Aviazione – BF-109. Storia del caccia Messerschmitt

Messerschmitt

Visualizzazione di 13 risultati

  • 0 out of 5

    Aviazione – BF-109. Storia del caccia Messerschmitt

    69.00

    Nell’ambito della storia aerea durante la Seconda Guerra Mondiale, sono emersi, tra gli eventi dell’aviazione, i nomi di alcuni aeroplani che, in misura più frequente di altri, hanno caratterizzato quel periodo storico.Tra gli aerei più famosi possiamo annoverare il DC-3 o, C-47 “Dakota”, che rappresentò una pietra miliare nell’ambito dell’aviazione commerciale e da trasporto, il Boing B-17 “Fortress” che interpretò nella più alta misura, il concetto di bombardiere stratategico configurato da Douhet, il Supermarine “Spitfire” che caratterizzò la battaglia d’Inghilterra e il P-51 “Mustang” che rappresentò sicuramente il miglio caccia alleato del conflitto, senza dimenticare il MItsubishi “Zero” per le su peculiarità progettuali e costruttive. Da parte tedesca l’aereo che più di altri si ritagliò un ruolo dominante e fondamentale per la Luftwaffe, fu il Messerschmitt Bf. 109, prodotto in ben 33.000 esemplari, un record ineguagliato. Fu presente in tutti i teatri di guerra e fu in dotazioni anche a molte aviazioni di nazioni alleate, come quella italiana. Nel nostro specifico il caccia fu in dotazione sia alla Regia Aeronautica, sia all’aviazione della R.S.I, e nel totale, il numero dei “109” utilizzati dagli italiani, superò il totale dei tre caccia della serie 5 che entrarono in servizio a partire dal 1943: M.C. 205, R.E. 2005 e Fiat G. 55. Questo ottimo libro di Nino Arena ripercore, anche attraverso l’utilizzo di immagini e disegni tecnici, l’utilizzo del caccia Messerschmitt da parte della Regia Aeronautica e dell’A.N.R.

    Brossura, 20,5 x 28 cm. pag. 238 con numerose foto b/n

    Stampato nel 1980 da Ateneo & Bizzarri

    Condizioni del libro: usato in perfette condizioni

    Quick view
  • 0 out of 5

    Aviazione – Messerschmitt Me 210/Me 410 Hornisse Hornet

    165.00

    I Messerschmitt Me 210/Me 410 sono il progressivo sviluppo del Bf 110 – caccia bimotore pesante. Per la mancanza di sufficienti e adeguate prove di volo il Me 210 conobbe una non invidiabile reputazione per le sue caratteristiche di volo e il suo carrello di atterraggio debole, tanto da mandare in crisi la compagnia. Dopo successive migliorie sul telaio, i profili alari, il carrello, ecc. il Me 210 diventò Me 410, questo volò in cieli ostili e su molti fronti di combattimento. Questo testo presenta innanzitutto questo lento sviluppo dell’aeromobile, i personaggi coinvolti in questa avventura, le recriminazioni, l’importanza dei piloti, la completa Werknummer (lista di produzione) di ogni macchina costruita, i sistemi con cui era armata, il tutto illustrato da fotografie, disegni e profili.

    Rilegato con sovracoperta 22 x 30 cm. pag. 176 interamente illustrate con spaccati, disegni, foto b/n e colori + 10 profili a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2007 da Midland

    Quick view
  • 0 out of 5

    Combat Colours 1. The Messerschmitt BF109E on the Western Front – 1940

    22.00

    Peter Scott

    Serie di monografie realizzate dall’editore della rivista Scale Aircraft Mo-delling, dedicate alle colorazioni degli aerei più famosi della Seconda Guerra Mondiale. Ogni monografia è caratterizzata da circa 75 pagine, di cui una sessantina a colori che riproducono le colorazioni, i mimetismi e gli emblemi dell’aereo preso in esame. Ogni siluette è accompagnata da una descrizione tecnica. Le pagine restanti, mostrano immagini d’epoca in b/n dell’aereo in oggetto. Questa monografia, in particolare, si occupa del Messerschmitt Bf-109 in operazione sul fronte occidentale nel 1940.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 56 riccamente illustrato con profili a colori e foto b/n

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2022 da Guideline

    Quick view
  • 0 out of 5

    Graf Zeppelin’s Eagles: An Operational History of the Messerschmitt Bf 109 T

    99.00

    Francis L. Marshall

    Dall’autore del best seller: “Sea eagles”, esaurito ed introvabile da anni, ecco il suo nuovo lavoro relativo allo sviluppo e alla storia operativa del Messerschmitt Bf 109 T. La ricca iconografia a corredo del ben documentato testo comprende foto dell ‘epoca, la riproduzione di documenti vari, 20 profili a colori di Janusz Swiatlon oltre a disegni al tratto di Arild Tangerud. La storia del Bf 109 T costituisce una piccola ma importante parte del più famoso design Messerschmitt. Settanta esemplari furono costruiti nel 1941, inizialmente come componente imbarcata della pianificata portaerei “Graf Zeppelin”. Quando la portaerei fu cancellata, i Bf 109 T furono consegnati alla Luftwaffe che li mise in servizio in Norvegia. Tuttavia, i piani rinnovati per completare la Graf Zeppelin portarono al ritiro degli esemplari in questione. La cancellazione definitiva del Graf Zeppelin vide l’assegnazione di questi velivoli allo Jagdstaffel Helgoland. Alla fine dell’anno l’unità venne dislocata, nuovamente, sul suolo norveggese. A metà del 1944 il Bf 109 T fu finalmente ritirato dal servizio di prima linea e gli esemplari restanti, trasferiti alle unità di addestramento. Questo libro descrive in dettaglio la storia e l’utilizzo del Bf 109 T e include resoconti non solo dei piloti della Luftwaffe che li hanno pilotati, ma anche dei loro avversari della RAF e dell’USAAF. Sono inclusi i dettagli di tutte le perdite note.

    Rilegato, 21,5 x 30 cm. pag. 362 riccamente illustrato con centinaia di foto b/n, 20 profili a colori e disegni in scala.

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2021 da Chandos Publications

    Quick view
  • 0 out of 5

    Messerschmitt BF 109 G in Foreign Service

    55.00

    Eduardo  Gil Martinez

    Il Messerschmitt Bf 109 fu senza dubbio uno degli aerei più importanti durante il secondo conflitto mondiale, fu addirittura il velivo con il più alto tasso di produzione (ben 35.000 esamplari) dell’intero conflitto. Per la Germania, il Bf 109 rappresento il caccia di riferimento, fino all’arrivo del favoloso Fw 190. Entrambi i caccia vennero costantemente migliorati durante la guerra per essere in grado di affrontare, su un piano di parità, i velivoli avversari. Questa monografia, in particolare, è dedicata agli utilizzatori stranieri del BF 109G (Bulgaria, Croazia, Svizzera, Finlandia, Regia Aeronautica italiana, Repubblica Sociale Italiana, Ungheria, Romania). Il volume è molto ben illustrato con foto d’epoca in b/n, disegni in scala e 26 pagine di tavole a colori che mostrano le diverse colarazioni delle aeronautiche che utilizzarono questo velivolo. Indicato anche per i modellisti.

    Brossura, 21 x 30 cm. pag. 122 riccamente illustrato con numerose foto b/n, disegni in scala e 26 profili a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2023 da Kagero

    Quick view
  • 0 out of 5

    Messerschmitt Bf 109: The Yugoslav Story. Operational Record 1939-1953 Vol. I

    45.00

    Boris Ciglic

    Dettagliata storia, corredata da ricco materiale illustrativo, dell’impiego da parte delle forze aeree della Jugoslavia del caccia tedesco Messerschmitt Bf 109 dal 1939, durante tutta la Seconda Guerra Mondiale fino al 1953. Diverse varianti del Messerschmitt Bf 109 hanno volato nei cieli dei Balcani per quattordici anni nelle mani di aviatori jugoslavi, tedeschi, italiani, ungheresi, rumeni e bulgari, ma il suo ruolo nella storia dell’aviazione jugoslava è rimasto nell’ombra, surclassata da altre storie in altri fronti. Questo volume racconta in dettaglio la storia dell’epico velivolo tedesco in un fronte a volte dimenticato, che rappresenta comunque uno dei campi di battaglia più sanguinosi e atroci della Seconda Guerra Mondiale. Viene analizzata l’acquisizione e il servizio operativo del caccia più moderno nell’inventario della Royal Jugoslav Air Force, il dominio delle unità della Luftwaffe dotate di Bf 109 durante la guerra di aprile del 1941 contro un avversario mal preparato e mal guidato, ma comunque coraggioso. Illustrato con 37 profili di aeromobili a colori e e 231 fotografie, molte delle quali pubblicate per la prima volta, questo libro rappresenta il risultato di decenni di minuziose ricerche. È tratto da ampie fonti archivistiche, numerose interviste e ricordi personali, nonché documenti e manufatti di proprietà privata provenienti da Serbia, Germania, Croazia, Slovenia, Regno Unito, Stati Uniti, Belgio, Ungheria, Romania, Italia, Bulgaria, Russia, Francia, Austria, Australia, Nuova Zelanda e Canada.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Messerschmitt Bf 109: The Yugoslav Story. Operational Record 1939-1953 Vol. II

    45.00

    Boris Ciglic – Dragan Savic – Milan Micevski

    Dettagliata storia, corredata da ricco materiale illustrativo, dell’impiego da parte delle forze aeree della Jugoslavia del caccia tedesco Messerschmitt Bf 109 dal 1939, durante tutta la Seconda Guerra Mondiale fino al 1953. L’iconico Messerschmitt Bf 109 ha volato nei cieli dei Balcani per quattordici anni con otto diverse forze aeree, mentre i piloti jugoslavi lo hanno utilizzato attraverso il continente europeo, dal Golfo di Biscaglia, attraverso la Prussia orientale e la steppa ucraina, fino ai piedi del Caucaso. Questo libro è un sequel del Volume I, che raccontava la storia del miglior velivolo nell’inventario della Royal Jugoslav Air Force e un pilastro dei combattenti della Luftwaffe che operavano nei cieli della Jugoslavia. Il primo capitolo del Volume II segue con un dettaglio senza precedenti il ​​percorso della componente caccia della Legione dell’Aeronautica Militare Croata, che combatté sul fronte orientale come parte dello JG 52. La maggior parte delle informazioni inerenti l’operato dei velivoli croati dello JG 52, sono state comparate con documenti recentemente divulgati per la prima volta da archivi russi. Queste informazioni confermano il valore in combattimento dei legionari croati e dei loro Bf 109s. Sulla base di una ricchezza di dati inediti e di resoconti di prima mano, il secondo capitolo analizza l’acquisizione e il servizio del velivolo più moderno dello Stato criato e molti episodi incredibili dal suo servizio. Le mutevoli fortune degli aviatori bulgari che volarono sulla Jugoslavia con il Bf 109 nella loro guerra contro l’USAAF e poi contro i tedeschi sono descritte nel capitolo tre. Le loro azioni e affermazioni sono state studiate a fondo e accuratamente controllate, sia con i documenti alleati che con quelli tedeschi. Nel quarto capitolo viene raccontata la comparsa della guerriglia partigiana e l’inaspettato ritorno del capolavoro dell’ingegneria tedesca nei cieli della Repubblica jugoslava nel 1948. Il capitolo finale spiega in dettaglio vari modelli di mimetizzazione e gli emblemi applicati sui Bf 109 nella Legione dell’Aeronautica Militare Croata, nell’aviazione dello Stato Indipendente di Croazia, in quella Bulgaria e Jugoslavia. Le appendici complete contengono l’elenco più preciso di vittorie e sconfitte confermate e non confermate dei piloti del Legionario Bf 109; registro delle perdite croate con il Bf 109; elenco dei Bf 109 bulgari che combatterono contro i tedeschi, elenco dei Bf 109 consegnati alla Bulgaria mentre si trovava nel campo dell’Asse, elenco dei Bf 109 catturati dalla Luftwaffe a Skoplje dopo che la Bulgaria passò dalla parte sovietica; registro dei Bf 109 nell’inventario jugoslavo con i numeri di produzione, il loro registro degli incidenti, l’elenco dei 255 motori DB 605 nell’inventario jugoslavo. Illustrato con 37 superbi profili di aeromobili e 255 fotografie, la stragrande maggioranza delle quali viene pubblicata per la prima volta, questo volume rappresenta il risultato di decenni di minuziose ricerche. È tratto da ampie fonti archivistiche, numerose interviste e ricordi personali, nonché documenti e manufatti da collezioni private in Serbia, Croazia, Slovenia, Bosnia ed Erzegovina, Germania, Russia, Ucraina, Bulgaria, Cechia, Francia, Sud Africa, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Regno Unito, Belgio, Finlandia e Italia.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Messerschmitt Bf 109. Guide D’Identification Tome 1

    49.00

    Jean-Claude Mermet

    Ne furono costruiti quasi 33.675, il Messerschmitt Bf 109 rimane ancora oggi una fonte di fascino, sia per gli appassionati di aviazione che per gli intenditori della storia militare contemporanea. Questo velivolo simboleggia tanto il potere e la superiorità della Luftwaffe durante i primi anni di guerra, quanto la ferocia del combattimento aereo durante la battaglia d’Inghilterra. Dopo anni di paziente e meticolosa ricerca negli archivi delle ditte Messerschmitt e Daimler-Benz, Jean-Claude Mermet e Christian-Jacques Ehrengardt, con l’aiuto di alcuni specialisti e anonimi appassionati, hanno concepito questa monografia come una guida tecnica destinata a facilitare la identificazione delle diverse versioni del famoso caccia della Luftwaffe. Gli autori testimoniano attraverso quasi 200 pagine, ampiamente illustrate con tavole e profili a colori firmati Jean-Marie Guillou, nonché una ricca e spesso inedita iconografia, della potenza e della complessità di questo leggendario velivolo.

    Brossura, 21 x 28,5 cm. pag. 192 riccamente illustrato con foto e disegni tecnici b/n e profili a colori

    Testo in lingua francese

    Stampato nel 2015 da Caraktere

    Quick view
  • 0 out of 5

    Storia Militare Briefing n. 35 Ottobre 2022. Messerschmitt Bf 109

    14.00

    Fabio Galbiati

    Storia Militare “Briefing”, sono delle riviste a carattere monografico, ogni numero è caratterizzato da un’accurata descrizione tecnica, operativa e storica di un singolo mezzo – terrestre, aereo, navale, – di una specifica unità/reparto o di uno specifico evento storico militare. Su queste monografie trovano spazio di notevole ampiezza anche gli aspetti iconografici, nella convinzione che una pubblicazione monografica – in abbinamento, ovviamente, a testi approfonditi ed esaustivi – deve accompagnare dati tecnici e organigrammi, immagini, disegni e schemi (con largo uso del colore), nell’ottica di fornire un quadro più completo possibile sugli argomenti che, di volta in volta, verranno trattati nella consueta alternanza “terra-cielo-mare”. Questo numero, in particolare, prende in esame il Messerschmitt Bf 109

    Quick view
  • 0 out of 5

    The Weapons Encyclopaedia. Messerschmitt BF 109 Vol 1. Versioni A-B-C-D-E

    22.00

    Luca Cristini

    Il Messerschmitt BF 109, moto anche come ME 109, fu forse il più famoso aereo da caccia della Luftwaffe. Sviluppato durante la prima metà degli anni ’30 da Wilhelm Messerschmitt e Robert Lusser. Questo fantastico aereo da caccia si caratterizzava per la sua struttura monoscocca completamente in metallo, una cabina chiusa, un carrello d’atterraggio fisso e un motore aeronautico a forma di V con 12 cilindri invertiti, raffreddati ad acqua. I primi esemplari del Bf 109 fecero la loro comparsa già durante la guerra civile spagnola e rimasero in servizio fino alla fine della seconda guerra mondiale. Durante questo periodo, gli aerei Bf 109 costituirono la principale forza dei caccia dell’aeronautica tedesca.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Wingleader Photo Archive Number 2.Messerschmitt Bf 109E Units In The Battle Of Britain Part One – JG2, JG3, JG26

    33.00

    Nuova collana monografica dell’editore inglese Wingleader incentrata su monografie aeronautiche che esaminano i principali tipi di velivoli che hanno caratterizzato la guerra aerea durante il secondo conflitto mondiale. Ogni monografia, formato album, prende in esame una singola tipologia di velivolo. E’ caratterizzata da circa 80 pagine interamente illustrate con immagini d’epoca in b/n e a colori e, da una serie (circa 40) di profili a colori che mostrano i velivoli con le colorazioni e gli stemmi dei reparti che li hanno avuti in dotazione. Il testo fa riferimento alle moltissime immagini. Questa monografia, in particolare, esamina i Messerschmitt Bf 109 in dotazione al JG2, JG3, JG26 durante la battaglia d’Inghilterra.

    Brossura, 29,8 x 21 cm. pag. 80 completamente illustrato con foto b/n e profili di mezzi a colori

    Testo in lingua inglese

    Stampato nel 2020 Wing Leader

    Quick view
  • 0 out of 5

    Wingleader Photo Archive Number 4. Messerschmitt Bf 109E Units In The Battle Of Britain Part Two. JG27, JG51, JG52

    33.00

    Milan Krajci

    Nuova collana monografica dell’editore inglese Wingleader incentrata su monografie aeronautiche che esaminano i principali tipi di velivoli che hanno caratterizzato la guerra aerea durante il secondo conflitto mondiale. Ogni monografia, formato album, prende in esame una singola tipologia di velivolo. E’ caratterizzata da circa 80 pagine interamente illustrate con immagini d’epoca in b/n e a colori e, da una serie (circa 40) di profili a colori che mostrano i velivoli con le colorazioni e gli stemmi dei reparti che li hanno avuti in dotazione. Il testo fa riferimento alle moltissime immagini. Questa monografia, in particolare, esamina i Messerschmitt Bf 109/E durante la battaglia d’Inghilterra. Sono esaminati in marticolare i Reparti JG27, Jg27 e Jg52.

    Quick view
  • 0 out of 5

    Wingleader Photo Archive Number 9. Messerschmitt Bf 109E Units in the Battle of Britain Part Three – JG53, JG54, JG77, LG2, EprGr210

    33.00

    Milan Krajci

    Nuova collana monografica dell’editore inglese Wingleader incentrata su monografie aeronautiche che esaminano i principali tipi di velivoli che hanno caratterizzato la guerra aerea durante il secondo conflitto mondiale. Ogni monografia, formato album, prende in esame una singola tipologia di velivolo. E’ caratterizzata da circa 80 pagine interamente illustrate con immagini d’epoca in b/n e a colori e, da una serie (circa 40) di profili a colori che mostrano i velivoli con le colorazioni e gli stemmi dei reparti che li hanno avuti in dotazione. Il testo fa riferimento alle moltissime immagini. Questa monografia, in particolare, esamina i Messerschmitt Bf 109 E durante la battaglia d’Inghilterra, specificatamente i mezzi in dotazione ai seguenti reparti: JG53, JG54, JG77, LG2, EprGr210.

    Quick view
X