Il Nuovo Ordine Europeo – La collaborazione nell’Europa tedesca (1938-1945)

17.50

Fra il 1938 e il 1945 tutta l’Europa continentale subisce, di fatto, l’egemonia diretta o indiretta della Germania nazionalsocialista. Il libro di Yves Durand racconta questa Europa, mettendo a confronto le esperienze dei diversi paesi; egli identifica le strategie messe in opera dagli occupanti tedeschi, che vanno dall’annessione pura e semplice alla tutela esercitata su un governo amico alla creazione di stati satelliti, e i comportamenti dei vari paesi occupati che in sostanza si dividono fra paesi “collaborazionisti” dove le forze politiche e sociali tradizionali attuano una “collaborazione” con la potenza egemone nazionalsocialista, seppur con motivazioni e modalità estremamente differenti. Uno dei motivi pernianti di questa collaborazione fu senz’altrro la crociata antibolscevicca e antigiudaica.

Brossura 15,5 x 21 cm. pag. 270

Stampato nel 2002 da Il Mulino

1 disponibili

Qty:
COD: SB00031 Categorie: ,

Descrizione

Yves Durand

Fra il 1938 e il 1945 tutta l’Europa continentale subisce, di fatto, l’egemonia diretta o indiretta della Germania nazionalsocialista. Il libro di Yves Durand racconta questa Europa, mettendo a confronto le esperienze dei diversi paesi; egli identifica le strategie messe in opera dagli occupanti tedeschi, che vanno dall’annessione pura e semplice alla tutela esercitata su un governo amico alla creazione di stati satelliti, e i comportamenti dei vari paesi occupati che in sostanza si dividono fra paesi “collaborazionisti” dove le forze politiche e sociali tradizionali attuano una “collaborazione” con la potenza egemone nazionalsocialista, seppur con motivazioni e modalità estremamente differenti. Uno dei motivi pernianti di questa collaborazione fu senz’altrro la crociata antibolscevicca e antigiudaica.

Brossura 15,5 x 21 cm. pag. 270

Stampato nel 2002 da Il Mulino

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il Nuovo Ordine Europeo – La collaborazione nell’Europa tedesca (1938-1945)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.