Unità veloci costiere italiane – Motosiluranti Motocannoniere V.a.s. Motomissilistiche e Aliscafi Lanciamissili

60.00

Con questo volume si completa la riedizione dell’opera “I Mas e le Motosiluranti italiane (1906-1969)”, la cui prima parte, nella quale erano stati trattati i M.A.S. e i mezzi d’assalto, era stata già ripubblicata in precedenza ampiamente rivista e aggiornata. Anche in questo caso il testo è stato profondamente revisionato, pur mantenendo quasi inalterata l’analisi storica e tecnica, si è invece provveduto a completare il lavoro, analizzando i più recenti progressi dei tipi di unità trattati e le ultime realizzazioni nazionali nel campo delle unità veloci costiere. Inoltre è presente una nuova impostazione grafica, numerose nuove fotografie e un’ampia iconografia tecnica comprendente anche tavole fuori testo a colori in scala 1.200. Nel periodo bellico e in quello immediatamente successivo, le unità veloci costiere italiane subirono una netta divisione nella loro linea di sviluppo, determitata dalle esigenze operative che l’andamento della guerra faceva emergere sempre più chiaramente. Da una parte continuò lo sviluppom dei M.A.S., unità peculiari della Marina Italiana che rispondevano al concetto operativo del rapido colpo di mano condotto da mezzi velocissimi di ridotto dislocamento, dall’altra si originarono le motosiluranti e le motocannoniere, concepite inizialmente da mezzi di origine tedesca, che dovevano sfruttare le loro maggiori dimensioni e il loro superiore armamento per avere una maggiore flessibilità d’impiego e che nel dopoguerra conobbero un’ulteriore sviluppo da parte della cantierisstica nazionale con l’adozione dell’arma missilistica.

Rilegato, 25 x 29 cm. pag. 386 illustrato con circa 257 foto b/n, 109 profili b/n e 10 profili in pagina ripiegata scala 1:100

Stampato nel 1998 da Ufficio Storico della Marina Militare

Esaurito

Descrizione

Erminio Bagnasco

Con questo volume si completa la riedizione dell’opera “I Mas e le Motosiluranti italiane (1906-1969)”, la cui prima parte, nella quale erano stati trattati i M.A.S. e i mezzi d’assalto, era stata già ripubblicata in precedenza ampiamente rivista e aggiornata. Anche in questo caso il testo è stato profondamente revisionato, pur mantenendo quasi inalterata l’analisi storica e tecnica, si è invece provveduto a completare il lavoro, analizzando i più recenti progressi dei tipi di unità trattati e le ultime realizzazioni nazionali nel campo delle unità veloci costiere. Inoltre è presente una nuova impostazione grafica, numerose nuove fotografie e un’ampia iconografia tecnica comprendente anche tavole fuori testo a colori in scala 1.200. Nel periodo bellico e in quello immediatamente successivo, le unità veloci costiere italiane subirono una netta divisione nella loro linea di sviluppo, determitata dalle esigenze operative che l’andamento della guerra faceva emergere sempre più chiaramente. Da una parte continuò lo sviluppom dei M.A.S., unità peculiari della Marina Italiana che rispondevano al concetto operativo del rapido colpo di mano condotto da mezzi velocissimi di ridotto dislocamento, dall’altra si originarono le motosiluranti e le motocannoniere, concepite inizialmente da mezzi di origine tedesca, che dovevano sfruttare le loro maggiori dimensioni e il loro superiore armamento per avere una maggiore flessibilità d’impiego e che nel dopoguerra conobbero un’ulteriore sviluppo da parte della cantierisstica nazionale con l’adozione dell’arma missilistica.

Rilegato, 25 x 29 cm. pag. 386 illustrato con circa 257 foto b/n, 109 profili b/n e 10 profili in pagina ripiegata scala 1:100

Stampato nel 1998 da Ufficio Storico della Marina Militare

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Unità veloci costiere italiane – Motosiluranti Motocannoniere V.a.s. Motomissilistiche e Aliscafi Lanciamissili”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare…