Alpini e Tedeschi sul Don – Documenti e testimonianze sulla ritirata del Corpo d’armata alpino e del XXIV Panzerkorps germanico in Russia nel gennaio 1943

20.00

Attraverso lunghe e approfondite ricerche l’autore ha ripercorso le tracce lasciate dagli alpini nella storiografia tedesca, sovietica, ungherese e romena; ha poi studiato a fondo gli archivi militari tedeschi e consultato quelli italiani. In questo volume si limita a fornire dati e testimonianze, pone interrogativi e spunti critici, avanza conclusioni con modestia e serietà, sovvertendo a volte le tesi ricorrenti. Per esempio fu la sottovalutazione hitleriana delle risorse sovietiche a determinare la sonfitta di Stalingrado e non il cedimento delle armate italiane, ungheresi e romene… Chi vorrà ripercorrere la storia del corpo alpino in Russia non potrà prescindere da queste pagine.

Brossura, 16,5 x 23,5 cm. pag. 272 con circa 70 fotografie b/n e 2 cartine

Stampato nel 2004 da Rossato

Esaurito

COD: SB01116 Categorie: ,

Descrizione

Alessandro Massignani

Attraverso lunghe e approfondite ricerche l’autore ha ripercorso le tracce lasciate dagli alpini nella storiografia tedesca, sovietica, ungherese e romena; ha poi studiato a fondo gli archivi militari tedeschi e consultato quelli italiani. In questo volume si limita a fornire dati e testimonianze, pone interrogativi e spunti critici, avanza conclusioni con modestia e serietà, sovvertendo a volte le tesi ricorrenti. Per esempio fu la sottovalutazione hitleriana delle risorse sovietiche a determinare la sonfitta di Stalingrado e non il cedimento delle armate italiane, ungheresi e romene… Chi vorrà ripercorrere la storia del corpo alpino in Russia non potrà prescindere da queste pagine.

Brossura, 16,5 x 23,5 cm. pag. 272 con circa 70 fotografie b/n e 2 cartine

Stampato nel 2004 da Rossato 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Alpini e Tedeschi sul Don – Documenti e testimonianze sulla ritirata del Corpo d’armata alpino e del XXIV Panzerkorps germanico in Russia nel gennaio 1943”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *