Blitz Bombers – Kampfgeschwader 76 and the Arado Ar 234

75.00

Eddie J. Creek – Robert Forsyth

Primo studio veramente dettagliato dell’Arado Ar 234, quello che può essere considerato il primo caccia-bombardiere a reazione mai entrato in servizio operativo. Alla fine di dicembre 1944 la Luftwaffe sorprese gli alleati quando introdusse inaspettatamente un nuovo bombardiere ad alta velocità nel suo inventario. Sebbene schierato in piccoli numeri, il bombardiere a reazione Arado Ar 234 B-2 si è dimostrato un efficace aereo da attacco diurno e notturno sul fronte occidentale e una dura sfida per i piloti dei caccia alleati che hanno cercato di contrastarlo. Alimentato dagli stessi turbojet Jumo 004 del Me 262, l’Ar 234 poteva attaccare obiettivi precisi, come concentazione di truppe e armi. I jet erano pilotati da personale esperto della Luftwaffe, che hanno lavorato duramente per padroneggiare il nuovo velivolo in breve tempo e nelle condizioni caotiche di un Terzo Reich in declino. “Blitz Bombers” racconta la storia delle operazioni del KG 76 equipaggiato con quello che è stato il primo bombardiere a reazione al mondo, l’Arado Ar 234 B-2. Il libro si basa su diari originali delle unità, rapporti e altri documenti, nonché su vari materiali tedeschi e alleati tratti da archivi e collezioni private raccolte nel corso di molti anni. Ripercorre il periodo di lavoro del KG 76 sull’aereo e le sue successive operazioni di combattimento sul fronte occidentale dal dicembre 1944 fino alla fine della guerra. I jet del Geschwader presero parte alle operazioni sulle Ardenne, a missioni contro gli eserciti alleati che avanzavano nel territtorio del Reich all’inizio del 1945 e a una serie di attacchi intensivi contro il ponte Ludendorff a Remagen e la testa di ponte lì stabilita dagli Alleati nel marzo 1945. Dopo molti anni di ricerca, il libro include quasi 300 illustrazioni, comprese fotografie rare degli aerei, del personale e dell’equipaggiamento del KG 76, nonché degli aerei e dei piloti alleati che incontrarono questi velivoli in combattimento, oltre a documenti chiave tratti dai registri dell’unità. Tutto questo è integrato da alcune tavole a colori, che raffigurano il velivolo analizzato.

Rilegato, 21 x 30 cm. pag. 230 con numerose foto b/n e profili di mezzi a colori

Testo in lingua inglese

Stampato nel 2020 da Chandos Publications

1 disponibili

Qty:

Descrizione

Eddie J. Creek – Robert Forsyth

Primo studio veramente dettagliato dell’Arado Ar 234, quello che può essere considerato il primo caccia-bombardiere a reazione mai entrato in servizio operativo. Alla fine di dicembre 1944 la Luftwaffe sorprese gli alleati quando introdusse inaspettatamente un nuovo bombardiere ad alta velocità nel suo inventario. Sebbene schierato in piccoli numeri, il bombardiere a reazione Arado Ar 234 B-2 si è dimostrato un efficace aereo da attacco diurno e notturno sul fronte occidentale e una dura sfida per i piloti dei caccia alleati che hanno cercato di contrastarlo. Alimentato dagli stessi turbojet Jumo 004 del Me 262, l’Ar 234 poteva attaccare obiettivi precisi, come concentazione di truppe e armi. I jet erano pilotati da personale esperto della Luftwaffe, che hanno lavorato duramente per padroneggiare il nuovo velivolo in breve tempo e nelle condizioni caotiche di un Terzo Reich in declino. “Blitz Bombers” racconta la storia delle operazioni del KG 76 equipaggiato con quello che è stato il primo bombardiere a reazione al mondo, l’Arado Ar 234 B-2. Il libro si basa su diari originali delle unità, rapporti e altri documenti, nonché su vari materiali tedeschi e alleati tratti da archivi e collezioni private raccolte nel corso di molti anni. Ripercorre il periodo di lavoro del KG 76 sull’aereo e le sue successive operazioni di combattimento sul fronte occidentale dal dicembre 1944 fino alla fine della guerra. I jet del Geschwader presero parte alle operazioni sulle Ardenne, a missioni contro gli eserciti alleati che avanzavano nel territtorio del Reich all’inizio del 1945 e a una serie di attacchi intensivi contro il ponte Ludendorff a Remagen e la testa di ponte lì stabilita dagli Alleati nel marzo 1945. Dopo molti anni di ricerca, il libro include quasi 300 illustrazioni, comprese fotografie rare degli aerei, del personale e dell’equipaggiamento del KG 76, nonché degli aerei e dei piloti alleati che incontrarono questi velivoli in combattimento, oltre a documenti chiave tratti dai registri dell’unità. Tutto questo è integrato da alcune tavole a colori, che raffigurano il velivolo analizzato.

Rilegato, 21 x 30 cm. pag. 230 con numerose foto b/n e profili di mezzi a colori

Testo in lingua inglese

Stampato nel 2020 da Chandos Publications

Ti potrebbe interessare…