Die Grossen Militarparaden des Dritten Reiches – Zeitgeschichte in Bildern

Hitler

Visualizzazione di 16 risultati

  • 0 out of 5

    Die Grossen Militarparaden des Dritten Reiches – Zeitgeschichte in Bildern

    29.00

    Collana di volumi essenzialmente fotografici a colori di un pool di editori tedeschi (Arndt – Pour le Merite…) dedicati alla Germania, prima e durante la Seconda Guerra Mondiale. L’originalità di questi libri sono proprio le bellissime foto a colori originali risalenti all’epoca descritta. Gli argomenti trattati vanno dalle parate nelle diverse città tedesche ai decorati con Ritterkreuz, dagli aspetti prettamente militari a quelli politici. Ogni volume di circa 150/160 pagine presenta una parte introduttiva di circa 30 pagine in lingua tedesca a cui fa seguito la parte fotografica a colori, di cui molte a piena pagina, con esaustive didascalie. Il volume in questione fa riferimento alle grandi parate militari del Terzo Reich

    Rilegato, 21,5 x 30 cm. pag. 159 illustrato con circa 98 foto b/n e 29 foto a colori

    Testo in lingua tedesca

    Stampato nel 2002 da Arndt

    Quick view
  • 0 out of 5

    Discorsi – La lotta per la libertà della grande Germania Vol. 2

    35.00

    Il primo volume dei Discorsi di guerra del Führer termina con l’allocuzione in occasione della Giornata commemorativa degli eroi nel 1940. Il presente secondo volume si concluderà con il discorso che il Führer tenne a Berlino per la Giornata commemorativa degli eroi del 1941. Comprende così la seconda fase della lotta per la libertà della Grande Germania, in quell’anno in cui sono stati lanciati i dadi del destino del mondo e che un giorno verrà designata dalla storia come l’anno del verdetto. Nessuno in Germania, quando è iniziata la grande offensiva in Occidente, ha dubitato nemmeno per un attimo della vittoria. Ma che la Francia, che fino a quel momento era la più forte potenza militare sul continente e si vantava dell’inespugnabilità della Linea Maginot, nel giro di poche settimane cadesse in ginocchio sconfitta, ha superato ogni aspettativa. Era accaduto un grande miracolo! Questo, tuttavia, fu il risultato del reciproco completamento e l’armoniosa unione di Führer, Wehrmacht e Popolo. Una nazione forte, coesa, incrollabile, e una Wehrmacht ineguagliabile, in spirito, organizzazione e armamenti, sotto una geniale guida politica e militare!

    Brossura 15 x 21 cm., pagg.288

    Stampato nel 2020 da Thule Italia

    Quick view
  • 0 out of 5

    Fascismo – Incontri Di Popoli Hitler E Mussolini

    45.00

    Volume a carattere essenzialmente fotografico con un testo essenziale di commento alle stesse immagini che, documenta la portata e il significato degli storici incontri di guerra fra Benito Mussolini e Adolf Hitler. L’iniziativa venne curata dalla casa editrice Pinciana di Roma e stampato con una tiratura limitata di 2520 esemplari. Questo, in nostro possesso, porta il numero 797. All’interno del volume si trova un quaderno a quadretti del patronato scolastico di Milan0, con l’elenco degli alunni nella prima pagina. Per il resto è intonso.

    Rilegato, 22,3 x 29,5 cm. pag. 132 riccamente illustrato con foto d’epoca b/n

    Stampato da Pinciana

    Condizioni del libro: usato in perfette condizioni. Tracce di umidità in basso della copertina e alcune imperfezioni in basso e in alto della costa

    Quick view
  • 0 out of 5

    Frontsoldat Hitler – Der Freiwillige des Ersten Weltkrieges. Zeitgeschichte in Bildern

    29.00

    Collana di volumi essenzialmente fotografici a colori di un pool di editori tedeschi (Arndt – Pour le Merite…) dedicati alla Germania, prima e durante la Seconda Guerra Mondiale. L’originalità di questi libri sono proprio le bellissime foto a colori originali risalenti all’epoca descritta. Gli argomenti trattati vanno dalle parate nelle diverse città tedesche ai decorati con Ritterkreuz, dagli aspetti prettamente militari a quelli politici. Ogni volume di circa 150/160 pagine presenta una parte introduttiva di circa 30 pagine in lingua tedesca a cui fa seguito la parte fotografica a colori, di cui molte a piena pagina, con esaustive didascalie. Il volume in questione fa riferimento al soldato Hitler, volontario nella Prima Guerra Mondiale. Il volume, completamente illustrato sia a colori che in bianco e nero, ce lo mostra in una veste particolare attraverso fotografie di altissima qualità, i suoi acquarelli, la riproduzione di manifesti e documenti interessanti.

    Rilegato, 21,5 x 30 cm. pag. 160 con circa 50 foto b/n e 100 pagine con foto a colori

    Testo in lingua tedesca

    Stampato nel 2006 da Arndt

    Quick view
  • 0 out of 5

    Fuhrerhauptquartier Wolfschanze 1940-1945 – Zeitgeschichte in Farbe

    29.00

    Quest’opera, facente parte di una serie di monografie storiche per immagini, quasi interamente illustrata con foto a colori dell’epoca è dedicata al Wolfschanze, il Quartier Generale di Hitler negli anni della seconda Guerra Mondiale. Vengono presentate foto di alti ufficiali e collaboratori, molte dello stesso Hitler, con personalita’ in visita, momenti di svago ecc.

    Rilegato, 21,5 x 30 cm. pag. 160 completamente illustrato con circa 31 foto b/n e 109 a colori a tutta pagina

    Testo in lingua tedesca

    Stampato nel 2001 da Arndt

    Quick view
  • 0 out of 5

    Hitler

    35.00

    Da quando fu pubblicata per la prima volta in due volumi, nel 1998 “Hitler 1889-1936: Hubris e nel 2000 “Hitler 1936-1945: Nemesis, questa biografia è considerata una pietra miliare dello studio su Adolf Hitler e sul Terzo Reich. Un’opera monumentale che oggi è disponibile in un unico volume: il risultato è il racconto un ex studente di storia dell’arte sia riuscito a plasmare un sistema che per dodici anni segnò il destino di milioni di persone. In queste pagine Kershaw ricostruisce la parabola dell’uomo che ebbe tra le sue mani, per alcuni anni, il destino del mondo.

     

    Quick view
  • 0 out of 5

    Hitler in Italia. Dal Walhalla a Pontevecchio, maggio 1938

    22.00

    Franco Cardini  – Roberto Mancini

    Il 3 maggio 1938 Hitler con il suo numeroso seguito arrivava in Italia in visita di Stato. In sette giorni il Führer avrebbe visitato Roma, Napoli e Firenze. Nel dispiegare grandi apparati cerimoniali preparati con cura, il regime fascista volle accoglierlo proponendogli tre «quinte di scenario»: il glorioso passato della nazione che aveva in Roma le radici del suo destino; il mare che essa aveva solcato e dominato e che sarebbe stato ancora suo; l’arte e la cultura che avevano affascinato schiere di viaggiatori venuti da Oltralpe. La visita di Hitler, che seguiva quella fatta pochi mesi prima da Mussolini in Germania, si inseriva in un quadro di politica internazionale quanto mai complesso e il duce, nonostante i discorsi ufficiali, esitava ancora dinanzi alla prospettiva di un’alleanza col Reich.

    Brossura, 13,5 x 21,5 cm. pag. 156 con illustrazioni a colori e b/n

    Stampato nel 2020 da Il Mulino

    Quick view
  • 0 out of 5

    Hitler lontano da impegni quotidiani

    18.00

    Heinrich Hoffmann

    Lontano dagli impegni quotidiani, in mezzo a boschi e prati, a metà del ripido pendio del prato e sormontato dal massiccio dell’Hohen Göll vi è il Berghof del Führer… Le ore di riposo e di pace al Berghof sono generalmente brevi, ma danno sempre al Führer nuova forza e nuova energia, di cui ha bisogno per guidare la Germania fino alla posizione che le spetta tra i popoli. Il popolo tedesco grazie alla volontà del Führer, sarà collocato al centro della storia mondiale. Il Führer lo vuole e il popolo tedesco lo segue.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Hitler’s Military Headquarters – Organization Structures Security and Personnel

    55.00

    Aaron L. Johnson

    Il libro illustra attraverso 375 fotografie i vari Quartier Generali dai quali Hitler operava durante la Seconda Guerra Mondiale. Vengono descritti in dettaglio gli spostamenti del Furher durante tutto il corso della guerra. Numerose e inedite fotografie e mappe del “Fuhrersonderzug”, “Aldlerhorst”, “Felsennest”, “Wolfsschlucht”, “Tannenberg”, “Berghof”, “Wehrwolf” e numerosi altri.

    Rilegato, 15,5 x 23,5 cm. pag. 240 con circa 375 foto b/n e alcune cartine

    Testo in lingua inglese

    Stampatonel 1999 da Bender

    Quick view
  • 0 out of 5

    Hitlers Berghof 1928-1945

    29.00

    Quest’opera, facente parte di una serie di monografie storiche per immagini, è dedicato alla vita di Hitler a Obersalzberg tra il 1928 e il 1945. Il volume quasi interamente illustrato a colori, mostra grandi panorami montani, le visite ricevute da alti ufficiali, funzionari artisti, amici e dirigenti del partito. Alcune delle foto sono tratte da filmini privati.

    Rilegato, 21,5 x 30 cm. pag. 160 con circa 130 foto a colori a tutta pagina

    Testo in lingua tedesca

    Stampato nel 2000 da Arndt

    Quick view
  • 0 out of 5

    Hitlers Neue Reichskanzlei – Haus des Grssdeutschen Reichen 1938-1945. Zeitgeschichte in Farbe

    29.00

    Collana di volumi essenzialmente fotografici a colori di un pool di editori tedeschi (Arndt – Pour le Merite…) dedicati alla Germania, prima e durante la Seconda Guerra Mondiale. L’originalità di questi libri sono proprio le bellissime foto a colori originali risalenti all’epoca descritta. Gli argomenti trattati vanno dalle parate nelle diverse città tedesche ai decorati con Ritterkreuz, dagli aspetti prettamente militari a quelli politici. Ogni volume di circa 150/160 pagine presenta una parte introduttiva di circa 30 pagine in lingua tedesca a cui fa seguito la parte fotografica a colori, di cui molte a piena pagina, con esaustive didascalie. Il volume in questione fa riferimento alla nuova Cancelleria del Terzo Reich.

    Rilegato, 21,5 x 30 cm. pag. 174 completamente illustrato con circa 44 foto b/n e 108 foto a colori

    Testo in lingua tedesca

    Stampato nel 2002 da Arndt

    Quick view
  • 0 out of 5

    Il cordone dorato

    29.50

    Miguel Serrano nato a Santiago del Cile nel 1917, è il fondatore di quello che viene definito “hitlerismo esoterico”. Questa dottrina trova la sua esposizione in questo libro, un’opera composita che riunisce in se influenze eterogenee di natura mistica, esoterica e mitologica, producendo tuttavia al suo interno un’amalgama logico, coerente e ben strutturato. Serrano rappresenta l’unificazione di una fede politica uscita sconfitta dalla Seconda Guerra Mondiale con la corrente occultistica della seconda parte del ‘900. Egli pone la propria fede politica nel Nazionalsocialismo in un contesto surreale, così da farne un luogo del pensiero e delle idee, più che una realtà fattuale.

    Brossura, 15 x 21 cm. pag. 317 + 32 pagine fuori testo con 46 foto b/n

    Stampato nel 2007 da Settimo Sigillo

    Quick view
  • 0 out of 5

    Las Milicias De Hitler. Sturm Abteilung

    36.00

    Carlos caballero Jurado

    Il XX secolo è stato prodigo nell’uso delle milizie nella sfera politica. Una delle manifestazioni di ciò fu l’esistenza di formazioni para-militari che agivano agli ordini dei partiti politici, fenomeno che si verificò soprattutto in seguito alla Prima Guerra Mondiale. A causa della sua trascendenza nella storia, la più importante di queste milizie era la Guardia Rossa del partito bolscevico. Il risultato dell’azione di quella Guardia Rossa fu un regime, il Soviet, che impose la sua politica dittatoriale alla Russia e ai suoi territori controllati dal 1917 al 1991. Ma la più famosa delle milizie politiche del XX secolo era conosciuta come “Sturm Abteilung” (SA o Sezione Assalto), legata al NSDAP, il Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori. L’esistenza delle SA, lungi dall’essere una rarità o un capriccio di Hitler e degli altri leader nazionalsocialisti, era solo un altro sintomo della radicalizzazione che caratterizzava la vita politica nella Germania tra le due guerre. Sebbene l’organizzazione perse la capacità di influenzare le principali decisioni politiche dopo la “notte dei lunghi coltelli”, dal 1934 al 1945 mantenne una notevole influenza nella società tedesca. Dopo la vittoria degli Alleati, il Tribunale di Norimberga condannò un gran numero di capi politici e militari del Terzo Reich, ma nessuno di quelli processati era un menvro delle SA e alla stessa formazione, non venne attribuita la nomea di organizzazione “criminale” come invece avvenne per le SS.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Les Dernieres Archives du Bunker 23-26 Avril 1945 Berlin 1945

    46.00

    Nel novembre 1945, due ufficiali francesi entrarono di nascosto nel bunker del Führer. Torcia in mano, scoprono i diversi pezzi di quella che fu la residenza “ultima” di Adolf Hitler. Nel mezzo di una pila di mobili e oggetti rotti, centinaia di documenti spargono il terreno. I due ufficiali prendono alcuni documenti che considerano interessanti. Tra questi ci sono una dozzina di telegrammi di primaria importanza storica che ci permettono di comprendere lo stato mentale dei soldati, degli ufficiali e dei dignitari del Terzo Reich e gli eventi che si svolgono tra il 23 e il 26 aprile 1945. Sono questi documenti che il presente volume riporta in esclusiva e che sono commentati da Paul Villatoux e Xavier Aiolfi specialisti della Seconda Guerra Mondiale.

    Rilegato, 21,5 x 30,5 cm. pag. 128 illustrato con foto b/n e colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2018 da Heimdal

    Quick view
  • 0 out of 5

    Mein Kampf (La mia battaglia) Vol. 1

    30.00

    Completamente ritradotto e reso conforme all’originale tedesco, questo volume corrisponde a quanto è noto (soltanto all’estero) come “Mein Leben”. Si è utilizzata la prima edizione del 1925, tant’è che vi sono presenti circa 35 pagine d’Appendice che Adolf Hitler poi decise di non allegare nelle edizioni successive. Assenza di commenti, note soltanto dov’è stato necessario. Dalla quarta di copertina: Il 1° aprile 1924, in base al verdetto del Tribunale popolare di Monaco, dovetti iniziare – a partire da tale giorno – la mia prigionia a Landsberg am Lech. Così, mi si offrì per la prima volta, dopo anni di ininterrotto lavoro, la possibilità di iniziare uno scritto che era richiesto da molti, e da me stesso sentito come utile per il Movimento. Ho quindi deciso di spiegare in due volumi non soltanto gli obiettivi del nostro Movimento, bensì di tracciare anche un quadro dello sviluppo degli stessi. Da essi ci sarà da imparare più che da qualsiasi trattato puramente dottrinale. Inoltre, ebbi anche l’opportunità di fornire una descrizione del mio stesso divenire, nella misura in cui essa sia necessaria per comprendere sia il primo sia il secondo volume, e possa servire per demolire la disgustosa leggenda creata dalla stampa giudaica sulla mia persona. Con ciò, mi rivolgo con quest’opera non agli estranei, bensì a quei seguaci del Movimento che gli appartengono con il cuore e la cui mente ora aspira a una spiegazione più profonda. A tal riguardo, questi due volumi devono valere come pietre da costruzione che io apporto all’opera in comune. Landsberg am Lech, Prigione della Fortezza. L’autore

    Brossura 15 x 21 cm. pag. 405 2 foto b/n

    Stampato nel 2016 da Thule Italia

    Quick view
  • 0 out of 5

    Mein Kampf (La mia battaglia) Vol. 2

    30.00

    Completamente ritradotto e reso conforme all’originale tedesco, questo volume segue al vol. I, ovvero a quello che è noto (soltanto all’estero) come “Mein Leben”. Assenza di commenti, note soltanto dove si sono rese necessarie. Dalla quarta di copertina: Il 9 novembre 1923, nel quarto anno della sua esistenza, il Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori fu sciolto e proibito in tutto il territorio del Reich. Oggi, nel novembre 1926, è di nuovo libero dinanzi a noi in tutto il Reich, più vigoroso e più saldo che mai al suo interno. Tutte le persecuzioni del Movimento e dei suoi singoli capi, tutte le imprecazioni e le calunnie non riuscirono a danneggiarlo. La giustezza delle sue idee, la purezza della sua volontà, la prontezza al sacrificio dei suoi aderenti l’hanno fatto uscire più forte che mai da tutte le repressioni finora subite. Se esso, nel mondo della nostra odierna corruzione parlamentare, riflette sempre più sulla profonda natura della sua lotta e si sente la pura incarnazione dei valori della razza e della persona, e si regola di conseguenza, otterrà un giorno – a causa di una legittimità quasi matematica – la vittoria nella sua battaglia. Proprio come la Germania deve ottenere necessariamente il posto che le è dovuto su questa terra, se sarà guidata e organizzata in conformità con questi stessi princìpi. Uno Stato, che nell’èra dell’avvelenamento razziale si dedica alla cura dei suoi migliori elementi razziali, deve diventare un giorno il signore della terra. Possano i seguaci del nostro Movimento mai scordarlo, se la grandezza del sacrificio li dovesse mai indurre a un timoroso paragone con il possibile successo.

    Brossura, 15 x 21 cm. pag. 320

    Stampato nel 2016 da Thule Italia

    Quick view
X