1er Regiment de Chasseurs Parachutistes – A Travers ses Fanions 1937 – 2019

Forze Speciali

Visualizzazione di 1-48 di 119 risultati

  • 0 out of 5

    1er Regiment de Chasseurs Parachutistes – A Travers ses Fanions 1937 – 2019

    49.00

    Con questo lavoro inedito e riccamente illustrato, la storia del 1° Reggimento paracadutisti viene rivisitata e ampliata. Gli uomini, l’addestramento quotidiano, le armi in dotazione, vengono “raccontati” attraverso numerose foto d’epoca n/n, ancor più a colori, che prendono in considerazione gli anni più recenti e, anche molti gagliardetti ripresi a colori nei musei e nella sede della stessa unità. Proprio questi ultimi, riportano indietro nel tempo, sin dalla costituzione dell’unità che trae le sue origini dai gruppi di fanteria aerea, per arrivare ai nostri giorni, fino alla recente campagna in Mali. Ill più antico di tutti i reggimenti paracadutisti francesi, è stato protagonista di buona parte della storia militare contemporanea. Il Colonnello Gérard de Badts e una squadra del 1° RCP hanno svolto un lavoro entusiasmante di ricerca della storia di ogni gagliardetto, riferito alle singole compagnie che componevano in origine l’unità. Il volume mostra la tradizione che caratterizza questo reparto, tradizione che è cementata dallo spirito di corpo. Orgoglioso delle sue origini e consapevole dei suoi doveri, il 1° RCP onora sempre i suoi gagliardetti, detentori dello spirito della tradizione. Indicato, in particolare, a chi si interessa di forze speciali.

    Rilegato, 21,5 x 30,5 cm. pag. 158 quasi completamente illustrato con foto b/n e colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2019 da Regi Arms

    Quick view
  • 0 out of 5

    A l’Ecole des Soldats de Montagne

    39.00

    Il libro, introduce il lettore nella casa madre delle truppe da montagna francesi. Prima di operare assieme alle unità della 27a Brigata di fanteria di montagna e ad alcune formazioni delle unità speciali, i quadri delle truppe di montagna vengono addestrati alla scuola militare di alta montagna, una delle istituzioni più prestigiose dell’esercito trasanlpino. In questo libro illustrato, realizzato con la preziosa collaborazione della stessa scuola, Fred Marie, fotografo e giornalista freelance, delinea la storia della scuola e disegna un ritratto contemporaneo. Viene evidenziata la storia del le truppe da montagna nel XXI secolo di fronte alle sfide che si prospettano nel prossimo futuro..

    Brossura, 23 29,8 cm. pag. 208 completamente illustrato con circa 500 foto a colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2017 da Regi Arm

    Quick view
  • 0 out of 5

    Arditi in Sicilia. Il X reggimento nella campagna di Sicilia. Luglio-agosto 1943

    19.00

    Federico Ciavattone

    Partendo dalla genesi del Reggimento, la monografia si sviluppa analizzando le vicende del II° Battaglione Arditi (al comando del Maggiore Vito Marcianò e protagonista della Campagna di Sicilia) e delle Pattuglie Camionettisti, Paracadusti e Nuotatori del X Reggimento, rilasciate alle spalle delle truppe Alleate per eseguire rapide incursioni ed azioni di sabotaggio. L’autore, utilizzando la prospettiva del X Reggimento Arditi, prende in esame le vicende del reparto (dalla costituzione all’armistizio), l’addestramento, l’equipaggiamento ed i mezzi in dotazione, le operazioni nel corso della Battaglia di Sicilia, la ritirata oltre lo Stretto di Messina

    Quick view
  • 0 out of 5

    Armi da Fuoco – The Ultimate Sniper. An Advanced Training Manual For Military And Police Snipers

    125.00

    Questa è l’edizione aggiornata e ampliata di quella classica del 1993 (l’autore è considerato la massima autorità americana in materia di tiro di precisione), che ha influenzato una intera generazione di tiratori scelti degli eserciti e delle polizie di tutto il mondo. Troviamo testi completamente rivisti, nuove fotografie, disegni e grafici specializzati, carte aggiornate, informazioni collaterali, affidabili dettagli sulle tre principali aree tecniche del tiro di precisione: cecchini, capacità di tiro, tattiche. Tra ciò che viene proposto: – I modelli più tecnicamente avanzati dei fucili di precisione, ottiche, munizioni, equipaggiamento specificatamente disegnato o adattato per usi militari o di polizia – Le ultime tattiche e tecniche per la prima linea della guerra al terrorismo, comprese montagne, deserti e aree urbane del Medio Oriente e dell’Asia centrale – L’analisi dell’evoluzione delle tecnologie, compresi laser, visori notturni, sistemi di puntamento (FLIR) e programmi balistici – Dettagli balistici e dati di traiettorie per le armi da tiro – Un capitolo completamente nuovo su lezioni pratiche di “controceccinaggio” in Irak e in Afghanistan – Un’aggiornato indirizzario U.S. per corsi di addestramento. Insomma una vera Bibbia per cecchini e tiratori scelti.

    Brossura, pag. 572 con centinaia di foto, tabelle e schemi.

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2006 da Paladin Press

    Quick view
  • 0 out of 5

    Atlante delle forze speciali

    30.00

    Dopo una succinta ma esauriente introduzione sulla genesi delle Forze speciali, quest’opera passa in rassegna le forze speciali di tutto il mondo, comprese quelle dei paesi meno inclini ad offrire informazioni sulle loro unità, con una imponemte documentazione fotografica. In rigoroso ordine alfabetico dall’Afganistan allo Zimbabwe questo apparato iconografico che mostra gli uomini con armamenti, equipaggiamenti, distintivi e momenti operativi è accompagnato da una serie di notizie sulla formazione, la composizione, la selezione, l’addestramentoe alcuni cenni storici delle principali azioni a cui hanno partecipato.

    Brossura, 21 x 29 cm. pag. 273 con circa 421 foto a colori, 58 foto b/n e centinaia di stemmi

    Stampato nel 2004 da Editoriale Lupo

    Quick view
  • 0 out of 5

    Business combat mindset. Manuale di psicodinamica del combattimento applicata al business

    30.00

    Joe Santangelo

    Business Cumbat Mindset è un nuovo approccio al Business Coaching finalizzato ad arricchire i metodi tradizionali sui quali è basato il Management, con metodologie, tecniche, tattiche, strategie e principi provenienti dal mondo marziale e dagli sport a contatto pieno. Il principio didattico sul quale si basa è quello della “Metafora Sportiva”, già ampiamente adottato da Aziende multinazionali (Teamworking) e consolidato negli Stati Uniti e Nord Europa. In particolare si suggerisce al Business Man di abbandonare temporaneamente la propria Zona di Comfort per concedere la possibilità a forme diverse di interpretazione, gestione e formulazione di decisioni, di emergere e farsi solidali alla sua psicologia.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Caccia all’uomo – Manuale del SAS e delle forze d’elite. Inseguire bersagli nemici di alto profilo

    13.90

    Un caccia all’uomo può richiedere elicotteri, cani e centinaia i soldati o poliziotti, ma anche dipendere da una tela di ragno lacerata. Oggi si usano tecnologia satellitare, sistemi di sorveglianza elettronica e telecamere a raggi infrarossi, ma in certi casi è importante esaminare l’ampiezza e la profondità delle orme, l’intervallo tra l’una e l’altra, e il disegno lasciato sul terreno dalle suole, oppure osservare minuscoli cambiamenti nell’ambiente naturale. Questo manuale esamina in che modo le forze speciali rintracciano bersagli nemici di alto profilo come Osama bin Laden, Saddam Hussein e Abu Musab al-Zarqawi, e i vari metodi usati, dalle tecniche tradizionali dei nativi americani ai più recenti sisterhi tecnologici. Il libro include capitoli su addestramento, inseguimento in luoghi aperti, inseguimento urbano, sorveglianza, alta tecnologia e contatto con il bersaglio. Inoltre, presenta cinque casi esemplari di caccia all’uomo. Una lettura per chi è interessato alle più moderne tecniche militari e di sopravvivenza.

    Brossura, 12 x 21 cm. pag. 215 con circa 240 illustrazioni

    Stampato nel 2015 da Edizioni Mediterranee

    Quick view
  • 0 out of 5

    Caimano 69 – Sabbia e polvere

    29.00

    La prima biografia autorizzata di un Incursore della Marina Militare. Mario Chima si brevetta Incursore del G.O.I. del COM.SUB.IN. nel 2000 e da allora ha partecipato a tutti gli schieramenti del Reparto tra cui Albania, Libano, Iraq e Afghanistan. Questo libro racconta la sua decennale esperienza in missioni con la Task Force 45 in Afghanistan e altri teatri d’operazione. Un viaggio attraverso l’esperienza di vita di un soldato e di un uomo nei luoghi più affascinanti, ma anche impegnativi, che hanno segnato la storia contemporanea.

    Brossura, 15 x 23 cm. pag. 580

    Stampato nel 2020 da Independently published

    Quick view
  • 0 out of 5

    Col Moschin – La punta della lancia

    32.00

    Questo lavoro, dedicato al COL MOSCHIN, il “Nono” per antonomasia, dove sono raccolte le forze speciali dell’Esercito, in questi anni impegnato in azioni che hanno costretto il personale a grossi sacrifici è frutto di anni di ricerche che avevano portato all’acquisizione di una notevole massa di informazioni e una gran quantità di immagini, spesso inedite. Il libro quindi è un volume particolarmente esaustivo per quello che riguarda la storia, la formazione, l’addestramento, gli armamenti e i mezzi in dotazione al reparto, e sicuramente emozionante per ciò che riguarda il repertorio iconografico, particolarmente scelto, anche se in alcuni casi accompagnato da una doverosa riservatezza per la delicatezza delle missioni.

    Rilegato, 21 x 30 cm. pag. 160 interamente illustrato con circa 202 foto a colori e 26 foto b/n

    Stampato nel 2015 da Editoriale Lupo

    Quick view
  • 0 out of 5

    Collezionismo. River Patrol Insigna of the United States Navy (Vietnam) 1966-1972

    125.00

    Bellissima opera di riferimento per collezionisti e appassionati, mostra un aspetto della Guerra del Vietnam attraverso i distintivi in stoffa – i Patch – delle River Patrol Forces del TF-116 in Vietnam, quasi tutti di proprietà dei veterani, solo una piccola parte appartenente ad altre collezioni, utilizzati dai marinai nel corso della guerra. Sezione per sezione, ogni singolo distintivo – delle autentiche opere d’arte per la bellezza dei disegni e dei colori – viene mostrato da solo, in diverse riproduzioni a seconda del luogo di produzione, e, ove possibile, sulle uniformi e gli equipaggiamenti a cui era cucito. Il volume inoltre è completato da belle fotografie originali delle diverse unità con i loro mezzi, e un piccolo capitolo è dedicato agli Zippo, i mitici accendini.

    Cartonato 22 x 28,5 cm. pag. 168 interamente illustrate con foto a colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2009 da James Bender Publishing

    Condizioni del libro: nuovo

    Quick view
  • 0 out of 5

    Combattere – Dagli arditi ai marò storia dei corpi speciali italiani

    20.00

    «L’ardito è l’uomo votato alle imprese più arrischiate, che ha cancellato dal proprio vocabolario la parola “impossibile”. Le bombe nel tascapane, il pugnaletto al fianco, l’ardito si getta allo sbaraglio, veloce come il fulmine, inesorabile come il destino. Proiettile umano lanciato a una meta certa, non conosce ostacoli» scriveva Benito Mussolini sulle pagine del «Popolo d’Italia». Sin dalle origini mito della destra, gli arditi sono rimasti tali nell’immaginario collettivo, proiettando la stessa dimensione ideologica su tutti i corpi speciali delle Forze armate, dagli incursori della Marina ai paracadutisti. Da questa impostazione sono derivate le celebrazioni del Ventennio e le rimozioni dell’Italia repubblicana: il paracadutista della «Folgore» o l’incursore della X Mas sono stati orgoglio nazionale sino al 1943, per diventare subito dopo pagine indicibili del nostro passato, con il risultato che si è scritto e parlato moltissimo degli alpini morti in Russia, pochissimo dei paracadutisti caduti a El Alamein, eppure erano i combattenti della stessa guerra di conquista scatenata nel 1940. Gianni Oliva si cimenta ora nel racconto dei corpi speciali italiani, rintracciandone le caratteristiche al di là degli stereotipi consolidati. Partendo dal Primo conflitto mondiale, ripercorre la storia degli arditi, le truppe d’assalto addestrate agli attacchi della guerra di trincea, e degli incursori dei Mas, che affondavano le navi austroungariche; prosegue con i paracadutisti della «Folgore», che combatterono a El Alamein, e i «maiali» e gli «uomini gamma» della X Mas, reparto in grado di affondare le corazzate della leggendaria Royal Navy; per concludere con il Comsubin, il «Tuscania», il «San Marco», il «Col Moschin» e gli altri corpi speciali costituiti dopo il 1945, oggi in prima fila nelle missioni internazionali.

    Brossura, 16 x 24 cm. pag. 232

    Stampato nel 2017 da Mondadori

    Quick view
  • 0 out of 5

    Conflitti del Dopo Guerra – Les dieux meurent en Algerie

    59.00

    Corrispondente di guerra prima in Corea e poi in Indocina, Jean Larteguy, autore tra l’altro di due famosi libri sulla guerra d’Algeria: “I Centurioni” e “I Pretoriani” che, delineano chiaramente i contrasti e le “interpretazioni” militari, politiche e socili sul conflitto algerino, è l’autore di questo libro fotografico, proprio sulla guerra d’Algeria, conflitto che segnò pesantemente la società francese dell’epoca. Il volume, come già detto, è interamente illustarto con immagini significative che riprendono i soldati farncesi in azione nel desrto, di pattugliamento nelle città in cerca dei guerriglieri del Fronte Algerino di Liberazione, nei momenti di riposo. Alcune immagini riconduccono direttamente all’aspetto sociale delle popolazioni locali. Un omaggio del grande scrittore ai soldati francesi di una guerra che, avrebbe potuto cambiare anche i destini della vecchia Europa.

    Rilegato, 24 x 30 cm. pag. 86 completamente illustrato con foto b/n

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 1960 da Editions Pensee Modern

    Condizioni del libro: usato in ottime condizioni con alcuni piccoli strappi nella sovracopertina

    Quick view
  • 0 out of 5

    Conflitti del dopoguerra – La Guerre d’Indochine 1945-1954

    190.00

    Rarissimo libro sulla guerra d’Indocina, realizzato nel 1981 da Societè e Production Litteraire. L’autore del volume è Philippe Heduy e la prefazione porta il conosciutissimo nome del Generale Salan. Il volume ripercorre tutte le fasi dell’intervento francese in Indocina, subito dopo la fine del secondo conflitto mondiale. Le motivazioni politiche che portarono all’intervento su un territorio che era già colonia francese, dove però, la guerriglia di ispirazione maoista aveva fatto decine di migliaia di proseliti, rendendo la “riocupazzione” francese una questione molto più complessa da risolvere, sono di natura molto diverse e discutibili. il conflitto indocinese vide la partecipazione di moltissimi volontari non francesi, arruolati nei ranghi della Legione straniera all’indomani della cessazione del conflitto in Europa: Tedeschi, Italiani, Spagnoli e decine di altre nazionalità vgersarono il sangue per la Francia in una guerra che non si seppe e non si volle vincere. Caratterizzata dall’audacia di moltissimi soldati che servirono nella legione, nei paracadutisti e nella fanteria di marina, il corso del conflitto vide lo stato maggiore francese incapace di capire le nuove modalità di combattimento messe in atto dal movimento della guerriglia. Molti ufficiali, fino al grado di colonnello, presero atto di questi cambiamenti, portando la loro esperienza della guerra rivoluzionaria nel conflitto algerino, che vide il “canto del cigno” di una classe militare che oramai poco aveva da spartire con le elite poliche-economiche che si erano imposte anche in Francia. La particolarità di questo volume, dotato di numerose cartine e alcune centinaia di fotografie d’epoca b/n, sta nel fatto che in una pagina iniziale prima del frontespizio, sono presenti una qundicina di firme di ufficiali francesi che hanno preso parte al conflitto indocinese.

    Rilegato, 25 x 31 cm. pag. 358 con numerose foto b/n e alcune cartine

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 1981 da SPL

    Condiz

    Quick view
  • 0 out of 5

    Cronaca di 365 giorni con lo squadrone eliportato carabinieri cacciatori di Calabria

    18.00

    Lia Pasqualina Stani

    In “Cronaca di 365 giorni con lo Squadrone Eliportato Carabinieri Cacciatori di Calabria” nulla è inventato, né romanzato. Calarsi nei loro panni, sporcarsi e sudare proprio come loro, camminare per ore, fianco a fianco, per seguire ogni loro passo, senza deviarli dal loro lavoro certosino, in qualsiasi condizioni meteo e a qualsiasi ora del giorno e della notte. Il Carabiniere Cacciatore conosce il “suo” territorio. Ho voluto fermare la loro realtà con le immagini, dalla base di Vibo Valentia passando da San Luca a Platì per arrivare alla parata del 2 giugno nella capitale in via dei Fori Imperiali, dal poligono di tiro alle A.P.I. e ancora al 29° corso Carabinieri Cacciatori per gli Squadroni di Calabria, Sicilia e Sardegna

    Brossura, 14 x 21 cm. pag. 280 illustrato con numerose foto a colori

    Stampato nel 2020 da Pathos Edizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dai cieli alle profondità marine. Storie di vita di un incursore

    14.90

    Antonio Millemaci

    I racconti che compongono il libro nascono dall’esperienza diretta dell’autore: una vita segnata da un passato avventuroso, dalle prime avventure nel “Battaglione Sabotatori” alle immersioni nei fondali marini di tutto il mondo, situazioni del tutto particolari che hanno fornito il pretesto e la materia della scrittura. La costante passione per la fotografia è ciò che ha permesso all’autore di realizzare importanti servizi per le maggiori testate italiane e non solo: dalle immersioni a Cuba, nella Repubblica Dominicana, o ancora nel mare dei Caraibi o in quello dell’Egitto. Le storie di Antonio offrono al lettore uno spaccato di un mondo inesplorato e lo spirito di un uomo nato per vivere l’avventura.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Dai fanti da mar alla forza di proiezione dal mare – La Fanteria di Marina e le truppe anfibie italiane dal 1500 ai giorni nostri

    65.00

    Quest’opera raccoglie per la prima volta le vicende di tutti i Corpi italiani che dal ‘500 ai giorni nostri hanno operato sia in mare che a terra, denominati “Fanteria di Marina” o “Reparti Anfibi”: i Fanti da Mar di Venezia, il Corpo della Real Fanteria di Marina dell’esercito borbonico, il Reggimento Real Navi dell’esercito sardo, i Cacciatori del Sile che difesero Venezia (1848-1849), la Brigata Genio Lagunari, le Compagnie da sbarco della Marina, il Reggimento San Marco. Il volume parla anche della X Mas e della Divisione San Marco della RSI per giungere alla nascita e alle varie trasformazioni dei moderni corpi anfibi nazionali.

    Due volumi rilegati in cofanetto, 17,5 x 24,5 cm. complessive pag. 605 con circa 244 illustrazioni

    Stampato nel 2008 da Chiaramonte

    Quick view
  • 0 out of 5

    e Imprese degli Assaltatori della Marina nella IIGM attraverso i documenti originali dell’epoca Vol. 2. Le sfortunate operazioni “G.A. 1” e “G.A. 2” (1940), Le tentate ricognizioni di Malta (1942), Le attività di sabotaggio nelle acque di Huelva (1943)

    14.00

    Gianfranco Pianigiani – Stefano Foti – Romano Pinelli

    Questa collana editoriale si compone di sei volumi, ciascuno riguardante azioni compiute dagli Assaltatori della Regia Marina contro munite basi navali Inglesi nel corso della Seconda Guerra Mondiale, che saranno editi dal 2020 in poi. La particolarità della collana non sono gli argomenti trattati, che oggi fanno parte di una bibliografia ormai cospicua e spesso degna di nota per l’autorevolezza degli Autori, ma deriva dal fatto che la preparazione, lo svolgimento e gli esiti delle azioni sono tracciati attraverso i documenti originali dell’epoca (ordini di operazione – rapporti degli Alti Comandi – rapporti degli Operatori redatti al rientro dalla prigionia – lettere in codice ai familiari – analisi e conclusioni da parte dei vari Attori che presero parte alle vicende). La folta documentazione è giunta ai Curatori della collana tramite un lascito da parte degli Eredi di un Operatore, l’ultimo, cui sono stati trasmessi di mano in mano da Operatore ad Operatore in una lunga catena iniziata nel 1945. Ogni capitolo è introdotto da un sunto degli avvenimenti trattati e dei profili dei Protagonisti in modo da aiutare il Lettore “non addetto ai lavori” a comprendere le vicende ed il contesto storico-militare in cui esse ebbero luogo

    Quick view
  • 0 out of 5

    Élite Warriors. Le Forze Speciali nel Mondo

    21.00

    Ruslan Pukhov – Christopher Marsh

    Élite Warriors: le Forze Speciali nel Mondo è l’ultimo libro del Centre for Analysis of Strategies and Technologies (CAST), un think tank con sede a Mosca focalizzato su questioni militari e di sicurezza. Raccogliendo una serie di studi di importanti analisti sia militari che della sicurezza, questo saggio offre una valutazione dettagliata dell’organizzazione e delle capacità di una selezione di Forze Operative Speciali provenienti da tutto il Mondo. Esso include Paesi tra i quali Cina, Iran, Israele, Italia, Giordania, Polonia, Russia, Turchia e Ucraina, fornendo una ripartizione completa della loro composizione attuale, delle funzioni e della catena di comando dei vari tipi di forze d’élite all’interno di ciascun Paese. Sono compresi anche i dettagli relativi al reclutamento e all’addestramento del personale, alle armi e agli equipaggiamenti, oltre a brevi cenni storici e ai record di combattimento. Questo libro è un riferimento ideale per chiunque sia interessato al ruolo unico che le forze speciali svolgono oggi per i loro Paesi e che in generale in questi ultimi anni hanno assunto nella lotta al terrorismo e alle minacce asimmetriche.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Forse speciali – 100 giorni all’inferno

    20.30

    Incursore del glorioso 9° Reggiemento D’assalto “Col Moschin” Claudio Spinelli ha operato nella leggendaria TF45. Nel libro vengono raccontati cento giorni tra operazioni, scontri cruenti e sangue, un mix di emozioni e adrenalina raccontanti direttamente per mano dell’ autore. Per la prima volta un Incursore delle Forze Speciali Italiane parla della sua esperienza in missione all’estero con un racconto e foto inedite.

    Brossura, 14 x 21,5 cm. pag. 140 illustrato con foto a colori

    Stampato nel 2020 da Independently published

    Prezzo di listino  29.00 (sconto 30%)

    Quick view
  • 0 out of 5

    Forze Speciali – La Legion

    59.00

    Poderoso libro di Pierre Sergent, dedicato alla Legione Straniera francese. L’analisi di Sergent parte da lontano, dalla costituzione di questo corpo militare, costituito essenzialmente da cittadini stranieri, al servizio della Francia in giro per il mondo. Vengono descritte le vicende durante il XIX secolo, dal Messico al deserto africano. Si continua con i conflitti minori del ‘900 (in particolar modo quelli coloniali), la Prima e la Seconda Guerra Mondiale, per arrivare ai conflitti di Indocina e di Algeria, che tanto caratterizzarono la Legione stessa. La legione venne sempre impiegata dal governo francese, fino ai nostri giorni, anche se tanto è cambiato all’interno del corpo. La seconda parte del libro è dedicata ai vari reparti che costituiscono la Legione. Il volume è molto ben illustrato con centinaia di immagini di cui, molte a colori. Sono presenti anche diverse tavole a colori che rappresentano soldati, mezzi ed equipaggiamenti. Volume di difficile reperibilità.

    Rilegato, 24,5 x 33 cm. pag. 338 con foto e illustrazioni b/n e colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 1985 da Graphiques Lafayette

    Condizioni del libro: usato in perfette condizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    Forze Speciali Italiane – FOS TIER 2 – SOOS TIER 2

    18.00

    Silvestri – Angioni

    Alle forze speciali del TIER 1 si affiancano le Forze per Operazioni Speciali “FOS – TIER 2” di supporto al combattimento che sono: • Il 4º Reggimento Alpini Paracadutisti “Monte Cervino” dell’Esercito Italiano. • Il 185º Reggimento Paracadutisti Ricognizione Acquisizione Obiettivi dell’Esercito Italiano. Le forze per operazioni speciali sono composte esclusivamente da personale volontario altamente addestrato ed equipaggiato, sono delegati a compiti militari di sensibile valore strategico/tattico, di supporto a operazioni speciali, ad acquisizione degli obiettivi, a dirette. Il supporto operativo delle operazioni speciali presuppone la disponibilità di unità di volo dedicate ad ala fissa e rotante, nonché di specifiche risorse per il comando e controllo e per le comunicazioni e pertanto necessitano di Unità di Supporto Operativo “SOOS – TIER 2”, che sono: • Il 3° REOS Reggimento elicotteri per operazioni speciali “Aldebaran” dell’Esercito Italiano. • 28º Reggimento Comunicazioni Operative Pavia dell’Esercito Italiano. • 9º Stormo “Francesco Baracca” dell’Aeronautica Militare.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Forze Speciali. La legione straniera

    60.00

    John R. Young

    Rarissimo volume editato nel 1987 da Ermanno Albertelli EDitore che ha per tema la storia della Legione Straniera, dalle origini fino, appunto, agli anni ottanta. Dalle origini nordafricane a Sidi-Bel-Abbes al Quartier Generale di Aubagne, dalla formazione degli uomini alla Corsica, l’esperienza nella Guyana francese, la leguione e il cameratismo, la mistica e la tradizione. E ancora, la storia dei Reggimenti, i comandanti, gli equipaggiamenti, i costimi, le tradizioni e gli armamenti! personalità famose che hanno servito nel Corpo, le diverse nazionalità presenti nella Legione Straniera e infine i gradi militari. La parte iconografica è molto dettagliata e copre tutte le realta di questo famoso corpo militare. Molto raro.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Forze Speciali. Weapons of the Navy Seals

    38.00

    Fred J. Pushies

    Volume quasi interamente iconografico dedicato agli US Navy Seal americani. La storia, l’addestramento, l’impiego. E ancora, l’equipaggiamento e le armi in dotazione alle truppe d’elite, considerate al vertice della comunità delle forze speciali americane.

    Rilegato, 21,5 x 27,5 cm. pag. 126 riccamente illustrato con foto b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2004

    Condizioni del libro: usato in perfette condizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    Forze Speciali/Paracadutisti – Legionnaires Parachutistes

    55.00

    L’edizione originale di questo libro è stata stampata nel 1989 per la consegna agli ufficiali, ai sottufficiali, ai capogruppo e ai legionari del 2 ° R.E.P., a cura del Comando del Corpo, in occasione delle festività natalizie. È stato stampato in 1800 copie di cui 800 numerate. Il volume è caratterizzato da numerose illustrazioni, inclusi acquerelli originali di Andreas Rosenberg e bellissime fotografie di paracadutisti legionari in azione, passati e presenti, valorizzano perfettamente il testo sobrio, preciso e documentato di uno specialista della Legione, l’ex legionario Dufour diventato storico di riferimento di questa particolare unità militare della Francia. Particolarmente indicato per gli appassionati della Legione Straniera e delle unità paracdutiste in generale.

    Rilegato, 24,5 x 32,5 cm. pag. 194 riccamente illustrato con foto B7n e colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 1989 da Editions du Fer a Marquer

    Condizioni del libro: usato in perfedtte condizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    Fratelli guerrieri. Dietro le linee nemiche con l’elite dei commando antiterrorismo israeliani

    13.00

    Aaron Cohen – Douglas Century

    Nel 1994, a diciotto anni, Aaron Cohen, inquieto adolescente ebreo-canadese, lascia Beverly Hills per mettersi alla prova e realizzare il suo sogno: far parte della più selezionata unità delle forze speciali israeliane, un reparto d’elite al livello dei SEALS americani e dei SAS britannici. Dopo aver vissuto in un kibbutz per abituarsi allo stile di vita israeliano, per quindici mesi viene sottoposto a un addestramento massacrante, anche a livello psicologico, concepito con l’unico scopo di demolire un uomo per creare un guerriero. Oltre alle marce nel deserto e al combattimento a mani nude e con ogni tipo di arma da fuoco, l’addestramento comprende anche il sapersi travestire da palestinesi e lo studio accurato di usi e costumi degli storici nemici di Israele. Superata questa selezione durissima, Cohen riesce a entrare nella più prestigiosa unità antiterrorismo israeliana, quella incaricata delle pericolose missioni nei territori occupati: il Sayeret Duvdevan (un nome, un programma: Duvdevan è infatti una ciliegia identica a quella commestibile, ma velenosa). Alla fine dei tre anni di servizio, come molti altri ragazzi trasformati in supersoldati asociali e quasi paranoici, Aaron lascia l’esercito e ritorna negli Stati Uniti dove, dopo un periodo di smarrimento,fonda una società composta solo da ex membri di quell’unità, con lo scopo d’insegnare le tecniche antiterrorismo agli americani. Tecniche che cominceranno a interessare gli Stati Uniti dopo gli attentati dell’11 settembre.

    Quick view
  • 0 out of 5

    G.I.S. e Tuscania Carabinieri molto speciali

    28.00

    Luca Poggiali

    Prima opera in assoluto dedicata a due eccellenti reparti dell’Arma, come il 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti TUSCANIA e al Gruppo d’Intervento Speciale; reparti legati da un profondo vincolo dato che i membri del secondo provengono tutti da TUSCANIA. I carabinieri paracadutisti si coprirono di gloria già in Libia, primo reparto paracadutisti nazionale ad entrare in combattimento. Ricostruito nel dopoguerra, si è distinto per una serie lunghissima di interventi all’estero partecipando a tutte le missioni fuori area, incluso la protezione dell’ambasciate. Il GIS è stato impegnato contro il terrorismo e la criminalità più pericolosa, da alcuni anni anche nelle missioni all’estero. Armi e equipaggiamenti e 180 foto a colori anche di grande formato.

    Rilegato, pag. 128 con 180 foto a colori

    Stampato nel 2008 da Editoriale Lupo

    Quick view
  • 0 out of 5

    G.I.S. La vera storia del Gruppo d’Intervento Speciale. La nascita, le missioni, le testimonianze dei protagonisti

    23.00

    Carmelo Burgio

    La storia del Gruppo d’Intervento Speciale dell’Arma dei Carabinieri, meglio conosciuto con l’acronimo G.I.S., trova spazio in un’opera completa che ne affronta lo sviluppo dalla fondazione fino alle ultime missioni operative. L’autore, che visse in prima persona le origini di questa unità d’élite divenendone poi vice-comandante, ripercorre attraverso documenti d’archivio inediti ed esperienze personali gli anni che videro il G.I.S. impegnato in missioni ad alto rischio contro terroristi e criminalità organizzata. Uno spaccato che ci porta all’interno della vita dei Reparti Speciali, con l’addestramento, l’equipaggiamento e i retroscena di alcune missioni operative. Un mondo spesso distante dal sentire comune, privo di fanatismi o di supereroi, dove è la disciplina e la capacità di operare in team ben collaudati che porta ad ottenere risultati evitando ogni sacrificio inutile. Completa il volume un inserto fotografico a colori con immagini e documenti originali, arricchito da uno studio dettagliato sulle uniformi del GIS attraverso le tavole di Pietro Compagni. Una parte dei ricavi derivanti dalla vendita del libro sarà devoluta all’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Gazette des Uniformes hors serie n° 14 – Les Troupes Aeroportees Francaise

    18.00

    Illustratissima collana di monografie dell’editore francese Regi-Arm dedicata all’equipaggiamento dei soldati nel periodo compreso tra la Prima Guerra Mondiale e il secondo dopoguerra. Particolare enfasi viene riservata agli equipaggiamenti utilizzati nel secondo conflitto mondiale. Ogni monografia è composta da circa 80 pagine interamente illustrate con centinaia di fotografie a colori e in b/n che mostrano l’equipaggiamento dei soldati: uniformi, distintivi (in stoffa e in metallo), elmetti e buffetteria varia come cinture, stivali, porta-caricatori e fondine; sono anche presenti alcune illustrazioni di reenector storici. Altrettanto numerose le foto d’epoca in b/n. Questa monografia in particolare è dedicata alle uniformi dei paracadutisti francesi nel periodo che va dal 1945 al 1980.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 77 interamente illustrato con foto b/n e colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2002 da Regi-Arm

    Quick view
  • 0 out of 5

    Gazette des Uniformes hors serie n° 17 – Les Troupes Aeroportees Francaises en Indochine 1945/1956

    18.00

    Illustratissima collana di monografie dell’editore francese Regi-Arm dedicata all’equipaggiamento dei soldati nel periodo compreso tra la Prima Guerra Mondiale e il secondo dopoguerra. Particolare enfasi viene riservata agli equipaggiamenti utilizzati nel secondo conflitto mondiale. Ogni monografia è composta da circa 80 pagine interamente illustrate con centinaia di fotografie a colori e in b/n che mostrano l’equipaggiamento dei soldati: uniformi, distintivi (in stoffa e in metallo), elmetti e buffetteria varia come cinture, stivali, porta-caricatori e fondine; sono anche presenti alcune illustrazioni di reenector storici. Altrettanto numerose le foto d’epoca in b/n. Questa monografia in particolare è dedicata alle uniformi dei paracadutisti francesi in servizio in Indocina nel periodo che va dal 1945 al 1956.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 78 interamente illustrato con foto b/n e colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2004 da Regi-Arm

    Quick view
  • 0 out of 5

    Gazette des Uniformes hors serie n° 7 – La Legion Etrangére de 1945 à nos jours

    18.00

    Questa monografia, facente parte di una serie stampata dall’editore francese Régi-Arm dedicata all’uniformologia e al collezionismo, si occupa in particolare della Legione straniera dal 1945 ad oggi. I vari capitoli dedicati dedicati ai momenti più importanti della Legione in questo periodo: La guerra di Indocina – La campagna del Madagascar – La guerra d’Algeria – Le operazioni dal 1962 ad ogg -i, sono accompagnati da emozionanti fotografie d’epoca e da attuali fotografie e ambientazioni con particolari delle uniformi, armi, equipaggiamenti e insegne. Il volume per l’accuratezza delle ricerche storiche e iconografiche risulta interessante a per storici e collezionisti.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 80 interamente illustrato con foto b/n e colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 1998 da Regi-Arm

    Quick view
  • 0 out of 5

    Gazette des Uniformes hors-serie n. 30 – Les paras de la 82nd Airborne

    18.00

    Illustratissima collana di monografie dell’editore francese Regi-Arm dedicata all’equipaggiamento dei soldati nel periodo compreso tra la Prima Guerra Mondiale e il secondo dopoguerra. Particolare enfasi viene riservata agli equipaggiamenti utilizzati nel secondo conflitto mondiale. Ogni monografia è composta da circa 80 pagine interamente illustrate con centinaia di fotografie a colori e in b/n che mostrano l’equipaggiamento dei soldati: uniformi, distintivi (in stoffa e in metallo), elmetti e buffetteria varia come cinture, stivali, porta-caricatori e fondine; sono anche presenti alcune illustrazioni di reenectors storici. Altrettanto numerose le foto d’epoca in b/n. Questa monografia in particolare traccia la storia della 82nd Airborne dalla formazione alle operazioni: campagna del Mediterraneo, Inghilterra, Normandia, Olanda, Ardenne e Germania e presenta nel dettaglio uomini, armi, equipaggiamenti e veicoli.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Gazette des Uniforms hors serie n° 9 – Les Paras de la deuxième guerre mondiale

    18.00

    Illustratissima collana di monografie dell’editore francese Regi-Arm dedicata all’equipaggiamento dei soldati nel periodo compreso tra la Prima Guerra Mondiale e il secondo dopoguerra. Particolare enfasi viene riservata agli equipaggiamenti utilizzati nel secondo conflitto mondiale. Ogni monografia è composta da circa 80 pagine interamente illustrate con centinaia di fotografie a colori e in b/n che mostrano l’equipaggiamento dei soldati: uniformi, distintivi (in stoffa e in metallo), elmetti e buffetteria varia come cinture, stivali, porta-caricatori e fondine; sono anche presenti alcune illustrazioni di reenector storici. Altrettanto numerose le foto d’epoca in b/n. Questa monografia in particolare è dedicata alle uniformi ei paracadutisti dei diversi paesi coinvolti nella Seconda Guerra Mondiale.

    Brossura 21 x 30, cm. pag. 80 interamente illustrato con foto b/n e colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 1999 da Regi-Arm

    Quick view
  • 0 out of 5

    Geheime Krieger – Drei deutsche Kommandoverbaende im Bild

    29.00

    Libro a carattere generale dedicato alle forze speciali tedesche. Il volume prende in esame sia assetti moderni come il GSG9 e il KSK ma anche reparti della Seconda Guerra Mondiale come l’unità “Brandenburgo” che era alle dirette dipendenze dell’ABwehr. Il volume è interamente illustrato con immagini a colori, sia quelle del dopoguerra, sia quelle riferite al secondo conflitto mondiale.

     

    Quick view
  • 0 out of 5

    German Armor and Special Units of WWII

    115.00

    Questo importante volume completamente illustrato, seria opera di consultazione per appassionati di storia militare, è un autentico album fotografico dedicato agli equipaggiamenti “specializzati” utilizzati dalle forze di terra tedesche nel corso della Seconda Guerra Mondioale. Una particolare attenzione è stata dedicata ai “Kustenjager” della Divione “Brandenburg”, di cui si sono scritte molte storie troppo di fantasia. Molta documentazione, soprattutto fotografica, proviene da collezioni private, le fotografie, quasi tutte inedite, alcune dei particolari, sono accompagnate da concise ma esaustive didascalie. Inoltre il volume è completato da 16 tavole a colori con i profili dei mezzi.

    Rilegato 22 x 30 cm. pag. 382 completamente illustrato con circa 573 foto b/n + 16 tavole a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2002 da J.J. Fedorowicz Publishing

    Quick view
  • 0 out of 5

    Gli eroi del Tuscania. I Baschi Amaranto si raccontano

    16.90

    «Se il destino è contro di noi, peggio per lui.» È questo il motto del 1° Reggimento Carabinieri paracadutisti «Tuscania» ed è questo lo spirito che pervade i circa cinquecento uomini che militano tra le sue fila. Tra loro ci sono Lama, Tex, Barabba, Nibbio, Maschio, Skeggia, Caino, Il Danno, tutti nomi di battaglia che hanno ricevuto sul campo. Per la prima volta, in occasione dell’ottantesimo anniversario del loro corpo, i parà che vigilano sulla nostra sicurezza dal cielo raccontano la loro vita di carabinieri al servizio della patria, di eroi impegnati in missioni ad alto rischio in Italia e all’estero. In queste pagine ricordano i giorni della motivation week , la durissima settimana di allenamento che solo i migliori riescono a superare, ma soprattutto rievocano l’addestramento, le spedizioni, il freddo, la fame, i dolori che li hanno trasformati in una famiglia unita e salda, pronta a rispondere alla chiamata e a partire per l’Afghanistan, la Somalia, la Libia, Timor Est e il resto del mondo. Ovunque possa esserci bisogno di loro. Pagine dense di audacia, di forza e di esperienza che raccontano la gloria di un reggimento nato durante la Seconda guerra mondiale e che oggi si evolve rimanendo sempre fedele ai suoi principi.

    Brossura, 15 x 23 cm. pag. 240

    Stampato nel 2020 da Longanesi

     

    Quick view
  • 0 out of 5

    Historica 06 – Paracadutisti italiani – Italia Parachutist Units 1937/45

    20.00

    Monografia con testo bilingue italiano/inglese dedicata ai paracadutisti italini nel periodo compreso tra il 1937 e il 1935. Viene presa in esame la storia, l’organizzazione del Corpo, le uniformi, l’addestramento e più in generale l’equipaggiamento. Il punto di forza del libro è il ricchissimo apparato iconografico costituito da 117 tra foto, cartine e disegni in b/n, 11 immagini a colori (manifesti e fotografie) e 13 tavole a colori raffiguranti uniformi e distintivi. E’ probabilmente il primo testo sull’argomento che ha dato preminenza all’aspetto uniformologico e collezionistico.

    Brossura 18,5 x 25 cm. pag. 104 con circa 135 foto b/n e colori + 12 tavole a colori

    Testo bilingue italiano inglese

    Stampato nel 2005 da EMI

    Quick view
  • 0 out of 5

    I diavoli neri. La vera storia della battaglia di Mogadiscio

    18.90

    Sono ormai passati più di venticinque anni da quel 2 luglio 1993, il giorno della battaglia di Mogadiscio tra le truppe italiane e i ribelli somali. Ma il ricordo di quegli scontri è ancora vivo nella memoria di tutti, non solo di chi lo ha vissuto in prima persona come il generale Paolo Riccò. Conosciuta anche come la battaglia del checkpoint «Pasta» e ricordata per essere stata la prima che ha visto impiegati i militari dell’esercito italiano dalla fine della Seconda guerra mondiale, fu uno scontro molto cruento in cui persero la vita tre soldati italiani e moltissimi altri furono gravemente feriti. La XV compagnia paracadutisti «Diavoli Neri», grazie al durissimo addestramento a cui li aveva sottoposti il loro capitano, il generale Riccò, fu l’unica compagnia in grado di rispondere all’attacco delle milizie somale. In questo racconto serrato e partecipe, il generale Riccò, attuale comandante dell’Aviazione dell’esercito, nonché Medaglia di Bronzo al Valor Militare per il coraggio dimostrato a Mogadiscio, ricostruisce attraverso documenti e testimonianze inedite la vera storia di quei tragici giorni, svelando i particolari di una vicenda i cui aspetti non sono ancora stati del tutto resi noti.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 320

    Stampato nel 2020 da Longanesi

    Quick view
  • 0 out of 5

    I Pretoriani – Romanzo

    19.00

    Nella guerra rivoluzionaria la vittoria si conquista fuori dal campo di battaglia, nel cuore del paese nemico: è questa la lezione che i paras francesi hanno imparato in Indocina e che cercheranno di mettere in pratica in Algeria. Basato su vicende realmente accadute, un grande classico della letteratura di guerra. Dopo I centurioni, un nuovo capitolo delle imprese degli uomini del colonnello Raspéguy. Al ritorno dall’Indocina, dove hanno affrontato la drammatica prova dei campi di prigionia vietminh, i compagni del Capitano Esclavier e di Boisfeuras sono coinvolti in un nuovo conflitto, tra le montagne e il deserto d’Algeria. Dopo tante sconfitte questa maledetta guerra la vogliono vincere, ma gli uomini di Raspéguy il destino è quello di diventare “soldati perduti”.

    Brossura, 14 x 21 cm. pag. 383

    Stampato nel 2014 da Mursia

    Quick view
  • 0 out of 5

    Il Reparto – Passato e Presente del Reggimento d’Assalto Paracadutisti Col Moschin

    30.00

    Nel 1917 Giovanni Messe dava vita al IX Reparto d’Assalto, creando di fatto la prima unità di Forze Speciali dell’Esercito Italiano. L’eredità di pochi uomini coraggiosi e sprezzanti del pericolo è arrivata fino ad oggi, incarnandosi dapprima nel Reparto Sabotatori e poi nel 9° Reggimento d’Assalto Paracadutisti “Col Moschin”. Questo libro racconta la loro storia, dalle origini fino ai giorni nostri, attraverso le vicissitudini del reparto e le testimonianze di uomini straordinari. Il Nono Reggimento è un’eccellenza italiana, ammirato e stimato da tutti i reparti analoghi del mondo. Il volume è nato grazie alla collaborazione con il 9° Reggimento e l’A.N.I.E. (Associazione Nazionale Incursori Esercito) ed è avvalorato da un ricco ed inedito apparato iconografico. Il lavoro è completato da una introduzione del comandante di reparto: Colonnello Paolo Attilio Fortezza; da una nota storica del Generale C.A. Marco Bertolini e da una prefazione del Colonnello Angelo Passafiume, presidente dell’Associazione Nazionale Incursori Esercito.

    Brossura, 15 x 21 cm. pag. 280 + 32 pag fuori testo con foto b/n + 88 pagine fuori testo con foto a colori

    Stamapto nel 2016 da Edizioni Il Maglio

    Quick view
  • 0 out of 5

    IX Reggimento Paracadutisti Col Moschin

    16.00

    Silvestri – Angioni – Lombardi

    Nuova edizione aggiornata. “Della Folgore l’impeto”. E’ il motto nel Nono Reggimento Paracadutisti d’Assalto ‘Col Moschin’, reparto ad altissima specializzazione. Comunemente chiamato “il nono”, è l’unico reparto di Forze Speciali dell’Esercito Italiano, una unità ad altissima specializzazione, composta fin dalla ricostituzione del dopoguerra, da Ufficiali, Sottufficiali e Volontari in servizio permanente o in ferma breve/prefissata addestrati e selezionati mediante un iter formativo della durata di circa due anni; tale durata è ridotta a 5 mesi per i VFB (Volontari in Ferma Breve) e per i VFP4 (Volontari in Ferma Prolungata per 4 anni). Unico nel suo genere, il reggimento recluta personale attraverso selezioni fisiche condotte da appositi Nuclei presso le Scuole e i Reggimenti Addestramento Volontari.

     

    Quick view
  • 0 out of 5

    Je ne regrette rien – Nella Legione Straniera in Algeria 1957-62

    25.00

    La storia del Legionario Matricola 119335, al secolo Benito Recrosio Zampa, è quella di un legionario vero, normale, né più bravo, né più decorato, né più eroico di migliaia di altri suoi commilitoni, tutti però accumunati dal fatto di essere, come recita una strofa dell’inno della Legione Straniera, “des types pas ordinaires”. E’ la storia, o meglio ancora, l’avventura di un diciottenne scappato di casa per inseguire un sogno e sfuggire un presente con poche prospettive. E’ la storia di un soldato che ricorda luoghi, azioni, volti che si sono impressi allora indelebilmente nella memoria e che non nasconde la sua riconoscenza per la Legione. E’ la storia di un “ancien” che il 30 aprile di ogni anno viene sopraffatto dalla commozione durante la festa del Corpo, quando la Banda Musicale della Legione suona la marcia del Reggimento in cui ha servito: la 13ème Demi Brigade de Légion Etrangère. E’ la storia di un uomo che, quando gli si chiede che cosa ne pensi della sua esperienza in Algeria, risponde senza esitazione con le parole di una famosa canzone:”Je ne regrette rien”. Non rimpiango nulla.

    Brossura, 15 x 21 pagg. 224 + pag. 64 fuori testo con 142 foto b/n, 24 a colori, 2 schizzi, 1 mappa, 1 documento

    Stampato nel 2013 da Libreria Militare

    Quick view
  • 0 out of 5

    Kustenjager – I Cacciatori Costieri tedeschi

    18.00

    Questo lavoro si occupa di un’unita’ tedesca poco conosciuta. i Cacciatori Costieri, un reparto di forze speciali inserito nella Divisione “Brandeburg”, i commando del Terzo Reich. Operarono in Tunisia, Sardegna, Grecia e Dalmazia e nel Mar Nero. Alcuni elementi rimasero isolati in Egeo fino all’8 maggio 1945.

    Brossura, 17 x 24 cm. pag. 127 illustrato con circa 90 foto b/n e 7 cartine

    Stampato nel 2005 da Editoriale Lupo

    Quick view
  • 0 out of 5

    La 317ª Sezione – La lotta per la sopravvivenza di un plotone dell’esercito francese in Indocina

    20.00

    Laos del Nord, aprile 1953. La guerra d’Indocina è alla fine. La 317a Sezione, formata da quattro francesi e quarantuno ausiliari laotiani, riceve l’ordine di ripiegare a Tao-Tsaï, a oltre 150 chilometri di distanza: una missione impossibile attraverso la giungla infestata dai guerriglieri Viet Minh del generale Giap. Messisi in marcia alla guida del giovane ufficiale d’accademia sottotenente Torrens e dell’aiutante capo Willsdorff, un duro alsaziano già veterano della Wehrmacht sul fronte russo e della difesa di Berlino, ben presto vengono attaccati dai Viet Minh, che li costringono ad un susseguirsi continuo di scontri a fuoco, di imboscate, di tranelli reciproci. Facendosi largo tra un nemico implacabile e la natura ostile, i superstiti continuano disperatamente il lungo cammino verso le proprie linee e la salvezza, mentre le loro file si assottigliano sempre di più. Chi sopravvivrà a questa odissea?

    brossura, 15,5 x 22,5 cm. pag. 176 con alcune foto b/n

    Stampato nel 2020 da Associazione Italia

    Quick view
  • 0 out of 5

    La guerra di un soldato in Cecenia

    15.50

    Arkadij Babcenko

    George Orwell scrisse a proposito della Guerra Civile in Spagna – alla quale aveva partecipato – che “era un’alternanza di paura e di noia”. E queste parole continuano a tornare alla mente di chiunque legga le sconvolgenti pagine sull’esperienza dell’autore in Cecenia. Come dimostra la cronaca anche recente, il conflitto in Cecenia resta una ferita aperta, un mostro che a intervalli regolari torna a dilaniare la regione del Caucaso (ma anche la Russia), mietendo vittime fra la popolazione locale, i ribelli ceceni, i giovani russi chiamati a combatterla, i moscoviti vittime di attentati. Nessuno è risparmiato. Non esistono né vinti né vincitori, non si impongono ragioni assolute né da una parte né dall’altra: le vittime e i carnefici appartengono a entrambi gli schieramenti. Lo sapeva Anna Politkovskaja, l’eroica giornalista assassinata nel 2006 in seguito alle sue denunce, lo sa Arkadij Babcenko, anche lui firma coraggiosa della “Novaja Gazeta”. Babcenko ha vissuto la devastante esperienza della guerra in Cecenia una prima volta a partire dall’estate del 1996, come soldato semplice, e quattro anni dopo tornandoci da volontario. In questo libro sulfureo e disperato, emozionante e terribilmente onesto l’autore racconta il suo viaggio dall’innocenza all’esperienza, dalla vita alla morte. Per giungere fino a quella assurda situazione di esistenza sospesa tipica del soldato rientrato in patria che fatica a dare un senso alle sue giornate lontano dalla guerra.

    Brossura, 12,5 x 19,7 cm. pag. 402

    Stampato nel 2019 da Mondadori

    Quick view
  • 0 out of 5

    La Legion Etrangere en Algerie 1954-1962

    64.00

    Questo studio dettagliato sulla Legione Straniera ci presenta una collezione inedita ed esaustiva di uniformi e altro abbigliamento portati dalla Legione Straniera in Algeria dal 1954 al 1962. Più di 400 pezzi da collezione e circa 200 fotografie della guerra fanno rivivere una delle campagne più sanguinose della Legione Straniera, ma anche una delle più gloriose in cui si sono succedute diverse generazioni di legionari. Quest’opera, in particolare, viene dedicata agli uomini, francesi e stranieri, caduti con l’uniforme di questo corpo, nell’ambito della campagna anti-insurrezionale contro i ribelli algerini. Il notevole apparato iconografico del volume lo rende opera di riferimento per collezionisti e appassionati dei conflitti che hanno contraddistinto il secondo dopoguerra.

    Rilegato, 22 x 30 cm. pag. 256 completamente illustrato a colori e b/n

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2016 da Heimdal/Magazine Uniformes

    Quick view
  • 0 out of 5

    La Legion Etrangere en Indochine 1946-1956

    64.00

    Questo studio dettagliato sulla Legione Straniera ci presenta una collezione inedita ed esaustiva di uniformi e altro abbigliamento portati dalla Legione Straniera in Indocina dal 1946 al 1956. Più di 400 pezzi da collezione e circa 200 fotografie della guerra fanno rivivere la campagna più sanguinosa della Legione Straniera, ma anche una delle più gloriose in cui si sono succedute diverse generazioni di legionari. Quest’opera, in particolare, viene dedicata agli undicimilaseicento legionari caduti in Indocina con l’uniforme del Corso di Spedizione Francese dell’Estremo Oriente e alle migliaia di indocinesi delle truppe di appoggio morti anch’essi sotto i colori della Legione. Il notevole apparato iconografico del volume lo rende opera di riferimento per collezionisti e appassionati.

    Cartonato, 21,5 x 30,5 cm. pag. 253 interamente illustrato con circa 250 foto b/n e 450 foto a colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2011 da Heimdal

    Quick view
  • 0 out of 5

    Le 2e BCCP. Battaillon Coloniale de Commandos Parachutistes. Indochine 1947-1949

    48.00

    Nel 1945, l’esercito francese di fronte alla necessità di ricostruire un’identità militare, martoriata da una guerra che, alla fine seppur vinta grazie agli anglo-americani, aveva messo in evidenza tutte le carenze dell’Armata francese, decide di adottare una nuova arma, giovane e dinamica, incarnata dalle truppe aviotrasportate. E ‘in questo contesto che nel luglio 1946 la direzione generale delle truppe coloniali, convinta ad avere, pure loro, uno strumento equivalente, decise di istituire un battaglione di paracadutisti di fanteria coloniale. La sua spina dorsale è formata da un nucleo preesistente di un commando in Estremo Oriente, che nel 1947 prenderà il nome definitivo del 2° Battaglione Coloniale Commando Paracadutisti. Nei due anni di continui combattimenti, (soprannominati “Berretti Rossi”) combatteranno in Vietnam del Sud contro un nemico implacabile: i guerriglieri comunisti Viet Minh. Questa è la storia di questi uomini straordinari, da cui discendono gli attuali paracadutisti del 2° RPIMa. L’apparato fotografico è di ottimo livello, costituito da centinaia di fotografie in b/n, e moltissime immagini di distintivi e documenti a colori.

    Rilegato, 21,5 x 30,5 cm. pag. 173 completamente illustrato con foto a colori e b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2014 da Heimdal

    Quick view
X