Arditi dell’aria. Francesco Baracca e gli Assi dell’aviazione del Nordest

Francesco Baracca

Visualizzazione di 2 risultati

  • 0 out of 5

    Arditi dell’aria. Francesco Baracca e gli Assi dell’aviazione del Nordest

    7.90

    Michele Rigo

    I cieli del Piave, del Friuli e delle Alpi Orientali sono stati il teatro dei primi duelli dei Cavalieri dell’aria. Grandi piloti veneti, friulani e trentini sono stati i protagonisti di questa epopea aviatoria che per la prima volta vedeva impegnarsi il nuovo Fronte dell’Aria. I nostri Assi, che non furono secondi a nessuno, hanno scritto pagine di grande valore destinate a rimanere nei libri di storia.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Prima Guerra Mondiale – Memorie di guerra aerea

    55.00

    “Francesco Baracca personifica la figura classica dell’eroe latino, anzi italiano. Romagnolo di Lugo, egli riassumeva in se tutte le virtù indomite della sua gente che ha dato all’Italia figure di assoluto riferimento, che vanno da Giovanni delle Bande Nere a Mussolini. Chi ha vissuto l’ansia e il tormento della trincea, ha amato intensamente l’ala guerriera di Francesco baracca. Poichè quando il “cavallino rampante” cavalcava le nubi, si poteva stare tranquilli dalle offese dal cielo. “E’ Baracca”, dicevano i fanti, non importava se l’apparecchio era indistinguibile. Essi “lo sentivano”. Ma un giorno, i fanti delle trincee non lo videro più. Una pallotola di un’oscuro nemico da terra lo aveva tolto all’Italia mentre a cinquanta metri sul Montello mitragliava le trincee avversarie. Era il 19 giugno del 1918.. dalla prefazione.

    Brossura, 16 x 21 cm. pag. 208 con varie foto fuori testo

    Stampato nel 1933 da Edizioni Ardita

    Condizioni del libro: buone condizioni con sovracopertina.

    Quick view
X