Südtiroler in der Waffen-SS. Vorbildliche haltung, fanatische uberzeugung

Thomas Casagrande

Visualizzazione del risultato

  • 0 out of 5

    Südtiroler in der Waffen-SS. Vorbildliche haltung, fanatische uberzeugung

    24.90

    Thomas Casagrande

    Otto Casagrande morì nel 1990 in un incontro di veterani delle Waffen-SS. Questo è stato il motivo per cui suo figlio Thomas ha affrontato intensamente il passato dell’ex SS Untersturmführer. Dopo vent’anni di ricerca, l’autore presenta ora un primo studio sul numero, reclutamento e utilizzo dei tanti volontari delle SS altoatesine. Il tasso di reclutamento altoatesino per le SS è sproporzionatamente alto rispetto al Reich tedesco e ad altre aree “etniche tedesche”. I primi volontari furono schierati in quelle che allora erano le “divisioni d’élite” delle Waffen SS o nelle guardie dei campi di concentramento. Più tardi, le reclute sarebbero state più probabilmente assegnate alla fanteria da montagna o, dal 1943, alle forze di occupazione in Italia. La motivazione e l’impegno degli altoatesini nelle Waffen-SS sono vividamente presentati in brevi biografie e nel dettagliato curriculum vitae di Otto Casagrande. Ne deriva una storia delle SS “dal basso”, che getta uno sguardo esemplare sulla giovane generazione di guerra e sui “ranghi inferiori” oltre i confini dell’Alto Adige.

    Brossura, 16,5 x 24 cm. pag. 238 con numerose foto b/n

    Testo in lingua tedesca

    Stampato nel 2015 da Raetia

    Quick view
X