Diari 1926

ideologia

Visualizzazione di 4 risultati

  • 0 out of 5

    Diari 1926

    20.00

    J.P. Goebbels

    La pubblicazione dei volumi del diario di Joseph Goebbels per la serie “Monografici della Thule Italia”, rientra nel compito di rendere nuovamente disponibili documenti da tempo introvabili. Nel caso attuale, per i diari di Goebbels si tratta e si tratta del volume relativo all’anno 1926. Ci sembra inoltre opportuno ricordare che tale diario è al contempo autentico e d’epoca, oltre a non essere mai stato revisionato da Goebbels (a differenza del giornale tenuto dal conte Galeazzo Ciano). Non ci sono quindi né segni di aggiunte né di soppressioni. Goebbels i suoi diari li aveva fatti microfilmare, trascrivere e custodire in luoghi a prova di bomba (come la camera blindata nei sotterranei della Reichsbank). “Sono troppo preziosi perché si possa rischiare che cadano vittima di qualche bombardamento” – scriveva Goebbels – “e offrono un quadro della mia intera vita e dei nostri tempi”.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Diari 1927 – 1928

    28.00

    J.P. Goebbels

    1927-1928: un biennio cruciale nella vita di Joseph Goebbels. Arrivato a Berlino nel novembre 1926, quale nuovo Gauleiter, in questi due anni egli dovrà mettere in moto e sviluppare quella strategia che lo porterà ad affrontare il compito in assoluto più arduo: diffondere la Weltanschauung nazionalsocialista a Berlino – “la città più rossa d’Europa, dopo Mosca”, come lui stesso scriverà –, conquistare i cuori “d’asfalto” dei berlinesi e, al contempo, rimettere ordine in un Partito allora allo sfascio. Reduce dai successi riscossi a Elberfeld, in quel Großgau della Ruhr che l’aveva visto imporsi come dirigente politico di prima grandezza e dove erano emerse le sue incredibili doti da oratore, il nuovo Gauleiter si trovò infatti dinanzi a uno NSDAP che nella capitale poteva vantare solo poche centinaia di iscritti ed era martoriato da continui attriti e rivalità interne.

    Brossura 15 x 21 cm., pagg. 244

    Stampato nel 2021 da Thule Italia

    Quick view
  • 0 out of 5

    Il mito del XX secolo. La lotta per i valori

    25.00

    Alfred Rosenberg

    Negli anni del Terzo Reich svariati autori tedeschi si occuparono della relazione trascendente tra la sfera della corporeità e quella della spiritualità. Alfred Rosenberg condusse al più alto grado questa ricerca di sacralità olistica collocando Maister Eckhart al centro di una lotta per i valori di ordine culturale, metafisico, religioso e politico. Col “Mito del XX secolo” ha tracciato un affresco culturale in grado di ripensare la storia in un quadro di drammatica contrapposizione, un dramma dualistico, che presenta le forze luminose del bene in antagonismo con quelle oscure del male, incarnato per lui nel bolscevismo. Questo libro ripropone la prima parte della sua opera, dedicata alla Lotta per i valori, che per certi versi è la più importante in cui convergono mito, mistica, storia, filosofia, religione, ideologia.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Il regno dei demoni – Una fatalità tedesca.

    32.00

    Il volume include i due testi di Niekisch dedicati all’analisi del Terzo Reich, ponendoli affiancati, in una prospettiva cronologica. Il primo, Hitler. Una fatalità tedesca, risale al 1932 e costituisce uno studio del movimento hitleriano nell’imminenza della sua ascesa al potere. Questo testo, finora inedito in Italia e accompagnato dalle illustrazioni originali del pittore Andreas Paul Weber, compagno dell’autore, rappresenta un prologo ideale al ben più consistente Il regno dei demoni, riproposto al pubblico italiano dopo quasi sessant’anni, nella traduzione d’autore di Francesco Saba Sardi.

    Brossura, 14,5 x 21 cm. pag. 761

    Stampato nel 2018 da Novaeuropa

    Quick view
X