The Battle of Korsun-Cherkassy - The Encirclement and Breakout of Army Group South, 1944

Un resoconto completo della cruciale Battaglia di Cherkassy (Korsun Pocket) scritta da uno dei comandanti tedeschi protagonisti dello scontro. La battaglia si può considerare una delle ultime vittorie tedesche sul fronte orientale. La battaglia di Cherkassy è anche conosciuta come Korsun Pocket, Korsun essendo la piccola città al centro dell'area che contieneva le forze tedesche circondate. Dopo gli attacchi improvvisi del 1° e del 2° Fronte ucraino, nel gennaio 1944 i russi riuscirono ad accerchiare ben 6 divisioni tedesche, per un totale di 60.000 soldati. L'Armata Rossa aveva il vantaggio numerico, ma due delle divisioni Panzer tedesche erano ben addestrate ed equipaggiate. Ne seguì una drammatica battaglia, con entrambe le parti che attaccavano e difendevano. Furono fatti sforzi faticosi per evitare un altro Stalingrado, con i tedeschi guidati da Erich von Manstein che tentavano di irrompere nella sacca. Abbandonando un'enorme quantità di equipaggiamento e molti feriti, il grosso dei reparti tedeschi riuscì a defluire dalla sacca evitando una catastrofe, seppur al costo enorme di un 34% di perdite.

Rilegato, 15,5 x 23,5 cm. pag. 120 illustrato con 11 mappe

Testo in lingua inglese

Stampato nel 2019 da Casemate
korsun

Prezzo:
Prezzo di vendita: 33,00 €
ordinazione.gif
Descrizione

Nikolaus Von Vormann

Un resoconto completo della cruciale Battaglia di Cherkassy (Korsun Pocket) scritta da uno dei comandanti tedeschi protagonisti dello scontro. La battaglia si può considerare una delle ultime vittorie tedesche sul fronte orientale. La battaglia di Cherkassy è anche conosciuta come Korsun Pocket, Korsun essendo la piccola città al centro dell'area che contieneva le forze tedesche circondate. Dopo gli attacchi improvvisi del 1° e del 2° Fronte ucraino, nel gennaio 1944 i russi riuscirono ad accerchiare ben 6 divisioni tedesche, per un totale di 60.000 soldati. L'Armata Rossa aveva il vantaggio numerico, ma due delle divisioni Panzer tedesche erano ben addestrate ed equipaggiate. Ne seguì una drammatica battaglia, con entrambe le parti che attaccavano e difendevano. Furono fatti sforzi faticosi per evitare un altro Stalingrado, con i tedeschi guidati da Erich von Manstein che tentavano di irrompere nella sacca. Abbandonando un'enorme quantità di equipaggiamento e molti feriti, il grosso dei reparti tedeschi riuscì a defluire dalla sacca evitando una catastrofe, seppur al costo enorme di un 34% di perdite.

Rilegato, 15,5 x 23,5 cm. pag. 120 illustrato con 11 mappe

Testo in lingua inglese

Stampato nel 2019 da Casemate

VATERLAND S.A.S di Alberto Manca & C. - sede legale: Solarussa ( OR ) via Azuni 21 CAP. 09077 - partita IVA 01152870950 - REA 134686
MOAI Studio Milano
Joomla template freaks