Volume ampiamente illustrato che ricostruisce la storia dell’asso della Luftwaffe Erich Hartmann, che durante la seconda guerra mondiale abbatté 352 aerei nemici.

    Brossura, 17 x 24 cm, pag 166, illustrazioni a colorie in b/n

    Stampato nel 2012 da Sarasota

    Quick view
X