A History of the Small Arms made by the Sterling Armament Company. Excellence in Adversity

55.00

James Edmiston – Peter Laidler

Una storia approfondita delle armi leggere prodotte dalla Sterling Company di Dagenham, Essex, Inghilterra, dal 1940 fino a quando la Sterling fu acquistata dalla British Aerospace nel 1989 e chiusa. La Lanchester e la Patchett Machine Carbines furono entrambe sviluppate presso la Sterling Engineering Co Ltd durante la Seconda Guerra Mondiale. Con la comparsa dei primi prototipi Patchett, i militari iniziarono a testarli in prove sempre più rigorose. Ciò portò a un’adozione limitata nel Regno Unito del MkII Patchett come L2A1 nel 1953 e della “prima Sterling”, il MkII, come L2A2 nel 1955. Poi venne il “Crown Jewel” di Sterling, il superbo Mk4, adottato su larga scala nel Regno Unito “Gun, Sub-Machine, L2A3” nel settembre 1955. Prodotto brevemente ma intensamente da ROF Fazakerley (1955-1959) e da Sterling, in 30 anni ne furono realizzati quasi 4000.000 di esemplari. Lo Sterling era in grado di essere veramente silenziato con munizioni a sfera standard da 9 mm (invece di essere semplicemente “soppresso”). L’eccellente Sterling-Patchett Mk5 silenziato, adottato come UK L34A1 nel 1967, è l’unica arma di questo topo rimasta in dotazione alle forze britanniche. In questo volume vengono descritti tutti i prototipi, i marchi militari, i modelli di produzione commerciale e su licenza della Sterling, inclusi il canadese C1 SMG e l’indiano 1A Carbine. Contiene note sui metodi e le procedure di produzione utilizzate presso Sterling, ROF Fazakerley, Canadian Arsenals Limited e Indian Small Arms Factory, Kanpur (Cawnpore), oltre a note dettagliate sull’intercambiabilità tra modelli, intervalli di numeri di serie, quantità prodotte e acquisti da parte di clienti esteri.

1 disponibili

Qty:
COD: SB13533 Categorie: , Tag: , , ,

Descrizione

James Edmiston – Peter Laidler

Una storia approfondita delle armi leggere prodotte dalla Sterling Company di Dagenham, Essex, Inghilterra, dal 1940 fino a quando la Sterling fu acquistata dalla British Aerospace nel 1989 e chiusa. La Lanchester e la Patchett Machine Carbines furono entrambe sviluppate presso la Sterling Engineering Co Ltd durante la Seconda Guerra Mondiale. Con la comparsa dei primi prototipi Patchett, i militari iniziarono a testarli in prove sempre più rigorose. Ciò portò a un’adozione limitata nel Regno Unito del MkII Patchett come L2A1 nel 1953 e della “prima Sterling”, il MkII, come L2A2 nel 1955. Poi venne il “Crown Jewel” di Sterling, il superbo Mk4, adottato su larga scala nel Regno Unito “Gun, Sub-Machine, L2A3” nel settembre 1955. Prodotto brevemente ma intensamente da ROF Fazakerley (1955-1959) e da Sterling, in 30 anni ne furono realizzati quasi 4000.000 di esemplari. Lo Sterling era in grado di essere veramente silenziato con munizioni a sfera standard da 9 mm (invece di essere semplicemente “soppresso”). L’eccellente Sterling-Patchett Mk5 silenziato, adottato come UK L34A1 nel 1967, è l’unica arma di questo topo rimasta in dotazione alle forze britanniche. In questo volume vengono descritti tutti i prototipi, i marchi militari, i modelli di produzione commerciale e su licenza della Sterling, inclusi il canadese C1 SMG e l’indiano 1A Carbine. Contiene note sui metodi e le procedure di produzione utilizzate presso Sterling, ROF Fazakerley, Canadian Arsenals Limited e Indian Small Arms Factory, Kanpur (Cawnpore), oltre a note dettagliate sull’intercambiabilità tra modelli, intervalli di numeri di serie, quantità prodotte e acquisti da parte di clienti esteri.

Rilegato, 22,5 x 28,5 cm. pag. 334 riccamente illustrato con foto e disegni tecnici b/n + 16 pagine fuori testo con foto a colori

Testo in lingua inglese

Stampato nel 2020 da Pen & Sword

Ti potrebbe interessare…